La felicità di Emma

Di

Editore: Keller

3.9
(202)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 240 | Formato: Copertina morbida e spillati | In altre lingue: (altre lingue) Tedesco , Spagnolo , Francese , Olandese , Inglese

Isbn-10: 8889767189 | Isbn-13: 9788889767184 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Angela Lorenzini

Genere: Fumetti & Graphic Novels , Narrativa & Letteratura , Fantascienza & Fantasy

Ti piace La felicità di Emma?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Emma alleva maiali in un angolo sperduto della campagna tedesca. È libera, forte e quello a una vecchia scrofa, che stringe quando riflette, è l'abbraccio più vigoroso che abbia mai dato. Gli animali sono la sua cura all’assenza di un amore, ai debiti che stanno per farle perdere la fattoria. Una notte, però, il silenzio viene rotto dal fragore di un incidente stradale e nella sua vita arriva Max, giovane impiegato in fuga con il denaro rubato all’azienda per cui lavora e con il sogno di trascorrere gli ultimi mesi di vita in Messico.Come d’incanto Emma si ritrova tra le braccia tutto ciò che poteva desiderare: una borsa piena di soldi e un uomo da amare. Ma la felicità c’entra qualcosa con i desideri? Delicato, surreale, commovente, a tratti triste e a tratti rabbiosamente comico questo romanzo ci consegna una indimenticabile storia d’amore e di incontro tra destini.

"La felicità di Emma è una gioia, uno di quei romanzi che si leggono tutto d’un fiato e rimangono per sempre dentro di noi". ELIAS BARCELO

Ordina per
  • 2

    Più che leggero…inconsistente!

    Una storia di amore improbabile, protagonisti bislacchi, particolari triviali sull’uccisione dei maiali.
    Qualche particolare fa sorridere, come l’utilizzo che Emma fa della sua moto…

    ha scritto il 

  • 3

    Bucolica e ironica

    Continuo a non amare lo stile nordico delle storie e questo stile allo stesso tempo ripetitivo e idilliaco. Il romanzo però è carino: una storia bucolica e umoristica tra salumi, maiali e piccoli intr ...continua

    Continuo a non amare lo stile nordico delle storie e questo stile allo stesso tempo ripetitivo e idilliaco. Il romanzo però è carino: una storia bucolica e umoristica tra salumi, maiali e piccoli intrighi.

    ha scritto il 

  • 4

    Le storie d'amore e i libri rosa (in questo caso fin dalla copertina) non sono proprio il mio genere. E fino a un certo punto questo libro mi è parso tipicamente rosa, nonostante la protagonista un po ...continua

    Le storie d'amore e i libri rosa (in questo caso fin dalla copertina) non sono proprio il mio genere. E fino a un certo punto questo libro mi è parso tipicamente rosa, nonostante la protagonista un po' particolare (ma particolare in modo talmente caratterizzato da risultare quasi una macchietta). Poi però, superata la metà, la storia si è fatta meno banale, meno prevedibile.
    Diciamo che forse ero anche partita con un po' di pregiudizi: lei selvaggia, un po' pazza, disordinatissima, sensibile e coraggiosa, con un passato difficile, lui precisino e meticoloso che si trova coinvolto in un gran casino; l'incontro non poteva che essere fatale. Ma poi c'è la fattoria, ci sono i maiali, c'è il poliziotto irrimediabilmente condannato alla friendzone e la terribile madre di lui, c'è un venditore d'auto col senso degli affari (anche se la vicenda legata a quest'ultimo è leggermente inverosimile). Insomma, non solo una storia d'amore ma la storia di una vita complicata, quella di Emma, che dopo la morte di genitori e nonni ha sempre vissuto da sola con i suoi maiali e ora si trova a dover gestire i contatti con altri esseri umani. Bello e ben scritto, se superate i pregiudizi.

    ha scritto il 

  • 5

    “O Dio misericordioso! Fammi ricca o felice”, pregava Emma, che allevava maiali in Germania, li amava, li abbracciava, ….
    Qualcuno però vuole mandarla via dalla sua fattoria. E la sua preghiera verrà ...continua

    “O Dio misericordioso! Fammi ricca o felice”, pregava Emma, che allevava maiali in Germania, li amava, li abbracciava, ….
    Qualcuno però vuole mandarla via dalla sua fattoria. E la sua preghiera verrà ascoltata?

    Max ha saputo dal medico di avere poco tempo per vivere, scappa con soldi rubati, vuole trascorrere i suoi ultimi giorni al meglio, in Messico.

    Come si intrecceranno queste due vite? E cosà si regaleranno uno con l’altra?

    Riaffiorano anche ricordi, come “passi minacciosi che si avvicinavano” e “passi cordiali che si allontanavano”.
    "La rabbia mi fa bene. Finalmente esce fuori invece di entrarmi dentro e farmi male. Ha rotto gli argini e gocciola fuori. Credo che per farla fluire tutta ci metterò diversi anni. Quando la ferita smetterà di suppurare, allora li perdono. Non prima."

    Romanzo interessante, struggente e a tratti comico, delicato, dolce e crudo. Perché così è la vita.
    Bellissimo! Un libro generoso, che lascia il segno.

    “Se cadi tra le braccia di qualcuno, stai sicura che quel qualcuno ti lascerà cadere. Le sue mani ti faranno diventare tenera e poi ti schiacceranno. Se ti fai piccola e tenera, l’altro si farà duro e cattivo.
    Non dargli confidenza, o dipenderai da lui. E se diventi dipendente inizi a mendicare amore. E perdi la dignità e la facoltà di ragionare.
    Se cadi tra le braccia di qualcuno, stai sicura che ti lascerà cadere.”

    “Vedere quel sorriso gli dava la sensazione di non aver vissuto invano.”

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    3

    svegliati emma!

    Emma è una giovane donna con un terribile passato alle spalle. Il suo mondo coincide con la fattoria in cui, sola, alleva maiali e una volta cresciuti li uccide in modo compassionevole. Oberata dai de ...continua

    Emma è una giovane donna con un terribile passato alle spalle. Il suo mondo coincide con la fattoria in cui, sola, alleva maiali e una volta cresciuti li uccide in modo compassionevole. Oberata dai debiti e odiata dalle donne del piccolo villaggio a causa della sua diversità, Emma trascorre le sue giornate in questo piccolo mondo, finché una notte la sua vita cambia per sempre: Max piomba con una ferrari rubata nella sua fattoria. L'uomo, malato terminale e in fuga verso il messico viene seguito da Hans, il suo migliore amico a cui Max ha sottratto cinquatamila dollari che facevano parte di un losco affare di ricettazione.
    Questo incontro segna la fine delle rispettive vite passate: Hans diventerà ricco esportando il business dell'allevamento compassionevole dei maiali imparato da Emma; Max terminerà la sua vita in modo dignitoso e conoscendo finalmente l'amore; infine Emma troverà la forza di lasciare il suo piccolo mondo e di iniziare finalmente a vivere.
    Romanzetto leggero da spiaggia ha il pregio di essere scritto abbastanza bene. La trama ricorda i classici film tv che danno in estate, ma nel complesso Emma, Hans e Max si fanno anche volere bene.

    ha scritto il 

  • 4

    Si parla di questione femminile, di questione maschie, di realtà fuori dal tempo, di maiali, di carne, di vita e di morte.
    Un pò strana come scrittura, parte ironico, sfiora il grottesco, si fa dolce ...continua

    Si parla di questione femminile, di questione maschie, di realtà fuori dal tempo, di maiali, di carne, di vita e di morte.
    Un pò strana come scrittura, parte ironico, sfiora il grottesco, si fa dolce e amaro allo stesso tempo...

    ha scritto il 

  • 4

    Spassoso, ironico, commovente.

    La copertina rosa ed il titolo potrebbero trarre in inganno. Anche l’incipit, che trascrivo di seguito, sembra mostrarci una vita quasi idilliaca.

    La stanza da letto di Emma era un porcile: la bianche ...continua

    La copertina rosa ed il titolo potrebbero trarre in inganno. Anche l’incipit, che trascrivo di seguito, sembra mostrarci una vita quasi idilliaca.

    La stanza da letto di Emma era un porcile: la biancheria sbucava fuori dall’armadio e dai cassetti, pile di giornali e di fatture non pagate le facevano da comodino e da sgabello, e gomitoli di polvere grossi come gatti rotolavano sotto il letto impigliandosi in resti di pane mangiucchiato. Fuori il sole nascente tingeva i campi di rosso e la rugiada si posava sui prati.
    Emma si avvolse stretta stretta nel piumino, godendosi il calore di quell’abbraccio. Provava invidia per i suoi maiali, che se ne stavano sdraiati sulla paglia fresca o uno addosso all’altro, respirando tutti allo stesso ritmo. Riempivano le loro giornate di uno splendido far niente. Di mattina e di sera, di giorno e di notte – i sui maiali passavano il tempo a mangiare, a rotolarsi nella melma, a grattarsi voluttosamente la schiena contro lo steccato o anche solo a stersere stravaccati uno contro l’altro, pelle contro pelle. E quando questo invidiabile stile di vita li aveva forniti di una bella cotica di lardo, ecco che Emma procurava loro una magnifica uscita di scena, rapida e indolore. Il senso di quella vita suina raggiungerva la sua espressione più piena in un insaccato celestiale.
    Agli occhi di Emma. nessuna esistenza terrena era più magnifica, semplice, significativa e riuscita di quella dei maiali che lei stessa allevava nella sua fattoria.

    Emma vive da sola, nella fattoria, allevando i suoi maiali, gli unici esseri che la abbiano mai amata. I debiti la perseguitano. Ci sono dei personaggi spassosi, come Henner, l’amico poliziotto. Henner gira per il villaggio con la madre sempre sul sedile posteriore e vorrebbe sposare Emma, ma è da lei rifiutato proprio per il suo attaccamento alle gonne materne.

    Un giorno, nella vita di Emma, irrompe Max, raffinato ragazzo che ha appena avuto una terribile notizia. Le cose cambieranno, nella vita di entrambi. La voglia di vivere di Emma darà a Max ciò di cui lui ha bisogno e lei curerà le ferite del suo passato.

    Una delicata storia d’amore, ironica e commovente, per nulla sdolcinata.

    In Germania ne hanno tratto un film Emmas Glück, di Sven Taddicken, 2006.

    http://parladellarussia.wordpress.com/2014/01/02/la-felicita-di-emma/

    ha scritto il 

Ordina per