Los hombres que no amaban a las mujeres

By

Publisher: Destino

4.2
(24824)

Language: Español | Number of Pages: 672 | Format: Others | In other languages: (other languages) Swedish , German , Norwegian , French , Italian , English , Catalan , Chi traditional , Portuguese , Dutch , Czech , Danish , Finnish , Chi simplified , Turkish , Hungarian , Polish , Greek

Isbn-10: 8423342190 | Isbn-13: 9788423342198 | Publish date: 

Also available as: Paperback , Hardcover , Mass Market Paperback

Category: Crime , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Do you like Los hombres que no amaban a las mujeres ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Un estuche que incluye el primer volumen de la trilogía de Stieg Larsson y el DVD de la película Los hombres que no amaban a las mujeres. Millennium 1 El protagonista de Los hombres que no amaban a las mujeres se llama Mikael. Ha trabajado durante mucho tiempo en una revista de sociología y de economía. Ese es su único currículo como «investigador». Sin embargo, en el ocaso de su vida recibe un encargo sorprendente. Un hombre llamado Henrik Vanger le pide que investigue una desaparición que se remonta muy atrás en el tiempo. La de su sobrina, que quizás fue asesinada. En cualquier otro momento de su vida Mikael, que ha sido una auténtica estrella del periodismo, hubiera renunciado, pero éste no es un momento cualquiera. Mikael tiene problemas con la justicia, está vigilado y encausado por una querella por difamación y calumnia. Detrás de la querella está un gran grupo industrial que amenaza con derrumbar su carrera y destruir su reputación. De manera que se hace ayudar por Lisbeth Salander. Lisbeth es una mujer turbadora, incontrolable, socialmente inadaptada, con todas las partes del cuerpo o bien tatuadas o bien perforadas por piercings. Pero tiene extraordinarias cualidades como investigadora, entre ellas una excelente memoria fotográfica y un extraordinario dominio informático que le permitirán encontrar lo inencontrable.
Sorting by
  • 5

    亨利范耶爾每年都會收到押花作為生日禮物,如同30 年前失蹤的16 歲姪女海莉送他的一樣。多年來他一直調查姪女的下落,卻毫無斬獲,在自覺生命即將終結時,請來財經記者布隆維斯特以撰寫家族史之名,調查海莉的失蹤之謎。

    以女性遭受到暴力的社會問題為背景,故事劇情緊湊,人物的感覺很也鮮明,布隆維斯特的調查員莎蘭德特別讓人印象深刻,也有一種特別的魅力。

    said on 

  • 4

    Ne ho sentito così tanto parlare che pensavo di essere l'unica a non averlo ancora letto. l'ho trovato avvincente , se escludiamo le prime pagine in cui le teorie economiche sono un pochino noiose. p ...continue

    Ne ho sentito così tanto parlare che pensavo di essere l'unica a non averlo ancora letto. l'ho trovato avvincente , se escludiamo le prime pagine in cui le teorie economiche sono un pochino noiose. personalmente avrei sprecato meno pagine sull'argomento finanza e qualcuna in più sulla soluzione del mistero. ma tutto sommato la lettura è stata piacevole e sicuramente leggerò tutta la trilogia

    said on 

  • 1

    Quando leggo che questo tipo di libri rientra fra i bestseller perdo fiducia nel genere umano.

    Sì, l'ho odiato.
    L'autore non conosce la differenza fra un libro giallo/thriller e un libro di fantascienza.
    La scrittura è piatta, i personaggi sono inconsistenti (sì, sono edotta del fatto che sia u ...continue

    Sì, l'ho odiato.
    L'autore non conosce la differenza fra un libro giallo/thriller e un libro di fantascienza.
    La scrittura è piatta, i personaggi sono inconsistenti (sì, sono edotta del fatto che sia una trilogia ma questo non significa che si possa sorvolare sulla caratterizzazione dei personaggi nel primo libro), la trama è un trip senza senso che ti annoia per 300 pagine, risolve il mistero in dieci e le ultime 100 sono uno sproloquio che non c'entra una ceppa con la storia.
    Ma poi basta, BASTA!, con queste storie la cui risoluzione avviene grazie a un deus ex machina lontano mille miliardi di miglia da dove si sono svolti i fatti dai quali tutta la narrazione ha origine.
    Ma poi basta, BASTA!, con questi nerd, o presunti tali, che si scoprono essere in realtà dei geni.
    Ma poi basta, BASTA!, con queste cd. Storie d'amore che non servono, NON SERVONO!, trattandosi di un giallo/thriller, messe lì tanto per fare, perché un po' di "romance" fa sempre sentire a casa il lettore.
    Ma poi basta, BASTA!, con questi ficoni tombeur-de-femmes, perché se ne avessi voluti avrei letto NON-CERTO-UN-GIALLO-MA-UN-HARMONY.
    Ci sono altre mille cose che non mi sono piaciute, ma mi annoio a morte a riportarle.
    Il giallo si costruisce passo per passo con intelligenza, e con altrettanta intelligenza si deve risolvere, CIOÈ-NON-COME-È-STATO-FATTO-IN-QUESTO-LIBRO.

    said on 

  • 5

    Recensione in inglese e in italiano!
    I love Stieg Larsson and I love " The Girl With the Dragon Tattoo , The Girl Who Played With Fire and The Girl Who Kicked the Hornets' Nest".
    I devoured this trilo ...continue

    Recensione in inglese e in italiano!
    I love Stieg Larsson and I love " The Girl With the Dragon Tattoo , The Girl Who Played With Fire and The Girl Who Kicked the Hornets' Nest".
    I devoured this trilogy in a week! Now I want to see the movies. I've watched the first.
    I loved the fact that there is a lot of stories that weave together but the author didn't leave anything to chance.

    Lisbeth Salander
    It is impossible not to love her. She is strong, smart but also weak and a in need of love.

    Mikael Blomkvist
    I loved also this protagonist. He is combative and he is a protector of the good journalism but he is a womanizer and a playboy.

    --- In italiano---
    Amo Stieg Larsson e amo la trilogia di Millennium! L'ho divorata in nemmeno una settimana. Ora voglio vedere i film -il primo l'ho già visto!
    L'autore ha intrecciato più storie, sviluppandole tutte e non lasciando niente al caso. E questo è ciò che mi è piaciuto di più! Anche i due protagonisti -Lisbeth Salander e Mikael Blomkvist- mi sono piaciuti molto.
    Lei perché è forte, furba, stronza, ma al tempo stesso debole e bisognosa di affetto. Lui perché è combattivo e crede nel buon giornalismo. E' un playboy e questo "difetto" non mi è piaciuto molto, perché mi aspettavo un finale diverso che non dico per evitare spoiler!
    Questa trilogia è consigliata a tutti gli amanti del thriller, del crime e del poliziesco!

    said on 

  • 5

    我常在想莉絲的樣子。
    身高不高,瘦瘦的,像一隻黑蝴蝶,既神祕又孤單。

    這是一本非常好看書,剛開始有點枯燥,一直在說麥可·布隆維斯特陷入的新聞案,直到開始介紹莉絲的工作時,腦子才開始浮現那個輪廓。

    晚上不能看這本書,不然沒完沒了...這是目前看過最驚悚、緊張的書籍。

    said on 

  • 3

    Non male come giallo/thriller anche se sarebbe potuto essere molto più corto eliminando o quantomeno riassumendo varie parti che non dico inutili ma un po' superflue che contribuiscono solo ad arricch ...continue

    Non male come giallo/thriller anche se sarebbe potuto essere molto più corto eliminando o quantomeno riassumendo varie parti che non dico inutili ma un po' superflue che contribuiscono solo ad arricchire di dettagli la storia e i personaggi. Superato il primo capitolo il libro si lascia leggere anche se non ho trovato tutto questo noir che gli viene attribuito. Nel complesso carino.

    said on 

  • 5

    Ho iniziato a leggere Stieg Larsson con evidente ritardo, senza sapere nulla della vita dell'autore e piena dei soliti pregiudizi da fenomeno mediatico. Invece mi sono dovuta ricredere durante la lett ...continue

    Ho iniziato a leggere Stieg Larsson con evidente ritardo, senza sapere nulla della vita dell'autore e piena dei soliti pregiudizi da fenomeno mediatico. Invece mi sono dovuta ricredere durante la lettura di questo primo capitolo della saga gialla. "Uomini che odiano le donne" è un romanzo incredibilmente avvincente, scritto con cura, di cui ho amato tanto l'ambientazione quanto i personaggi.

    Ho avuto qualche difficoltà ad ingranare con la lettura, infatti le prime cinquanta pagine, una digressione di carattere economico-finanziario, mi avevano scoraggiato, ma una volta dentro l'ingranaggio della trama non sono più riuscita a fermarmi finché non ho capito cosa fosse successo ad Harriet. Non sono appassionata di gialli scandinavi, anzi per essere più precisi non ne avevo mai letti prima di oggi, questo però mi è sembrato costruito davvero bene, senza punti morti, né banalità.

    Le località svedesi nelle quali si svolgono le vicende sono posti affascinanti dai nomi complicati, che pure mi hanno attirato in questo luglio torrido. I protagonisti mi hanno coinvolto nella storia, sia Mikael, donnaiolo dal cuore tenero e uomo di saldi principi che spesso non ho condiviso, sia Lisbeth, di cui ancora sappiamo così poco alla fine di questo primo capitolo.

    Insomma, inutile dire che sto per iniziare "La ragazza che giocava con il fuoco", nonostante l'imminente sessione estiva e tutte le controindicazioni di questo Larsson che crea dipendenza.

    said on 

  • 3

    This book had a slow beginning, but after that it became a great crime thriller which I couldn't put down, despite some gruesome scenes. Looking forward to the next book in the series.

    said on 

Sorting by
Sorting by