La societat literària i de pastís de pela de patata de Guernsey

Per ,

Editor: Amsterdam

4.2
(885)

Language: Català | Number of Pàgines: 247 | Format: Softcover and Stapled | En altres llengües: (altres llengües) English , Italian , Spanish , Swedish , Chi traditional , French , Dutch , German

Isbn-10: 8493660388 | Isbn-13: 9788493660383 | Data publicació:  | Edition 1

Translator: Marta Vilella Llamas

Category: Fiction & Literature , History , Romance

Do you like La societat literària i de pastís de pela de patata de Guernsey ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Registra't gratis
Descripció del llibre
1946, Londres. L’escriptora i columnista Juliet Ashton cerca un tema per a la seva propera novel•la. Per mitjà de la carta d’un habitant de l’illa de Guernsey, entra en contacte amb els membres d’una curiosa societat literària nascuda durant l’ocupació nazi, i decideix desplaçar-se a l’illa per conèixer de primera mà els seus singulars habitants i les seves vivències durant la guerra. Una història commovedora.
Sorting by
  • 4

    很猶豫要給四顆星或是五顆星, 但想了一下以後還是決定四顆星好了.

    這本書號稱只要是愛書人都會喜歡上, 我看完之後也覺得蠻喜歡的.
    透過一位名叫茱麗葉的作家, 和書中各個主角的書信往來, 帶出一個島上發生的大小事, 還包括一位叫做伊莉莎白女性的生平.

    我喜歡這本書中每個人的個性, 也喜歡故事的鋪陳. 最後一段的告白更是讓我的心噗通跳了一下, 有戀愛的感覺. (天知道我已經多久沒看到這種讓我怦然心動的 ...continua

    很猶豫要給四顆星或是五顆星, 但想了一下以後還是決定四顆星好了.

    這本書號稱只要是愛書人都會喜歡上, 我看完之後也覺得蠻喜歡的.
    透過一位名叫茱麗葉的作家, 和書中各個主角的書信往來, 帶出一個島上發生的大小事, 還包括一位叫做伊莉莎白女性的生平.

    我喜歡這本書中每個人的個性, 也喜歡故事的鋪陳. 最後一段的告白更是讓我的心噗通跳了一下, 有戀愛的感覺. (天知道我已經多久沒看到這種讓我怦然心動的書了!)

    這個可愛的故事如果能拍成電影, 那一定會非常好看~.

    雖然書的優點這麼多, 我也很樂意把她推薦給所有愛看書的朋友, 可是不知道為什麼這本書好像就是少了一點甚麼, 讓我沒有辦法給到第五顆星哈哈. 也許我現在追求的是一種深度吧. (媽啊我好敢講....) 但這本書真的很好看, 看到書底掛名推薦的人, 幾乎都是我在臉書有follow的人, 可見我跟這些人的群聚性很像耶, 這本書的編輯不知道是誰, 感覺能跟他一起當好朋友, 哈哈.

    dit a 

  • 5

    Un volume che potrebbe sembrare uno dei soliti romanzi che citano libri superficialmente solo per poi cadere nel banale e raccontare una semplice storia d'amore. Per fortuna non è il caso di questo li ...continua

    Un volume che potrebbe sembrare uno dei soliti romanzi che citano libri superficialmente solo per poi cadere nel banale e raccontare una semplice storia d'amore. Per fortuna non è il caso di questo libro: un romanzo che coinvolge e appassiona, ricco di sentimenti e messaggi. In generale, non apprezzo il romanzo epistolare ma in questo caso devo proprio ammettere che l'originalità della struttura ha contribuito al giudizio finale più che positivo.

    Juliet è una scrittrice che vive un momento di stallo, dopo il successo dovuto ad una raccolta di articoli scritti durante la guerra e pubblicata sotto uno pseudonimo, è in cerca d'ispirazione per un nuovo libro. Mentre è in giro a pubblicizzare la raccolta, riceve una lettera proveniente da Guernsey, luogo mai sentito nominare prima, e chi scrive è un uomo che ha trovato un vecchio libro appartenente proprio a lei e con cui ha una passione in comune, lo scrittore Charles Lamb.
    Da questa semplice e brevissima lettera, la curiosità porterà la scrittrice a scoprire che Guernsey è un piccola isola della Manica che durante la guerra venne presa dai Tedeschi per cinque anni e i cui abitanti fondarono, quasi per caso, una società letteraria con un nome davvero curioso "The Literary Guernsey and Potato Peel Pie Society".
    Da questo momento Juliet inizierà una fitta corrispondenza con alcuni dei membri di questa società che la aiuteranno a prendere varie decisioni, una tra queste sarà proprio quella di partire alla volta dell'isola per conoscere i suoi amici di penna e scoprire l'intera storia della società e della sua fondatrice, Elizabeth McKenna.

    Si tratta di un romanzo epistolare e storico ma non solo perchè al suo interno si snocciolano diverse storie di amicizia, d'amore e di coraggio e protagonisti sono dei personaggi che risaltano per le loro particolarità caratteriali: il timido Dawsey dagli occhi penetranti e i gesti semplici ma significativi, la cara Isola con la sua personalità eccentrica e i suoi rimedi naturali, la piccola Kit già peperina a quattro anni e poi Sidney, l'amico che vorremmo tutti sempre pronto a proteggerci; questi sono quelli che più mi sono entrati nel cuore ma sono solo alcuni delle tante personalità che compaiono nel romanzo, tutti degni di interesse compresa la protagonista che non può non entrare nelle simpatie del lettore e compresi anche quei pochi elementi che disturberanno la quiete del villaggio, un playboy che si crede irresistibile e una vecchia zitella invidiosa.

    Le cinque stelline sono soprattutto per le emozioni che questo libro mi ha dato, per la storia raccontata e per i suoi personaggi: l'autrice ha trattato il tema dell'occupazione nazista attraverso una storia nuova e originale, ha messo in scena personaggi molto diversi tra loro e ha dato vita a questa società letteraria come una via di scampo, come via di uscita da una quotidianità terribile. Il libro si va a collocare negli inni alla lettura, attraverso le parole di ogni membro del club letterario scopriamo e riscopriamo autori che noi lettori leggiamo ancora oggi; La società letteraria di Guernsey è un romanzo che fa sorridere e commuovere, un romanzo che dona tante emozioni e in cui emerge il messaggio che la lettura può essere d'aiuto anche nei momenti più bui.

    "Forse i libri hanno un istinto segreto. Cercano una casa, e trovano il loro lettore ideale."

    dit a 

  • 4

    Devo dirlo..non pensavo mi sarebbe piaciuto! Solitamente i libri scritti sottoforma di lettere mi infastidiscono...li trovo un pò impersonali come se non potessi vivere la storia quando la vive il pro ...continua

    Devo dirlo..non pensavo mi sarebbe piaciuto! Solitamente i libri scritti sottoforma di lettere mi infastidiscono...li trovo un pò impersonali come se non potessi vivere la storia quando la vive il protagonista MA, fortunatamente, non è stato questo il caso. La protagonista è una simpatica scrittrice che sta faticando a trovare l'argomento adatto per il suo prossimo libro che viene, però, aiutata in modo provvidenziale dall'arrivo di una lettera. Questa lettera le è stata spedita dall'abitante di un isola ( Guernsey ) che lei non conosce ma che le aprirà non solo una porta sul passato ma anche una grande speranza per il futuro!

    dit a 

  • 4

    Lettere amore guerra e fantasia

    Romanzo epistolare delicato, simpatico e anche storico. A parte una vecchia scorbutica e bigotta... e un latin lover insopportabile, personaggi peraltro entrambi secondari, sono tutti degni di interes ...continua

    Romanzo epistolare delicato, simpatico e anche storico. A parte una vecchia scorbutica e bigotta... e un latin lover insopportabile, personaggi peraltro entrambi secondari, sono tutti degni di interesse e piacevolezza...

    dit a 

  • 2

    Puro intrattenimento: la storia è carina ma trattata con grande superficialità e pressapochismo. Non brilla nè dal punto di vista della scrittura, nè da quello della struttura.

    dit a 

  • 5

    Durante la guerra Juliet ha tenuto una rubrica su un quotidiano. Ora è il gennaio 1946, la rubrica è stata riunita in un libro e Juliet è in giro per la Gran Bretagna a presentarlo, mentre è in cerca ...continua

    Durante la guerra Juliet ha tenuto una rubrica su un quotidiano. Ora è il gennaio 1946, la rubrica è stata riunita in un libro e Juliet è in giro per la Gran Bretagna a presentarlo, mentre è in cerca di ispirazione per un nuovo libro. Quando riceve una lettera da Guernsey, scopre che l'isoletta della Manica è stata occupata dai tedeschi per 5 anni e che alcuni abitanti hanno fondato per caso una società letteraria, che ben presto è diventata un'ancora di salvezza in tempi bui e difficili. Piano piano Juliet riceve e risponde alle lettere di vari abitanti di Guernsey e si affeziona loro, e capisce che se vuole raccontare la loro storia, deve andare a trovarli di persona.

    A ogni incontro del mio gruppo di lettura è possibile suggerire un titolo da inserire nella borsa che usiamo per pescare i libri da leggere per la volta successiva. Avendo letto la trama ho suggerito questo libro e sono contenta che sia uscito! Mi è piaciuto moltissimo, la storia è coinvolgente e scritta benissimo, si piange e si ride, ogni personaggio è indimenticabile e fa davvero venire voglia di partire subito per Guernsey. SI parla di guerra e di morte, ma si sente la speranza di ricostruire un presente migliore, la fiducia in un domani di pace e amore.

    * Non riesco a immaginare niente di più deprimente che passare il resto della vita accanto a qualcuno con cui non posso parlare o, peggio ancora, qualcuno con cui non posso stare in silenzio.
    * Forse i libri hanno un istinto segreto. Cercano una casa, e trovano il loro lettore ideale. Come sarebbe bello se fosse vero! Poiché per me non c’è nulla di più bello al mondo che frugare nelle librerie, mi sono recata alla Hastings & Sons non appena ho ricevuto la sua lettera. Sono anni che mi servo da loro e ho sempre trovato il libro che volevo, più almeno altri tre che non sapevo di volere.
    * Mi basta una rapida occhiata alle librerie o alle scrivanie, alle candele accese o ai vivaci cuscini del divano per immaginare vite intere.
    * Gli uomini sono più interessanti nei libri che nella vita reale.
    * Il Daily Mirror lanciò un concorso di scrittura a tema: cinquecento parole su “Quello che le donne temono di più”. Sapevo dove voleva andare a parare il Mirror, ma sicuramente io ho più paura delle galline che degli uomini, perciò raccontai quello. I giudici, contentissimi di non dover leggere un’altra pappardella sul sesso, mi diedero il primo premio.
    * “Sarebbe stato meglio per lei non avere un cuore tanto grande”. Sì, ma sarebbe stato peggio per tutti noi.
    * Ho sempre pensato che la storia finisse, una volta che l’eroe e l’eroina si erano felicemente fidanzati... d’altra parte, quello che è giusto per Jane Austen dovrebbe esserlo per tutti. Ma è una bugia. La storia deve ancora cominciare e a ogni ora aggiungeremo un nuovo pezzo della trama.

    dit a 

  • 4

    arrivato a me tramite una catena di lettura mi ha appassionata fin dalle prime pagine, una chicca per ogni personaggio veramente bello, una lettura estiva e spensierata

    dit a 

  • 4

    8/10

    Un libro fácil de leer y muy entretenido. Después de la Segunda Guerra Mundial, una serie de circustancias hace que una escritora Londinense contacte a través de cartas con los habitantes de una isla. ...continua

    Un libro fácil de leer y muy entretenido. Después de la Segunda Guerra Mundial, una serie de circustancias hace que una escritora Londinense contacte a través de cartas con los habitantes de una isla. Una vez cogido el hilo a la forma epistolar de escribir, la novela es muy entretenida. La recomiendo de verdad.

    dit a 

Sorting by