Jane Eyre

Por

Editor: Book.it

4.4
(10857)

Language: Português | Number of Páginas: 415 | Format: Softcover and Stapled | Em outros idiomas: (outros idiomas) English , Spanish , German , Chi simplified , Chi traditional , French , Italian , Korean , Swedish , Catalan , Dutch , Greek , Danish , Czech , Polish

Isbn-10: 9898362553 | Isbn-13: 9789898362551 | Data de publicação:  | Edition 1

Também disponível como: Others , Hardcover

Category: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Romance

Do you like Jane Eyre ?
Junte-se ao aNobii para ver se os seus amigos já o leram, e descubra livros semelhantes!

Registe-se gratuitamente
Descrição do livro
Tido como autobiográfico, Jane Eyre é um marco da emancipação feminina. Uma menina feliz, órfã de pai e mãe, obrigada pela força das circunstâncias a viver com uma tia que a odeia, é enviada para um colégio interno, onde se destaca como uma das melhores alunas da instituição e, mais tarde, como professora.Sem nada que a prenda ao colégio e ávida de independência, Jane torna-se preceptora de Adéle, pupila de Mr. Rochester, o proprietário de um imponente castelo, por quem se apaixona e com quem decide casar-se. Contudo, no dia do enlace descobre que ele já é casado e que a sua mulher está viva. Perante a revelação, Jane resolve fugir. É acolhida pelos Rivers e na casa deles toma conhecimento da morte de um tio que lhe deixou uma fortuna e do parentesco que a une àquela família. Decide, então, dividir a herança com os primos e procurar Mr. Rochester, o seu amor perdido. Algures entre o realismo e a ficção, Jane Eyre é, mais do que um romance (o mais afamado de Charlotte Brontë), uma lição de vida.
Sorting by
  • 4

    Inghilterra, 1847, libro del cammino,della crescita e dell'emancipazione di una donna..

    Ho conosciuto prima una Jane bambina, ribelle perchè non amata, poi una Jane piena di
    buoni propositi, intenta a voler riscattare la figura di "cattiva" che le era stata ingiustamente affibbiata e poi ...continuar

    Ho conosciuto prima una Jane bambina, ribelle perchè non amata, poi una Jane piena di
    buoni propositi, intenta a voler riscattare la figura di "cattiva" che le era stata ingiustamente affibbiata e poi a mano a mano che andavo avanti una Jane decisa e
    intransigente, una Jane che sapeva cosa voleva, non intenzionata a scendere a compromessi , fedele ai suoi principi.
    Proseguendo nella lettura anche una Jane riconoscente e amorevole per l'aiuto ricevuto e solo alla fine una Jane consapevole, pronta ad amare incondizionatamente il suo uomo..
    Grande donna...
    È mancata la quinta stellina perche a tratti, anche se pochi, ho trovato il libro leggermente noioso ma su un libro di cosi tante pagine credo che ci possa anche stare...
    È un classico che sarebbe un peccato non leggere perchè è scritto benissimo, merita..

    dito em 

  • 5

    È facile che un lettore si scoraggi di fronte all’enorme numero di pagine (690), eppure scorrono così velocemente che ho impiegato poco più di dieci giorni per finirlo. Nonostante risalga al 1847 è sc ...continuar

    È facile che un lettore si scoraggi di fronte all’enorme numero di pagine (690), eppure scorrono così velocemente che ho impiegato poco più di dieci giorni per finirlo. Nonostante risalga al 1847 è scritto in un linguaggio quasi moderno(utilizzerei odierno), chiaro, sublime nelle piacevoli descrizioni di paesaggi e realistico mei dialoghi.

    Si tratta di uno di quei libri che non si riduce a raccontare solo una storia, ma si spinge oltre cercando (e riuscendo) a creare un intreccio di vite ed eventi, senza risultare pesante e anzi, aumentando la suspence e impedendo al lettore di staccare gli occhi dalle pagine. Come scrive Valeria Parrella nella presentazione, “Jane Eyre” non è solo una storia d’amore tormentata ma anche un giallo e un dettagliato resoconto di come si viveva nell’Ottocento.
    I personaggi sono l’anima del romanzo, capaci di suscitare emozioni con le loro idee, le loro azioni e la loro vita. Ho amato il fatto che i due protagonisti non siamo fondamentalmente belli fuori, ciò viene ribadito numerose volte, ma spesso e volentieri sono superiori alle affascinanti donne o agli eleganti uomini che frequentano gli ambienti in cui si svolge il romanzo.

    Qualche parola va spesa anche verso i temi affrontati, che, come ho già detto prima, non si riducono solo all’amore: filo conduttore é l’ emancipazione femminile, la resistenza, il perdono, insieme all’ipocrisia, alla ricchezza, alla morte e a Dio.

    Per concludere, vorrei citare una bellissima frase sempre della Parrella:

    "Jane è fragile in una società massacrante: è bambina, e poi è donna, in una società e in una cultura in cui i bambini sono da forgiare più che da accompagnare, e le donne sono ricche oppure serve. Allora la ribellione di Jane, che non può nulla, in cosa consiste? Jane resiste. E resiste a voce così alta che ancora oggi, dopo 169 anni, noi parliamo e rileggiamo Jane Eyre."

    dito em 

  • 5

    Mi ha piacevolmente colpita trovare in questo romanzo scritto in pieno Ottocento un’eroina sorprendentemente moderna.
    In effetti, l’elemento che più ho apprezzato di tutta l’opera è stata proprio la f ...continuar

    Mi ha piacevolmente colpita trovare in questo romanzo scritto in pieno Ottocento un’eroina sorprendentemente moderna.
    In effetti, l’elemento che più ho apprezzato di tutta l’opera è stata proprio la figura di Jane Eyre: direi che, più che apprezzata, l’ho adorata.
    Charlotte Bronte, infatti, ha saputo dotare la sua protagonista di caratteristiche non straordinarie, ma che nell'insieme la rendono assai peculiare, instillando in lei uno spirito apparentemente docile e arrendevole, ma in realtà forte, solido e combattivo, allontanandola dai classici clichés legati alla figura femminile dell’epoca vittoriana.
    Considero Jane come un esempio di donna veramente indipendente, per quanto semplice e umile, oltre che giovane e inesperta: indipendente dal giudizio altrui, seppur consapevole delle proprie doti e dei propri difetti; libera e guidata dal buon senso nelle proprie convinzioni, ma al contempo indomita e coraggiosa, mai disposta a sacrificare la propria realizzazione personale, neanche per l’amore. Ritengo che Jane incarni la vera modernità e la vera emancipazione - ovvero la liberazione da ogni forma di pregiudizio e la piena e matura consapevolezza di sé e del proprio valore come persona - a cui tutte le donne dovrebbero aspirare, ancora e soprattutto oggi.
    Va da sé che abbia apprezzato anche l’impianto narrativo (le cui vicende sono raccontate in prima persona dalla stessa Jane, impianto arricchito da personaggi per nulla scontati, ricchi di sfaccettature) e lo stile, assaporando ogni singola frase. Vi si ritrovano alcuni degli elementi caratterizzanti della letteratura inglese ottocentesca (ad esempio qualche eco gotica, un protagonista maschile ispirato alla figura tormentata dell’eroe romantico, a tratti anche la morale tipica dell’epoca vittoriana), ma sono solo alcuni accenti che nulla tolgono all'originalità e all'ingegno della Bronte.
    Questi ingredienti fanno di “Jane Eyre” un classico scritto da una donna moderna che parla di una donna altrettanto moderna, che vale assolutamente la pena di leggere, perché non mancherà di affascinare con la sua prosa elegante e allo stesso tempo scorrevole, con il suo ritmo incalzante e con i suoi ritratti vividi e acuti.

    dito em 

  • 4

    L'aver visto il film prima di leggere il romanzo ha tolto un pò di suspance alla trama nei punti diciamo "noir". Però mi è piaciuto parecchio, soprattutto nella parte centrale e nel finale, riguardant ...continuar

    L'aver visto il film prima di leggere il romanzo ha tolto un pò di suspance alla trama nei punti diciamo "noir". Però mi è piaciuto parecchio, soprattutto nella parte centrale e nel finale, riguardanti appunto la storia d'amore tra i protagonisti (pur non essendo una che ama i romanzi sentimentali!). Un pò noiosetto, non pesante, ma noioso, all'inizio e dopo la fuga di Jane. Resta comunque un bel libro, si legge facilmente perchè lo stile è fluido, con una grande protagonista e belle pagine di amore. E non solo.

    dito em 

  • 5

    Jane Eyre

    Mi è piaciuto moltissimo. In alcuni momenti saltavo letteralmente dalla sedia per i molti colpi di scena o per le conversazioni così pungenti, ma allo stesso tempo emozionanti tra Jane e Rochester. Ch ...continuar

    Mi è piaciuto moltissimo. In alcuni momenti saltavo letteralmente dalla sedia per i molti colpi di scena o per le conversazioni così pungenti, ma allo stesso tempo emozionanti tra Jane e Rochester. Charlotte Brontë prova che ciò che è vecchio non per forza debba essere antico o noioso, ma semplicemente un pezzo di storia letteraria.

    dito em 

  • 4

    Prima di iniziare la lettura avevo paura di trovarmi davanti ad un testo pesante e poco scorrevole, sono rimasta piacevolmente colpita del contrario. La lettura è abbastanza fluida e la storia avvince ...continuar

    Prima di iniziare la lettura avevo paura di trovarmi davanti ad un testo pesante e poco scorrevole, sono rimasta piacevolmente colpita del contrario. La lettura è abbastanza fluida e la storia avvincete. Nel complesso mi è piaciuto molto. La protagonista è piena di sorpresa e va ammirata la sua forza d'animo e il suo carattere, sicuramente non comune al tempo dei fatti.

    dito em 

  • 5

    Meraviglioso

    Jane Eyre è una meraviglia... Un personaggio che non ti aspetti di trovare in un romanzo di questa epoca. Intelligente, indipendente, disillusa ma allo stesso tempo passionale e molto umana, molto for ...continuar

    Jane Eyre è una meraviglia... Un personaggio che non ti aspetti di trovare in un romanzo di questa epoca. Intelligente, indipendente, disillusa ma allo stesso tempo passionale e molto umana, molto forte nonostante lei si dichiari spesso debole. Basta dire che ho desiderato assomigliarle??
    Questo libro è entrato di prepotenza tra i miei preferiti!

    dito em 

  • 5

    ho aspettato anni a leggerlo perchè avevo paura fosse un libro estremamente pesante, uno di quei classici da conoscere ma difficili da digerire. Ho avuto questa impressione di Cime Tempestose e quindi ...continuar

    ho aspettato anni a leggerlo perchè avevo paura fosse un libro estremamente pesante, uno di quei classici da conoscere ma difficili da digerire. Ho avuto questa impressione di Cime Tempestose e quindi ho lasciato la povera Jane Eyre in un angolo per lungo tempo.
    Mi sono dovuta ricredere: nonostante la traduzione vecchiotta, l'ho trovato a modo suo scorrevole e sicuramente coinvolgente. Le descrizioni, salvo alcuni punti, non sono eccessivamente lunghe e pesanti, abbiamo tanti dialoghi e in alcuni momenti molta azione. Emoziona e scorre che è un piacere. L'ho trovato molto più intimo e coivolgente di Cime Tempestose.

    dito em 

  • 5

    Bellissimo... anche se, lo ammetto, a circa metá libro, mi ha annoiata un pò.
    Sono 50 pagine pesantine ma poi riprende in tutto il suo splendore

    dito em 

Sorting by