La prova del miele

Di

Editore: Feltrinelli

2.7
(630)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 102 | Formato: Tascabile economico

Isbn-10: 8807017644 | Isbn-13: 9788807017643 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Francesca Prevedello

Disponibile anche come: Altri

Genere: Famiglia, Sesso & Relazioni , Narrativa & Letteratura , Salute, Mente e Corpo

Ti piace La prova del miele?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
“Per me, l’arabo è la lingua del sesso.” L’intimità di una donna araba, la narrazione della sua educazione all’erotismo. Le confessioni impertinenti e sensuali di una Shéhérazade contemporanea. Il libroAraba, musulmana e colta, la protagonista di questo libro, nata e cresciuta a Damasco, si è trasferita a Parigi dove si occupa della biblioteca del dipartimento di Arabistica dell’università. Nella sua vita c’è stato un uomo fondamentale, un uomo che le ha aperto un mondo prima sconosciuto, un mondo di erotismo, carnalità e sesso. Questo incontro l’ha portata a mettere in pratica le teorie che ha appreso in anni di letture clandestine degli antichi testi di letteratura erotica araba – a partire dall’insegnamento del maestro sùfi al-Gunayd, “ho bisogno del sesso come ho bisogno del cibo” –, fino a risvegliare i ricordi dell’infanzia siriana, memorie di un mondo degli adulti complesso e contorto, fatto di segreti, tradimenti e passioni. Senza dimenticare le confidenze delle amiche, o i tipici rituali della cultura araba come l’hammàm, e le leggi, i testi sacri, tutto diventa materia di una ricerca che fa del corpo il mezzo e il fine della ricerca stessa. E la protagonista intraprende questo percorso proprio perché si sente figlia orgogliosa di un universo culturale profondamente arabo. Ribalta i luoghi comuni sul rapporto tra sesso e Islam, e ci mostra come nella tradizione araba il piacere sessuale non sia un peccato, bensì una grazia di Dio, un “assaggio”, un’anticipazione dei piaceri che ci attendono in paradiso.
Ordina per
  • 0

    Può sembrare dalla copertina un libro osè ma non lo è tanto, è solo..insinuante.Vi sono racchiuse le riflessioni sulla propria libertà d'amare, attraverso l'accenno ad un incontro, quello con il Pensa ...continua

    Può sembrare dalla copertina un libro osè ma non lo è tanto, è solo..insinuante.Vi sono racchiuse le riflessioni sulla propria libertà d'amare, attraverso l'accenno ad un incontro, quello con il Pensatore. Egli le ha aperto un mondo, le ha donato uno sguardo nuovo per guardare fuori e dentro di sè. Da considerare l'entroterra culturale: l'autrice è siriana e fa capire che c'è un vivere nascosto del corpo, ma non meno sensuale, non meno naturale e soddisfacente, anche nei paesi arabi. Non meno libero, a volte. E' un piccolo libro, molto poteva essere scritto e sarebbe diventato un saggio. Oltre al rimpianto per il Pensatore, bella la frase con cui lo chiude: " Lo scandalo stava nel segreto. Ma il segreto non è più un segreto." Attuale direi, no?

    ha scritto il 

  • 1

    Superficiale

    Libro che sarebbe potuto essere interessante se avesse almeno approfondito una delle storie di cui accenna.
    Anche il cuore della vicenda, che narra dell'esperienza della scrittrice con l'amante, il Pe ...continua

    Libro che sarebbe potuto essere interessante se avesse almeno approfondito una delle storie di cui accenna.
    Anche il cuore della vicenda, che narra dell'esperienza della scrittrice con l'amante, il Pensatore, personaggio che le ha cambiato la vita, rimane completamente superficiale e non lascia nulla.

    ha scritto il 

  • 3

    Pur sembrando (forse essendolo effettivamente) un po’ atuocelebrativo, questo libro racconta il percorso che la scrittrice ha compiuto per arrivare a conoscere meglio sé stessa e gli uomini, o gli al ...continua

    Pur sembrando (forse essendolo effettivamente) un po’ atuocelebrativo, questo libro racconta il percorso che la scrittrice ha compiuto per arrivare a conoscere meglio sé stessa e gli uomini, o gli altri in generale, attraverso il sesso, le sue dirette esperienze sul campo o meglio sul letto, le storie sull'argomento che amici e conoscenti le raccontano, i testi erotici arabi che studia e di cui riporta splendide citazioni. Trovo gradevole il modo in cui racconta tutto questo anche se in alcuni punti, la sua, può sembrare una falsa emancipazione in quanto certe affermazioni mi sembrano ancora radicate nel puro maschilismo (anche se lei cerca di zittire critiche del genere prevenendole…io lo dico lo stesso). Piacevole nell’insieme, questo racconto mi dà comunque l’impressione di aver reso troppo artificiose acquisizioni che si fanno semplicemente vivendo, tutto viene troppo sminuzzato, criticato, analizzato… Un po’ “Troppo cerebrale per capire che si può star bene senza complicare il pane…” . Forse questa impressione mi viene dal fatto che l'autrice in questo libro ha voluto raccontare come ha visto diversamente la sua vita e le sue esperienze una volta che ha permesso a queste ultime di uscire dal segreto ed entrare nella luce del sole.

    ha scritto il 

  • 3

    La sconfitta di un tabù

    Che una donna araba possa esercitare in modo disinvolto e assertivo la propria sessualità ha del rivoluzionario. Ciò che a Parigi è ampiamente realizzabile, nel mondo arabo esporrebbe alla lapidazione ...continua

    Che una donna araba possa esercitare in modo disinvolto e assertivo la propria sessualità ha del rivoluzionario. Ciò che a Parigi è ampiamente realizzabile, nel mondo arabo esporrebbe alla lapidazione o, nella migliore delle ipotesi, alla prigionia.

    ha scritto il 

  • 2

    insomma..

    Storia di una donna araba che non rispetta in nessun modo gli stereotipi tipici della sua cultura. Appassionata di tutto ciò che riguarda il sesso diventa un'esperta di testi erotici arabi.
    Nel comple ...continua

    Storia di una donna araba che non rispetta in nessun modo gli stereotipi tipici della sua cultura. Appassionata di tutto ciò che riguarda il sesso diventa un'esperta di testi erotici arabi.
    Nel complesso però ho trovato questo libro noioso, meno male che almeno è molto breve.

    ha scritto il 

  • 3

    Un titolo bellissimo. Alcune atmosfere intriganti. I silenzi ostentati dalla protagonista ad alcuni interlocutori sono fastidiosi. Probabilmente dice tanto per gli standard imposti dalla morale, ma st ...continua

    Un titolo bellissimo. Alcune atmosfere intriganti. I silenzi ostentati dalla protagonista ad alcuni interlocutori sono fastidiosi. Probabilmente dice tanto per gli standard imposti dalla morale, ma stringi stringi non racconta nulla.

    ha scritto il 

  • 4

    Sesso e Tabù

    "La prova del miele" è considerato un best seller erotico. Molto noto in Occidente, praticamente introvabile nei Paesi arabi. Salwa Al-Neimi è una poetessa e scrittrice siriana che vive a Parigi da mo ...continua

    "La prova del miele" è considerato un best seller erotico. Molto noto in Occidente, praticamente introvabile nei Paesi arabi. Salwa Al-Neimi è una poetessa e scrittrice siriana che vive a Parigi da molti anni. Con "La prova del miele" si è addentrata spavaldamente in una tematica che, soprattutto per la cultura islamica, è tra i tabù più impenetrabili: il sesso. L'unica voce narrante di questo libro appartiene ad una donna araba, elemento nient'affatto trascurabile...

    Continua qui: http://www.lankelot.eu/letteratura/al-neimi-salwa-la-prova-del-miele.html

    ha scritto il 

  • 0

    Può sembrare dalla copertina un libro osè ma non lo è tanto, è solo..insinuante.Vi sono racchiuse le riflessioni sulla propria libertà d'amare, attraverso l'accenno ad un incontro, quello con il Pensa ...continua

    Può sembrare dalla copertina un libro osè ma non lo è tanto, è solo..insinuante.Vi sono racchiuse le riflessioni sulla propria libertà d'amare, attraverso l'accenno ad un incontro, quello con il Pensatore. Egli le ha aperto un mondo, le ha donato uno sguardo nuovo per guardare fuori e dentro di sè. Da considerare l'entroterra culturale: l'autrice è siriana e fa capire che c'è un vivere nascosto del corpo, ma non meno sensuale, non meno naturale e soddisfacente, anche nei paesi arabi. Non meno libero, a volte. E' un piccolo libro, molto poteva essere scritto e sarebbe diventato un saggio. Oltre al rimpianto per il Pensatore, bella la frase con cui lo chiude: " Lo scandalo stava nel segreto. Ma il segreto non è più un segreto." Attuale direi, no?

    ha scritto il 

Ordina per