Madame Wu

Di

Editore: Garzanti

3.4
(40)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 247 | Formato: Paperback

Isbn-10: A000006378 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Piero Jahier

Disponibile anche come: Altri

Genere: Biografia , Storia

Ti piace Madame Wu?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Questa biografia di Madame Wu, nota anche come Wu Tsertien, o come imperatrice Wu, è lo studio di un carattere unico che combinava la criminalità con la più acuta intelligenza e le cui ambizioni raggiunsero le proporzioni di tragiche manie, attuate con metodi sempre più freddi, precisi, calcolati.
Basato su due storie ufficiali della dinastia Tang, l'antico e il nuovo Tangshu, il racconto della vita di questa sanguinaria imperatrice cinese si attiene ai fatti conosciuti. Le macchinazioni, i delitti, le aberrazioni di Madame Wu sono raccontati dal punto di vista di un suo nipote, il principe Bin, vissuto in reclusione nel palazzo imperiale e miracolosamente sopravvissuto alla strage di tutti i suoi per vedere la conclusione del dramma e la restaurazione della dinastia Tang.
«Madame Wu» è la rievocazione accurata e pittoresca di un periodo storico in cui all'interesse dei fatti si mescola continuamente lo sfondo fastoso e fiabesco della Cina.
Lin Yutang, nato nel 1895 a Changchov, studiò a Shanghai, alla Harvard University, a Lipsia. Nel 1936 si trasferì con la famiglia negli Stati Uniti.
Ordina per
  • 2

    la traduzione contiene alcuni errori evidenti, persino classici ("morbid" tradotto "morbido"). la scelta di presentare il tutto come un romanzo non è molto efficace. la struttura di fatto non è romanz ...continua

    la traduzione contiene alcuni errori evidenti, persino classici ("morbid" tradotto "morbido"). la scelta di presentare il tutto come un romanzo non è molto efficace. la struttura di fatto non è romanzesca, trattandosi di uno pseudo resoconto di uno degli scampati alla persecuzione, e comunque il suo punto di vista non è dei più interessanti.

    ha scritto il 

  • 3

    Quella di Wu Zetian è sicuramente una figura storica che potrebbe fornire innumerevoli spunti allo studioso/a di gender studies che desidarasse approcciarsi alle sue vicende; interessante, più del p ...continua

    Quella di Wu Zetian è sicuramente una figura storica che potrebbe fornire innumerevoli spunti allo studioso/a di gender studies che desidarasse approcciarsi alle sue vicende; interessante, più del personaggio in sé, è la narrazione che si è costruita intorno a esso: la storiografia cinese tradizionale non ha mai potuto perdonare a una donna di essere arrivata a sedersi sul trono imperiale con le proprie sole forze, come d'altro canto non è mai stata tenera con altre figure femminili che nel corso dei millenni hanno osato mettersi in mezzo agli affari imperiali. Tale costruzione narrativa si è conservata solida fino agli ultimi decenni del secolo scorso tant'è che il giudizio di Lin Yutang, l'autore del libro, non si discosta molto da quello degli storici antichi ( nella prefazione l'autore fa presente di aver seguito fedelmente i fatti come narrati nel Jiu Tang shu): il peccato più grande di Wu Zetian è stato in ultima analisi quello di essere stata donna e di non essersi rassegnata alla propria condizione di concubina ma di aver aspirato al potere. Nel proprio becero anti-comunismo da cinese espatriato, l'autore si preoccupa infatti nella prefazione di mettere sullo stesso piano Wu Zetian e Mao Zedong come grandi mostri della storia dell' umanità; in effetti è possibile individuare un file rouge che collega i due: entrambi hanno osato mutare la propria condizione sociale a cui la società tradizionale li aveva condannati, l'una da concubina diventando imperatrice, l'altro da figlio di contadini diventando presidente del più immenso paese del globo, E questo è sicuramente il crimine più grave di cui ci si possa macchiare secondo i parametri dell'ortodossia confuciana. Il livore con cui Lin Yutang descrive ignominiosamente Wu Zetian è proprabilmente alimentato da simili sentimenti, anche se non apertamente confessati. Per il resto l'autore è sicuramente uno scrittore dotato e la lettura scorre piacevole senza intoppi dalla prima all'ultima pagina.

    ha scritto il 

  • 3

    Un testo interessante, che parla di una donna che a suo tempo è stata potentissima.
    Quello che sicuramente inficia il testo che è spaventosamente e palesemente scritto da qualcuno estremamente avverso ...continua

    Un testo interessante, che parla di una donna che a suo tempo è stata potentissima.
    Quello che sicuramente inficia il testo che è spaventosamente e palesemente scritto da qualcuno estremamente avverso al soggetto del libro. Non che non ne abbia avuto le ragioni, ma ci fa dubitare del fatto che possa essere un racconto storico imparziale.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    a metà tra Dracula e Stalin
    un intrigante concubina del precedente imperatore
    sfugge al suo destino del convento alla morte di lui
    mettendo gli occhi sul predestinato al regno
    appena lui diviene imper ...continua

    a metà tra Dracula e Stalin
    un intrigante concubina del precedente imperatore
    sfugge al suo destino del convento alla morte di lui
    mettendo gli occhi sul predestinato al regno
    appena lui diviene imperatore lo induce a deporre l'imperatrice e si fa incoronare
    manco Anna Bolena è riuscita però a tenere il potere ottenuto con gli stessi sistemi a lungo quanto lei
    con metodi da Stalin uccide parenti e consiglieri per conservare il potere e si fa fregare dalla passione senile per due bei giovanotti

    ha scritto il 

  • 4

    Il libro narra delle vicende di questa malvagia ma molto astuta donna che riuscì a farsi proclamare "imperatore". Una lettura interessante per chi vuole approfondire la storia della Cina e dei suoi pe ...continua

    Il libro narra delle vicende di questa malvagia ma molto astuta donna che riuscì a farsi proclamare "imperatore". Una lettura interessante per chi vuole approfondire la storia della Cina e dei suoi personaggi

    ha scritto il 

  • 2

    è interessante confrontare questo libro di Lin Yutang, scritto negli anni Cinquanta sessanta, e che descrive l'imperatrice Wu come un mostro di cattiveria, con un romanzo storico recente che lessi in ...continua

    è interessante confrontare questo libro di Lin Yutang, scritto negli anni Cinquanta sessanta, e che descrive l'imperatrice Wu come un mostro di cattiveria, con un romanzo storico recente che lessi in francese e regalai pure, che invece presenta la vita della medesima imperatrice come una dama energica, capace, insomma un'immagine molto più positiva. Com'era Wu veramente?

    ha scritto il