Kaio baten historia eta hegan egiten irakatsi zion katuarena

By

Publisher: Alberdania

4.1
(12198)

Language: Euskara | Number of Pages: 125 | Format: Hardcover | In other languages: (other languages) Chi traditional , English , Spanish , French , Italian , German , Japanese , Portuguese

Isbn-10: 8496643859 | Isbn-13: 9788496643857 | Publish date: 

Translator: Jesus Mari Mendizabal

Category: Children , Education & Teaching , Fiction & Literature

Do you like Kaio baten historia eta hegan egiten irakatsi zion katuarena ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Katu handi, beltz eta gizena da Zorbas. Hanburgoko portu inguruan bizi da bere kideko lagunekin: Idazkario, Orojakitun, Colonello eta Haizalde. Egun batean, kaio bat agertzen da Zorbasen bizitzan, ezinean, hil-zorian, itsasoko petrolio isuri batek kondenatua. Zorbasek hitz ematen dio errun berri duen arrautzatik sortuko den kaioa haziko duela eta, zailagoa dena, hegan egiten irakatsiko diola. Eta hitza beteko du bere kideko katu adiskideen laguntzaz. Gazteentzako kontakizun bikaina: 8 urte edo 100 izan.
Sorting by
  • 5

    Bello, bellissimo, tranello. Non è un romanzo, anche se questa è la parola scritta sulla copertina. È una poesia, scritta con parole semplici e comuni che viene dal cuore è parla al cuore. È un libro ...continue

    Bello, bellissimo, tranello. Non è un romanzo, anche se questa è la parola scritta sulla copertina. È una poesia, scritta con parole semplici e comuni che viene dal cuore è parla al cuore. È un libro profondissimo, adatto a tutti i bambini perchè, più degli adulti, comprendono anche il linguaggio degli animali.

    said on 

  • 5

    "Volare è una decisione molto personale"

    Il primo regalo di mia sorella e in assoluto uno dei miei libri preferiti.
    Un racconto per grandi e piccini e che contiene le verità più importanti della vita: primo fra tutti,il valore e la ricchezza ...continue

    Il primo regalo di mia sorella e in assoluto uno dei miei libri preferiti.
    Un racconto per grandi e piccini e che contiene le verità più importanti della vita: primo fra tutti,il valore e la ricchezza della differenza tra gli esseri viventi (a tutti i livelli), differenza intesa come elemento di unione e non di allontanamento. Il valore della fratellanza; il valore dell'amicizia; non ultimo, il valore del rispetto e dell'amore verso gli animali.

    said on 

  • 4

    Sulle ali dell'amicizia

    Una storia che parla di amicizia e di coraggio e del coraggio che la vera amicizia sa infondere. Sepùlveda narra, con grazia e con ironia, una favola tenera che non manca di porre all'attenzione dei g ...continue

    Una storia che parla di amicizia e di coraggio e del coraggio che la vera amicizia sa infondere. Sepùlveda narra, con grazia e con ironia, una favola tenera che non manca di porre all'attenzione dei giovani lettori questioni di natura politica: la società dei gatti del porto è una comunità solidale, leale e pronta ad accogliere chi è diverso molto più di quanto non lo siano le comunità degli umani. Un libro da leggere e da rileggere, ad ogni età, per il piacere di incontrare di nuovo gli occhi di Zorba, quegli " occhi gialli di gatto nero grande e grosso, di gatto buono, di gatto nobile, di gatto del porto."
    Entonces, vamos a leer esta maravillosa novela!

    said on 

  • 0

    L. Sepùlveda, Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare, Mondadori, Milano 1998, ISBN 978-88-286-0365-8.

    L'autore del racconto è lo scrittore Luis Sepùlveda, nato in Cile nel 1949.
    Durante una pesca di gruppo, un gabbiano femmina non si rende conto che si sta avvicinando una grande massa di petrolio. Le ...continue

    L'autore del racconto è lo scrittore Luis Sepùlveda, nato in Cile nel 1949.
    Durante una pesca di gruppo, un gabbiano femmina non si rende conto che si sta avvicinando una grande massa di petrolio. Le sue ali restano irrimediabilmente attaccate al corpo, ma la gabbiana, con tutte le sue forze, riesce comunque a mettersi in salvo sulla terraferma, giungendo a casa di un ragazzo che ha un gatto di nome Zorba. La gabbiana, ormai in fin di vita, decide di deporre con le sue ultime forze un uovo, lasciando a Zorba il compito di prendersi cura della piccola e di insegnarle a volare.
    Zorba mantiene la promessa e si occupa della gabbianella fino a quando questa non riesce a spiccare il volo. Non solo il gatto, ma anche tutti gli altri personaggi del racconto mostrano un grande senso di responsabilità nei confronti della gabbianella, prestando fede alla promessa fatta alla madre prima che morisse.
    Ambientata in luoghi prevalentemente aperti, la vicenda si svolge secondo una sequenza logica di tempo più o meno lunga.
    Il racconto in terza persona serve a sottolineare il senso di responsabilità di Zorba. L'intenzione comunicativa dell'autore è quella di spiegare che le specie tradizionalmente nemiche possono invece essere amiche e prendersi una cura dell'altra.
    Il racconto mi è piaciuto molto perché semplice e diretto e perché fa riflettere sull'amicizia tra “diversi”.
    Edoardo Capilli
    III A S.M.Mazzarello

    said on 

  • 5

    Vola solo chi osa farlo!

    Con la nascita di mia figlia ho avuto l'occasione di riavvicinarmi alla letteratura per bambini e sono rimasto colpito dalla bellezza di alcuni titoli. La fiaba di Sepulveda è delicata, scorrevole ed ...continue

    Con la nascita di mia figlia ho avuto l'occasione di riavvicinarmi alla letteratura per bambini e sono rimasto colpito dalla bellezza di alcuni titoli. La fiaba di Sepulveda è delicata, scorrevole ed emotivamente molto coinvolgente, con una morale ecologica molto forte. Un inno alla vita, alla speranza e alla determinazione. In un mondo come il nostro dilaniato dall'egoismo e dalle divisioni su ogni fronte è toccante percepire la premura del gatto Zorba nei confronti della piccola gabbianella indifesa. Libro assolutamente consigliato da leggere in famiglia. In fondo anche noi genitori dobbiamo prenderci cura dei nostri figli, difenderli dalle minacce del mondo e soprattutto dobbiamo insegnare loro a volare attraverso l'avventura meravigliosa della vita.

    said on 

  • 5

    CONSIGLIATO!!!

    Questo libro è stato il mio libro di "lettura in classe" alle medie e ancora ricordo con tenerezza l' amicizia tra il gatto Zorba e la piccola Fortunata!

    said on 

  • 2

    successo inspiegabile

    Questo secondo me è il classico esempio di successo inspiegabile. Ho iniziato il libro con altissime aspettative e la delusione alla fine è stata grande, sono convinta che la storia sarebbe risultata ...continue

    Questo secondo me è il classico esempio di successo inspiegabile. Ho iniziato il libro con altissime aspettative e la delusione alla fine è stata grande, sono convinta che la storia sarebbe risultata banale e scontata anche se l'avessi letta a dodici anni. Una storiella con la morale spiattelata così, senza metafore o simbolismi che possano mettere in moto il cervello e la fantasia... eppure sembra che non si parli d'altri che di Sepulveda... bah...

    said on 

  • 5

    “Vola solo chi osa farlo”

    Immaginate una gabbiana che felicemente sorvola il cielo, in perfetta armonia con il sole, con le nuvole, con il vento che accarezza dolcemente le sue piume e le sue ali spiegate.
    E’ serena la giovane ...continue

    Immaginate una gabbiana che felicemente sorvola il cielo, in perfetta armonia con il sole, con le nuvole, con il vento che accarezza dolcemente le sue piume e le sue ali spiegate.
    E’ serena la giovane gabbiana, felice della sua libertà, della sua vita, della sua indipendenza, ma non sa che esistono degli esseri malvagi come gli umani, che con la loro arroganza distruggono tutto ciò che li circonda, che distruggono l’ambiente che li ospita, riducendolo a una mera discarica solo per il loro tornaconto.
    Disgraziatamente il suo volo termina in mare, in un mare inquinato dall’oro nero, il petrolio, gola e ricchezza per gli umani, morte certa per gli animali.
    Sa che la sua vita sta per finire, con tutte le sue forze cerca di volare ancora, di salvarsi, ma purtroppo è costretta a cedere e cade proprio nella bocca del suo nemico, un gattone nero simpatico ed esuberante che, impietosito dalla sua sorte, cerca in ogni modo di salvarla pulendola da tutto quel veleno che la sta lentamente ma inesorabilmente soffocando.
    La gabbiana è grata di questo insperato aiuto, non chiede di essere salvata perché sa che la sua fine è ormai prossima, chiede solo al micione di prendersi cura della sua piccolina, della sua figlioletta che sta per nascere di lì a breve.
    Il micio ha paura, è spaventato da tanta mole di responsabilità, ma vedendo gli occhi morenti della gabbiana non può che prometterle di prendersi cura della sua piccina, anche se questo significa dover cambiare la sua vita, fare dei piccoli sacrifici e delle piccole rinunce, ma a lui questo non importa, perché l’amore e l’affetto verso una nuova vita, verso chi è diverso da noi sono i sentimenti più belli e intensi che si possano mai provare nella vita, gli unici che ti fanno capire come sia bello essere vivi, nonostante tutte le avversità che questa esistenza ci pone davanti…
    Una favola dolcissima e bellissima, estremamente toccante e commovente, una carezza velata di infinita tristezza, un finale tra i più belli e poetici che abbia mai letto in tutta la mia vita.
    Quando si è adulti purtroppo molto spesso ci si indurisce a causa delle tante avversità e vicissitudini della vita che ci segnano nel profondo dell’animo e favole come queste aiutano ad aprire il cuore, a ritornare al nostro essere bambini, a capire come le cose più belle della vita siano le più semplici come una carezza, un bacio, uno sguardo.
    Una metafora di vita, una metafora contro l’odio che spesso si prova verso chi è diverso da noi, una metafora che ci insegna l’amore per la natura e per il prossimo...tutti quanti noi abbiamo accanto a noi una piccola gabbianella bisognosa di aiuto e di affetto, ma solo coloro che possiedono un cuore puro, gentile e sensibile sono in grado di accorgersi della sua presenza.
    Il finale è mi ha fatto piangere come non mai...è vero, vola e vive solo chi ha il coraggio di farlo.
    Un racconto che vale la pena di leggere e di ricordare per sempre e vorrei che tanti genitori lo leggessero ai propri figli.
    Una fiaba da leggere con il cuore e soprattutto da ricordare per sempre.

    “Ora volerai, Fortunata. Respira. Senti la pioggia. E’ acqua. Nella tua vita avrai molti motivi per essere felice, uno di questi si chiama acqua, un altro si chiama vento, un altro ancora si chiama sole e arriva sempre come una ricompensa dopo la pioggia. Senti la pioggia. Apri le ali.”

    said on 

Sorting by
Sorting by