La casa degli invasati

Urania 1333

Di

Editore: Mondadori (Urania)

3.6
(774)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 234 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Francese , Spagnolo , Tedesco

Isbn-10: A000005189 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Antonio Ghirardelli

Disponibile anche come: Copertina rigida , Altri

Genere: Narrativa & Letteratura , Horror , Mistero & Gialli

Ti piace La casa degli invasati?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Da tempo le indagini sul mondo del paranormale attirano l'interesse della scienza, ma i fenomeni che avvengono a Hill House sembrano sfidare ogni legge fisica. Per questo una squadra di esperti al massimo livello entra nella casa sulla collina con l'intenzione di svelarne il mistero alla luce delle ultime scoperte in fatto di poteri-PSI. Ma la casa è un organismo vivente, una CREATURA, un vero e proprio "alien"... Per la squadra scientifica comincia il terrore di un viaggio nel buio più assoluto, un viaggio che ha per destinazione finale uno scontro all'ultimo sangue con l'Ospite sconosciuto.
Ordina per
  • 4

    Elegante, pauroso, allusivo, destabilizzante. Per favore non perdetevi questa ghost story psicologica!
    Ne parlo anche qui, se vi va di leggere: https://perseinunbuonlibro.wordpress.com/2016/11/23/lett ...continua

    Elegante, pauroso, allusivo, destabilizzante. Per favore non perdetevi questa ghost story psicologica!
    Ne parlo anche qui, se vi va di leggere: https://perseinunbuonlibro.wordpress.com/2016/11/23/letturadelmese-la-casa-degli-invasati-o-lincubo-di-hill-house/

    ha scritto il 

  • 1

    *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    Dunque ,ho finito il libro da poco, e mi aspettavo molto di più. Praticamente non si capisce una mazza . Belle le descrizioni della casa, lo stile è molto semplice (fin troppo) e scorrevole, ma la sto ...continua

    Dunque ,ho finito il libro da poco, e mi aspettavo molto di più. Praticamente non si capisce una mazza . Belle le descrizioni della casa, lo stile è molto semplice (fin troppo) e scorrevole, ma la storia in sè non mi ha lasciato nulla. Non si capisce se la casa sia davvero infestata o se tutti gli strani avvenimenti siano frutto della suggestione dei personaggi ; non ci è dato sapere per quale motivo la casa sia "cattiva" fin dall'epoca della sua costruzione . Eleanor impazzisce ,perchè? molte situazioni sono lasciate al caso, come quella in cui Eleanor e Theo vedono la scena del picnic e scappano, oppure quando Eleanor sta dormendo (?non è chiaro manco questo) e crede di stringere la mano di Theo,quando invece non è così. Nella parte finale lei sclera del tutto e non si sa bene da chi/che cosa sia posseduta. La moglie del professore e Arthur sono altri due personaggi inutili, oltre che odiosi, anche perchè con la loro presenza alla fine non risolvono un bel nulla circa il mistero della casa. Per non parlare dei dialoghi che sono al limite dell'imbarazzante (a parte qualche battuta qua e là) e che spesso sembrano fatti da delle persone bipolari, dato che sia Nellie che Theo passano dall'amarsi all'odiarsi e al volersi vedere morte nel giro di due secondi . Poi c'è sempre Nellie le cui paranoie saltano su di punto in bianco nel bel mezzo di una conversazione e chi legge esclama "eh?!". Mah.
    E poi la fine, lei si suicida perchè era posseduta dalla casa? da qualche spirito? e aveva scelto lei perchè...? boh, sarò limitata io, ma a parte un po' di scene inquietanti, non c'è niente di più.

    ha scritto il 

  • 3

    Una noia. Grandi aspettative per un libro che pur molto fluente ho trovato noioso e poco stimolante. Dialoghi apparentemente non sense e per nulla inquietante. Non mi ha coinvolto, a dispetto di un'am ...continua

    Una noia. Grandi aspettative per un libro che pur molto fluente ho trovato noioso e poco stimolante. Dialoghi apparentemente non sense e per nulla inquietante. Non mi ha coinvolto, a dispetto di un'ambientazione molto suggestiva, unico aspetto che mi induce a non dare un voto più basso.

    ha scritto il 

  • 2

    non mi ha particolarmente coinvolta né spaventata, e anche a livello di stile mi ha lasciata piuttosto indifferente. In compenso i personaggi (soprattutto Theodora e quell'altra, la protagonista) son ...continua

    non mi ha particolarmente coinvolta né spaventata, e anche a livello di stile mi ha lasciata piuttosto indifferente. In compenso i personaggi (soprattutto Theodora e quell'altra, la protagonista) sono molto ben costruiti e vengono sapientemente svelati attraverso il racconto. Per il resto ne facevo anche a meno.

    ha scritto il 

  • 4

    Le varie sfaccettature della follia.

    Un romanzo dalle sfumature noir gotiche. Sullo sfondo abbiamo una casa segnata da spiriti ed apparizioni dei precedenti inquilini morti in strane vicende.
    I nostri protagonisti vengono riuniti dal pro ...continua

    Un romanzo dalle sfumature noir gotiche. Sullo sfondo abbiamo una casa segnata da spiriti ed apparizioni dei precedenti inquilini morti in strane vicende.
    I nostri protagonisti vengono riuniti dal professor Montague per redigere degli articoli proprio sulle presenze a Hill House. I protagonisti sono stati selezionati sia per storie passate che li hanno segnati come vittime di presenze incorporee o più semplicemente per termini contrattuali con l'affittuaria: Mrs Sanderson non che zia del protagonista maschile Luke.
    Questo libro e la sua narrazione lascia molto alla logica: la Jackson ci dà le descrizioni dei luoghi, dei personaggi, dei colpi di scena ma ci lascia molto alla nostra immaginazione. Parliamo di possessione? Di semplici fantasmi? O è solo la fantasia prevenuta dei nostri protagonisti spaventati a morte dall'atmosfera tetra della casa o dal passato dei suoi vecchi inquilini?
    Insomma, quello che abbiamo è tutto qui. Ottime le descrizioni di tutti i particolari della casa stregata, dei personaggi di cui sappiamo poco del loro passato ma anche del loro presente.
    In certi punti, però, la narrazione si perdeva e non si riusciva più a capire se ciò che stava accadendo era realtà o era frutto dell'immaginazione dei personaggi stessi.
    La mia domanda che ricorre sempre quando finisco un romanzo di Shirley Jackson è questa: cos'è spaventoso e folle? Delle leggende da espiare in tema di fantasmi e presenze oppure una vita frustrata dalla perenne normalità e dalla solita routine costruita giorno dopo giorno per tanti anni? E quando ci si sveglia da quell'incubo e si riattiva la vera vita, cambiamo inevitabilmente?
    Lettura consigliata agli amanti del genere gotico e noir o per chi, come me, sta conoscendo quest'autrice dalle scritture particolari e vuole percorrere i suoi passi attraverso le sue opere.

    ha scritto il 

  • 3

    Un interessante romanzo sulla ricerca di fenomeni paranormali in una vecchia casa circondata da boschi che si erge sulla vetta di una collina. Come nell'altro libro della Jackson sono i personaggi con ...continua

    Un interessante romanzo sulla ricerca di fenomeni paranormali in una vecchia casa circondata da boschi che si erge sulla vetta di una collina. Come nell'altro libro della Jackson sono i personaggi con i loro caratteri, i loro vizi e le loro complesse personalità a fare da protagonisti a tutto il romanzo. Se vi aspettate un racconto ricco di colpi di scena lasciate perdere. Unica pecca, a mio modesto parere, la velocità della conclusione e la scarsità di eventi che potessero destare davvero la mia attenzione. Diciamo che comunque, un fondo di terrore lo fa provare.

    ha scritto il 

  • 3

    Ipnotico e particolare, mi è piaciuto molto.
    La casa, gotica e infestata, è il Male classico.
    Eleanore, molto più modernamente, è posseduta dal Male oscuro, non meno spaventoso.
    Una combinazione angos ...continua

    Ipnotico e particolare, mi è piaciuto molto.
    La casa, gotica e infestata, è il Male classico.
    Eleanore, molto più modernamente, è posseduta dal Male oscuro, non meno spaventoso.
    Una combinazione angosciante e riuscita.

    ha scritto il 

  • 3

    E' inquietante, sì, ma anche un po' troppo strano per i miei gusti. Non si capisce mai perché i personaggi agiscono e parlano così. Sono invasati? O semplicemente eccentrici? Una storia decisamente co ...continua

    E' inquietante, sì, ma anche un po' troppo strano per i miei gusti. Non si capisce mai perché i personaggi agiscono e parlano così. Sono invasati? O semplicemente eccentrici? Una storia decisamente confusa. Preferisco di gran lunga le altre sue cose.

    ha scritto il 

Ordina per