Le inchieste del commissario Collura

Di

Editore: Libreria dell'Orso (Storia e letteratura, 8)

3.3
(919)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 91 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8874150024 | Isbn-13: 9788874150021 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Disponibile anche come: Altri , Tascabile economico

Genere: Narrativa & Letteratura , Mistero & Gialli , Fantascienza & Fantasy

Ti piace Le inchieste del commissario Collura?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Dopo essere rimasto ferito nel corso di una sparatoria, il commissarioVincenzo (Cecè) Collura decide di trascorrere un periodo di convalescenza suuna nave da crociera. Il commissario si trova a indagare su una serie dipiccoli e divertenti gialli, aiutato da un fedele collaboratore, iltriestino Scipio Premuda. Il mistero del finto cantante, il fantasma apparsoin una cabina, lo scambio tra due gemelle, la comparsa di un cadaveresconosciuto, la bisca clandestina, il furto di preziosi gioielli: sonoalcune delle inchieste che Cecè conduce, seguendo il fiuto dello sbirro che hain comune con il famoso personaggio di Camilleri, Salvo Montalbano.
Ordina per
  • 3

    Il minimo indispensabile.

    Un libro che porta con se le regole imposte dal giornale insieme a cui era pubblicato ogni racconto.Storie che stimolano la lettura ma che hanno un epilogo senza quel qualcosa in più che lascia nel l ...continua

    Un libro che porta con se le regole imposte dal giornale insieme a cui era pubblicato ogni racconto.Storie che stimolano la lettura ma che hanno un epilogo senza quel qualcosa in più che lascia nel lettore quel senso di appagamento.C'è troppa fretta nel chiudere ogni racconto.

    ha scritto il 

  • 4

    E mi piace

    ... anche questo personaggio trasferito dalla terra alla via d'acqua salata, il Commissario (momentaneamente di bordo) Collura. In uno di quei condomini galleggianti che sono le navi da crociera, ries ...continua

    ... anche questo personaggio trasferito dalla terra alla via d'acqua salata, il Commissario (momentaneamente di bordo) Collura. In uno di quei condomini galleggianti che sono le navi da crociera, riesce, con un pò d'aiuto del suo secondo, più scafato ed avvezzo alle dinamiche che si creano durante le navigazioni, a sfruttare il suo fiuto e la sua capacità di osservazione per risolvere piccole e grandi crisi, misteri, truffe. Il tutto attraverso piccoli capitoli di vita di bordo, a volte presi in prestito direttamente alla vita reale di questo paese, a volte romanzi di storie più che plausibili di essere accadute sul serio. Alla fine di ogni capitolo, il commissario, stupito, ma forse non troppo, non smette di chiedersi quanto ci sia di vero in quel piccolo mondo in movimento confinato per un tempo prestabilito sull'isola di lamiera galleggiante, un mondo volutamente artefatto che poco ha a che fare con la vita di mare, ma è soltanto una parentesi vagamente vacanziera dalla vita terrestre.

    ha scritto il 

  • 2

    Gli otto racconti qui raccolti hanno come protagonista il commissario Cecè Collura e sono usciti sul quotidiano La Stampa, durante l'estate del 1998. Hanno la particolarità di essere stati scritti di ...continua

    Gli otto racconti qui raccolti hanno come protagonista il commissario Cecè Collura e sono usciti sul quotidiano La Stampa, durante l'estate del 1998. Hanno la particolarità di essere stati scritti di settimana in settimana, apposta per la scadenza di pubblicazione, eppure - leggendoli uno dopo l'altro - si tengono insieme e presentano una loro sostanza sia pure leggera. Sono tutti ambientati su una nave da crociera e questo accomuna Camilleri alla Christie, che in alcuni suoi romanzi sceglie di effettuare delle indagini poliziesche all'interno di un luogo esattamente delimitato dove, per contro, si ha la possibilità enorme di conoscere persone diversissime tra loro. Collura è il commissario di bordo, con compiti non da vero e proprio investigatore, ma trattandosi di un poliziotto momentaneamente a riposo, è alimentato da una buona dose di deformazione professionale, che lo direziona nelle indagini. Si tratta di storie di passeggeri in cui non conta tanto il disegno dei personaggio, quanto il fatto, l'episodio. Collura non somiglia per nulla a Montalbano, il quale, credo, si annoierebbe mortalmente in crociera, preferendo di gran lunga un peschereccio.

    ha scritto il 

  • 3

    Niente più di un divertissement (ma attenzione a DFW!)

    Brevi raccontini pubblicati precedentemente su "La Stampa". Si sente che non erano destinati ad essere raccolti in un libro, ma soltanto a fare da piacevole intrattenimento narrativo tra una pagina e ...continua

    Brevi raccontini pubblicati precedentemente su "La Stampa". Si sente che non erano destinati ad essere raccolti in un libro, ma soltanto a fare da piacevole intrattenimento narrativo tra una pagina e l'altra di un quotidiano.
    Da notare (per i fan di DFW come il sottoscritto) la presenza di un David Foster Wallace camuffato e italianizzato ("Davide Birolli) in uno dei racconti. In effetti quasi un dovere, data l'ambientazione crocieristica.

    ha scritto il 

  • 0

    Sembra, e forse è stata intesa come tale dall'A., una serie di "scherzi" in giallo.
    Una serie di brevissimi racconti centrati sulla figura di un investigatore anche lui siciliano, funzionario della Po ...continua

    Sembra, e forse è stata intesa come tale dall'A., una serie di "scherzi" in giallo.
    Una serie di brevissimi racconti centrati sulla figura di un investigatore anche lui siciliano, funzionario della Polizia di Stato ed acuto osservatore come il più famoso Montalbano.

    Meno convincente del suo più famoso collega ed un filo sfortunato perchè ne riprende dei tratti che sono oramai troppo caratterizzati e conosciuti, non riesce a sfondare come "personaggio" e rimane un episodio nel ciclo letterario dell'A.

    Per il resto trovo che Camilleri sia ripetitivo, a somiglianza di certi autori anglosassoni che, una volta centrato un personaggio, ci vivono sopra come fosse un vitalizio letterario. Buon per loro e tanti auguri per il pre-pensionamento della creatività.

    p.s.: confermo che trovo piuttosto irritante il "sicilianeggiante" di Camilleri.
    p.p.s.: confermo che trovo, insolitamente, molto più accattivante il "montalbano televisivo" di quello letterario!

    ha scritto il 

  • 3

    Certo che le avventure che possono verificarsi su una nave da crociera sono proporzionate all’ambiente e ai personaggi che vi interagiscono. Collura non manca di acume e pazienza ; ma è in formato ri ...continua

    Certo che le avventure che possono verificarsi su una nave da crociera sono proporzionate all’ambiente e ai personaggi che vi interagiscono. Collura non manca di acume e pazienza ; ma è in formato ridotto rispetto al più famoso collega Montalbano. La lettura è gradevole… nulla di più!

    ha scritto il 

  • 2

    Un'ora sola ti vorrei..., cantava non ricordo quale femmina del panorama musicale italiano.
    Collura per sessanta minuti tiene benissimo e svaga parecchio.
    Avete letto un mattonazzo ponderoso per conte ...continua

    Un'ora sola ti vorrei..., cantava non ricordo quale femmina del panorama musicale italiano.
    Collura per sessanta minuti tiene benissimo e svaga parecchio.
    Avete letto un mattonazzo ponderoso per contenuti e dimensioni?
    Vi sentite svacantati di voglia ed energie?
    Queste storielle alate, impalpabili e disimpegnate ben ricaricano le Duracell prima della sucessiva immersione negli oscuri anfratti della Letteratura.
    Camilleri come Giano bifronte: ora impegnato e grandioso, ora ammiccante, un po' ruffiano e leggero.
    Mica facile!

    ha scritto il 

  • 4

    Le inchieste...

    Quattro stelle al merito, questi miniraccontini, scritti per essere pubblicati sulla "Stampa", si faranno pure apprezzare ma non è che lascino il segno... da apprezzare veramente invece è la grandissi ...continua

    Quattro stelle al merito, questi miniraccontini, scritti per essere pubblicati sulla "Stampa", si faranno pure apprezzare ma non è che lascino il segno... da apprezzare veramente invece è la grandissima dote di sintesi del Maestro, che in pochissime righe riesce a condensare tutto quello che serve per rendere bene i vari scenari come dovesse scrivere chissà quale romanzo! Appunto! Onore al merito...

    ha scritto il 

  • 0

    Incipit

    Il commissario di bordo di nome faceva Vincenzo (per gli amici “Cecè”) e di cognome Collura.....

    http://www.incipitmania.com/incipit-per-titolo/i/le-inchieste-del-commissario-collura-andrea-camilleri- ...continua

    Il commissario di bordo di nome faceva Vincenzo (per gli amici “Cecè”) e di cognome Collura.....

    http://www.incipitmania.com/incipit-per-titolo/i/le-inchieste-del-commissario-collura-andrea-camilleri-incipit/

    ha scritto il 

Ordina per