Le ho mai raccontato del vento del nord

Di

Editore: Feltrinelli (I canguri)

3.7
(4262)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 192 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Tedesco , Chi tradizionale , Spagnolo , Catalano , Inglese , Francese , Portoghese , Chi semplificata

Isbn-10: 8807702177 | Isbn-13: 9788807702174 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Disponibile anche come: eBook , CD audio

Genere: Famiglia, Sesso & Relazioni , Narrativa & Letteratura , Rosa

Ti piace Le ho mai raccontato del vento del nord?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Un'email all'indirizzo sbagliato e tra due perfetti sconosciuti scatta la scintilla. Come in una favola moderna, dopo aver superato l'impaccio iniziale, tra Emmi Rothner - 34 anni, sposa e madre irreprensibile dei due figli del marito - e Leo Leike - psicolinguista reduce dall'ennesimo fallimento sentimentale - si instaura un'amicizia giocosa, segnata dalla complicità e da stoccate di ironia reciproca, e destinata ben presto a evolvere in un sentimento ben più potente, che rischia di travolgere entrambi. Romanzo d'amore epistolare dell'era Internet, il romanzo descrive la nascita di un legame intenso, di una relazione che coppia non è, ma lo diventa virtualmente. Un rapporto di questo tipo potrà mai sopravvivere a un vero incontro?
Ordina per
  • 5

    Parole, parole, parole...soltanto parole

    Mi è piaciuto davvero tanto. Ho adorato il modo in cui si è sviluppata la trama ed il linguaggio con cui i protagonisti hanno prolungato la loro corrispondenza. Tutto ciò mi crea dei dubbi : sarebbe ...continua

    Mi è piaciuto davvero tanto. Ho adorato il modo in cui si è sviluppata la trama ed il linguaggio con cui i protagonisti hanno prolungato la loro corrispondenza. Tutto ciò mi crea dei dubbi : sarebbe mai possibile una storia d'amore che inizia virtualmente? Si può vivere di sole parole ,per quanto sofisticate e brillanti possano essere? Se non altro i personaggi del film "C'è posta per te" con Meg Ryan e Tom Hanks si conoscevano già nella realtà...Emmi ed il suo interlocutore vivono in un sogno creato per sfuggire ad una realtà un po' scomoda. In questo caso preferisco l'autenticità del quotidiano, anche se in tutta sincerità non è sempre "rose e fiori".

    ha scritto il 

  • 2

    Fatevi curare

    In questa era super tecnologica ci sta che ti "incontri" virtualmente, sui social o via mail per lavoro, chat, oppure per un errore nello scrivere il destinatario come in questo caso. Ci sta che per c ...continua

    In questa era super tecnologica ci sta che ti "incontri" virtualmente, sui social o via mail per lavoro, chat, oppure per un errore nello scrivere il destinatario come in questo caso. Ci sta che per curiosità magari si chiacchieri un pò e anche che ci si scambi informazioni, si cazzeggi e si giochi. E va bene. Ma..... discussioni, litigi, prese di posizione, commenti offensivi e scazzi MA ANCHE NO! ma sai quanti vaffa!!!!!!!
    Fatevi curare da uno bravo ma seriamente :P

    p.s. l'unica cosa che mi è piaciuta è stata la riflessione finale di lei e volendo anche il finale. Non immagino il seguito

    ha scritto il 

  • 3

    Grrrrrrr.......

    I due personaggi sono per me a tratti insopportabili. Il libro per fortuna e'breve e si interrompe al momento giusto e nel modo giusto. Si legge velocemente se non si ha nulla da fare. Non rimpiango c ...continua

    I due personaggi sono per me a tratti insopportabili. Il libro per fortuna e'breve e si interrompe al momento giusto e nel modo giusto. Si legge velocemente se non si ha nulla da fare. Non rimpiango comunque di averlo letto, ma non e'proprio il mio genere.

    ha scritto il 

  • 2

    Mah...

    Protagonista femminile insopportabile e finale pessimo che conferma il senso di non appagamento dato dal libro sin dalle prime pagine. L'unica nota positiva è che si legge velocemente se non si ha nul ...continua

    Protagonista femminile insopportabile e finale pessimo che conferma il senso di non appagamento dato dal libro sin dalle prime pagine. L'unica nota positiva è che si legge velocemente se non si ha nulla da fare. Col senno del poi avrei pottuto impiegare il tempo a risistemare l'armadio per il cambio di stagione.

    ha scritto il 

  • 4

    E' uno di quei generi che se non scritti bene, rischi di far confusione. Non ti coinvolgono, non ti entusiasmano e li abbandoni. Ma c'è un " ma", in cui ricade questo libro. Ma è scritto bene, molto. ...continua

    E' uno di quei generi che se non scritti bene, rischi di far confusione. Non ti coinvolgono, non ti entusiasmano e li abbandoni. Ma c'è un " ma", in cui ricade questo libro. Ma è scritto bene, molto. Ti prende fin dall'inizio, e vivi in maniera trepidante l'attesa del loro incontro...fino a quando il vento del nord alita sulla tastiera di Leo r , e non ci sarà più un incontro con il quale finire dignitosamente la loro "non storia". Ne vale la pena sicuramente di leggerlo.

    ha scritto il 

  • 3

    Ho inseguito a lungo questo libro affascinata soprattutto dal titolo. Quando finalmente l’ho trovato in biblioteca, mi sono accinta alla lettura con grandi aspettative, ma poi fino a oltre la metà, h ...continua

    Ho inseguito a lungo questo libro affascinata soprattutto dal titolo. Quando finalmente l’ho trovato in biblioteca, mi sono accinta alla lettura con grandi aspettative, ma poi fino a oltre la metà, ho più volte pensato di abbandonarlo. Troppo frivolo, inconsistente, irritante il registro della conversazione via e-mail tra Leo e Emmi, i due protagonisti, che inizialmente pensano e scrivono in modo talmente simile da far sembrare il loro dialogo un monologo. Indisponente il tono sarcastico con cui si corteggiano argomentando intorno al nulla, insopportabile le continue supposizioni e le ipotesi su circostanze che non si potranno mai realizzare. Poi però entra in scena un terzo personaggio, il marito di Emmi. Ecco allora che la conversazione tra i due si fa più interessante, i personaggi si rivelano e si delineano con più vigore emergendo nei loro tratti distintivi, gli argomenti delle e-mail si fanno più intriganti e appassionanti. Il personaggio di Leo si impone e spicca per sensibilità e delicatezza, Emmi si rivela in tutta la sua fragilità. Il loro rapporto, anche se solamente virtuale, acquisisce un’aurea di romantico splendore. Bello il finale, spiazzante, ma probabilmente l’unico possibile.
    In conclusione, è un libro carino, originale nell’idea, di cui tutto sommato si può anche fare a meno. Peccato però, il titolo è proprio bello!

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    5

    L'Amore Virtuale..

    ..ho il groppone in gola per questo finale..fuori soffia il vento..e mi piace pensare sia il vento del Nord.. Chissà doponun finale del genere che notte straziante passerá Emmi..devo assolutamente leg ...continua

    ..ho il groppone in gola per questo finale..fuori soffia il vento..e mi piace pensare sia il vento del Nord.. Chissà doponun finale del genere che notte straziante passerá Emmi..devo assolutamente leggere il secondo..non puó finire così :( ..libro leggero..si legge d'un fiato..Leo é molto dolce..carino..e sensuale..lei un uragano e una gran rompi coglioni :) ..sono fatti per stare insieme..se solo fosse libera!!! :(

    ha scritto il 

  • 4

    Terminato un romanzo nero, cupo e piuttosto sanguinoso, cercavo una lettura d'evasione. Questo libro era proprio ciò che cercavo. Forse le quattro stelline sono un po' eccessive, ma l'ho trovato molto ...continua

    Terminato un romanzo nero, cupo e piuttosto sanguinoso, cercavo una lettura d'evasione. Questo libro era proprio ciò che cercavo. Forse le quattro stelline sono un po' eccessive, ma l'ho trovato molto carino, originale e soprattutto me lo sono letto tutto d'un fiato! Una volta arrivata alla fine, non ho potuto trattenermi dal cominciare subito il seguito.

    ha scritto il 

  • 5

    Emmi, mi scriva. Scrivere è come baciare, solo senza labbra. Scrivere è baciare con la mente.

    "No Emmi, lei non è una qualunque. Se c’è una che non è una qualunque, quella è lei. Non per me. Lei è come una seconda voce dentro di me che mi accompagna durante la giornata. Ha trasformato il mio m ...continua

    "No Emmi, lei non è una qualunque. Se c’è una che non è una qualunque, quella è lei. Non per me. Lei è come una seconda voce dentro di me che mi accompagna durante la giornata. Ha trasformato il mio monologo interiore in un dialogo. Arricchisce la mia vita interiore. Mette in discussione, insiste, parodia, entra in conflitto con me. Le sono grato per il suo umorismo, il fascino, la vitalità, sì persino per le sue cose di cattivo gusto....".

    La lettura scorre veloce, in questo botta e risposta via e-mail tra i due protagonisti... la trama è semplice, ma al tempo stesso originale , i personaggi e i loro "dialoghi" ti conquistano dalla prima pagina.
    Vivace, divertente, toccante, profondo, sensuale, sfacciato, ironico… un romanzo piccino che ti tiene avvinghiato il lettore fino al finale… non dirò altro ma voglio leggere il seguito al più presto.

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per