La vita e le opinioni di Tristram Shandy, gentiluomo

Di

Editore: Mondadori (Grandi classici Oscar Mondadori)

4.2
(744)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 670 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Chi semplificata , Francese , Tedesco , Spagnolo , Portoghese , Olandese

Isbn-10: 8804358858 | Isbn-13: 9788804358855 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Lidia Conetti

Disponibile anche come: Altri , Rilegato in pelle , Copertina rigida , Cofanetto , Tascabile economico , eBook

Genere: Biografia , Narrativa & Letteratura , Umorismo

Ti piace La vita e le opinioni di Tristram Shandy, gentiluomo?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Ordina per
  • 0

    A piccole dosi

    Premetto che ho iniziato questo libro perché mi serviva per l’università, ma avevo comunque intenzione di leggerlo nel futuro. Sinceramente non mi aspettavo che fosse così pesante, anche se al tempo s ...continua

    Premetto che ho iniziato questo libro perché mi serviva per l’università, ma avevo comunque intenzione di leggerlo nel futuro. Sinceramente non mi aspettavo che fosse così pesante, anche se al tempo stesso è leggero nei contenuti.

    Non me la sento di dare un voto: non sarebbe onesto né un voto alto né uno basso perché da una parte riconosco la genialità e le innovazioni di Sterne (metaromanzo, parodia dei romanzi settecenteschi…) e non mancano momenti e personaggi divertenti (lo zio Tobia su tutti), dall’altra mi ha annoiata parecchio (soprattutto negli ultimi libri, in cui Tristram è protagonista) e ho fatto una cosa che non faccio mai: saltare pezzi e addirittura capitoli. Quando un paio di giorni fa mi è scaduto il rinnovo del prestito della biblioteca mi mancava l’ultimo dei 9 libri e soprattutto la voglia di finirlo, così l’ho abbandonato.

    Sterne prende per il naso il lettore (e sappiamo quanto il naso sia importante per il signor Shandy!), passando continuamente da un argomento all’altro, promettendo di raccontare cose che non racconterà più o che racconterà solo dopo centinaia di pagine, dedicando un capitolo ai baffi e più di uno ai nasi e allungando il brodo fino all’inverosimile. Questo è lo stile di Sterne: più che un romanzo sembra una frivola chiacchierata settecentesca. Se tutto questo è insieme divertente e irritante nei primi libri, dopo un po’ purtroppo smette di essere divertente, almeno per me.

    Non saprei se consigliarlo o meno: ci sono episodi che meritano ma credo che per il modo in cui è scritto e la lunghezza eccessiva, un po’ di noia per il lettore moderno sia inevitabile. Andrebbe preso a piccole dosi per poterlo gustare appieno.

    ha scritto il 

  • 5

    Pur iniziando il libro la sera del concepimento di Tristam ( concepito sotto infausti auspici - scusa caro, - disse mia madre sul più bello, - non hai dimenticato di caricar l'orologio? ) dobbiamo asp ...continua

    Pur iniziando il libro la sera del concepimento di Tristam ( concepito sotto infausti auspici - scusa caro, - disse mia madre sul più bello, - non hai dimenticato di caricar l'orologio? ) dobbiamo aspettare il quarto libro per assistere alla nascita del protagonista la cui virilità verrà seriamente minacciata dal dott. Slop ( ed in seguito dall'indescrivibile incidente della finestra a ghigliottina ).

    Scrive Cerrone "..Sterne descrive dettagliatamente abitudini e stranezze di un gruppo di personaggi: Walter Shandy, padre di Tristram, facondo e dotto difensore di strambe opinioni, Zio Toby e il suo servitore Trim, ex militari feriti in combattimento, che hanno in comune l'hobby per la scienza delle fortificazioni e trascorrono il loro tempo aq costruire baluardi e bastioni in miniatura sul campo di bocce e poi personaggi minori quali il pastore Yorick ispirato, forse, dall'omonimo buffone shakesperiano ( questo è anche lo pseudonimo con cui Sterne firmò alcune sue opere ), Mrs. Shandy, madre di Tristram, il dottor Slop e la vedova Wadman che si innamora di zio Toby."

    Definito da Diderot un Rabelais inglese per aver scritto un libro "cosi' folle, saggio e gaio".

    ha scritto il 

  • 1

    Che fatica caro il mio Sterne!Quando sono costretto ad iniziare un altro libro in contemporanea vuol dire che faccio proprio fatica.Troppo dispersivo,troppo eccentrico per i miei gusti:dissento quind ...continua

    Che fatica caro il mio Sterne!Quando sono costretto ad iniziare un altro libro in contemporanea vuol dire che faccio proprio fatica.Troppo dispersivo,troppo eccentrico per i miei gusti:dissento quindi dalle ultime recensioni pubblicate,con tutto il rispetto,e noto che qualcuno lo ha interrotto qualcuno lo ha sospeso...ci sarà un motivo.Salvo una ventina di pagine,troppo poco ahimè!

    ha scritto il 

  • 2

    questo è un anti-romanzo fondamentalmente inutile.
    solo, mi ha colpito quanto dalla stesura dello stesso
    sembra che siano passati due giorni
    e non 250 anni.
    inoltre, è a tratti spassoso
    if you are int ...continua

    questo è un anti-romanzo fondamentalmente inutile.
    solo, mi ha colpito quanto dalla stesura dello stesso
    sembra che siano passati due giorni
    e non 250 anni.
    inoltre, è a tratti spassoso
    if you are into English humour.
    non so se ne consiglierei l'acquisto

    ha scritto il 

  • 5

    Ritardare l'azione con digressioni nel Settecento era la normalità. Se, per tutti i contemporanei di Sterne,questo comporta un ostacolo al lettore moderno, nel suo caso è l'esatto contrario. Nel Trist ...continua

    Ritardare l'azione con digressioni nel Settecento era la normalità. Se, per tutti i contemporanei di Sterne,questo comporta un ostacolo al lettore moderno, nel suo caso è l'esatto contrario. Nel Tristram Shandy non c'è niente di ampolloso o noioso come nel classico romanzo settecentesco: questo libro ha tutta l'arguzia (e la malizia) dell'estro irlandese. Parodia del romanzo Settecentesco (dai giornali di viaggio del "grand tour" al romanzo sentimentale), si lascia leggere d'un fiato. In alcuni momenti ho dovuto posarlo perché morivo dal ridere. Nel complesso un capolavoro notevole.

    ha scritto il 

  • 5

    Se riesci a tirarla lunga 600 pagine, passando da palo in frasca, narrando del tempo, dell'amore, delle asole, della critica letteraria, dei tipi di baffi e parrucche, andando avanti, indietro, ancora ...continua

    Se riesci a tirarla lunga 600 pagine, passando da palo in frasca, narrando del tempo, dell'amore, delle asole, della critica letteraria, dei tipi di baffi e parrucche, andando avanti, indietro, ancora un po' più indietro e di nuovo avanti, iniziando un discorso per passare alla tangente della tangente, il tutto senza minimamente annoiare, sprizzando intelligenza e arguzia da ogni singolo rigo, beh, chapeau.

    ha scritto il 

  • 5

    Che esperienza!

    Che dire di questo libro? Geniale! Leggerlo è un'esperienza davvero incredibile, sembra di essere difronte ad un personaggio bizzarro, un comico straordinario e intelligentissimo che racconta la sua s ...continua

    Che dire di questo libro? Geniale! Leggerlo è un'esperienza davvero incredibile, sembra di essere difronte ad un personaggio bizzarro, un comico straordinario e intelligentissimo che racconta la sua storia. Cattura l'attenzione, fa rilassare, fa impazzire, fa ridere, fa pensare, ....
    Ammetto che mi è capitato più di una volta di perdere il filo a causa delle continue digressioni, ma non ho mai pensato di abbandonare questo libro sorprendente (soprattutto se si pensa che è stato scritto quasi 3 secoli fa!). Assolutamente da leggere!

    Ultimo appunto: leggendo questo libro mi è parso che D.F.Wallace abbia preso da Sterne il modo di scrivere, qualcuno ha avuto la stessa impressione? Sapete se c'è qualche intervista a Wallace, articolo o altro che parla di Sterne? La sua irriverenza, la sua ironia, la sua capacità di mettere in ridicolo i comportamenti umani, il modo di scrivere ingarbugliato ma chiaro, logico e matematico sembra davvero influenzato da questo libro di Sterne.

    ha scritto il 

  • 4

    他說,人生苦短,悲傷的事情已經太多,所以他願意將快樂留給大家。確實有許多幽默的故事,但是他使我記憶深刻的,在於他對牧師約里克的性格的描寫。他是個始終樂觀並且玩笑的人。但是他不知如何停止。像一個總是在笑的人,並非不明白哀傷,而是不懂得如何停止自己的笑。這就是一種本質上的悲哀。

    如同那始終糾纏著他的病。他藉由旅行到天涯海角企圖脫離,留給世人一種被可愛的死神所追趕的形象,但所留給自己的,或許是草原的空曠 ...continua

    他說,人生苦短,悲傷的事情已經太多,所以他願意將快樂留給大家。確實有許多幽默的故事,但是他使我記憶深刻的,在於他對牧師約里克的性格的描寫。他是個始終樂觀並且玩笑的人。但是他不知如何停止。像一個總是在笑的人,並非不明白哀傷,而是不懂得如何停止自己的笑。這就是一種本質上的悲哀。

    如同那始終糾纏著他的病。他藉由旅行到天涯海角企圖脫離,留給世人一種被可愛的死神所追趕的形象,但所留給自己的,或許是草原的空曠與荒涼。而他確實知道,這是到彼方必經的過渡。

    玩笑是單純的,並非所謂的黑色幽默。即使也曾言及他的病,也沒有欲使人感覺疼痛的傷口。他並沒有違背自己的初衷。如果作為一個布道者,除了令人願意並且虔誠信仰的職責,還能帶給或者留下什麼給世人的話,我想,那就是發自內心的真正的歡悅。明白信仰的本質,就無所謂褻瀆。

    感謝他所給予的,及經歷歲月所依然留下的這本書。他成就了許多美好的人,也成全了許多人的笑。而這是如此難得。

    ha scritto il 

  • 4

    Delizia, delizia, delizia! Anni fa, mi ha riscattato da un'estate di noia. Certo, non è un libro che si legge d'un fiato per vedere come va a finire… ma si può anche rileggere, lasciandosi impigliare ...continua

    Delizia, delizia, delizia! Anni fa, mi ha riscattato da un'estate di noia. Certo, non è un libro che si legge d'un fiato per vedere come va a finire… ma si può anche rileggere, lasciandosi impigliare a bella posta nelle digressioni-trappole predisposte dall'autore

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per