La casa dipinta

Di

Editore: Mondadori

3.6
(1335)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 335 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Francese , Svedese , Tedesco , Olandese , Norvegese , Portoghese , Ungherese

Isbn-10: 8804505281 | Isbn-13: 9788804505280 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: T. Dobner

Disponibile anche come: Copertina rigida

Genere: Narrativa & Letteratura , Storia , Mistero & Gialli

Ti piace La casa dipinta?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Luke Chandler, un bambino di sette anni, ci racconta un'America contadina disofferenze e di incanti, l'Arkansas del 1952. Quello che sembra un idillioagreste, si rivela un luogo di mille tensioni: la violenza dei braccianti, lacupa paura di perdere il raccolto, l'affannosa lotta di un bimbo che siattacca alla propria innocenza. Ma Luke è costretto a crescere in fretta, eviene coinvolto in misteriosi avvenimenti che cambieranno per sempre ildestino della sua famiglia.
Ordina per
  • 4

    Il sud, il caldo, i campi di cotone sterminati, la natura che incombe, la fatica quotidiana per stare a galla . E poi i valori della famiglia, della comunità , delle dure regole dei contadini . Ed il ...continua

    Il sud, il caldo, i campi di cotone sterminati, la natura che incombe, la fatica quotidiana per stare a galla . E poi i valori della famiglia, della comunità , delle dure regole dei contadini . Ed il baseball che fa sognare. E Luke che vive una estate che gli trasforma l'esistenza . Quando non ci sono avvocati nei libri di grisham resta forse più spazio per le emozioni forti , e qui ce ne sono in abbondanza .

    ha scritto il 

  • 3

    Totalmente diferente de lo que nos tiene acostubrados Grisham, nada de jurados, ni abogados, ni grandes compañias a las que demandar...

    En una granja de la Arkansas profunda, en una familia de granjer ...continua

    Totalmente diferente de lo que nos tiene acostubrados Grisham, nada de jurados, ni abogados, ni grandes compañias a las que demandar...

    En una granja de la Arkansas profunda, en una familia de granjeros, que se dedican a la recolección de algodón, un niño de 7 años, explica sus experiencias en la misma en una temporada de recolección. Como viven, como su vida está vinculada a la cosecha, dependiendo de ella para sobrevivir y pendientes del clima que hace en tiempos de recolección, ya que de él depende que puedan pasar un invierno sin apuros.

    Para poder recolectar, contratan mano de obra barata, en este caso una familia, los Spruill y un grupo de mexicanos. Los conflictos no tardaran en aparecer entre ellos, dando lugar a situaciones difíciles.

    El libro no está mal, pero para mi gusto en ocasiones demasiado repetitivo, volviendo siempre al mismo tema: el tiempo que hace cada dia, la recolección de la cosecha y la visita semanal a la ciudad. No hay suspense, ni intriga, es un libro de situación.

    Facil de leer pero, para mi gusto un poco descafeinado.

    ha scritto il 

  • 4

    La vida en una granja de algodón del medio oeste americano durante los años 50. Muy interesante, tanto o más que sus libros de temática legal. Además parece que está basado en la experiencia del autor ...continua

    La vida en una granja de algodón del medio oeste americano durante los años 50. Muy interesante, tanto o más que sus libros de temática legal. Además parece que está basado en la experiencia del autor que de niños se crió en un ambiente similar,

    ha scritto il 

  • 4

    7.5/10

    Inizialmente sono stata spiazzata da questo romanzo perchè mi aspettavo il tipico Grisham e qui non c'è, al contrario di chi ha scritto prima di me questo non è affatto un legal thriller, è proprio tu ...continua

    Inizialmente sono stata spiazzata da questo romanzo perchè mi aspettavo il tipico Grisham e qui non c'è, al contrario di chi ha scritto prima di me questo non è affatto un legal thriller, è proprio tutt'altro genere!
    Tolto lo spiazzamento iniziale mi ha preso, è un po' lento e lo leggevo al mare perciò ci ho messo un po' a entrarci dentro ma poi ce l'ho fatta.
    Veramente dolce il punto di vista del protagonista, essendo un bambino ci racconta le vicende con un punto di vista così sincero e ingenuo che fa sorridere.
    Ci sono momenti che significano molto, dal punto di vista metaforico che, sicuramente, mi daranno da pensare anche in futuro.
    Il finale non mi è piaciuto ma in realtà penso che non potesse essere diverso da così.
    Lo consiglio a chi ha voglia di cogliere le metafore sulla vita che ci sono, non è adatto ad una lettura superficiale.

    ha scritto il 

  • 5

    Un romanzo epico ed emozionante! La vita in America negli anni'50,i campi di cotone e i braccianti dei campi. Un libro semplicemte bellissimo raccontato con gli occhi di un bambino: il protagomista! ...continua

    Un romanzo epico ed emozionante! La vita in America negli anni'50,i campi di cotone e i braccianti dei campi. Un libro semplicemte bellissimo raccontato con gli occhi di un bambino: il protagomista!

    ha scritto il 

  • 3

    Tre stelle e mezzo, un buon libro

    LA CASA DIPINTA narra una storia piuttosto diversa dal solito filone di Grisham, in realtà.

    Tutto si svolge nell'Arkansas degli anni '50, tra piantagioni di cotone e le case di legno. Le vicende rigua ...continua

    LA CASA DIPINTA narra una storia piuttosto diversa dal solito filone di Grisham, in realtà.

    Tutto si svolge nell'Arkansas degli anni '50, tra piantagioni di cotone e le case di legno. Le vicende riguardano in particolare una famiglia e i suoi componenti (nonni, padre, madre e figlioletto) alle prese con la raccolta del cotone, aiutati da montanari e messicani giunti in zona come lavoratori stagionali.

    Il lettore segue la storia attraverso gli occhi del piccolo Luke, che a soli 7 anni già aiuta la famiglia nella piantagione, venendo anche giustamente remunerato come ogni altro bracciante. Luke non ha il televisore in casa, ma alla radio segue le partite di baseball dei Cardinals e sogna di mettere da parte i soldi per comperare una giacca della sua squadra del cuore.

    La vita di questo bambinetto sveglio e intelligente viene però sconvolta da una serie di eventi (da quelli naturali come un'inondazione, a quelli umani come le morti o le nascite) che lo faranno davvere crescere, anche troppo in fretta, tra segreti da conservare e desideri da realizzare.

    Un libro che si legge con calma, questo. O almeno è così che l'ho letto io: un pò alla volta, senza avere l'ansia di arrivare presto alla fine, ma assaporando le atmosfere di quel tempo e soprattutto di quel mondo che è così lontano dalla nostra realtà.

    Sussulti veri e propri ce ne sono pochi per il lettore, ma anche questo può essere apprezzabile se si accetta il fatto che non si tratta di un thriller.

    L'autore è stato bravo a rendere la visione propria di un bambino, pur se già abbastanza maturo rispetto a tanti suoi coetanei. Le sue sensazioni, i suoi timori, le sue speranze.

    E il titolo del romanzo acquista un senso leggendolo. Non voglio svelare nulla a riguardo perchè è un particolare che a me è piaciuto capire arrivandoci pagina dopo pagina.

    ha scritto il 

Ordina per