Lovec draků

By

4.3
(30024)

Language: Čech | Number of Pages: 369 | Format: Others | In other languages: (other languages) English , Chi traditional , Chi simplified , Italian , German , French , Norwegian , Spanish , Portuguese , Dutch , Japanese , Swedish , Danish , Catalan , Slovenian , Latvian , Croatian , Basque , Finnish , Farsi , Galego , Arabic , Polish

Isbn-10: 8073351757 | Isbn-13: 9788073351755 | Publish date: 

Category: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , History

Do you like Lovec draků ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Sorting by
  • 5

    Esperienza da non perdere.

    Hosseini è un autore che non deve mai, a mio parere, mancare nel proprio bagaglio culturale e nella propria libreria e anzi, andrebbe regalato a chiunque per far sì che il più persone possibili aprino ...continue

    Hosseini è un autore che non deve mai, a mio parere, mancare nel proprio bagaglio culturale e nella propria libreria e anzi, andrebbe regalato a chiunque per far sì che il più persone possibili aprino gli occhi su storie che forse non ci appartengono e sono ben più che lontane da noi, ma che bisogna conoscere.
    In particolare consiglierei questo ad una fascia d'età dai quindici in su, giusto perchè c'è bisogno di almeno un pizzico di maturazione personale per poterlo comprendere a pieno e qualche passaggio è più cruento di quanto la copertina faccia presagire.

    said on 

  • 4

    Scoprendo l'Afghanistan

    Romanzo molto bello avvincente e scorrevole, ricco di colpi di scena, alcuni dei quali a dire la verità non molto verosimili.
    L'aspetto che mi ha colpito maggiormente è la capacità dell'autore di far ...continue

    Romanzo molto bello avvincente e scorrevole, ricco di colpi di scena, alcuni dei quali a dire la verità non molto verosimili.
    L'aspetto che mi ha colpito maggiormente è la capacità dell'autore di farci avvicinare ad una cultura così diversa dalla nostra e di farcene comprendere molti aspetti, con molta semplicità.
    Penso di essermi avvicinato un po' meglio alla storia di un paese travagliato come l'Afghanistan, attraverso la narrazione delle vicissitudini dei personaggi del romanzo e la loro caratterizzazione con vizi e virtù.
    La chiusura della storia è stata, secondo me, un po' troppo frettolosa e poco articolata.
    Si trattano temi importanti come; il rapporto padre figlio, il rimorso, la vendetta, l'amicizia, la fedeltà...

    said on 

  • 4

    Un'amicizia che non muore mai nonostante la guerra

    Dopo aver apprezzato il bel Mille splendidi soli, adesso apprezzo nuovamente un altro romanzo dell'autore Hosseini, ovvero Il cacciatore di aquiloni. A distanza di qualche anno dalla lettura del primo ...continue

    Dopo aver apprezzato il bel Mille splendidi soli, adesso apprezzo nuovamente un altro romanzo dell'autore Hosseini, ovvero Il cacciatore di aquiloni. A distanza di qualche anno dalla lettura del primo, ho ritrovato la freschezza e la piacevolezza di scrittura di questo straordinario autore afgano, che continua a parlarci della sua meravigliosa terra, purtroppo deturpata e martoriata da gruppi di imbecilli e profittatori, e riesce a pennellarcela con una magica patina di meraviglia, almeno in tutta la prima parte, come se fosse ambientata in una fiaba persiana. Ciò che l'autore vuole far emergere da questo romanzo è il bellissimo rapporto di amicizia tra Hassan e Amir, che hanno condiviso l'infanzia e la prima adolescenza sempre assieme, giocando e leggendo, correndo tra le strade di Kabul e soprattutto condividendo la loro forte passione per la gara di aquiloni. Ma, come accade nella vita, succedono cose che non vorremmo mai che ci succedano, e alla fine i due amici si separano. Ma nella seconda parte del romanzo, tranquillo non sto facendo spoiler, Amir tornerà in Afghanistan e proverà a riaggiustare il passato... Ve lo straconsiglio, davvero tanto, e anche Mille splendidi soli. Un autore che merita, e non vedo l'ora di leggere anche E l'eco rispose.

    said on 

  • 4

    Ottimo

    Ottimo libro, anche se devo dire (e forse parrà strano ai più) che mi è piaciuto di più "Mille splendidi soli". Questo è forse un po' più commerciale.

    said on 

  • 4

    Questo famosissimo libro mi è piaciuto.
    Di sicuro è interessante e scritto bene.
    Non mi sono piaciuti però l'eccessiva "cattiveria" del protagonista e l'eccesso di negatività subito prima del finale. ...continue

    Questo famosissimo libro mi è piaciuto.
    Di sicuro è interessante e scritto bene.
    Non mi sono piaciuti però l'eccessiva "cattiveria" del protagonista e l'eccesso di negatività subito prima del finale.

    said on 

  • 4

    Ricordo di aver quasi costretto mia mamma a farmi leggere questo libro quando ero veramente troppo piccola per apprezzarlo ma soprattutto per comprenderne molte scene descritte... infatti come arrivai ...continue

    Ricordo di aver quasi costretto mia mamma a farmi leggere questo libro quando ero veramente troppo piccola per apprezzarlo ma soprattutto per comprenderne molte scene descritte... infatti come arrivai alla descrizione dello stupro di Hassan abbandonai il libro decisamente con lo stomaco sotto sopra. Vidi il film diversi anni dopo e mi tornò voglia di riprendere in mano la storia scritta... ogni volta per per una scusa o per l'altra però non lo rilessi mai per davvero. Prima o poi mi ci rimetterò, ma sarà che mi scombussolo' davvero tanto da piccola quindi anche se ho 25 anni ora, mi fa ancora un po' paura.

    said on 

  • 5

    這本書不僅反映了阿富汗的文化,更重要是道出了人性的懦弱和人與人之間的真情,叫人無限唏噓,又不失希望。十分好看的一本書,大力推薦。

    said on 

  • 3

    VIAGGIO IN ASIA 2016: AFGHANISTAN

    Che libro strano. Per la prima metà ho fatto fatica a leggerlo. Questa amicizia tra Amir e Hassan, il padrone e il servo, mi ha scaldato il cuore. Ma Amir davvero mi ha dato sui nervi, così egoista ma ...continue

    Che libro strano. Per la prima metà ho fatto fatica a leggerlo. Questa amicizia tra Amir e Hassan, il padrone e il servo, mi ha scaldato il cuore. Ma Amir davvero mi ha dato sui nervi, così egoista ma anche così fragile, così umano e così bisognoso di affetto da parte del padre. Purtroppo un giorno accade qualcosa che mette a dura prova la loro amicizia. Da qui le loro vite prendono strade diverse per poi ricongiungersi. In sottofondo leggiamo la storia di Kabul, dell'Afghanistan e della guerra che ancora oggi dilania il paese. Per questo l'ho trovato molto interessante, ho conosciuto e capito di più questo paese attraverso le persone, le loro storie.
    Anche se mi è piaciuto devo dire che mi aspettavo di più. Non mi ha preso del tutto, non mi ha fatto battere il cuore (a parte in alcuni punti alla fine)e ho fatto fatica. Forse perché il libro è crudo e reale. I personaggi sono reali. Ognuno con i suoi pregi e coi suoi difetti, le sue paure. O forse perchè mi è sembrato più un resoconto dell'accaduto, che non un racconto in prima persona. O forse perchè era il suo primo libro. Non lo so. Fatto sta che non è riuscito a coinvolgermi come mi aspettavo.
    In ogni caso da leggere sicuramente.

    said on 

Sorting by
Sorting by