La manutenzione degli affetti

Di

Editore: Einaudi

3.6
(357)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 179 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Francese

Isbn-10: 8806183192 | Isbn-13: 9788806183196 | Data di pubblicazione: 

Genere: Famiglia, Sesso & Relazioni , Narrativa & Letteratura

Ti piace La manutenzione degli affetti?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
I tre nuovi racconti che arricchiscono questa nuova edizione del librocompongono, con gli altri, dieci storie spietate, malinconiche e sghembe,dieci ritratti ironici che sembrano sbucare fuori dagli angoli della vita. Lamanutenzione degli affetti è come un romanzo corale in cui tutti rincorrono lastessa ossessione: nella vita quante occasioni abbiamo per imparare? Lascrittura di Pascale delinea qui un ceto medio distratto, vagamentemeridionale, alle prese con i cambiamenti della società e i privatissimiscacchi individuali. È l'intelligenza del dettaglio il collante che tieneinsieme le due anime del libro, fondendo la vena civile con la ricchissimafantasia narrativa. I tre nuovi racconti lo confermano: "Stai serena", checostituisce, come in un gioco di specchi, l'altra faccia del racconto che dàil titolo al libro; "Hai capito come?", una storia intensa intorno a unmedico, a un pronto soccorso e a un caso disperato. E infine "Noi che parliamoda soli", dove una semplice caduta in moto innesca inaspettate riflessioniuniversali.
Ordina per
  • 4

    Una sorta di manifesto del pensiero contemporaneo che aiuta a semplificare il groviglio incandescente dei sentimenti interiori dei nostri giorni. Tutte le storie raccontate sono caratterizzate da una ...continua

    Una sorta di manifesto del pensiero contemporaneo che aiuta a semplificare il groviglio incandescente dei sentimenti interiori dei nostri giorni. Tutte le storie raccontate sono caratterizzate da una delicatezza e una malinconia profonde..

    ha scritto il 

  • 3

    Racconti della periferia della propria coscienza che, però, non mi hanno dato emozione.
    Una sorta di ricognizione dei meccanismi che ci portano a rivedere le scelte, a riguardare il passato, però in m ...continua

    Racconti della periferia della propria coscienza che, però, non mi hanno dato emozione.
    Una sorta di ricognizione dei meccanismi che ci portano a rivedere le scelte, a riguardare il passato, però in maniera molto asettica, senza sfumature che siano riuscite a coinvolgermi, complice l'assenza di originalità.

    ha scritto il 

  • 4

    7 racconti che si integrano a vicenda per descrivere la vita di tutti i giorni tra affetti, amici e piccole cose. uno stile tra nostalgia e ironia con un pizzico di napoletanità

    ha scritto il 

  • 3

    E allora?

    Per questo libro avrei voluto una mezza stellina in sottrazione.
    La scrittura è indiscutibilmente pulita ed essenziale. Scorre...ottime qualità, se non fosse che ti fa incazzare.
    Gli strumenti sono tu ...continua

    Per questo libro avrei voluto una mezza stellina in sottrazione.
    La scrittura è indiscutibilmente pulita ed essenziale. Scorre...ottime qualità, se non fosse che ti fa incazzare.
    Gli strumenti sono tutti lì, pronti ad esprimere grosse potenzialità. E poi?
    Bella la narrazione, interessanti gli spunti per le storie, cucite tra loro a maglia larga.
    I racconti restano però sospesi, come mozzati a metà...senza contorni. E viene da chiederti: e allora? Che cos'è che mi vuoi dire?
    Caro Pascale, ovviamente la risposta è dentro di te...ma (in questo caso) è sbagliata!

    ha scritto il 

  • 4

    E' arrivato insieme ad una canzone di Guccini questo libro di racconti..a me a dire il vero i racconti in generale non entusiasmano e, tuttavia, lo stile di Pascale mi è piaciuto parecchio: fluido, co ...continua

    E' arrivato insieme ad una canzone di Guccini questo libro di racconti..a me a dire il vero i racconti in generale non entusiasmano e, tuttavia, lo stile di Pascale mi è piaciuto parecchio: fluido, corretto, abile nel descrivere cose e stati d'animo in modo vero, ricco, pieno..mi verrebbe da dire un pò alla Ammaniti..e poi, "meridionale", nel senso a me più caro del termine. Una particolare notazione la meritano i racconti La manutenzione degli affetti, La controra e Bei giorni domani, dove il rapporto tra coniugi, quello tra genitori e figli e il dolore più grande che un essere umano possa provare sono rappresentati come in una fotografia dalla quale emergono, elementi inscindibili, la realtà e la complessità infinita dei sentimenti

    ha scritto il 

  • 4

    Questo libro ha per me un valore più affettivo che altro, le storie che vengono raccontate sono caratterizzate tutte da una delicatezza e una malinconia profonde, che avvicinano a situazioni (quasi tu ...continua

    Questo libro ha per me un valore più affettivo che altro, le storie che vengono raccontate sono caratterizzate tutte da una delicatezza e una malinconia profonde, che avvicinano a situazioni (quasi tutte) di vita vissuta, avvicinano a una vita che non sempre è bella, ma almeno è lì, c'è. E tutti lottano per viverla al meglio, per stare a galla, per non affondare e non perdersi.

    ha scritto il 

  • 4

    Sui sette racconti di questo libro, tre sono di notevole levatura, gli altri un leggero gradino più in basso ma ugualmente preziosi. Pascale, del resto, si esprime al meglio quando sofferma il suo sgu ...continua

    Sui sette racconti di questo libro, tre sono di notevole levatura, gli altri un leggero gradino più in basso ma ugualmente preziosi. Pascale, del resto, si esprime al meglio quando sofferma il suo sguardo sulla società contemporanea e sui suoi mali; è impossibile non condividere la sua capillare osservazione del reale e non provare la sua stessa afflizione per una città/mondo che vorremmo profondamente diverso.

    ha scritto il 

Ordina per