La città delle ossa

Di

Editore: Piemme

3.8
(1081)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 393 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Francese , Spagnolo , Tedesco , Svedese , Greco , Olandese

Isbn-10: 8856605368 | Isbn-13: 9788856605365 | Data di pubblicazione: 

Curatore: M. G. Castagnone

Disponibile anche come: Altri , Copertina rigida , Tascabile economico

Genere: Criminalità , Narrativa & Letteratura , Mistero & Gialli

Ti piace La città delle ossa?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Per Harry Bosch i casi irrisolti sono ferite aperte. Non importa a quando risalgano, il grido delle vittime che reclamano giustizia è troppo forte perché possa ignorarlo. Questa volta quel grido viene da lontano, ed è l'eco del crimine più atroce e spregevole: l'omicidio di un bambino. I resti della piccola vittima sono venuti alla luce fortuitamente in un bosco di acacie, dove giacevano da vent'anni. Emerse dal suolo scuro, come se avessero atteso con impazienza di essere ritrovate, quelle ossa sono per Bosch il segno di quanto la sua città sia marcia e corrotta. Ora tocca a lui scoprire a chi appartenevano, ricostruire un po' per volta quella vita spezzata, sfidando l'indifferenza della polizia, già pronta ad archiviare un caso che non ha più linfa, e cercando di tenere a bada il morboso assalto dei media, che sembrano andare a nozze con un caso del genere. Con l'ostinazione che una vicenda così ignobile gli detta, Bosch annaspa tra indizi contraddittori e lotta contro i suoi eterni fantasmi che risichiano di trascinarlo a fondo. Ma sa anche che quella è l'unica strada da seguire per consegnare il colpevole alla giustizia, facendosi finalmente beffa della sua prolungata impunità.
Ordina per
  • 4

    Bosch atto n. 8

    Ottava indagine per il detective della Divisione Hollywood Harry Bosch, lo straordinario personaggio nato dalla fantasia di uno dei più grandi scrittori di detective novel contemporanei.
    E' uno dei ro ...continua

    Ottava indagine per il detective della Divisione Hollywood Harry Bosch, lo straordinario personaggio nato dalla fantasia di uno dei più grandi scrittori di detective novel contemporanei.
    E' uno dei romanzi più dolorosi di Connelly, è sufficiente il tristissimo incipit per capultare il lettore in una spirale di sofferenza senza speranza.
    Il caso verte sul ritrovamento casuale delle ossa di un bambino, le cui analisi scientifiche ne fanno risalire la morte a circa una ventina di anni prima. Per uno come Bosch, abituato a rivivere i fantasmi di un passato che rimanda ai bui cunicoli infestati dai Vietcong, la strada della redenzione e della ricerca della verità è l'unica missione possibile. Gli spettri non smettono mai di fare sentire la loro voce.
    Inizia un indagine che avrà conseguenze, ripercussioni e sorprese molto amare, che stravolgeranno e rimetteranno in discussione le sue labili certezze.
    Dopo il mezzo passo falso di "Il buio oltre la notte", probabilmente l'episodio con Bosch meno incisivo, Michael Connelly torna agli alti livelli a cui ci ha abituato.
    Il romanzo rappresenta un paradigma nella costruzione di un eccellente poliziesco seppure, da una prima superficiale analisi, l'opera sembrerebbe uscirne ridimensionata da un finale più tiepido e sottotono. In realtà, analizzando il lavoro a freddo, mi rendo conto che la costruzione dell'impianto investigativo da parte dello scrittore , rimane votata maggiormente al realismo ed alla credibilità che alla pura spettacolarizzazione, mettendo in luce anche "l'ordinarietà" del lavoro dei poliziotti a discapito dei puri e ruffiani "fuochi di artificio". Il neutrale e attento lettore deve in questo caso scindere la doppia anima di profondo amante del "giallo", alla ricerca degli effetti speciali e del gioco di prestigio, alla curiosità di conoscere le esatte dinamiche di chi ha vissuto in prima linea per tanti anni, come cronista di nera, la complessa e grigia realtà.
    Ancora una volta il giallo diventa strumento e cavallo di Troia per raccontare una faccia della verità.

    ha scritto il 

  • 5

    Giallo Zafferano

    La ricetta x un buon thriller é racchiusa ermeticamente in questo favoloso libro. Un litro di omicidio, 2 grammi di detective da una spiccata sensibilità, una farinatà di pazienza e abbondare in sempl ...continua

    La ricetta x un buon thriller é racchiusa ermeticamente in questo favoloso libro. Un litro di omicidio, 2 grammi di detective da una spiccata sensibilità, una farinatà di pazienza e abbondare in semplicità e realismo. Evitare spezie come cospirazioni massoniche o manoscritti di Vinciana memoria. Poi 2 ore in forno, stai zitto e leggi. Cotto e letto.

    ha scritto il 

  • 3

    Non il migliore episodio della saga, a tratti un pò noioso pur non mancando i colpi di scena. Il personaggio di Harry Bosch è però sempre ben costruito, alla fine non mi è dispiaciuto averlo letto. ...continua

    Non il migliore episodio della saga, a tratti un pò noioso pur non mancando i colpi di scena. Il personaggio di Harry Bosch è però sempre ben costruito, alla fine non mi è dispiaciuto averlo letto.

    ha scritto il 

  • 5

    Per il detective Harry Bosch della polizia di Los Angeles un caso irrisolto è una ferita aperta. Per questo, quando sulle colline intorno a Hollywood riaffiorano le ossa di un bambino, ucciso brutalme ...continua

    Per il detective Harry Bosch della polizia di Los Angeles un caso irrisolto è una ferita aperta. Per questo, quando sulle colline intorno a Hollywood riaffiorano le ossa di un bambino, ucciso brutalmente venti anni prima, Bosch sente di dover scoprire l'assassino a ogni costo. Con un'indagine difficile, che porta alla luce storie sepolte da tempo, Bosch riesce a scoprire l'identità del bambino e a ricostruire la vita spezzata. Sfidando l'indifferenza della polizia, già pronta ad archiviare il caso e lottando contro i fantasmi che quella vicenda suscita in lui, Bosch annaspa tra indizi contraddittori, finché, in un crescendo di colpi di scena, la verità viene a galla. In tutto il suo inimmaginabile orrore.

    ha scritto il 

  • 4

    liscio liscio fino alla fine

    grande dilemma : meglio un libro a tratti lento ma con colpi di scena inaspettati o un libro "costante" dall'inizio alla fine ? Forse la scelta 1, ma chi può dirlo.
    Beh, questo libro fa parte della se ...continua

    grande dilemma : meglio un libro a tratti lento ma con colpi di scena inaspettati o un libro "costante" dall'inizio alla fine ? Forse la scelta 1, ma chi può dirlo.
    Beh, questo libro fa parte della seconda categoria. Tutti i fatti, anche quelli sconvolgenti (diciamo così) non mi hanno creato un effetto shock, e non ho capito se è colpa mia (non è da escludere, anzi!) o sè è il modo in cui è scritto.
    Lo scoprirò nel prossimo libro con mr Bosh.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    Era da tempo che non incontravo sul mio cammino da lettrice Harry Bosch e anche stavolta incrociarlo sulla mia strada è stato davvero piacevole.
    La storia, avvincente e ben costruita, ti tiene legato ...continua

    Era da tempo che non incontravo sul mio cammino da lettrice Harry Bosch e anche stavolta incrociarlo sulla mia strada è stato davvero piacevole.
    La storia, avvincente e ben costruita, ti tiene legato alle pagine, pur avendo una soluzione finale meno cruenta e sorprendente di quanto si possa pensare, ma quel che ti fa amare ancor di più la lettura è lo sviscerare ogni lato del carattere di questo personaggio che in ultimo decide di dare un diverso percorso alla sua vita, tanto che fa decidere il lettore per il proseguio del successivo libro per non abbandonare, ancora per un po', la sua compagnia.

    ha scritto il 

  • 2

    Meglio risparmiarsi 300 pagine di indagini specie se a determinare la chiusura di un caso sono la casualità e un paio di circostanze fortunate che nulla hanno a che vedere con l'interminabile percorso ...continua

    Meglio risparmiarsi 300 pagine di indagini specie se a determinare la chiusura di un caso sono la casualità e un paio di circostanze fortunate che nulla hanno a che vedere con l'interminabile percorso investigativo. Ritenterò con un altro Connelly.

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per