La maga delle spezie

Di

Editore: Einaudi

3.5
(3085)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 249 | Formato: eBook | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Francese , Spagnolo , Chi tradizionale

Isbn-10: 8858400364 | Isbn-13: 9788858400364 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Paperback , Altri , Tascabile economico

Genere: Cucina, Cibo & Vini , Narrativa & Letteratura , Religione & Spiritualità

Ti piace La maga delle spezie?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Cannella bruna e calda quanto la pelle per aiutarti a trovare qualcuno che ti prenda per mano. Seme di coriandolo, sferico come la terra, per farti vedere chiaro. Trigonella contro la discordia. Zenzero per il coraggio profondo di chi sa quando dire no. C'è una vecchia signora indiana in una bottega di Oakland, in California. Alla ricerca del sapore piú squisito, o del sortilegio piú sottile, sfiora polveri e semi e foglie e bacche. È Tilo, la Maga delle Spezie, e questo romanzo è la sua storia: dallo sperduto villaggio indiano dove la rapiscono i pirati, fino in America dove la magia delle spezie le permette di aiutare chi si è lasciato l'India alle spalle. E dove i poteri di Tilo finiranno per vacillare sotto l'onda di una passione che la esporrà alle conseguenze piú straordinarie e terribili. La Maga delle Spezie è una favola di fragranze, di aromi, di isole arcane, di un amore proibito. E, soprattutto, di una magia che si annida nel più quotidiano, e violento, dei mondi possibili.
Ordina per
  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    3

    Buono

    Bello, un racconto leggero e interessante. La cosa che ho apprezzato molto é la descrizione delle spezie e delle loro caratteristiche sia fisiche che esoteriche. Devo ammettere però che mi aspettavo d ...continua

    Bello, un racconto leggero e interessante. La cosa che ho apprezzato molto é la descrizione delle spezie e delle loro caratteristiche sia fisiche che esoteriche. Devo ammettere però che mi aspettavo di meglio perché la storia in se per se non mi dice nulla e certe cose non sono spiegate bene ma lasciate un po alla rinfusa.

    ha scritto il 

  • 4

    Gli occhi, l'unica cosa davvero mia.

    Insolito. Ecco la prima parola che balza nella mente dopo la lettura de “La maga delle spezie”.
    Un’alchimia fra incanto, spezie e amore. Qualcosa che va “al di là” di tutto, persino del pensiero.
    È la ...continua

    Insolito. Ecco la prima parola che balza nella mente dopo la lettura de “La maga delle spezie”.
    Un’alchimia fra incanto, spezie e amore. Qualcosa che va “al di là” di tutto, persino del pensiero.
    È la storia di una donna disposta a rinunciare a qualunque cosa pur di seguire la magia, un impulso irrefrenabile che arriva direttamente da dentro. Si può vivere in un corpo che non è il nostro? Si può rinunciare a tutto ciò che è materiale, per “esistere” nel mistico? Secondo Tilo sì. Ma quanto costa questa rinuncia? E, soprattutto, sentirà mai il bisogno di condurre una vita normale e di amare con tutta se stessa?
    Non è un libro di semplice lettura. Le parole sono accatastate in maniera complessa. Ammetto che è stato difficile seguire il filo del discorso, in particolar modo nella prima parte. Il lettore viene spostato continuamente nel passato, nel presente e in un tempo che non ha nemmeno una collocazione. Ci vuole moltissima immaginazione e bisogna essere disposti a credere in storie che profumano di leggenda. Isole incantate, mari che nascondono esseri capaci di donare potere, l’Antica-PrimaMadre, il fuoco… L’enigmatico americano venuto da chissà dove e custode di un segreto più grande di lui, impenetrabile persino per una maga come lei.
    Trovo che nel volume sia custodita una grande forza, parole non dette che spronano ad andare avanti, a sperare. L’insegnamento che sussurra e contemporaneamente grida: ce la puoi fare, segui il tuo istinto, non mollare, non avere paura!
    Mettetevi nelle mani di questa “vecchia”, che cura il mondo con un pizzico di sapore, con occhi che scrutano il più intimo dei dolori. Affidatevi alle pagine di un racconto sì difficile, ma che vi lascerà veramente “un qualcosa”. Non aspettatevi un capolavoro letterario, non aspettatevi il bestseller, … non aspettatevi nulla. Lasciatevi trascinare. Anche quando credete di non capire. Andare “oltre”. Spingetevi laddove l’essere umano non mette piede… E alla fine respirate questo mondo così apparente, dietro il quale si “nascondono” favole e verità delle quali non siete a conoscenza. Non ancora.

    ha scritto il 

  • 4

    Bello, bello e bello....uno storia tra magia e misticismo...bella la scelta di legare alle spezie poteri magici....bella la storia i Tilo e il cambiamento che subisce nel corso di essa....libro che me ...continua

    Bello, bello e bello....uno storia tra magia e misticismo...bella la scelta di legare alle spezie poteri magici....bella la storia i Tilo e il cambiamento che subisce nel corso di essa....libro che merita!!!!

    ha scritto il 

  • 0

    Mi piacerebbe dire all'autrice "Hai presente l'ultimo capitolo del tuo libro?? Ecco, eliminalo". Piacevole, non rientrerà fra i miei libri preferiti però piacevole, ma peccato per 'sto finaletto da fi ...continua

    Mi piacerebbe dire all'autrice "Hai presente l'ultimo capitolo del tuo libro?? Ecco, eliminalo". Piacevole, non rientrerà fra i miei libri preferiti però piacevole, ma peccato per 'sto finaletto da filmetto americano drammatico-romantico.

    ha scritto il 

  • 4

    Dalla trama pensavo che il libro fosse più bello. Purtroppo l'ho trovato a tratti confuso nel senso che non si riusciva a stare dietro a quello che c'era scritto lo si doveva rileggere per capirne il ...continua

    Dalla trama pensavo che il libro fosse più bello. Purtroppo l'ho trovato a tratti confuso nel senso che non si riusciva a stare dietro a quello che c'era scritto lo si doveva rileggere per capirne il senso. L'idea di Tilo e delle spezie è bello. Forse la traduzione non è stata fatta bene.

    ha scritto il 

  • 0

    Libro molto particolare, me lo immaginavo diverso. Alterna passaggi interessanti ad altri più surreali che hanno un che di fiaba. Non è brutto ma non è il mio genere!

    ha scritto il 

  • 4

    Una vecchia signora indiana in una botteguccia di Oakland, California, con le sue mani nodose sfiora polveri e semi, foglie e bacche, alla ricerca del sapore più squisito o del sortilegio più sottile. ...continua

    Una vecchia signora indiana in una botteguccia di Oakland, California, con le sue mani nodose sfiora polveri e semi, foglie e bacche, alla ricerca del sapore più squisito o del sortilegio più sottile. E' Tilo, la Maga delle Spezie. La sua storia inizia in uno sperduto villaggio indiano dove la rapiscono i pirati, attratti dai suoi arcani e misteriosi poteri, per portarla su un'isola stregata e meravigliosa. Lì Tilo apprende la magia delle spezie che in America le permetterà di aiutare chi, come lei, si è lasciato l'India alle spalle. Nella Bottega della Maga, dunque, sfilano vite e desideri, fatiche e speranze d'immigrati, e le spezie, con i loro mille, minuscoli occhi, scrutano ogni gesto della loro signora....

    Bello! E' un romanzo affascinante dove ben si amalgamano ingredienti quali la magia, i sapori, gli odori e la consistenza delle spezie, le tradizioni di una cultura molto lontana da quella occidentale che rende difficile capire ed essere capiti in una città come Oakland.
    Inizia come una favola raccontata con un linguaggio che ho trovato davvero poetico e affascinante, ma tra le pagine e i sacchi di spezie, si affaccia la fatica di vivere degli emigrati, la quasi impossibilità di riscatto e di libertà delle donne, per le quali pare che la fatica di essere se stesse debba sempre essere superiore a quella degli uomini.

    ha scritto il 

  • 2

    "Ti è piaciuto?" - "Ni"... E anticipo che io non dico mai, "ni". Più di metà del libro è affascinante, poetica, fiabesca. Siamo in un mondo da realismo magico, in cui le atmosfere esotiche, di cui le ...continua

    "Ti è piaciuto?" - "Ni"... E anticipo che io non dico mai, "ni". Più di metà del libro è affascinante, poetica, fiabesca. Siamo in un mondo da realismo magico, in cui le atmosfere esotiche, di cui le spezie sono la voce misteriosa; in questa atmosfera, padrona apparentemente incontrastata, c'è Tilo, e la sua vita. Ma, a un certo punto, questa vita così diversa e magica decide di incamminarsi per la strada del romanzo per adolescenti (di quelli scadenti, aggiungo), di cui la vicenda ricalca tutte le banalità. Sul finale, la narrazione sembra volersi riscattare, riprendendo le fila di alcune vicende iniziate nel momento "poetico" della prima metà del libro. Il risultato, non particolarmente brillante, allontana solo di poco un finale scontato, zuccheroso, prevedibile da darti l'impressione che il romanzo sia l'opera di due distinte autrici

    ha scritto il 

  • 4

    Il mondo della fantasia

    Colori e sapori pare sentirli in una favola bella e magica, una scrittura scorrevole, mai noiosa salvo per il prevedibile finale.L'A. riesce davvero a dipingere in modo molto piacevole ed estetico la ...continua

    Colori e sapori pare sentirli in una favola bella e magica, una scrittura scorrevole, mai noiosa salvo per il prevedibile finale.L'A. riesce davvero a dipingere in modo molto piacevole ed estetico la sua storia. Un libro meraviglioso, intriso di poesia e mistero e, pagina dopo pagina, si viene trasportati in un luoghi completamente diversi che vale la pena vivere senza fretta, con calma per ponderare e capire le varie situazioni. Simpatica l'idea d'intitolare i capitoli col nome d'una spezia.

    ha scritto il 

Ordina per