La notte eterna del coniglio

Editore: Marsilio

3.7
(820)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 417 | Formato: Altri

Isbn-10: 8831781596 | Isbn-13: 9788831781596 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Copertina morbida e spillati , Paperback , CD audio , Copertina rigida

Genere: Narrativa & Letteratura , Mistero & Gialli , Fantascienza & Fantasy

Ti piace La notte eterna del coniglio?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Ordina per
  • 1

    Pensavo fosse un horror invece era una c..avolata. Questo romanzo lo puntavo fin dalla sua uscita, una decina di anni fa, fin da quando ne lessi la presentazione. Per un motivo o per un altro ho conti ...continua

    Pensavo fosse un horror invece era una c..avolata. Questo romanzo lo puntavo fin dalla sua uscita, una decina di anni fa, fin da quando ne lessi la presentazione. Per un motivo o per un altro ho continuato a rimandare. Il mio timore era scoprire che gli italiani non sanno scrivere storie del terrore. Timore che in questo caso ha trovato una conferma.
    Il libro è prolisso: comincia troppo lentamente, con troppi spiegoni sulla situazione politica e sul rischio reale di una guerra nucleare. Ok, dato che il mondo che descrive è leggermente diverso , un po’ di introduzione ci sta… ma dopo un po’, che palle!
    Stringi! Riassumi! Taglia, per l’amor del cielo! Secondo me l’editore avrebbe dovuto dirlo all’autore. Per metà romanzo vengono descritte le stesse scene, le stesse sensazioni, gli stessi pensieri. Anche questo può essere dovuto al fatto che l’autore volesse trasmettere il senso di noia, ripetitività che si potrebbe vivere in una situazione del genere, rinchiusi in un bunker per un tempo indeterminato, a fare ben poco oltre che pensare. Però queste descrizioni minuziose e inutili sono presenti anche nelle scene che dovrebbero essere più adrenaliniche, scene d’azione, di lotta.
    Il ritmo viene spezzato (anzi non accelera mai), quel poco di tensione che si era creata svanisce immediatamente.
    Io volevo una storia che mi facesse paura, che quasi non mi facesse dormire la notte - e con me basta poco, sono una cagasotto. E invece niente.
    Pure il coniglio fa gli spiegoni: perché, percome, perquando... E la protagonista (un essere che fin dalla prima pagina è vorresti morisse, tanto è odiosa) riepiloga tutta la storia che il coniglio aveva raccontato due pagine prima! E non lo fa una volta sola, ripete il tutto una seconda volta! Io non ho parole… le cose sono due: o l’autore pensa che siamo rincoglioniti, oppure crede di aver creato un intreccio talmente incredibile da doverlo rimarcare. O semplicemente non l’ha riletto.
    Non lo consiglio assolutamente.

    ha scritto il 

  • 4

    Riletto penso dopo una decina d'anni. Ricordavo pezzi qua e lá. La conclusione del climax, ad esempio. Tutto sommato rimane una buona lettura, corposa, densa, angosciante. Non mi sono particolarmente ...continua

    Riletto penso dopo una decina d'anni. Ricordavo pezzi qua e lá. La conclusione del climax, ad esempio. Tutto sommato rimane una buona lettura, corposa, densa, angosciante. Non mi sono particolarmente piaciuti gli interventi lunghi dei personaggi, principalmente all'inizio della narrazione: troppo esplicativi, poco naturali. Stressante lo squilibrio interno della protagonista, ma penso che renda bene il terrore inflittole dal coniglio.

    ha scritto il 

  • 2

    Che dire su questo libro.....carino.

    Niente di entusiasmante. L'ho finito in 5 giorni, ma alla fine....beh un po' di delusione c'è stata. Parte bene, ti tiene con il fiato sospeso, ma poi verso la fine si perde un po'. Troppo scontata la ...continua

    Niente di entusiasmante. L'ho finito in 5 giorni, ma alla fine....beh un po' di delusione c'è stata. Parte bene, ti tiene con il fiato sospeso, ma poi verso la fine si perde un po'. Troppo scontata la figura del coniglio, e forse anche troppo breve per farti salire l'adrenalina. A me ha dato l'impressione che da metà libro in poi l'autore avesse troppa fretta di finire il romanzo e rivelare la figura di questo coniglio rosa. e poi diciamolo, il lieto fine in questo libro non ci sta proprio. Comunque si carino.

    ha scritto il 

  • 2

    La notte eterna del coniglio

    Si legge in poche ore, non malissimo.. ma gli manca una struttura solida. Personaggi poco credibili, soprattutto la protagonista. Inoltre ho trovato di pessimo gusto citare la catena shangri la ..mol ...continua

    Si legge in poche ore, non malissimo.. ma gli manca una struttura solida. Personaggi poco credibili, soprattutto la protagonista. Inoltre ho trovato di pessimo gusto citare la catena shangri la ..molto autoreferenziale anche l'uso di qualche termine aulico, forse per stupire chissà, ma questa è la mia opinione personale. Consiglio di acquistarlo in e-book, buona soluzione da portare in spiaggia.

    ha scritto il 

  • 4

    Libro piacevole e ben scritto, originale nella storia e capace di creare un forte senso di angoscia e tensione con alcuni picchi veramente notevoli talmente “veri” che mi capitava di guardarmi in giro ...continua

    Libro piacevole e ben scritto, originale nella storia e capace di creare un forte senso di angoscia e tensione con alcuni picchi veramente notevoli talmente “veri” che mi capitava di guardarmi in giro per la paura che apparisse il coniglio rosa…unico punto debole per quanto mi riguarda è il personaggio principale, Jane, a volte l'ho trovata veramente insopportabile...ma son gusti personali...

    ha scritto il 

  • 4

    Una sorpresa

    Comprai questo libro perchè lessi la trama qui su Anobii e la trovai particolarmente curiosa e intrigante. Nonostante questo però, forse perchè avevo letto alcune recensioni non proprio positive, non ...continua

    Comprai questo libro perchè lessi la trama qui su Anobii e la trovai particolarmente curiosa e intrigante. Nonostante questo però, forse perchè avevo letto alcune recensioni non proprio positive, non avevo grandi aspettative.
    E invece... La trama non ha deluso. In particolare c'è un senso di curiosità che spinge ad andare avanti per sapere come si evolveranno gli eventi e come potranno venirne fuori i protagonisti, perchè il loro destino sembra segnato ma c'è sempre la speranza che non sia così.
    I primi due terzi del romanzo a mio avviso sono i più avvincenti; perde un po' poco prima del finale perchè la parte fondamentale, quella che spiega la presenza del coniglio e le sue azioni, forse non meritava una trattazione così sbrigativa.
    Tutto sommato, 4 stelle più che meritate

    ha scritto il 

  • 4

    Mai fermarsi alle apparenze

    Il titolo dice tutto.
    Sebbene la trama sembra strizzare l'occhio alle tipiche favole nere dei fratelli Grimm, il libro nasconde una trama e un intreccio veramente notevoli. Ben scritto, dal ritmo narr ...continua

    Il titolo dice tutto.
    Sebbene la trama sembra strizzare l'occhio alle tipiche favole nere dei fratelli Grimm, il libro nasconde una trama e un intreccio veramente notevoli. Ben scritto, dal ritmo narrativo molto fluido, a tratti pedante, ma non per questo pesante, la storia calamita l'attenzione fin dalle prime pagine in un crescendo di emozioni e sensazioni che lasciano disorientato il lettore con un epilogo finale veramente notevole.
    Se proprio vogliamo trovare un neo alla narrazione sono le continue lungaggini di alcune descrizioni che, in alcuni casi, non aggiungono altro a quello che già sappiamo e appesantiscono in po' la lettura, spezzando il ritmo di cui sopra...
    A ogni modo, sorvolando su queste cose, devo dire che il romanzo mi è piaciuto molto e mi sento di consigliarlo a tutti gli amanti del genere horror/thriller...
    Quattro stelle più che meritate

    ATTENZIONE SPOILER
    Un po' sbrigativa e banale l'uccisione del "coniglio". Poteva essere trattata meglio. Anzi, avrei preferito una fine diversa... De gustibus!!!

    ha scritto il 

  • 4

    Inaspettato

    Letto quasi per gioco, senza aspettarmi granché è stata, invece, una bella sorpresa. Bello lo spunto dello scoppio di un conflitto nucleare per creare l'ambiente claustrofobico di 4 famiglie rinchiuse ...continua

    Letto quasi per gioco, senza aspettarmi granché è stata, invece, una bella sorpresa. Bello lo spunto dello scoppio di un conflitto nucleare per creare l'ambiente claustrofobico di 4 famiglie rinchiuse nei rispettivi bunker e un incubo che nasce fuori la porta del rifugio. Un thriller che scorre bene e dal finale ben congegnato. Merita una lettura.

    ha scritto il 

  • 3

    Incuriosita dal genere e dal fatto che l'autore fosse italiano. Mi è piaciuto come abbia saputo descrivere gli stati d'animo dei personaggi in un ambiente claustrofobico e in una situazione così tragi ...continua

    Incuriosita dal genere e dal fatto che l'autore fosse italiano. Mi è piaciuto come abbia saputo descrivere gli stati d'animo dei personaggi in un ambiente claustrofobico e in una situazione così tragica. È un romanzo abbastanza lento ed immagino che ciò fosse voluto. Devo dire che però non mi ha entusiasmata così tanto come immaginavo, la fine secondo me è stata abbastanza sbrigativa anche se tutto sommato originale, ma non è ciò che ho preferito. Magari in futuro proverò a leggere altri romanzi dell'autore.

    ha scritto il 

Ordina per