Le Goût des pépins de pomme

By

Editeur: Le Livre de Poche

3.2
(635)

Language: Français | Number of pages: 285 | Format: Paperback | En langues différentes: (langues différentes) German , Italian , Portuguese , Spanish , Chi traditional , Catalan

Isbn-10: 2253157058 | Isbn-13: 9782253157052 | Publish date: 

Aussi disponible comme: Others

Category: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Romance

Aimez-vous Le Goût des pépins de pomme ?
Devenez membre de aNobii, voyez si vos amis l'ont lu et découvrez des livres du mème genre!

Inscrivez-vous gratuitement
Description du livre
Sorting by
  • 4

    Dimenticare era un modo per ricordare. Ma era vero anche il contrario: ricordare era un modo per dimenticare.

    Chiudo gli occhi e mi dirigo verso un meleto. Aspiro energicamente dalle narici l’aria attorno a me e percepisco la forte fragranza dei frutti appena maturi. Allungo una mano per prenderne uno e lucid ...continuer

    Chiudo gli occhi e mi dirigo verso un meleto. Aspiro energicamente dalle narici l’aria attorno a me e percepisco la forte fragranza dei frutti appena maturi. Allungo una mano per prenderne uno e lucidarlo sui pantaloni. Lo mordo e mi lascio invadere dal gusto penetrante e intenso. Un seme si è staccato dal torsolo e vaga insicuro sotto i miei denti. Con un piccolo colpetto lo schiaccio e mi sembra di cogliere il gusto di marzapane…
    Poi mi accorgo di viaggiare con la fantasia. Mi sono spinto fino al fulcro di questo libro. Fin nel suo ventre, nel suo essere. Fino all’istante che darà inizio a tutto, pur partendo con la storia da molto tempo prima. Un inizio che si trova alla fine. Un metodo narrativo vincente che, se inesistente, avrebbe tolto davvero molto alla trama.
    Questo volume parla della vita. Di niente, di tutto. Dei giorni che si susseguono piatti o degli eventi che si rimescolano in un frenetico caos. Dei sorrisi o dei rimpianti. Delle domande o delle certezze. Racconta le donne, il loro animo. Ma soprattutto… sussurra ricordi e dimenticanze.
    Il sapore dei semi di mela è un’amaca tranquilla ove poggiare il pensiero e lasciarlo riposare dondolando. Niente storie avvincenti, niente particolari colpi di scena, niente misteri da nascondere gelosamente. Certo è che vi si celano segreti. Morbidi come la pelle di una donna o pungenti come quella di un fico d’india.
    Dell’autrice mi è piaciuto il modo di scrivere. Senza grinze, sognante, affettuoso. Colpisce particolarmente l’abilità nella descrizione di oggetti, luoghi e odori. È capace di rapire il lettore e portarlo esattamente dove desidera, permettendogli di percepire esattamente ciò che vuole venga percepito. Forse è stato questo a farmi apprezzare maggiormente il libro. Sì: concederle di stringermi la mano e di portarmi con lei in una favola speziata con sentimenti ed emozioni, che si fa fiero e degno manifesto della forza delle donne.

    dit le 

  • 1

    Abbandonato

    In attesa di trovare la voglia di continuare la lettura, ho abbandonato questo libro giunta praticamente a metà. Non è da me lasciare in sospeso una lettura ma davvero, non riesco a continuare. Ci son ...continuer

    In attesa di trovare la voglia di continuare la lettura, ho abbandonato questo libro giunta praticamente a metà. Non è da me lasciare in sospeso una lettura ma davvero, non riesco a continuare. Ci sono troppe digressioni sconnesse, troppi personaggi piazzati nella storia con un fare vago che non cattura. Non c'è un fulcro dominante, è tutto in un certo senso "evanescente". Capisco che si parla di ricordi, di una famiglia numerosa..però c'è qualcosa nel modo di raccontare che fa perdere il lettore nella superficialità. Fin da subito mi è parso impossibile immergermi nella storia e questo raramente mi succede. Questa è, chiaramente, la mia opinione personale.

    dit le 

  • 1

    anche se si inizia a leggere da metà non cambia niente

    E' un inisieme di ricordi alla rinfusa senza filo logico.
    Non capisco perchè sia un best seller

    dit le 

  • 4

    Quando la memoria ci intrappola nei ricordi...

    Si tratta di un libro che parla di tre generazioni di donne.
    La storia parte dalla narrazione di Iris, una giovane bibliotecaria tedesca che ha ricevuto come eredità la vecchia casa della nonna, mort ...continuer

    Si tratta di un libro che parla di tre generazioni di donne.
    La storia parte dalla narrazione di Iris, una giovane bibliotecaria tedesca che ha ricevuto come eredità la vecchia casa della nonna, morta in una casa di riposo dopo una lunga, dolorosa malattia.
    Iris rimane per molto tempo indecisa, se accettare o no l'eredità, ma poi si trasferisce nella vecchia casa dei nonni.
    Mentre tenta di ripulirla e renderla abitabile, Iris rievoca i suoi ricordi familiari che riguardano sopratutto le donne della sua famiglia: la zia Inga, la donna più stravagante della famiglia, nata durante un furioso temporale e che trasmette con il suo tocco elettricità; Harriet, la nonna Bertha, la cugina Rosmarie morta a soli 15 anni, il nonno di Iris accusato di nazismo ecc..
    La famiglia altro non è che un groviglio di oscuri segreti, segreti intrisi di memoria...ma la memoria è sempre esatta, oppure risente della nostra torbida, fervida immaginazione?
    Mentre la casa viene sistemata e riprende vita anche la memoria di Iris svela tutti i misteri, riportando alla luce ogni cosa.
    Gli scheletri nell'armadio?
    Ogni famiglia possiede i suoi..
    E ricordare, talvolta può rappresentare la maniera più giusta e consona di ritrovare la pace e l'oblio.
    Consigliato.
    Saluti.
    Ginseng666

    dit le 

  • 3

    Un libro que prácticamente no cuenta nada. Unos saltos entre pasado y presente un tanto bruscos. La historia no me ha acabado de atraer del todo. He echado en falta mas dialogos. Muy soso, esperaba al ...continuer

    Un libro que prácticamente no cuenta nada. Unos saltos entre pasado y presente un tanto bruscos. La historia no me ha acabado de atraer del todo. He echado en falta mas dialogos. Muy soso, esperaba algo más.

    dit le 

  • 2

    Libro mediocre y aburrido donde los haya. Lo que más me ha indignado de él, es que ni siquiera está bien construido. En cada capítulo, la autora mezcla momentos del presente (y algunos totalmente inne ...continuer

    Libro mediocre y aburrido donde los haya. Lo que más me ha indignado de él, es que ni siquiera está bien construido. En cada capítulo, la autora mezcla momentos del presente (y algunos totalmente innecesarios) con unos recuerdos del pasado desarrollados de forma banal y superficial. Todo esto da como resultado una historia inconexa en la que no existe una trama principal, si no muchas "imágenes" del pasado y presente insertadas por que si. Es casi como si la autora fuera escribiendo lo que se le pasara por la cabeza sin conectarlo con lo anterior.
    Lo mejor del libro son las últimas 50 páginas y aún así la historia queda inconclusa con un montón de preguntas sin contestar. No sé si era ese el propósito de la autora, pero peor no lo ha podido hacer.
    Libro totalmente insustancial y lento. A pesar de ser poco más de 200 páginas se te hace eterno, siendo su lectura totalmente prescindible.

    dit le 

  • 4

    me l'ha prestato la mia sorellina

    un libro molto carino, ve lo consiglio!
    Uhm. Che recensione misera. Non è da me. Mi sa che questo libro lo devo ricercare in biblioteca e dargli la recensione che merita. Molto carino non basta, anche ...continuer

    un libro molto carino, ve lo consiglio!
    Uhm. Che recensione misera. Non è da me. Mi sa che questo libro lo devo ricercare in biblioteca e dargli la recensione che merita. Molto carino non basta, anche perchè anche ad esso è legato un bellissimo ricordo d'amicizia.

    dit le 

  • 4

    Ritornare nella casa in cui ha trascorso la propria infanzia è, per la giovane Iris, l’occasione per rievocare le donne della propria famiglia.
    Tra rovi e ribes bianchi, tra gli odori della campagna ...continuer

    Ritornare nella casa in cui ha trascorso la propria infanzia è, per la giovane Iris, l’occasione per rievocare le donne della propria famiglia.
    Tra rovi e ribes bianchi, tra gli odori della campagna e dei giardini d’inverno, tra il profumo di mele boskoop e cox orange e l’odore di vecchie pietre, tra i giochi e i ricordi della propria infanzia, Iris racconterà gli amori e i segreti di tre generazioni di donne. La sua famiglia, nella buona e nella cattiva sorte.
    Un romanzo dai toni malinconici, incentrato sul ricordo, sulla verità e sulla dimenticanza. Delicato, proprio come i profumi della campagna della Germania del nord, e commovente.

    “Dimenticare era un modo per ricordare. Ma era vero anche il contrario: ricordare era un modo per dimenticare”.

    dit le 

  • 2

    banalotto...

    In Germania è un best seller. Mi sono incuriosita (anche per il titolo carino) e l'ho letto con qualche aspettativa. Invece è scorso via velocemente e senza lasciare traccia.
    Non che sia privo di spun ...continuer

    In Germania è un best seller. Mi sono incuriosita (anche per il titolo carino) e l'ho letto con qualche aspettativa. Invece è scorso via velocemente e senza lasciare traccia.
    Non che sia privo di spunti interessanti e di una certa regolarità della trama, ma di certo non è un capolavoro, anzi..
    I personaggi sono piatti e abbastanza prevedibili. L'unico che poteva dare dei buoni frutti -la zia Inga che rilascia scariche elettriche al contatto- è stato appena abbozzato e un po' buttato via.
    Anche l'aspetto stilistico mi ha lasciata perplessa e più volte mi sono chiesta se per caso fosse un problema di traduzione. Non lo saprò mai.
    Lettura estiva senza pretese.

    dit le 

Sorting by