Le lien maléfique

By

Editeur: Fleuve Noir

4.0
(1615)

Language: Français | Number of pages: 762 | Format: Paperback | En langues différentes: (langues différentes) English , Spanish , Italian , German

Isbn-10: 2265079642 | Isbn-13: 9782265079649 | Publish date: 

Translator: Annick Granger de Scriba

Aussi disponible comme: Others

Category: Fiction & Literature , Mystery & Thrillers , Science Fiction & Fantasy

Aimez-vous Le lien maléfique ?
Devenez membre de aNobii, voyez si vos amis l'ont lu et découvrez des livres du mème genre!

Inscrivez-vous gratuitement
Description du livre
Sorting by
  • 3

    Tranne poche accezioni il genere fantasy/horror non mi è particolarmente gradito, ancor più le trilogie che ritengo un inutile allungamento della storia a fini commerciali. Ho faticato parecchio nella ...continuer

    Tranne poche accezioni il genere fantasy/horror non mi è particolarmente gradito, ancor più le trilogie che ritengo un inutile allungamento della storia a fini commerciali. Ho faticato parecchio nella scelta, ma poi alla fine, anche su suggerimento del libraio, ho acquistato questo libro. Sin dalle prime pagine ho dovuto ricredermi sui miei preconcetti. L'A. narra la storia di Micheale Curry, un architetto molto bravo e quotato che, durante una passeggiata cade in acqua e rischia l’annegamento. Da qui comincia una vicenda straripante di sensualità in cui bisogna mettere da parte ogni pregiudizio. La Rice ci porta così a personaggi bellissimi e misteriosi, facendoci al contempo conoscere gli abissi della passione: conduce il lettore alla distruzione senza che si possa sottrarre al fascino del racconto.

    dit le 

  • 5

    bellissimo!

    Se si esclude una parte un po' noiosa dove viene descritta tutta la genealogia dei Mayfair... a parte questo il resto è sublime. uno dei miei libri preferiti di sempre!

    dit le 

  • 5

    streghe o scienziate? molto di più, esseri umani.

    Ho intrapreso questo viaggio alla scoperta delle streghe Mayfair, la leggendaria e potente quanto dannata famiglia Mayfair, a causa della mia curiosità nei confronti del personaggio della "strega". Pa ...continuer

    Ho intrapreso questo viaggio alla scoperta delle streghe Mayfair, la leggendaria e potente quanto dannata famiglia Mayfair, a causa della mia curiosità nei confronti del personaggio della "strega". Partendo da una narrazione apparentemente frammentaria di storie che avevano come filo conduttore solo la casa dei Mayfair a New Orleans e l'apparizione di un uomo sotto il suo portico, iniziamo a rimettere al loro posto alcuni tasselli di questa storia intricata. Nella prima parte del romanzo incontriamo soprattutto due personaggi fondamentali per l'evolversi della storia. Michael, imprenditore di origini irlandesi che in seguito ad un episodio di morte apparente ritornerà alla vita dotato di un misterioso potere comprendente visioni e dialoghi con gli spiriti dei defunti. Troviamo poi Rowan, erede ignara non solo della maestosa residenza Mayfair ma di una responsabilità che minaccerà di schiacciarla. Le streghe in tutto questo? Le troviamo nella seconda parte del libro, in cui sotto forma di dossier ci viene presentata la storia e la tragica fine di tutte le streghe Mayfair così da comprendere l'origine del loro potere e della loro maledizione. Protagonista sempre presente nonostante la sua apparente assenza, il demone Lasher e il suo diabolico piano di entrare nel nostro mondo, piano che coinvolgerà Rowan, l'ultima e più potente strega della famiglia. Ho trovato intrigante il connubio tra stregoneria e moderna ingegneria genetica, come se la figura della strega perseguitata nei secoli scorsi, non fosse altro che la forma antecedente e primitiva del moderno dottore. In fondo come le donne bruciate sul rogo e ritenute pazze oltre che blasfeme, anche chi si dedica a progetti medici ambiziosi come quelli descritti deve possedere una componente di follia. Infine il tema della predestinazione. L'ho trovato un po' forzato, è presente soprattutto verso la fine come se fosse un'idea scollegata dal resto della narrazione e aggiunta solo all'ultimo. Per il resto bella storia, soprattutto quella riguardante tutti i Mayfair nel corso dei secoli.

    dit le 

  • 4

    I primi capitoli sono un po' pesanti, ma appena la storia prende il via...wow! Non amo moltissimo la Rice, mi piacciono solo cose qua e là, ma questa è una di quelle. L'ho trovato un libro carico di a ...continuer

    I primi capitoli sono un po' pesanti, ma appena la storia prende il via...wow! Non amo moltissimo la Rice, mi piacciono solo cose qua e là, ma questa è una di quelle. L'ho trovato un libro carico di atmosfera, coinvolgente anche nell'infinito albero genealogico dei Mayfair e capace di farti amare, o odiare, i personaggi e la Casa con la "c" maiuscola perchè è quasi un personaggio a sè. Non si trovano spesso libri così corali dove ogni personaggio sembra lì lì per saltar fuori dalle pagine, unica nota dolente la fine che ho trovato francamente scontata, capisco che serviva il gancio per il prossimo libro però dopo tanto sforzo avrei gradito qualcosa di meno telefonato.

    dit le 

  • 5

    Imperdibile

    Che dire, sono senza parole; adoro Anne Rice sin da "Intervista col vampiro" ma questo romanzo supera tutte le aspettative.
    Spesso rimango delusa dai romanzi sulle streghe perchè cadono quasi sempre n ...continuer

    Che dire, sono senza parole; adoro Anne Rice sin da "Intervista col vampiro" ma questo romanzo supera tutte le aspettative.
    Spesso rimango delusa dai romanzi sulle streghe perchè cadono quasi sempre nei soliti clichè, invece questo è straordinario... leggere mille pagine senza accorgersene!
    Anne Rice è la regina del new gothic!!!

    dit le 

  • 5

    Capolavoro

    Stupendo! la storia delle mitiche streghe Mayfair! una storia piena di intrighi, scritta benissimo che mette angoscia! un mondo irreale ma cosi reale! stupendo!

    dit le 

  • *** Ce commentaire dévoile des détails importants de l\'intrigue ! ***

    5

    CAPOLAVORO REALE

    Per quanto il mondo di Anne Rice sia surreale, fantascientifico, magico sotto certi aspetti, riesce sempre a riportare e catapultare il lettore in una realtà oggettiva, vera e attuale. In questa saga, ...continuer

    Per quanto il mondo di Anne Rice sia surreale, fantascientifico, magico sotto certi aspetti, riesce sempre a riportare e catapultare il lettore in una realtà oggettiva, vera e attuale. In questa saga, o meglio "primo volume", questo dato si può assaporare in ogni singolo racconto, di ogni singolo personaggio. I nomi poi... uno più bello dell'altro. Mi ha fatto sognare, mi ha rapito. Leggere ogni singola vita mi ha legato ad ogni personaggio, tanto da piangere e sorridere quando per ognuno toccava la morte o la vita.
    Unico punto dolente è la lunghezza: certi capitoli sono infiniti e lenti e ripetitivi. Diciamo che questo è un famoso difetto di Mrs. Rice, ma è anche uno stile che la contraddistingue. Quando trovi un capitolo di 50 pagine puoi solo pensare "ok... è la Rice!" :D
    Ma a parte questo, l'attuale libro è un vero e proprio manuale, diario, senza il quale la storia non potrebbe esistere. Rowan come personaggio mi ha deluso non poco. Il mio amore va ad altre streghe che nel corso della storia verranno ben rivalutate dal lettore.
    Buona lettura a tutti.

    dit le 

  • 3

    Quello che ammiro della Rice è il modo in cui fa vivere i personaggi, gli intrecci di parentela, come descrive ogni figura senza mai ripetersi... e in questo libro di personaggi ce ne sono davvero mol ...continuer

    Quello che ammiro della Rice è il modo in cui fa vivere i personaggi, gli intrecci di parentela, come descrive ogni figura senza mai ripetersi... e in questo libro di personaggi ce ne sono davvero molti. Riesce a farti affezionare a tutti loro, a dargli spessore anche se compaiono per sole due righe. Scivola un pò troppo sul romanticismo smielato per i miei gusti. Sicuramente preferisco la serie dei vampiri.

    dit le 

  • *** Ce commentaire dévoile des détails importants de l\'intrigue ! ***

    3

    Può sembrare una normale seppur romantica storia d'amore quella tra Rowan Mayfair e Michael Curry, medico chirurgo lei e sognante architetto lui. Il fato ha voluto che si conoscessero in circostanza i ...continuer

    Può sembrare una normale seppur romantica storia d'amore quella tra Rowan Mayfair e Michael Curry, medico chirurgo lei e sognante architetto lui. Il fato ha voluto che si conoscessero in circostanza insolite: lui stava annegando e lei, prontamente, l'ha salvato riportandolo in vita. Sembra il preludio perfetto all'amore eterno.
    Peccato che lei faccia parte di una famiglia millenaria di streghe, ed anche abbastanza incavolate col mondo. Peccato che lui abbia poteri psichici così forti da attrarre i membri della Talamasca, un ordine che studia i fenomeni soprannaturali. Entrambi hanno inoltre in comune la capacità di vedere Lashter, uno spirito maligno che più maligno non si può.
    Riuscirà l'amore a sconfiggere il mostro? Riuscirà il bene a vincere la lotta col male? Riusciranno a non uccidere nessuno, streghe comprese?

    Ammetto che le 900 e più pagine al primo impatto mi avevano preoccupato, e non poco. Mi aspettavo un mattone lungo e pesante ed ero già pronta a prendermela con chiunque mi parlasse ancora di streghe. Ed invece mi ha piacevolmente sorpreso!
    Certo, la scrittura della Rice non è di quelle più semplici in assoluto - e difatti a metà libro si perde in lungaggini assurde spiegando vita, morte e miracoli di tutte le streghe appartenenti alla famiglia Mayfair, ovvero 1000 anni di biografie! - ma la trama principale è talmente intrigante che anche quel mapazzone centrale scorre abbastanza velocemente. Mi è piaciuto anche il collegamento con l'Ordine del Talamasca, presente anche nella saga delle Cronache dei vampiri - ci ho impiegato un po' a ricordarmelo ma il nome non mi era per nulla nuovo.

    Unica pecca: è il primo volume di una trilogia.
    Quindi ora mi toccherà cercare i seguiti!

    dit le 

  • 4

    stenta a partire, stenta a decollare, poi il mistero s'infittisce ma, un susseguirsi di troppi flashback su un mucchio di personaggi, tende a mandare in confusione; ciò rende questo libro una lettura ...continuer

    stenta a partire, stenta a decollare, poi il mistero s'infittisce ma, un susseguirsi di troppi flashback su un mucchio di personaggi, tende a mandare in confusione; ciò rende questo libro una lettura da farsi con pazienza, attenzione, animo rilassato, carta e penna per prendere appunti (se non ci si può avvalere della funzione evidenziatore degli ebook). tornando al romanzo, la rice sa sempre come emozionare lasciando il lettore immergersi nelle vicende da lei raccontate in maniera estasiante.
    al terzo tentativo ho finito questo libro e non solo ne è valsa la pena, ma dal modo in cui finisce è inevitabile leggere il seguito!

    dit le 

Sorting by