Le piccole virtù

Di

Editore: La Stampa (Collezione d'autore )

4.1
(648)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 116 | Formato: Tascabile economico | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo

Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Altri , Paperback , Copertina morbida e spillati , CD audio , Copertina rigida

Genere: Biografia , Narrativa & Letteratura , Storia

Ti piace Le piccole virtù?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Suppl. al quotidiano La Stampa
Ordina per
  • 4

    Un libro "serio" ma ricco di riflessioni

    “Ognuno si sforza sempre di indovinare cosa fanno gli altri e si tormenta sempre a immaginare la verità e si muove come un cieco nel suo mondo oscuro tastando a caso le pareti e gli oggetti.”

    Può semb ...continua

    “Ognuno si sforza sempre di indovinare cosa fanno gli altri e si tormenta sempre a immaginare la verità e si muove come un cieco nel suo mondo oscuro tastando a caso le pareti e gli oggetti.”

    Può sembrare un libro "rassegnato" – la descrizione della vita dopo la guerra, le consuetudini della quotidianità e dei rapporti sociali - eppure è un libro "ricco".
    Amo copiare in un quadernetto le frasi che più mi toccano di un libro. In questo caso, essendo l'audiolibro letto dalla Mezzogiorno, ho dovuto prendere appunti in fretta, ma spesso.
    Ci sono molti punti in cui le sue considerazioni sono molto attuali, in particolare sull'educazione: "È falso che essi abbiano il dovere, di fronte a noi, d'esser bravi a scuola e di dare allo studio il meglio del loro ingegno. Il loro dovere di fronte a noi è puramente quello, visto che li abbiamo avviati agli studi, di andare avanti. Se il meglio del loro ingegno vogliono spenderlo non nella scuola, ma in altra cosa che li appassioni"

    ha scritto il 

  • 5

    Piccolo capolavoro, che intendo rileggere al più presto:
    "...Per quanto riguarda l'educazione dei figli, penso che si debbano insegnar loro non le piccole virtù, ma le grandi. Non il risparmio, ma la ...continua

    Piccolo capolavoro, che intendo rileggere al più presto:
    "...Per quanto riguarda l'educazione dei figli, penso che si debbano insegnar loro non le piccole virtù, ma le grandi. Non il risparmio, ma la generosità e l'indifferenza al denaro;
    non la prudenza, ma il coraggio e lo sprezzo del pericolo; non l'astuzia, ma la schiettezza e l'amore alla verità; non la diplomazia, ma l'amore al prossimo e l'abnegazione, non il desiderio del successo, ma il desiderio di essere e di sapere..."
    [...]
    "...Quello che deve starci a cuore, nell'educazione, è che nei nostri figli non venga mai meno l'amore alla vita. Esso può prendere diverse forme, e a volte un ragazzo svogliato, solitario e schivo non è senza amore per la vita, né oppresso dalla paura di vivere, ma semplicemente in stato di attesa, intento a preparare se stesso alla propria vocazione. E che cos'è la vocazione d'un essere umano, se non la più alta espressione del suo amore per la vita?..."

    ha scritto il 

  • 5

    E poi scopri lei. Una donna che ti parla come se ti sedesse accanto. Che ti racconta il mondo, la vita, i rapporti con semplicità e profondità insieme. E non credevi di poterti innamorare ancora così ...continua

    E poi scopri lei. Una donna che ti parla come se ti sedesse accanto. Che ti racconta il mondo, la vita, i rapporti con semplicità e profondità insieme. E non credevi di poterti innamorare ancora così di un libro. E invece niente. Sei innamorata.

    ha scritto il 

  • 5

    La naturalezza, la grazia e l'intelligenza di NG sono un unicum irripetibile. La bellezza della scrittura veicola senza manierismi il giudizio sull'universo mondo. Una raccolta di articoli che non ha ...continua

    La naturalezza, la grazia e l'intelligenza di NG sono un unicum irripetibile. La bellezza della scrittura veicola senza manierismi il giudizio sull'universo mondo. Una raccolta di articoli che non ha perso nulla della sua forza originaria. In ogni caso basta il ricordo di Cesare Pavese per rendere questa lettura fondamentale.

    ha scritto il 

  • 4

    "Lui e io" è tanto semplice e innocente quanto originale.
    Il ritratto di Pavese con poche semplici naturali frasi colpisce in pieno il bersaglio. Pavese, a cui era rimasto da conquistare la realtà quo ...continua

    "Lui e io" è tanto semplice e innocente quanto originale.
    Il ritratto di Pavese con poche semplici naturali frasi colpisce in pieno il bersaglio. Pavese, a cui era rimasto da conquistare la realtà quotidiana…
    "Il mio mestiere" è una delicata perla, dichiarazione d’amore e fedele passione di un umile artigiano.
    Coraggioso e profondo l’antagonismo tra piccole e grandi virtù ne "Le piccole virtù". Un piccole grande trattato educativo.

    ha scritto il 

  • 4

    Queste undici pillole di saggezza furono pubblicate sul Corriere della Sera e su altri quotidiani e riviste a partire dal 1944, successivamente raccolte in un volume arricchendole dall'inedito "lui ed ...continua

    Queste undici pillole di saggezza furono pubblicate sul Corriere della Sera e su altri quotidiani e riviste a partire dal 1944, successivamente raccolte in un volume arricchendole dall'inedito "lui ed io". Sono episodi della sua giovinezza, indimenticabili in cui emergono i diversi temi della nostra vita: amicizia, vergogna della guerra, amore nelle sue più profonde sfaccettature e conflitti, ed infine il sentimento intenso e violento di attrazione che turbò l’equilibrio psichico e la capacità di discernimento e di controllo dell'A. per il proprio lavoro. E' un saggio breve tra biografia e reportage in cui in una parte racchiude l'omaggio che l'autrice tributa a Cassola. Una nota: è di questi giorni la barbarie accaduta a Roma di due ragazzi che dopo aver speso ingenti somme di denaro in droga e alcool hanno voluto provare cosa volesse dire uccidere. Mi è subito tornato in mente il piccolo testo della Ginzburg, "Le piccole virtù", piccolo gioiello della nostra letteratura, uno di quei libri che ogni educatore, genitore e non, dovrebbe leggere ed assimilare. E' stata una riscoperta rileggerlo dopo così tanto tempo perché l'ho apprezzato moltissimo soprattutto per chi ha a cuore i ragazzi, i propri figli, ma anche il futuro di questo nostro mondo che i nostri ragazzi saranno i protagonisti a breve. Le parole e i pensieri della Ginzburg sono più che mai attuali: "Per quanto riguarda l'educazione dei figli, penso si debbano insegnare loro non le piccole virtù, ma le grandi. Non il risparmio, ma la generosità e l'indifferenza al denaro; non la prudenza, ma il coraggio e lo sprezzo del pericolo; non l'astuzia, ma la schiettezza e l'amore alla verità; non la diplomazia, ma l'amore al prossimo l'abnegazione; non il desiderio al successo, ma il desiderio di essere e sapere". Ecco, di solito noi genitori ci affrettiamo ad insegnare il rispetto per le piccole virtù scegliendo, in questo modo, la via più comoda ...

    ha scritto il 

  • 3

    3 stelline e mezzo
    Questi scritti sono piccoli regali che Natalia Ginzburg ci fa. Alcuni possono piacere di più, altri meno, ma non per questo non sono autentici e vivi.
    Ritratto di un amico, dedicato ...continua

    3 stelline e mezzo
    Questi scritti sono piccoli regali che Natalia Ginzburg ci fa. Alcuni possono piacere di più, altri meno, ma non per questo non sono autentici e vivi.
    Ritratto di un amico, dedicato a Cesare Pavese, è quanto più può esserci di meraviglioso in una descrizione.

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per