La cacciatrice della notte

Di

Editore: Fanucci (TIF Extra)

4.3
(942)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 350 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Chi tradizionale

Isbn-10: 8834715888 | Isbn-13: 9788834715888 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Silvia Demi

Genere: Narrativa & Letteratura , Rosa , Fantascienza & Fantasy

Ti piace La cacciatrice della notte?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Serie Night Huntress vol.1

Catherine Crawfield, metà donna e metà vampiro, è a caccia di non morti. Sta cercando suo padre, che è uno di loro, e non si fermerà finché non lo avrà trovato, perché deve vendicarsi dell'uomo che ha rovinato la vita di sua madre. Ma finisce in una trappola, e viene catturata da Bones, un vampiro mercenario, con il quale si troverà costretta a stringere un’alleanza che potrebbe avere conseguenze devastanti. In cambio dell’aiuto a trovare suo padre, Cat accetta di lasciarsi allenare da quell’affascinante cacciatore della notte, fin quando i suoi riflessi non saranno diventati scattanti e taglienti quanto gli artigli di lui. Già sconvolta da fatto di non essere stata divorata subito da Bones, Cat comincia a domandarsi se esistano anche vampiri buoni. Ma prima di potersi rallegrare degli ottimi effetti dell’addestramento come cacciatrice di demoni, si troverà alle calcagna una banda di assassini. Catherine dovrà scegliere da che parte stare... e la tentazione di cedere a Bones si farà sempre più forte
Ordina per
  • 3

    Sinceramente speravo in qualcosa di più, sarà che ormai l'argomento è stato trattato in tutte le sue minime sfaccettature. Bones è un vampiro poco vampiro e molto Sex symbol, Cat è assurda a volte... ...continua

    Sinceramente speravo in qualcosa di più, sarà che ormai l'argomento è stato trattato in tutte le sue minime sfaccettature. Bones è un vampiro poco vampiro e molto Sex symbol, Cat è assurda a volte... alla fine è una lettura come u'altra per passare qualche ora.

    ha scritto il 

  • 5

    Ti prende

    Fantasy, romantico, qualche scena spinta.
    Questo libro mi ha fatto ritrovare la passione per la lettura dei libri fantasy; ha tutti gli ingredienti per far si che il lettore rimanga incollato al libro ...continua

    Fantasy, romantico, qualche scena spinta.
    Questo libro mi ha fatto ritrovare la passione per la lettura dei libri fantasy; ha tutti gli ingredienti per far si che il lettore rimanga incollato al libro dalla prima pagina all'ultima.

    ha scritto il 

  • 1

    Non ci siamo.
    Volgarità e scene più che esplicite un po' a caso, senza una reale motivazione.
    La scrittura non è delle migliori...

    Trama che non offre spunti degni di nota! Si può vivere benissimo sen ...continua

    Non ci siamo.
    Volgarità e scene più che esplicite un po' a caso, senza una reale motivazione.
    La scrittura non è delle migliori...

    Trama che non offre spunti degni di nota! Si può vivere benissimo senza avventurarsi in questa saga. Per quanto mi riguarda, il primo -inutile- capitolo basta e avanza. Non ho intenzione di procedere oltre.

    ha scritto il 

  • 3

    Dyo, quanto odio il soprannome "Micetta"

    Mamma mia, venti giorni per finirlo. Ok che sono giù di tono ultimamente, ma la storia tanto “celebrata e osannata” di Cat e Bones non ha certo dato una mano a invogliarmi. Intorno a una trama che po ...continua

    Mamma mia, venti giorni per finirlo. Ok che sono giù di tono ultimamente, ma la storia tanto “celebrata e osannata” di Cat e Bones non ha certo dato una mano a invogliarmi. Intorno a una trama che poteva essere gradevole e interessante, tanti elementi buttati lì in maniera a volte approssimativa per portare avanti una storia risolvibile con la metà dei capitoli. Dialoghi spesso irritanti e inutili, poi finalmente la coppia ( e la vicenda) ingrana, e lì, con la confessione e consapevolezza di Cat di amare Bones( parte che giuro, mi ha commosso), un finale da sputarci sopra. Probabilmente leggerò il secondo volume, ma non sono fiduciosa.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    L'ho riletto per l'ennesima volta di recente e penso sia inutile dire che mi è venuta voglia di leggere tutta la saga di nuovo. E' una delle saghe che adoro di più, mi piange il cuore se penso che è f ...continua

    L'ho riletto per l'ennesima volta di recente e penso sia inutile dire che mi è venuta voglia di leggere tutta la saga di nuovo. E' una delle saghe che adoro di più, mi piange il cuore se penso che è finita... Però mi consolerò con quella su Vlad.
    Amo l'ironia di Cat e amo Bones. Quest'uomo sarebbe da fare santo se fosse reale, vampiro o meno. Una delle scene che preferisco è l'incontro con Francesca, quando lei si comporta in maniera possessiva nei riguardi di Bones, con la successiva discesa per le scale. Hihihi Quando poi lei gli chiede "sei davvero mio?" e lui risponde "certo che si", be', lì mi sciolgo ogni volta.
    Parlando degli altri personaggi, direi che Timmy mi fa innervosire, Justina mi fa incavolare. Be', per il primo libro di sette direi che le emozioni sono appena iniziate e che qui non succede niente, se lo confrontiamo con gli altri. In fondo il primo libro serve sempre più come introduzione, dico bene? Però è senz'altro una serie che consiglio.

    ha scritto il 

  • 5

    喜歡這種女主角幽默、機智又行事果斷的風格,而且雖然她本身確實有特殊之處,但她的能力仍是層層鍛鍊出來的,並非突然就能打遍天下無敵手,這樣的設定讓我對她的能力與成功更有認同感。
    我也喜歡男主角直來直往、不拐彎抹角的性格,有話直說、做事深謀遠慮,和女主角真的很搭!

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    3

    Cat, hai qualche problema. Se vuoi ti consiglio il mio psicologo

    3 stelle e mezzo

    E dopo Vlad e il Mondo di cenere, quelle incessanti vocine che continuavano, peggio di un vuvuzela, a ripetere come un branco di pecore: “Ma la serie di Cat e Bones è meglio”, mi sono ...continua

    3 stelle e mezzo

    E dopo Vlad e il Mondo di cenere, quelle incessanti vocine che continuavano, peggio di un vuvuzela, a ripetere come un branco di pecore: “Ma la serie di Cat e Bones è meglio”, mi sono rotta le ovaie. Per cui, eccoci qui! All’inizio dell’ennesima serie che probabilmente concluderò in un migliaio di anni.
    Devo ammetterlo, dopo tutte le lusinghe e le santificazioni di questa serie, mi aspettavo qualcosa un tantino meglio, ma andiamo con ordine.
    I personaggi sono i classici di tutte le serie urban fantasy. Lei che ha qualche problema, lui è il super figo pericoloso di turno, si ritrovano nella merda a causa di un obiettivo comune e insieme ai fluidi corporei si uniscono per sconfiggere il male di turno. Fine. Ma qui c’è qualcosina di più.

    Cat/Cathy/Catherine/Micetta/Gattina: una povera ragazza di ventidue (?) anni, che, fin quando ne ha sedici, uccide qualsiasi cosa le capiti a tiro a causa di una delusione amorosa (sì, anche la pazza della mamma c’entra qualcosina). Ma uccide davvero di tutto. Ed è proprio questo uno dei suoi problemi principali. Sarà che la madre e i nonni la trattano come tratterebbero qualsiasi protagonista sfigato in un film horror di possessioni, credendolo l’appartamento in subaffitto di qualche demone, per cui la cosa è un tantino morbosa. A causa della sua doppia natura (umana e vampiro), ha doti in più rispetto ai comuni umani, ma la mamma avverte: guai a succhiare sangue o a scoparti uno di quei cosi o ti sbatto fuori di casa (eeeeeeeeeeeeh, sì, non me ne importa un cazzo se rischi di morire o di trasformarti o peggio, di essere arrestata, ma non me ne fotte un accidenti di niente, per cui muovi il culo e vai ad ammazzare i vampiri). Quindi, si può capire da dove vengono i problemi sul controllo della rabbia di Cat. Persino Bones non ne può più. Ogni volta che vanno a caccia, uccide ogni possibile testimone per cui, una ricerca che potrebbe concludersi in un paio di mesi, dura quasi un anno. Ma non ha solo problemi sul controllo della rabbia. La sua prima esperienza amorosa l’ha traumatizzata (ed è stata la madre a essere stuprata, non lei) al punto da non riuscire ad esprimere mai decentemente i suoi sentimenti a Bones. Eppure si fa infinocchiare con vicini di casa, altri studenti, e poliziotti. Valle a capire queste protagoniste senza macchia e senza paura.

    Bones/Crispin (mi fa morire): ho sentito cose mirabolanti su questo manzo dalla bellezza divina che mangia capreti a colazione e non sputa nemmeno gli ossi, ma devo ammettere che mi ha lasciato… perplessa. Per uno che si chiama “Ossa”, ha un autocontrollo che fa invidia a Gandhi. E per quanto riguarda l’aspetto… Beh, l’ho trovato scialbo. La prima cosa che gli dice Cat è se vuole scopare. Una frase, un programma. In qualche modo, s’innamora di lei con il classico colpo di fulmine e non smetterà mai di ripeterlo. Mentre Cat è impegnata a uccidere vampiri, lui cercherà ogni scusa possibile per scoparsela e rivelare i suoi sentimenti. E poi si stupisce se Cat all’inizio non gli crede. Ma in fondo basta una notte di sesso infuocata e tutto si sistema. Ma la cosa che mi ha fatto ridere, è il modo in cui la corteggia. Per carità, trovo smielate le classiche smancerie, ma allenarla fino alla morte per cinque settimane, farla vestire come la peggior baldracca sul marciapiede e pestarla continuamente a sangue, mi sembra una dimostrazione di troppo affetto. Per non contare i classici “ti amo”.

    La mamma di Cat: ne ho già parlato prima, ma… DIO DONNA, CHE PROBLEMI HAI? Nessuno le ha consigliato uno psicologo, di quelli bravi?

    Ted: simpatico, pulito ed efficiente. Secondo me morirà di una morte orribile, ma probabilmente è quello che ha più possibilità di sopravvivere.

    Tim: il classico bravo ragazzo della porta accanto. Cat lo ficca in mezzo ai suoi drammi amorosi con una grazia che fa paura. Poverino. Sicuramente il suo psicologo diventerà ricco.

    Più o meno sono questi i personaggi che vale la pena ricordare. Ma passiamo alla trama.
    A quanto pare, nell’Ohio, c’è un’alta concentrazioni di vampiri e, per problemi che vi ho spiegato prima, Cat li uccide senza pietà, senza se e senza ma. Purtroppo però, punzecchierà il vampiro sbagliato (Bones) e, accorgendosi di non avere scampo, deciderà di entrare in affari con lui. Peccato solo che gli sia più di danno che d’aiuto, uccidendo per l’appunto tutti i possibili testimoni chiave. Ovviamente, il vampiro sentirà il richiamo del suo sangue caldo e si ritroveranno presto in posizione orizzontale e non solo. Ma la mamma è sempre un problema, nonostante Cat abbia inseguito il suo sogno iscrivendosi all’università. Insomma, non riesce a conciliare la sua vita lavorativa con quella sentimentale e quella sentimentale con quella famigliare. Che bel dilemma. Senza contare che a ogni uscita ci sarà il momento “Non puoi venire con me, è troppo pericoloso”. “Zitto mucchio d’ossa o ti ammazzo.” “Ok, puoi venire.”
    Insomma, i due faranno un bel casino, tanto che il finale sembra uscito da un film di Michael Bay.
    Senza contare che spunterà un Governatore (non quello di TWD) e Cat deciderà di unirsi all’FBI e molla Bones. Con un biglietto!!!
    Alla fine ero: MA CHE CAZZO HO APPENA LETTO???
    Sì, insomma, l’inizio non è proprio deludente, diciamo sufficiente.
    Questo primo libro ha un po’ di buchi logici, ma spero che nei prossimi la trama sia più… realistica e costruita bene.
    Ora potete ammazzarmi.

    ha scritto il 

  • 3

    La Micetta della notte

    La cacciatrice della notte? Mi aspettavo un personaggio simile alla mitica Anita Blake o a una specie di Buffy in versione letteraria. Macchè.
    A quanto pare ero stata estremamente lenta di comprendoni ...continua

    La cacciatrice della notte? Mi aspettavo un personaggio simile alla mitica Anita Blake o a una specie di Buffy in versione letteraria. Macchè.
    A quanto pare ero stata estremamente lenta di comprendonio
    Credo che questa sia una frase perfetta per descrivere il personaggio di Cat, "Micetta", "cucciola", "piccola" per un certo vampiro ultra centenario chiamato Bones.
    Bones mi sembrava il personaggio più realistico. È un vampiro, un serial killer, un mercenario. Quando incontra Cat, che intanto gira pub per pub a uccidere i vampiri libertini, la scambia per una spia di un certo vampiro cattivo; la minaccia, la spoglia, la incatena, bla bla bla. Alla fine scopre di avere tra le mani una mezzosangue, mezza umana, mezza vampira, che potrebbe usare come arma per trarre in inganno e uccidere i vampiri cattivi cui dà la caccia. La specialità di Bones è uccidere/minacciare tutto, compresi i poveri, impacciatissimi, timidi amici umani di sesso maschile di Cat, tanto per fare il cavernicolo. I due quindi decidono di stringere un accordo: Cat potrà continuare ad uccidere vampiri, ma saranno solo quelli della sua "lista", dovrà fare quello che lui vuole, e inoltre dovrà sottoporsi a un particolare "allenamento" che comporta le mazzate, legnate, bastonate che ridurranno quasi in fin di vita la povera mezzosangue, guarita e strappata alla morte solo grazie al potere rigenerativo del sangue di vampiro che Bones le somministra per guarirla dopo le sessioni mortali di "allenamento" (da quand'è che prendersi a cazzotti è un buon modo per insegnare a combattere? Mh, sarà. L'esperto è Bones, dopotutto). Ah, avevo dimenticato di menzionare il fatto che Cat è costretta ad accettare "l'accordo", sempre se vuole cotninuare vivere, ovviamente.
    Quindi, Bones era un gran bastardo, ma era un personaggio molto verosimile, a modo suo. Aveva una sua logica, un criterio. L'unico problema era che a quel punto trovavo quasi impossibile che tra i due potesse nascere un sentimento che non fosse odio.
    Anche dopo il patto, ovviamente Bones continua a minacciare lei, la sua famiglia, a picchiarla duro, a farla correre di notte per il bosco fino allo stremo (letteralmente) a una velocità superiore a quella delle auto (dafuq? Seriously?) ma, nel momento in cui scopre le tragiche circostanze della nascita di Cat e del modo in cui vive la sua vita, prova empatia e dimostra comprensione. Oh, certo. Bene! Adesso puoi ricominciare a picchiarla duro.
    Ovviamente Bones perde completamente la sua credibilità quando rivela a Cat che in realtà il motivo per cui l'ha costretta ad accettare il patto e l'alleanza, era che desiderava stare vicino a lei, perché aveva cominciato ad innamorarsi di lei e del coraggio che Cat dimostrava sfidandolo già dall'inizio. Per quanto potesse essere stronzo, era più credibile prima.
    Comunque le prime mission impossible di Cat in combutta con Bones sono un disastro. Ragazzi, questa accetta i drink dalle mani degli sconosciuti senza pensarci due volte, nel bel mezzo di una pericolosa missione, tra l'altro. Figliola, hai 22 anni, e dimostri di essere anche piuttosto paranoica e diffidente, nessuno ti ha mai detto che non si accettano le caramelle dagli sconosciuti, anche se sono umani? Ovviamente viene drogata e rischia di morire dissanguata dal vampiro cattivo che invece avrebbe dovuto contribuire a catturare. Tuttavia urla e strepita, batte i piedi quando le viene detto che una certa missione potrebbe essere particolarmente pericolosa per lei, dimostrando la sua determinazione e il suo coraggio... o forse la sua superficialità, la sua sconsideratezza e l'incapacità di riconoscere i propri limiti, chissà. Forse vuole solo buttare via la sua vita.
    Parliamo invece dell'aspetto romantico. Bones dopo due mesi di alleanza le rivela di essere innamorato di lei, senza tante cerimonie. Mamma mia, che palle. Praticamente i due passano dall'essere a malapena colleghi, all'amarsi, come in tutte le belle favolette. Diamine questo è un vecchio di 300 anni... non un 15enne dall'infatuazione facile per la figona dai capelli rossi e la pelle eterea di turno. Non assistiamo ai suoi tormenti interiori, non c'è realmente la suspance, la tensione... Prima di realizzare di essere innamorati, di solito si passa attraverso diverse fasi... fasi che Bones salta tutte quante, arrivando all'immediata conclusione che il suo è amore.
    La bella Gattina cede quasi subito alle lusinghe ed alla "seduzione" (neanche gli dà il tempo di sedurla davvero) del bel vampirone... che viene descritto come albino ma inarca spesso il suo sopracciglio scuro. Ma decidiamoci, eh!
    E quindi a neanche metà del romanzo ci chiediamo cos'altro ci sia da dire su questi due.
    Anche dopo aver rivelato i suoi profondi sentimenti d'amore, il fascinoso Bones continua il famoso "allenamento".
    C'è una scena in cui Gattina (ormai chiamiamola così, tanto...) deve fingersi una tossicodipendente per attirare un certo vampiro cattivo, così giustamente rifiuta il sangue guaritore di Bones dopo una delle loro sessioni di combattimento (dopo averla pestata, come lei stessa dice), lasciandosi graffiata e contusa per "rendersi più autentica".
    Oh, wow.
    No, cioè, io pensavo che visto che Bones la ama... avrebbe evitato di picchiarla e avrebbe cominciato a insegnarle seriamente a combattere. Non c'è bisogno di rendere in fin di vita nessuno per farlo. Vabbuò.
    Se c'è una cosa positiva del libro è il ritmo abbastanza incalzante. Infatti c'è molta azione, senza la quale altrimenti la storia sarebbe lentissima. Tuttavia ho abbandonato a poco più di metà... ho tantissimi libri da leggere al momento, forse un giorno lo terminerò. Al momento la mia curiosità non è abbastanza forte da spingermi oltre.

    ha scritto il 

  • 5

    Il misterioso Bones

    Bones di qua, Bones di la, Bones di su, Bones di giù! Finalmente, dopo averne sentito tanto parlare, mi sono decisa a leggere il primo libro della serie di Cat e Bones. Avevo già adocchiato le cover o ...continua

    Bones di qua, Bones di la, Bones di su, Bones di giù! Finalmente, dopo averne sentito tanto parlare, mi sono decisa a leggere il primo libro della serie di Cat e Bones. Avevo già adocchiato le cover originali e le illustrazioni sui due amanti, quindi ero già mezza innamorata di questo vampiro. Cat e Bones sono davvero combustibile, ma ammetto che mi aspettavo più sesso - invece è tutto quasi soft. La trama non è poi così coinvolgente, ma me ne sono curata poco perché ero sotto l'influsso di Bones xD Cat, per carità, non mi è piaciuta per niente: troppo insicura. E' un asso coi coltelli, ma finisce lì (niente a che vedere con la mitica Riley Jenson, insomma...) Anche lo stile dell'autrice non mi è piaciuto, ma devo ammettere che i dialoghi tra Cat e Bones sono brillanti e sexy - ed è stato questo che mi ha portato a finire il libro in 3/4 giorni ;) se non si è capito, le cinque stelline sono tutte per Bones - e non vedo l'ora di leggere gli altri romanzi!

    ha scritto il