Jack Frusciante è uscito dal gruppo

Una maestosa storia d'amore e di rock parrocchiale

Di

Editore: Mondadori DeAgostini (Miti collection)

3.6
(10911)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 216 | Formato: Tascabile economico | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Catalano , Polacco

Isbn-10: A000080467 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Paperback , Copertina rigida , Copertina morbida e spillati , Altri , eBook

Genere: Famiglia, Sesso & Relazioni , Narrativa & Letteratura , Adolescenti

Ti piace Jack Frusciante è uscito dal gruppo?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Il "vecchio Alex", fino ai sedici anni, era sempre stato un ragazzo attento, ordinato, coscienzioso e diligente, sia a scuola che in famiglia: in seguito poi alla lettura di Due di due di Andrea De Carlo, nella sua mente scatta qualcosa che lo porta alla ribellione agli schemi che fino ad allora avevano prevalso su di lui. Decide allora di comportarsi in maniera decisamente "anarchica", diversa rispetto a quello che è il suo "piccolo mondo facile", cioè il liceo scientifico "bene" che frequenta e la famiglia imborghesita che lo vorrebbe conformato ai dettami della classe sociale cui appartengono. Il "bigio" Liceo Caimani è in realtà il Liceo Galvani di Bologna, celebre liceo classico della città, ben noto come scuola frequentata dai figli della Bologna bene.

Nel bel mezzo di questo non poco turbolento passaggio dalla tardoadolescenza all'età adulta, improvvisamente nella sua vita compare Adelaide, per gli amici Aidi, di un solo anno più giovane di lui. La ragazza, di origini siciliane, ha lo speciale dono di poter vedere "dentro" Alex, attraverso la corazza di indifferenza e strafottenza che lui stesso ha innalzato tra sé e il resto del mondo. Complice un libro di poesie di Cummings, i due si incontrano e, almeno per Alex, è subito amore. Per Aidi le cose non sono così semplici: ha intrapreso un progetto di scambio culturale che la porterà, finito il corrente anno scolastico, a trasferirsi per un anno in America...
Ordina per
  • 3

    Questo è uno di quei romanzi (di formazione appunto) che per essere amato alla follia va probabilmente letto in un certo periodo della vita, in quella tardoadolescenza che vive anche il protagonista A ...continua

    Questo è uno di quei romanzi (di formazione appunto) che per essere amato alla follia va probabilmente letto in un certo periodo della vita, in quella tardoadolescenza che vive anche il protagonista Alex D. Il fatto di averlo letto adesso, da adulta, non mi ha comunque impedito di apprezzarlo nel complesso. E' un libro vibrante e pieno di ardore, che descrive perfettamente quel periodo della vita in cui si comincia a cercare il proprio posto nel mondo, distaccandosi dalla famiglia, trovando rifugio nell'amicizia e nei primi amori; quel periodo fatto di noia, di rabbia, di insofferenza, di frustrazione, di grandi ideali...
    Alla fine è un libro che si lascia leggere molto facilmente.

    ha scritto il 

  • 5

    Il romanzo di una intera generazione, la nostra, dei nati tra la fine degli anni 70 e la prima metà degli 80. Un romanzo che puoi capire fino in fondo solo se lo leggi al Liceo ma che poi (per quanto ...continua

    Il romanzo di una intera generazione, la nostra, dei nati tra la fine degli anni 70 e la prima metà degli 80. Un romanzo che puoi capire fino in fondo solo se lo leggi al Liceo ma che poi (per quanto la tua vita diventi medio-borghese!) non puoi rinnegare. Personalmente lo conoscevo (lo conosco) a memoria: un libro di una tenerezza infinita, pieno zeppo di tutti quei sentimenti forti, contraddittori, assoluti che tutti gli adolescenti dovrebbero provare, prima di crescere diventando adulti consapevoli e moderati. Un romanzo che racconta un'età brutta e bella, l'età dei pensieri taglienti, l'età senza compromessi. Che è indimenticabile e senza ritorno proprio per questo.

    ha scritto il 

  • 4

    A chi è uscito e a chi resta

    Non lo definirei un libro per adolescenti, ma un libro che parla di adolescenza. E c'è una bella differenza.
    Letto da adulta, con scandaloso ritardo sui tempi, l'ho forse apprezzato più di quanto avre ...continua

    Non lo definirei un libro per adolescenti, ma un libro che parla di adolescenza. E c'è una bella differenza.
    Letto da adulta, con scandaloso ritardo sui tempi, l'ho forse apprezzato più di quanto avrei fatto a 17 anni. Perchè a 17 anni "c'ero dentro" e come dice il vecchio Alex...la gente capisce solo quando le cose sono già successe, mai quando accadono.

    ha scritto il 

  • 4

    pedalata negli anni '90

    grazie a questo libro ho imparato ad apprezzare di più anche le piccole cose, e ho anche conosciuto nuove canzoni e band. l'inserimento di pensieri e riflessioni, mi ha fatto guardare certe cose da un ...continua

    grazie a questo libro ho imparato ad apprezzare di più anche le piccole cose, e ho anche conosciuto nuove canzoni e band. l'inserimento di pensieri e riflessioni, mi ha fatto guardare certe cose da una nuova prospettiva. leggendo questo libro, tra l'altro molto scorrevole, mi sono innamorata di alex e dei suoi modi di pensare. sicuramente il mio libro preferito.

    ha scritto il 

  • 4

    Impossibile smettere

    Questo libro, nonostante sembri che abbia una trama ordinaria e banale, si è rivelato essere frizzante ed unico nel suo genere: la presenza di metafore, riflessioni sulla società e citazioni e riferim ...continua

    Questo libro, nonostante sembri che abbia una trama ordinaria e banale, si è rivelato essere frizzante ed unico nel suo genere: la presenza di metafore, riflessioni sulla società e citazioni e riferimenti a famose canzoni ha contribuito ad intrigare il lettore e a farlo immedesimare nei protagonisti, i giovani liceali Alex ed Adelaide, alle prese con i primi amori e i mille problemi che affliggono gli adolescenti.
    L'autore critica, in chiave quasi ironica, il rapporto travagliato tra genitori e figli. Scritto in maniera accattivante, è impossibile smettere di leggere. Rappresenta in pieno una società di una generazione precedente la nostra, un'epoca dove gli smartphone non esistevano e la musica era in cassetta; essa tuttavia risulta vicina a noi, perchè i giovani e il loro bisogni non cambiano.
    Un libro eterno e per niente superficiale, che affascina lettori di qualsiasi età.

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per