La historia interminable

By

Publisher: RBA

4.4
(10301)

Language: Español | Number of Pages: 420 | Format: Hardcover | In other languages: (other languages) English , Catalan , Chi traditional , German , French , Italian , Japanese , Portuguese , Hungarian , Finnish , Slovenian , Dutch , Basque , Swedish , Czech , Romanian , Farsi , Esperanto

Isbn-10: 8447300099 | Isbn-13: 9788447300099 | Publish date: 

Also available as: Paperback , Others , Mass Market Paperback , Softcover and Stapled

Category: Fiction & Literature , Science Fiction & Fantasy , Teens

Do you like La historia interminable ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Sorting by
  • 4

    molto bello, ma davvero una storia infinita

    Il libro mi è piaciuto molto ma devo ammettere che nonostante sia abituata a leggere libri di questo "spessore" avevo la sensazione di non andare mai avanti (sarà anche il fatto che lo leggevo in eboo ...continue

    Il libro mi è piaciuto molto ma devo ammettere che nonostante sia abituata a leggere libri di questo "spessore" avevo la sensazione di non andare mai avanti (sarà anche il fatto che lo leggevo in ebook).
    Per chi ha visto il film, la trama riguarda solo la prima parte del libro ed rispecchia abbastanza quella del libro.
    Mi sono piaciuti i personaggi, le ambientazioni, le descrizioni erano scritte talmente bene da farti immaginare esattamente come fosse ogni luogo.
    Ho apprezzato molto il finale.
    Libro consigliatissimo

    said on 

  • 1

    Due palle....

    Regalatomi, assieme a qualcosa di meglio, fortunatamente, per la Cresima nei lontani anni '80, l'unica cosa che ho gradito è la doppia colorazione della scrittura.

    said on 

  • 1

    No.

    Mi spiace, ma è uno di quei libri per cui mi viene da pensare "perché cazzo ho sprecato così il mio tempo?". Sarà che l'ho letto in una tarda età (21 anni), ma non sono proprio riuscita a farmelo piac ...continue

    Mi spiace, ma è uno di quei libri per cui mi viene da pensare "perché cazzo ho sprecato così il mio tempo?". Sarà che l'ho letto in una tarda età (21 anni), ma non sono proprio riuscita a farmelo piacere. Sono una di quelle persone ostinate che arrivano fino alla fine anche se il libro fa cagare, e lo faccio per poter essere sicura che il libro non si salvi in corner alla fine. Ma niente. Qui non è successo assolutamente niente. Protagonisti insulsi, ridotti a delle sagome di cartone, una storia che - per davvero - è infinita. Infinitamente noiosa, però. Non sembra neanche un racconto omogeneo, ma costruito a "tappe", manco fossimo all'interno di un videogioco a livelli. Non avevo mai parlato così male di un libro. Beh, ora l'ho fatto.
    Non consigliato alle persone razionali come me. Semmai datelo in pasto ai bambini. Forse a loro può piacere... credo.

    said on 

  • 5

    Oggi Google festeggia con un doodle la pubblicazione di uno dei miei libri preferiti... un buon motivo per scrivere una recensione... ma soprattutto un buon motivo per rileggerlo!

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    2

    Troppo tardi

    Ho comprato questo libro senza neanche leggere bene la trama. Il titolo mi ricordava qualcosa ma devo premettere che non ho mai visto il film. La copertina e il titolo soprattutto mi hanno attratta da ...continue

    Ho comprato questo libro senza neanche leggere bene la trama. Il titolo mi ricordava qualcosa ma devo premettere che non ho mai visto il film. La copertina e il titolo soprattutto mi hanno attratta da subito, un po' come probabilmente è successo a Bastiano, il protagonista che attratto da un libro, lo ruba e va a nascondersi nella soffitta della scuola dove decide di rimanere per il resto della sua vita. Inizialmente mi ha preso. Atreiu mi è subito piaciuto come personaggio e la descrizione di Fantasia e del nulla che avanzava e rischiava di distruggere completamente quel mondo mi ha spinto a continuare. Il vero problema è stato quando Bastiano è entrato nella storia. Da quel momento tutto mi è risultato difficile.Lui, prima di tutto. Non sono riuscita a farmelo piacere, nonostante sia il classico personaggio sfigato e verso cui il lettore dovrebbe provare empatia. Il fatto che non lo sopportassi ha reso difficile la mia lettura che da quel momento mi è risultata noiosa ( ho sperato fino alla fine che rimanesse incastrato nella città degli imperatori e non tornasse più nel mondo degli uomini). Ovviamente mi rendo conto che i suoi desideri di bellezza, potenza, saggezza, forza e così via sono tipici dei bambini e degli uomini in generale e questa scoperta di Bastiano non è altro che un viaggio di maturazione del personaggio stesso, che comprende i suoi errori e alla fine riesce a capire quale sia la sua vera volontà, ma ho come l'impressione di essermi imbattuta troppo tardi in questo libro. Forse se lo avessi letto da bambina l'avrei amato, ma ora è troppo tardi e anche tutte le storie delle città e dei regni di Fantasia non mi hanno fatto provare il minimo interesse. Ho avuto serie difficoltà a finirlo perché a parte che mi aspettavo già la fine, in generale non mi interessava per niente e più di una volta mi sono trovata sul punto di abbandonarlo.

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    5

    Gv 4, 13-15

    "Adesso hai trovato il tuo ultimo desiderio" disse lei, "la tua vera volontà è quella di amare."
    "Ma perché non ci riesco Donna Aiuola?"
    "Lo potrai solo quando avrai bevuto l'Acqua della Vita" rispose ...continue

    "Adesso hai trovato il tuo ultimo desiderio" disse lei, "la tua vera volontà è quella di amare."
    "Ma perché non ci riesco Donna Aiuola?"
    "Lo potrai solo quando avrai bevuto l'Acqua della Vita" rispose... [p. 412]

    Bevve, bevve fino a che la sua sete si fu placata. E la gioia lo colmò tutto, dalla testa fino alla punta dei piedi, gioia di vivere e gioia di essere se stesso. Perché ora sapeva chi era e qual era il suo mondo. Era rinato. E la cosa più bella era che adesso voleva proprio essere così com'era. Se avesse potuto scegliere fra tutte le possibilità, non avrebbe scelto altra che questa. Perché adesso sapeva: c'erano nel mondo mille e mille forme di gioia, ma, in fondo, tutte si racchiudevano in una sola: quella di poter amare. E gioia e amore erano la stessa cosa. [p. 434]

    said on 

Sorting by
Sorting by