La dodicesima carta

Di

Editore: Libri Oro RCS

3.7
(1882)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 481 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Chi tradizionale , Spagnolo , Giapponese , Tedesco , Francese , Ceco , Olandese , Polacco

Isbn-10: 8848603289 | Isbn-13: 9788848603287 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Andrea Carlo Cappi

Disponibile anche come: Copertina rigida , Tascabile economico

Genere: Criminalità , Narrativa & Letteratura , Mistero & Gialli

Ti piace La dodicesima carta?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Harlem, biblioteca del Museo afroamericano. La sedicenne Geneva Settle stacercando notizie di un suo antenato vissuto nella metà dell'Ottocento che, exschiavo, si era battuto per i diritti civili della gente di colore per poifinire misteriosamente in carcere. Mentre la ragazza è concentrata nellaricerca, un uomo si avventa alle sue spalle e tenta di violentarla. Nonostantesembri un tentativo di stupro, Lincoln Rhyme inizia a indagare con l'aiuto diAmelia Sachs. In effetti, l'uomo ha un obiettivo più impegnativo: uccidere lapovera Geneve. E per far questo non esita a uccidere il bibliotecario cheforse ha visto qualcosa. Il primo indizio che Rhyme ha a disposizione? Ladodicesima carta dei tarocchi, l'Impiccato.
Ordina per
  • 4

    Un nuovo caso per Lincoln e Amelia e come i precedenti Jeffery Deaver non delude. L'autore sembra condurre il lettore in una direzione ma, nulla è mai come appare. La storia tiene incollati alle pagin ...continua

    Un nuovo caso per Lincoln e Amelia e come i precedenti Jeffery Deaver non delude. L'autore sembra condurre il lettore in una direzione ma, nulla è mai come appare. La storia tiene incollati alle pagine e di certo non mancano i colpi di scena. Nulla è lasciato al caso. Decisamente approvato.

    ha scritto il 

  • 3

    La sesta avventura di Lincoln ed Amelia

    Ormai mi sento di casa tra Rhyme ed i suoi colleghi. Seguire l'evoluzione dei personaggi, le loro vicende personali, è davvero piacevole perchè a tutto viene data la giusta importanza. In questa indag ...continua

    Ormai mi sento di casa tra Rhyme ed i suoi colleghi. Seguire l'evoluzione dei personaggi, le loro vicende personali, è davvero piacevole perchè a tutto viene data la giusta importanza. In questa indagine le carte vengono più volte rimescolate, si legge con piacere ma a tratti è un po' dispersivo sui particolari del mondo afro-americano che, pur essendo parte integrante della storia, rendono il ritmo meno incalzante. I colpi di scena ci sono ma in numero ed intensità inferiore al miglior Deaver. Comunque un buon libro, certo non il mio preferito tra quelli fino ad ora letti.

    ha scritto il 

  • 3

    Ben scritto e ben documentato, come tutti i libri della serie, ma i colpi di scena sono un pò fiacchi e non travolgono come avvenuto nei romanzi precedenti. Ottimi personaggi secondari, come al solito ...continua

    Ben scritto e ben documentato, come tutti i libri della serie, ma i colpi di scena sono un pò fiacchi e non travolgono come avvenuto nei romanzi precedenti. Ottimi personaggi secondari, come al solito.

    ha scritto il 

  • 4

    Come sempre la coppia Lincoln/Amelia non delude e come sempre trovo interessanti i personaggi occadionali. Fa pure una comparsata Kara, apparsa nel precedente romanzo della saga. Ottima la scelta di a ...continua

    Come sempre la coppia Lincoln/Amelia non delude e come sempre trovo interessanti i personaggi occadionali. Fa pure una comparsata Kara, apparsa nel precedente romanzo della saga. Ottima la scelta di alternare l'indagine tra i giorni nostri e l'ottocento.

    ha scritto il 

  • 3

    Mi è piaciuto ma non mi ha fatto sussultare come i primi tre romanzi della serie, devo ammettere che sto perdendo un po' di feeling con Rhyme & C. A mio parere ci sarebbe bisogno di uno bello scossone ...continua

    Mi è piaciuto ma non mi ha fatto sussultare come i primi tre romanzi della serie, devo ammettere che sto perdendo un po' di feeling con Rhyme & C. A mio parere ci sarebbe bisogno di uno bello scossone, qualche rovesciamento di ruoli, l'addio di qualche protagonista e l'entrata in scena di facce nuove, una rimescolata alle carte che porti qualche novità altrimenti si gira e rigira sempre intorno allo stesso schema narrativo che onestamente inizia ad annoiare. Tre stelle sulla fiducia sperando in qualcosa di meglio nei prossimi romanzi.

    ha scritto il 

Ordina per