La lettrice bugiarda

Di

Editore: Garzanti

3.3
(1243)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 393 | Formato: eBook

Isbn-10: 8811132142 | Isbn-13: 9788811132141 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Stefania Cherchi

Disponibile anche come: Copertina rigida , Paperback

Genere: Narrativa & Letteratura , Mistero & Gialli , Fantascienza & Fantasy

Ti piace La lettrice bugiarda?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
È estate e l'oceano ruggisce al largo della città di Salem. Towner Whitney è tornata dove tutto è cominciato. La grande casa segnata dalla salsedine è avvolta dal silenzio. Eppure a Towner sembra ancora di vedere la sua gemella Lindley mentre, con lei, ride e legge il futuro secondo un'antica arte trasmessa di madre in figlia tra le strane donne della famiglia Whitney. Towner era fuggita da tutto ciò, prigioniera del senso di colpa e della follia. Perché l'ultima volta che aveva previsto il futuro, Lindley era morta. Quindici anni dopo, la scomparsa dell'amata zia Eva la costringe a fare ritorno. Per ritrovarla, Towner non ha altra scelta: deve affrontare il segreto che la lega indissolubilmente a Lindley. Un segreto che affonda le radici in un passato inconfessabile che molti, nel clan Whitney e nella chiusa comunità di Salem, hanno cercato di rimuovere. Dalla madre di Towner, May, una donna dura e solitaria, che vive su un'isola sperduta, alla fragile Emma, marchiata da una ferita indelebile, fino a Cal, un ambiguo predicatore. Quando il corpo di Eva viene restituito dalle onde e un'altra ragazza scompare, Towner capisce di essere precipitata di nuovo nell'incubo di quella calda estate di quindici anni prima. Circondata dalle chiacchiere e dai sospetti, non può fare affidamento che su sé stessa. È questa l'eredità che Eva le ha lasciato: scrutare il futuro e distinguere vero e falso, odio e amore, realtà e sogno. Solo allora il velo che offusca il suo destino si solleverà.
Ordina per
  • 2

    Questo libro mi ha un po' delusa. Avevo grandi aspettative invece si è rivelato lento, noioso a tratti. La storia alla fine mi è piaciuta, anche per il tema trattato ma non mi catturata. peccato! ...continua

    Questo libro mi ha un po' delusa. Avevo grandi aspettative invece si è rivelato lento, noioso a tratti. La storia alla fine mi è piaciuta, anche per il tema trattato ma non mi catturata. peccato!

    ha scritto il 

  • 5

    Perfetto

    Decisamente mi ha conquistata, "La lettrice bugiarda" si è guadagnato un posto in quella ristretta cerchia dei libri che considero "perfetti".
    L'elemento magico che tanto mi appassiona si mescola omog ...continua

    Decisamente mi ha conquistata, "La lettrice bugiarda" si è guadagnato un posto in quella ristretta cerchia dei libri che considero "perfetti".
    L'elemento magico che tanto mi appassiona si mescola omogeneamente alla storia diventandone quasi una colonna portante;è da lodarsi quindi l'abilità dell'autrice -Brunonia Barry - nel studiare una così dettagliata ed articolata cultura del pizzo e nell'intrecciare elementi tratti dalla sua fantasia con quelli storico-geografici reali, che per una me nte ignorante della storia e della geografia di Salem passano tranquillamente per veritieri.
    La protagonista e il detective Rafferty tessono una trama avvincente ed interessante che si conclude con un colpo di scena che mai e poi mai mi sarei aspettata...

    ha scritto il 

  • 4

    Molti elementi del romanzo sono piuttosto simili a quelli dell'altro libro della stessa autrice "La ragazza che rubava le stelle": la protagonista è una ragazza cresciuta nei dintorni di Salem in una ...continua

    Molti elementi del romanzo sono piuttosto simili a quelli dell'altro libro della stessa autrice "La ragazza che rubava le stelle": la protagonista è una ragazza cresciuta nei dintorni di Salem in una famiglia strampalata e in un'atmosfera magica, che ha cercato di fuggire ma viene costretta dagli eventi a tornare a casa e ad affrontare il suo passato.
    Anche il modo di accennare determinati particolari continuando a rimandare più volte il loro approfondimento è tipico dell'autrice, ma d'altronde squadra che vince non ci cambia e infatti il ritmo veloce e l'alternarsi di punti di vista diversi tengono alta l'attenzione e creano un'altra bellissima storia, in grado di raccontare situazioni terribili senza mai diventare pesante.

    ha scritto il 

  • 4

    Gran bella storia! Ho capito il perché del passaparola, mi sento anch'io di consigliarlo a chi ancora non l'avesse letto. L'ho preso alle 17,00 in biblioteca, ho iniziato a leggerlo alle 17,30 e l'ho ...continua

    Gran bella storia! Ho capito il perché del passaparola, mi sento anch'io di consigliarlo a chi ancora non l'avesse letto. L'ho preso alle 17,00 in biblioteca, ho iniziato a leggerlo alle 17,30 e l'ho lasciato solo quando l'ho terminato alle 23,50: non riuscivo a staccarmene! Probabilmente tra me e il romanzo si è creata la comunicazione perfetta, forse io ero più che ben disposta o semplicemente l'autrice è stata proprio brava, insomma è una storia che ti coinvolge così tanto che non puoi pensare di lasciarlo sul comodino finché non si sono riannodati tutti i fili (espressione quanto mai appropriata, dato che la protagonista è una "lettrice del pizzo", come le altre donne della sua famiglia).

    ha scritto il 

  • 3

    tutta questa eccezionalita' io non l'ho vista!!!
    la trama e' scorrevole, ma l'ho trovata piatta
    nessun colpo di scena!
    non lo consiglierei agli amici!
    c'e' molto di meglio in giro! ...continua

    tutta questa eccezionalita' io non l'ho vista!!!
    la trama e' scorrevole, ma l'ho trovata piatta
    nessun colpo di scena!
    non lo consiglierei agli amici!
    c'e' molto di meglio in giro!

    ha scritto il 

  • 3

    Trama lenta e poco avvincente se non verso la fine del libro.
    L'avevo acquistato per la grande pubblicità fatta, ma è stato una mezza delusione e quasi noioso.

    ha scritto il 

Ordina per