La prima indagine di Montalbano

Di

Editore: Arnoldo Mondadori (Scrittori italiani e stranieri)

3.9
(2901)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 340 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Tedesco , Francese , Spagnolo , Catalano

Isbn-10: 8804529830 | Isbn-13: 9788804529835 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Disponibile anche come: Paperback , eBook

Genere: Criminalità , Narrativa & Letteratura , Mistero & Gialli

Ti piace La prima indagine di Montalbano?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Montalbano ha trentacinque anni, è un uomo adulto, ma nella professionesconta ancora qualche ingenuità, non è così astuto, smaliziato come siamoabituati a conoscerlo. E c'è chi è pronto ad approfittarne... L'archeologia diMontalbano e le sue prime esperienze nel mondo del crimine narrate in trelunghi racconti.
Ordina per
  • 3

    Il giovane Montalbano

    Montalbano ha trentacinque anni, è un uomo adulto, ma nella professione sconta ancora qualche ingenuità, non è così astuto, smaliziato come siamo abituati a conoscerlo. E c'è chi è pronto ad approfitt ...continua

    Montalbano ha trentacinque anni, è un uomo adulto, ma nella professione sconta ancora qualche ingenuità, non è così astuto, smaliziato come siamo abituati a conoscerlo. E c'è chi è pronto ad approfittarne... L'archeologia di Montalbano e le sue prime esperienze nel mondo del crimine narrate in tre lunghi racconti, dal titolo Sette lunedì, La prima indagine di Montalbano e Ritorno alle origini. Qui troveremo Montalbano all'inizio della sua carriera, che intreccia una relazione non con la ben nota Livia, ma con una certa Mery; e il teatro delle sue indagini non è la solita Vigàta, ma uno sperduto paesino di montagna della Sicilia più segreta dal buffo nome di Mascalippa... Tra misteriose uccisioni di animali, ragazze troppo silenziose e troppo intriganti e il finto rapimento di una bambina, quello che risulta sempre familiare è l'incorruttibile carattere di Montalbano, con qualche intemperanza giovanile in più...
    Non avevo mai letto nulla di Andrea Camilleri. E di questo un po' me ne vergogno. Ma un giorno, mentre ero nel mio solito giro in libreria (giro che diventa sempre più raro vista la mancanza di piccioli e visto anche che la mia lista di libri acquistati cresce sempre di più ed è giunta l'ora di ridurla) mi sono soffermato su questo libro: La prima indagine di Montalbano di Andrea Camilleri. Folgorazione. Il mio sesto senso mi dice che è arrivato il momento di leggere qualcosa di Camilleri e mica una cosa qualsiasi, bensì proprio la prima indagine del celebre Commissario Montalbano. Detto fatto, l'ho acquistato. Povere le mie tasche... E così, dopo aver gustato questi tre racconti lunghi, non posso dire altro che Camilleri è uno scrittore straordinario: ironico (ridevo da solo come un matto), pieno di trovate divertenti, appassionante come i migliori romanzi gialli, ti fa usare il cervello e ti senti accompagnare lo stesso commissario Montalbano nelle sue particolari indagini. Dalla lettura di Camilleri traspare il suo grande amore per la Sicilia (lui è originiario di Porto Empedocle nell'agrigentino) e ti fa vedere il lato buono della Sicilia stessa, che nella realtà non è tutta mafia e omertà ma invece un popolo di gente onesta che combatte per affermare la propria libertà e legalità. Grande Camilleri, non vedo l'ora di assaporare altre sue appetitose opere come, ad esempio, La scomparsa di Patò.

    ha scritto il 

  • 4

    Il solito piacevole Camilleri

    Lettura gradevole e senza "pinzieri": come rinunciare alla lettura dei casi del commissario Montalbano?
    Non ho gradito l'accostamento di tre racconti lunghi senza null'altro in comune che non la manca ...continua

    Lettura gradevole e senza "pinzieri": come rinunciare alla lettura dei casi del commissario Montalbano?
    Non ho gradito l'accostamento di tre racconti lunghi senza null'altro in comune che non la mancanza di "ammazzatine".
    Montalbano viene colto in diversi momenti della sua vita senza soluzione di continuità.
    Paradossalmente, in questo modo si evidenzia ancora di più l'assoluta mancanza di una qualunque evoluzione psicologica del protagonista (senza parlare degli altri caratteri!).
    Ma cosa vogliamo farci? E' Camilleri e ci va benissimo così.

    ha scritto il 

  • 5

    ....e il settimo giorno Camilleri creò Montalbano.

    Tre racconti lunghi, senza "ammazzatine", anche perchè a Camilleri non è che gliene importi tanto di mostrare sangue e truculenza se non nella misura strumentale a far luce sulla natura umana delle co ...continua

    Tre racconti lunghi, senza "ammazzatine", anche perchè a Camilleri non è che gliene importi tanto di mostrare sangue e truculenza se non nella misura strumentale a far luce sulla natura umana delle cose.
    Particolarmente singolare è il racconto centrale, quello che mostra il giovane commissario nel passaggio dall'odiata sede di Mascalippa (fra le montagne) e quella definitiva di Vigata (vicino al mare).
    Lasciando da parte la prima indagine che qui affronta, tutto il racconto è un lento trascorrere da una scrittura angusta ed insofferente ad un lento rinascere, ad una luminosità che raggiunge il suo massimo nel coronamento del sogno di Montalbano di coniugare la sua vita lavorativa e personale al cospetto del mare. Affittando poi quella che sarà la sua dimora per lungo tempo, una villetta ad un piano direttamente sulla spiaggia, Montalbano "si fa persuaso" che qualsiasi storia, indagine, caso attraverserà la sua vita non potrà mai "lordarlo" tanto che il mare non riesca a restituirgli una certa purezza bastevole ad andare avanti.

    ha scritto il 

  • 5

    In questo volume ci sono tre racconti. Sette lunedì e Ritorno alle origini sono molto carini. Ma il più bello e interessante è sicuramente La prima indagine di Montalbano, che non ha caso dà il titolo ...continua

    In questo volume ci sono tre racconti. Sette lunedì e Ritorno alle origini sono molto carini. Ma il più bello e interessante è sicuramente La prima indagine di Montalbano, che non ha caso dà il titolo a questa mini raccolta.

    ha scritto il 

  • 4

    Tambasio' lungo un viale alberato dal quale si vidiva nella sua interezza la Valle dei templi e, in fondo, la linea del mare. Tutt'altra cosa dei paesaggi quasi svizzeri di Mascalippa!

    ha scritto il 

  • 0

    Incipit

    I dù òmini che sinni stavano arriparati sutta la tettoia che era stata messa alla firmata, aspittando con santa pacienza l’arrivata della circolare notturna.....

    http://www.incipitmania.com/incipit-pe ...continua

    I dù òmini che sinni stavano arriparati sutta la tettoia che era stata messa alla firmata, aspittando con santa pacienza l’arrivata della circolare notturna.....

    http://www.incipitmania.com/incipit-per-titolo/p/la-prima-indagine-di-montalbano-andrea-camilleri/

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per