Lo strano caso del dottor Jekyll e del signor Hyde

Di

Editore: Rizzoli (BUR Grandi classici)

4.0
(14210)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 109 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Chi tradizionale , Spagnolo , Tedesco , Francese , Catalano , Giapponese , Portoghese , Galego , Svedese , Polacco , Ceco , Esperanto , Greco

Isbn-10: 8817059722 | Isbn-13: 9788817059725 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Oreste Del Buono ; Prefazione: Oreste Del Buono

Disponibile anche come: Altri , Copertina rigida , Tascabile economico , CD audio , Copertina morbida e spillati , eBook

Genere: Narrativa & Letteratura , Mistero & Gialli , Fantascienza & Fantasy

Ti piace Lo strano caso del dottor Jekyll e del signor Hyde?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Il dottor Jekyll, medico stimato e rispettabile, ultimamente ha un comportamento strano: rifugge la compagnia degli amici di sempre e frequenta un certo signor Hyde, individuo di estrema malvagità e aspetto ripugnante. Ma perché il medico fa testamento in suo favore? Chi è davvero il misterioso Hyde? Ambientata in una Londra allucinata e circospetta - in città è attivo Jack lo Squartatore - questa fantasia nera di Stevenson ha dato corpo e nome all'idea della doppia personalità. Lo sventurato Jekyll, che con le sue polveri e i suoi alambicchi cerca la possibilità di darsi al vizio senza sentire rimorso, è simbolo e vittima dell'ipocrisia sociale.
Ordina per
  • 0

    La storia viene narrata dall'avvocato Utterson uomo coraggioso e dedito all’amicizia con il Dottor Jekyll che preoccupato per la sua sorte inizia ad indagare. Quello che viene a scoprire è qualcosa di ...continua

    La storia viene narrata dall'avvocato Utterson uomo coraggioso e dedito all’amicizia con il Dottor Jekyll che preoccupato per la sua sorte inizia ad indagare. Quello che viene a scoprire è qualcosa di inquietante e di pericoloso. Jakyll non è più lui c'è qualcun altro che lo accompagna Hyde... i ritmi della narrazione sono serrati, le descrizioni precise e minuziose per farci comprendere meglio l'animo umano, un romanzo davvero intrigante.
    Classico della letteratura, questo breve romanzo riesce a trasmettere nel migliore dei modi il concetto su cui si basa: lo sdoppiamento di personalità. In un susseguirsi di episodi sempre più inquietanti si svolge storia del dr. Jekyll, medico scienziato che nasconde la sua eccezionale scoperta. Bel romanzo che, ha gettato le basi, a mio parere, per tutto ciò che riguarda gran parte della letteratura thriller e horror moderna.
    Che in tutti noi ci sia un lato oscuro questo è noto. Molte volte mi è capitato di sentirmi un'altra persona perchè quella che sono a volte non mi piace o a volte non ha il coraggio di essere se stessa. In questo romanzo mi ci sono ritrovata proprio per questi motivi.

    ha scritto il 

  • 5

    Indimenticabile

    In balia di questi temporali per niente estivi mi è tornata la voglia di riprendere in mano un vecchio classico, letto anni fa. Il libro in questione si intitola Lo strano caso del dottor Jekyll e del ...continua

    In balia di questi temporali per niente estivi mi è tornata la voglia di riprendere in mano un vecchio classico, letto anni fa. Il libro in questione si intitola Lo strano caso del dottor Jekyll e del signor Hyde (The Strange Case of Dr. Jekyll and of Mr. Hyde) di Robert Louis Stevenson. La trama è incentrata sullo sdoppiamento della personalità di un dottore londinese, il dottor Jekyll, il quale –dopo aver ingerito una sostanza di sua invenzione- si trasforma nel terribile Hyde, una creatura che incarna l’essenza della sua malvagità. Hyde comincia a macchiarsi gradualmente di crimini orribili dei quali Jekyll sarà all’oscuro fin quando non porrà fine all’incubo mettendo fine alla propria esistenza. Sebbene possa sembrare un giallo qualsiasi il cui scopo è sciogliere tutti i nodi creatosi attraverso i delitti della creatura, la riflessione più accurata fatta da Stevenson su ciò che si cela nell’animo umano tramite un semplice esempio ha dello straordinario. Le sfumature gotiche sono ben visibili man mano che si entra nel cuore del romanzo. Per essere un romanzo pubblicato nel 1886, Stevenson risulta comunque attuale. Uno di quegli autori intramontabili con i quali le future generazioni dovrebbero entrare a contatto.

    «Ogni giorno, e secondo i due impulsi del mio animo, morale e intellettuale, io mi avvicinai così a quella verità, la scoperta parziale della quale mi ha trascinato a una così orribile catastrofe: e cioè che l’uomo non è in verità unico ma duplice.»

    Schiavo di se stesso, Jekyll sa di non essere in grado di dividere la sua parte razionale da quella più istintiva e perfida, il dottore comprende di non poter far altro che trasformarsi in Hyde e stavolta in maniera definitiva. Fare i conti con una realtà del genere lo mette a dura prova tanto da trovarsi di fronte a un bivio: costituirsi o mettere fine alla sua esistenza. E purtroppo per il medico la scelta che compie è quella più tragica.
    L’originalità di Stevenson sta proprio nella scelta di far coincidere bene e male nello stesso essere, sviluppando un filo narrativo più introspettivo e carico di riflessioni con cui prima o poi siamo destinati a convivere ed è per questo che non smetterò mai di rileggerlo.

    ha scritto il 

  • 4

    Pur essendo un racconto che si basa su una fantasia, quella di un uomo che bevendo una pozione può far venir fuori la parte più malvagia di sé, trasmette un'inquietudine che a tratti fa venire i brivi ...continua

    Pur essendo un racconto che si basa su una fantasia, quella di un uomo che bevendo una pozione può far venir fuori la parte più malvagia di sé, trasmette un'inquietudine che a tratti fa venire i brividi, e non so se sia un aspetto positivo o meno di questo libro.

    ha scritto il 

  • 5

    L'uomo non è in verità uno ma duplice

    Meglio essere buoni, onesti, rispettabili e di buone maniere oppure egoisti, cattivi, viziosi e incuranti del giudizio del prossimo? E se i due comportamenti in realtà coesistessero in noi? La nostra ...continua

    Meglio essere buoni, onesti, rispettabili e di buone maniere oppure egoisti, cattivi, viziosi e incuranti del giudizio del prossimo? E se i due comportamenti in realtà coesistessero in noi? La nostra moralità sarebbe intaccata se sapessimo che il nostro io peggiore fa cose ignobili?

    Nella nebbiosa Londra un rispettabile medico, il dottor Jekyll, sperimenta su di sé una pozione di sua invenzione che lo fa trasformare nel signor Hyde, creatura che si macchia di orrendi delitti.

    La trama è incentrata sul tema del doppio, ossia la contrapposizione nell'uomo di due nature diverse, che coesistono in equilibrio instabile. Il signor Hyde è il rovescio della stessa medaglia, il Dottor Jekyll stesso, come il bene ed il male, che sono sempre presenti in noi. Il signor Hyde assume fattezze diverse, una statura più bassa proprio per questo, perché è solo una "parte" del dottor Jekyll. E fa orrore perché rappresenta solo il male e per questo poco umano, poiché nessuno ha un animo solamente cattivo e maligno. Curioso il fatto che le fattezze del signor Hyde siano descritte scimmiesche, come se nell'uomo, nel lasciar prevalere il lato oscuro di sé, ci fosse una tendenza alla regressione evolutiva; questo, visto che la teoria darwiniana era appena stata enunciati, contribuì sicuramente ad aumentare l'impatto del tomanzo sui lettori dell'epoca.

    "Il lato perverso della mia natura, era meno sviluppato del lato buono di cui m'ero spogliato; e con questo si spiega il fatto che Edward Hyde era tanto più basso e giovane di Henry Jekyll. Come la bontà splendeva nell'aspetto dell'uno, così la depravazione era scritta sul volto dell'altro. Il male (che credo sia la parte mortale dell'uomo) lasciava su quel corpo un'impronta di deformità e di decadenza. Eppure, guardando quella brutta immagine allo specchio, non provavo alcuna ripugnanza, ma un moto di soddisfazione. Anche questo ero io."

    "Lo strano caso del Dottor Jekyll e Mr. Hyde" è un romanzo del 1886, il cui soggetto, forse per essere stato ripreso così tante volte dal cinema, è estremamente famoso. Inevitabilmente il mio interesse nella lettura è stato limitato dalla conoscenza del soggetto, visto che era un po' come rileggere per la decima volta lo stesso libro. Il romanzo in ogni modo è scritto in modo mirabile nei tempi, nelle descrizioni, nel non detto e nella tensione che riesce a creare. Le cinque stelle premiano soprattutto la fantasia di questo autore che ha creato un genere con un testo ancora splendido a distanza di centotrent'anni.

    Nella nostra solitudine, un altro dei temi del libro, siamo continuamente combattuti tra comportamenti positivi e negativi, attitudini che prendono alternativamente il sopravvento. Sappiamo cosa è male e cosa è bene e tendenzialmente scegliamo quest'ultimo, per poi però agire diversamente. Forse il male è più interessante del bene?

    "Come succede alla maggior parte dei miei simili, finii anch'io per scegliere la parte migliore di me, ma non ebbi la forza sufficiente per mantenere questa scelta"

    ha scritto il 

  • 4

    Il simbolo più comune della lotta fra bene e male.

    Una lettura ormai divenuta classica, rifatta e menzionata in tutte le salse possibili ma la vera storia è questa qui.
    Henry Jekyll, un dottore che fa del suo lavoro il suo punto di partenza per le sue ...continua

    Una lettura ormai divenuta classica, rifatta e menzionata in tutte le salse possibili ma la vera storia è questa qui.
    Henry Jekyll, un dottore che fa del suo lavoro il suo punto di partenza per le sue buone azioni quotidiane, un uomo pacato e tranquillo con una vita serena, nasconde un alter ego dentro di sé che è, ovviamente, l'opposto di quello che crede che lui sia. Si chiama Edward Hyde ed è non solo, simbolicamente, il mostro di Jekyll: è colui che si abbassa di fronte ai gesti e ai desideri umani più meschini, rivoltanti e ignobili e li mette in atto.
    La dura, perenne, estenuante guerra che Jekyll compie per tenere a bada Hyde è destinata a fallire: quest'ultimo compirà azioni "di dubbia legalità" (passatemi queste parole) usando Jekyll come nascondiglio dalla forca.
    Altro protagonista importante è l'avvocato Utterson, voce narrante e amico intimo di Jekyll: tenterà di capire e arrivare ad un senso logico al cambiamento così strano e repentino del suo tranquillo amico bonario, solare e dai modi affabili che costituiva la figura del Dottore prima della comparsa vivente del suo male più interiore.

    L'eterna lotta fra bene e male, la lotta dell'Io più profondo ed oscuro, l'abbassarsi a certe azioni e gesti che ci rendono inevitabilmente poco umani e più mostri, essi sono solo alcuni dei temi principali e generalizzati di questo breve romanzo che Robert Louis Stevenson ci ha donato dopo L'isola del tesoro. Un altro capolavoro della letteratura inglese dell'Ottocento che è approdata a noi e si è preso il meritato posto nella categoria dei grandi classici stranieri.
    Una favola macabra, misteriosa e thriller che rende partecipe l'uomo della presenza delle sue mille sfaccettature alle quali, prima o poi, potrebbe soccombere.
    Lettura consigliata a tutti!

    ha scritto il 

  • 4

    Classico della letteratura, questo breve romanzo riesce a trasmettere nel migliore dei modi il concetto su cui si basa: lo sdoppiamento di personalità. In un susseguirsi di episodi sempre più inquieta ...continua

    Classico della letteratura, questo breve romanzo riesce a trasmettere nel migliore dei modi il concetto su cui si basa: lo sdoppiamento di personalità. In un susseguirsi di episodi sempre più inquietanti si dipana la, oramai celeberrima, storia del dr. Jekyll, medico scienziato che nasconde la sua eccezionale scoperta. Bel romanzo che, ovviamente all'epoca della pubblicazione, deve aver intrigato e sconvolto più di un lettore e che ha gettato le basi, a mio parere, per tutto ciò che riguarda gran parte della letteratura thriller e horror moderna.

    ha scritto il 

  • 4

    Che in tutti noi ci sia un lato oscuro questo è noto. Molte volte mi è capitato di sentirmi un' altra persona perchè quella che sono a volte non mi piace o a volte non ha il coraggio di essere se stes ...continua

    Che in tutti noi ci sia un lato oscuro questo è noto. Molte volte mi è capitato di sentirmi un' altra persona perchè quella che sono a volte non mi piace o a volte non ha il coraggio di essere se stessa. In questo romanzo mi ci sono ritrovata proprio per questi motvi. La storia viene narrata dall'avvocato Utterson uomo coraggioso e dedito all amicizia con il Dottor Jekyll che preoccupato per la sua sorte inizia ad indagare. Quello che viene a scoprire è qualcosa di inquietante e di pericoloso. Jakyll non è più lui c'è qualcun altro che lo accompagna Hyde... i ritmi della narrazione sono serrati, le descrizioni precise e minuziose per farci comprendere meglio l'animo umano, un romanxzo davvero intrigante... ma alla fine si poptrà tornare indietro una volta scoperto Hyde?

    ha scritto il 

  • 5

    In un quartiere della Londra del XIX secolo vive uno stimato scienziato e benefattore di nome Henry Jeckyll. Negli ultimi tempi i suoi amici più stretti scorgono nella sua integerrima figura una stran ...continua

    In un quartiere della Londra del XIX secolo vive uno stimato scienziato e benefattore di nome Henry Jeckyll. Negli ultimi tempi i suoi amici più stretti scorgono nella sua integerrima figura una strana tendenza e soggezione nei confronti di un personaggio oscuro e sfuggente, tal Edward Hyde. Questo inesplicabile mistero porta con sé i segreti di un'eccezionale scoperta scientifica.

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per