Involuntary Witness

By

Publisher: Bitter Lemon Press

3.9
(5674)

Language: English | Number of Pages: 340 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) German , Italian , Spanish , Swedish

Isbn-10: 1904738079 | Isbn-13: 9781904738077 | Publish date: 

Translator: Patrick Creagh

Also available as: eBook

Category: Fiction & Literature , Law , Mystery & Thrillers

Do you like Involuntary Witness ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description

A nine-year-old boy is found murdered at the bottom of a well near a beach resort in southern Italy. In what looks like a hopeless case for Guido Guerrieri, counsel for the defence, a Senegalese peddler is accused of the crime. More than a perfectly paced legal thriller, this relentless suspense novel transcends the genre. A powerful attack on racism, and a fascinating insight into the Italian judicial process, it is also an affectionate portrait of a deeply humane hero.

Gianrico Carofiglio is an anti-Mafia judge in Italy. This is his first novel, a bestseller in Italy and now the subject of a television series. It has won a number of prizes, including the Marisa Rusconi award.

Sorting by
  • 3

    Ho ritrovato in questo libro molto della mia generazione: citazioni che ho fatto, musica che ho ascoltato, battute che mi hanno fatto ridere, libri che ho amato, film che ancora vedo, anche se ad un c ...continue

    Ho ritrovato in questo libro molto della mia generazione: citazioni che ho fatto, musica che ho ascoltato, battute che mi hanno fatto ridere, libri che ho amato, film che ancora vedo, anche se ad un certo punto della narrazione ho pensato che fosse troppo e che l'autore se la stesse un po' tirando. Ma alla fine, il troppo non ha danneggiato la storia e le vicende personali dell'avvocato Guerrieri non hanno intralciato più di tanto la parte legale: il caso di omicidio e la difesa del presunto colpevole hanno trovato lo spazio necessario e la lettura è risultata gradevole e leggera.
    "Testimone inconsapevole" non è il mio preferito, ma essendo il primo dei suoi Legal-thriller, è comprensibile una certa rigidità negli ingranaggi.

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    2

    Tanto fumo ...

    Il mio primo libro di Carofiglio. Forse l'ultimo.
    Il mio giudizio è sia letterario che "autoriale" nel senso che, sebbene il giudizio debba essere centrato sul libro, non sono riuscito durante la lett ...continue

    Il mio primo libro di Carofiglio. Forse l'ultimo.
    Il mio giudizio è sia letterario che "autoriale" nel senso che, sebbene il giudizio debba essere centrato sul libro, non sono riuscito durante la lettura a nascondere a me stesso che lo scrittore era, prima di entrare in politica, un magistrato. Vero che molti avvocati sono scrittori di gialli et similia, e sfornano un bestseller dietro l'altro ma giudici … ben pochi. E non è un caso, immagino per rispetto del ruolo.

    Rimaniamo sul libro. Non posso definirlo un giallo, un poliziesco e tantomeno un legal-thriller. E' un "vorrei ma ...". Si parte dalla storia tanto di moda in certi ambienti di un senegalese accusato ingiustamente di un omicidio efferato (in quanto il morto è un bambino).
    La prima parte del libro è il racconto della spirale discendente dell'avvocato di medio livello, bravo e senza scrupoli (nel senso che è capace di fare assolvere chiunque e non si pone il problema). Dopo la separazione dalla moglie e la scoperta di soffrire di disturbi psicologici troverà nella box la soluzione terapeutica. E' in questa fase che viene assunto per la difesa dell'ambulante.
    Già nelle prime pagine dell'inchiesta si capisce (o meglio il lettore capisce) come l'indagine faccia acqua e su quali punti la difesa potrà agevolmente smantellare il castello accusatorio. Chiunque di noi non avvocati saprebbe farlo e saperlo già a metà libro non è una bella soddisfazione per il lettore.
    Non aiuta poi il fatto che lo scrittore divaghi e annacqui la trama di eventi assolutamente marginali (o meglio irrilevanti) con la scusa di meglio definire il personaggio dell'avvocato. Tra un flashback della sua vita, la conoscenza della vicina di casa con problemi di alcool, l'incontro con vecchi amici e via divagando di casi che nulla hanno a che fare con la vicenda (il caso di un combattimento clandestino di cani e dei problemi conseguenti per la sua macchina… per non parlare dei personaggi che così introduce) si ha come l'impressione che Carofiglio cerchi disperatamente di aggiungere ingredienti con la speranza di ottenere un minestrone che sappia di qualcosa.
    L'arringa finale? Sarà che forse sono abituato a quelle americane, ma il bizantinismo autocompiaciuto che da essa trasuda è fastidioso quando invece avrebbe potuto essere brillante.
    Il vissero tutti felici e contenti c'è, ma lo ometto per rispetto ad un caso di fatto non risolto (ma non era questo il compito dell'avvocato).
    Quindi come trama e sviluppo, denota una forte immaturità narrativa. Il titolo poi è veramente tirato tanto che ho voluto credere fino alla fine del libro che si riferisse al fatto che l'omicidio era in realtà maturato perché il bambino aveva visto qualcosa che non avrebbe dovuto (magari il caso del combattimento di cani che almeno avrebbe avuto una giustificazione narrativa). E invece nulla ...

    Tralascio a questo punto il fastidio che mi ha provocato la lettura di alcune frasi "ideologiche" (scritte ricordiamolo da un magistrato).

    said on 

  • 3

    Non è malaccio, si legge bene, scorre ci si appassiona alla vita ed ai problemi del protagonista, che viene descritto benissimo.
    Ottima la descrizione, che immagino precisa, di carcere, tribunale, pro ...continue

    Non è malaccio, si legge bene, scorre ci si appassiona alla vita ed ai problemi del protagonista, che viene descritto benissimo.
    Ottima la descrizione, che immagino precisa, di carcere, tribunale, procedure eccetera.
    E' bellissimo leggere un romanzo ambientato a Bari, descritta come si deve.
    La citazione dellla istituzione per cui lavoro, poi ... non ha prezzo :)
    Però ...
    Il delitto? Tutti gli altri personaggi?
    Se non l'avessero classificato come poliziesco, legal thriller e simili avrebbe meritato 4 stelle minimo.
    Così invece ... Boh?
    Non è malaccio.

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    3

    Libro interessante, qualche punto di critica

    Un libro scritto sicuramente bene, in un italiano contemporaneo e letterariamente accettabile. La trama/la storia principale è interessante, ma a mio parere incompleta - volontariamente lasciata incom ...continue

    Un libro scritto sicuramente bene, in un italiano contemporaneo e letterariamente accettabile. La trama/la storia principale è interessante, ma a mio parere incompleta - volontariamente lasciata incompleta per via del modo in cui è narrata. La narrazione si divide tra vicende personali del protagonista e vicende processuali. La storia è appunto raccontata attraverso le fasi del processo a carico dell'imputato, il 'secondo' protagonista del libro. Ritengo che la storia non sia del tutto completa perché alla fine del processo, - finale del quale non si vuole rivelare nulla - la vicenda che ha portato al processo stesso non viene considerata. Insomma, il crimine di questo romanzo, classificato come giallo, non viene considerato oltre il problema giuridico, di accusa e difesa. Il protagonista (l'avvocato) è ben pensato, la sua personalità e la sua psicologia sono ben costruite. I personaggi secondari tendono ad essere, a mio parere, quantitativamente e qualitativamente ridondanti - nel senso che si somigliano un po' tutti, e sono nella maggioranza tutti donne/amiche/colleghe che hanno una relazione di qualche tipo, vicina o lontana, con il protagonista. Aggiungo, con un parere non oggettivo e personale, di aver detestato l'avvocato protagonista per il suo carattere e la sua indole.

    said on 

  • 3

    Cavilli giudiziari

    Gradevole legal thriller ambientato in una Bari assolata. Il protagonista, avvocato Guido Guerrieri, alle prese con una separazione è in un momento molto delicato della propria vita. Sull'orlo della d ...continue

    Gradevole legal thriller ambientato in una Bari assolata. Il protagonista, avvocato Guido Guerrieri, alle prese con una separazione è in un momento molto delicato della propria vita. Sull'orlo della depressione decide comunque di prendere le difese di Abdou Thiam, un venditore senegalese di merce contraffatta accusato del rapimento e dell'omicidio di un bambino di 9 anni.
    La lettura è scorrevole, i personaggi abbastanza caratterizzati anche se devo dire mi aspettavo qualcosa in più. Ciò che è interessante è quanti soldi ( anche in nero ) girino attorno alle questioni legali e come la nutrita schiera degli avvocati italiani riesca cmq a campare nonostante la concorrenza.

    said on 

  • 4

    Avvocato Guerrieri

    Ci sono parecchie cose che, durante la lettura di questo libro, mi hanno lasciato perplesso. Partiamo ad esempio dal gran numero di citazioni letterarie, troppe per la verità. Azzeccate al momento nar ...continue

    Ci sono parecchie cose che, durante la lettura di questo libro, mi hanno lasciato perplesso. Partiamo ad esempio dal gran numero di citazioni letterarie, troppe per la verità. Azzeccate al momento narrativo, quello sì. Sicuramente di un certo valore, non discuto. Ma alla lunga diventano un po' pesanti, eccessive. Il libro è il tuo oppure è il patchwork di idee altrui?
    Inoltre scorrendo le pagine mi è capitato almeno due volte di avere la sensazione di aver già letto quelle parole e dopo un piccolo sforzo di memoria ho ricordato dove le avevo viste: La difesa di WD Buffa. Forse è che l'ho letto da poco e che essendo due legal thriller ben strutturati le parole dette dagli avvocati protagonisti possono essere quelle che in realtà si dicono, ma la sensazione è stata fastidiosa.
    Quindi libro bocciato! ah no?
    No. Libro piaciuto. Perché se quanto premesso ha ofuscato in parte il pensiero sulla lettura, Testimone inconsapevole mi è proprio piaciuto. Merito dell'avvocato Guerrieri, delle sue debolezze e di come le abbia affrontate. Merito del suo girare in solitudine per la sua città e non solo. Un personaggio di quelli che mi catturano e mi danno emozioni. Quindi promosso per non aver commesso il fatto!

    said on 

  • 3

    Il primo incontro con l'avvocato Guerrieri....è andato bene!
    Complessivamente una lettura piacevole, non particolarmente impegnativa...ma ogni tanto ci vuole!
    E ogni tanto è anche bello avere delle co ...continue

    Il primo incontro con l'avvocato Guerrieri....è andato bene!
    Complessivamente una lettura piacevole, non particolarmente impegnativa...ma ogni tanto ci vuole!
    E ogni tanto è anche bello avere delle conferme...in questo caso sul fatto che Carofiglio scrive veramente bene!
    A presto avvocato...

    said on 

  • 4

    L'ho trovato delizioso. Ho respirato l'aria pugliese, ho assaporato ogni parola. Poco bello il ricordo degli ultimi giorni di scuola al liceo! Bello! Non importa scoprire l'assassino, Colombo ce lo ri ...continue

    L'ho trovato delizioso. Ho respirato l'aria pugliese, ho assaporato ogni parola. Poco bello il ricordo degli ultimi giorni di scuola al liceo! Bello! Non importa scoprire l'assassino, Colombo ce lo rivela all'inizio. Caro figlio ti coinvolge nella quotidianità. Consiglio? Certo che si!

    said on 

Sorting by