Middlesex

By

Förlag: Norstedts pocket

4.2
(5650)

Language: Svenska | Number of Pages: 635 | Format: Others | På andra språk: (andra språk) English , Spanish , Chi traditional , German , Portuguese , French , Italian , Chi simplified , Catalan , Dutch , Indonesian , Czech

Isbn-10: 9172636173 | Isbn-13: 9789172636170 | Publish date:  | Edition 2

Translator: Hans-Jacob Nilsson

Category: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Gay & Lesbian

Do you like Middlesex ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Bokbeskrivning
1922 invaderas Smyrna i det korta krig mellan Grekland och Turkiet som orsakats av första världskrigets politiska oro. Befolkningen flyr i panik, många tar båten till Amerika. På en av dessa båtar finns en ung stilig man och en ung vacker kvinna, som väl framme i Amerika letar sig fram till bilstaden Detroit, och bosätter sig där som vilket amerikanskt invandrarpar som helst. De har svurit på att aldrig i livet berätta sin hemlighet att de var älskare i Grekland fast de var bror och syster. Men två generationer senare gör incesten sig påmind i barnbarnet Calliope, som i tonåren känner sig märkligt dragen till en klasskamrat i flickskolan, vilket får Calliope att misstänka att hon inte är som andra flickor. Att hon faktiskt inte är en flicka alls.
Sorting by
  • 5

    La ricerca dell'identità

    Questo libro mi ha preso così tanto da passare buona parte di alcune notti attaccata alla narrazione della storia della famiglia Stephanides, narrata attraverso gli occhi di Calliope/Cal.
    Il resto del ...fortsätt

    Questo libro mi ha preso così tanto da passare buona parte di alcune notti attaccata alla narrazione della storia della famiglia Stephanides, narrata attraverso gli occhi di Calliope/Cal.
    Il resto della recensione qui: https://ithemorrighan.wordpress.com/2016/02/16/middlesex/

    sagt den 

  • 5

    Mai ho trovato la capacità di descrivere così nel dettaglio l'origine di genere con qui, un libro fantastico, una storia bellissima, uno stile eccezionale, capolavoro.

    sagt den 

  • 4

    Eugenides ripercorre quasi un secolo di storia, a cavallo tra la Grecia e l'America, vista e vissuta attraverso gli occhi di una sola famiglia segnata dall'incesto. Più che essere un romanzo sugli erm ...fortsätt

    Eugenides ripercorre quasi un secolo di storia, a cavallo tra la Grecia e l'America, vista e vissuta attraverso gli occhi di una sola famiglia segnata dall'incesto. Più che essere un romanzo sugli ermafroditi, è una vera e propria saga familiare. Bellissimi gli spaccati storici che ci riportano indietro agli anni della fuga dei migranti verso il continente americano, alla rivoluzione industriale di Ford, alle ribellioni degli afroamericani nel corso delle rivolte di Detroit.
    Premio Pulitzer a buon diritto.

    sagt den 

  • 4

    “Sono nato due volte: bambina, la prima, un giorno di gennaio del 1970 in una Detroit straordinariamente priva di smog, e maschio adolescente, la seconda, nell’agosto 1974, al pronto soccorso di Petos ...fortsätt

    “Sono nato due volte: bambina, la prima, un giorno di gennaio del 1970 in una Detroit straordinariamente priva di smog, e maschio adolescente, la seconda, nell’agosto 1974, al pronto soccorso di Petoskey nel Michigan”
    Calliope -detta Callie- è una bambina come tutte le altre, figlia di una benestante famiglia di origine greca. La sua è un’infanzia felice e spensierata fino a quando, raggiunta l’età dello sviluppo, avverte qualcosa che non va nel suo corpo. Scopre infatti di essere portatrice di una rara anomalia genetica, restata silente nella sua famiglia per generazioni, che fa di lei un ermafrodita. E’ così che Calliope diventa semplicemente Cal, spogliandosi dei panni femminili in cui ormai non era più a suo agio e pronta a cominciare una nuova vita.
    Eugenides in questo romanzo affronta con ironia una storia familiare dai risvolti drammatici, trattando sapientemente temi molto delicati come l’identità sessuale.
    I protagonisti di questo libro, premiato con il Premio Pulitzer nel 2003, perseguono i loro desideri e il loro destino incuranti delle difficoltà e delle conseguenze delle loro azioni. Middlesex è un libro che parla di libertà, dalle regole e dalle imposizioni sociali, di affermazione della propria personalità e della scoperta di sé. Il tutto, però, senza psicodrammi, quasi con leggerezza. Forse è questo il motivo per cui il romanzo resta comunque una lettura piacevole e scorrevole (nonostante superi le 600 pagine), perché in fondo è la storia di una bambina prima –e di un uomo adulto poi- il cui unico desiderio è quello di trovare il suo posto nel mondo, di essere amata e non compatita.
    Il tutto condito da un’interessante e ben curata cornice storica: sullo sfondo del romanzo ci sono infatti lo sterminio dei curdi da parte dei turchi, l’America degli anni ’20 raccontata da chi vi è emigrato in cerca di un futuro migliore (e per sfuggire al proprio passato), le due guerre mondiali e il proibizionismo, fino al giorno d’oggi.
    Riassumendo, l’insegnamento che si può trarre da Middlesex è che per capire veramente chi siamo dobbiamo conoscere la storia dei nostri antenati. Un Pulitzer più che meritato per una lettura consigliatissima.

    Se volete mi trovate su Facebook alla pagina "La piccola biblioteca dei libri dimenticati". :)

    sagt den 

  • 3

    potenzialmente molto bello

    Potenzialmente libro bello, storia avvincente. l'ho trovato però troooooppo lungo, con troppe descrizioni e divagazioni a mio avviso spesso inutili.
    peccato

    sagt den 

  • 3

    Perifescente!

    Trasportato da storie, viaggi, vicende, amori... possibili, ma impossibili, sono caduto nel fascino di questo libro. Ma come per lo stato di perifescenza (p. 48), che come dice il dottor Luce è un fat ...fortsätt

    Trasportato da storie, viaggi, vicende, amori... possibili, ma impossibili, sono caduto nel fascino di questo libro. Ma come per lo stato di perifescenza (p. 48), che come dice il dottor Luce è un fatto temporaneo, nella seconda parte del libro l'innamoramento si è un po' perso.
    (Quanto mi piacciono sempre le saghe familiari!)

    sagt den 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    3

    Questo celebrato romanzo di Eugenides è la somma di due parti, molto diverse tra loro. Il romanzo narra la storia di tre generazioni di una famiglia greco-americana, raccontata dall’ultimo discendente ...fortsätt

    Questo celebrato romanzo di Eugenides è la somma di due parti, molto diverse tra loro. Il romanzo narra la storia di tre generazioni di una famiglia greco-americana, raccontata dall’ultimo discendente della famiglia nonché protagonista principale della storia.

    I nonni della voce narrante sono originari dell’Asia Minore. Sfuggiti per un pelo ai massacri turchi e rifugiatasi a Detroit i nonni hanno messo su famiglia e sono riusciti a sono diventati imprenditori di successo. Ma, in realtà, la loro storia è stata molto tormentata: i nonni sono fratello e sorella e questo rapporto incestuoso è il mistero di famiglia che angoscia la nonna. Rimasti orfani in tenera età e abbandonati a loro stessi nel piccolo villaggio alle porte di Smirne, i due nonni, Lefty e Desdemona, hanno sviluppato un rapporto complesso e passionale, quasi incestuoso. Sull’onda degli scoinvolgimenti delle loro vite e approfittando del fatto che nel nuovo paese nessuno conosce il loro passato, i due hanno nascosto il loro legame familiare e si sono sposati. Ma le prediche dei preti ortodossi della chiesa della comunità greca di Detroit ed i racconti del medico armeno che li ha accompagnati nel viaggio da Smirne hanno gettato nel terrore Desdemona.
    La prima parte del libro racconta la tenacia e l’energia con cui i due ragazzi hanno lottato e si sono dati da fare per sopravvivere e costruirsi un futuro nella società americana. A mio avviso questa è la parte più bella storia, anche perché racconta la storia di questa famiglia in maniera completamente diversa e più vera degli stereotipi che ci hanno propinato negli ultimi anni sulla comunità greco-americana.
    L’incesto, però, è parte integrante della storia di questa famiglia ed anche il figlio di Lefty e Desdemona si innamora e sposa una cugina di primo grado. Da questo matrimonio nascerà Calliope, una dolce ed affascinante ragazzina che in realtà è un ermafrodito.

    La seconda parte del libro racconta la storia di Calliope, dalla sua infanzia felice alla difficile pubertà, con la tormentata scoperta della sessualità e della sua differenza dalle compagne. Il momento più drammatico è quando Calliope ed i suoi familiari scoprono la sua vera natura. A quel punto la vita di Cal sarà sconvolta … ma non posso dire di più.

    Questa parte del libro è più concentrata sull’aspetto psicologico della storia di Calliope e l’ho trovata meno riuscita.

    In definitiva, il mio giudizio è frutto di un compromesso tra la prima parte, che mi è piaciuta molto, e la seconda, che mi è piaciuta meno, a cui va aggiunto un senso di fastidio per l’eccessiva lunghezza del romanzo.

    sagt den 

  • 4

    Molto apprezzato lo stile di Eugenides, particolare, ricco senza esser pesante, avvolgente. Riesce senza sforzo a trasportare il lettore dentro le emozioni dei suoi personaggi, dei suoi momenti. Forse ...fortsätt

    Molto apprezzato lo stile di Eugenides, particolare, ricco senza esser pesante, avvolgente. Riesce senza sforzo a trasportare il lettore dentro le emozioni dei suoi personaggi, dei suoi momenti. Forse rallenta un po' troppo in un paio di episodi della prima parte del libro, ma ha avuto una delicatezza di esposizione e trattazione che mi ha davvero colpita. Molto bella l'idea di narrare la storia di Callie/Cal tramite quella della sua famiglia; purtroppo ho trovato il finale un po' troppo affrettato, nel senso che forse avrei speso un centinaio (forse sono esagerata io, non so :) ) di pagine in più, alla fine, su Callie stessa, anzi, su Cal, dopo la "trasformazione" e la scoperta di sé.
    Un libro comunque apprezzabilissimo, forte e delicato al tempo stesso.

    sagt den 

  • 4

    Bella saga familiare, di piacevole lettura, con una parte storica interessante. E’ anche il racconto di una ragazzina, che a 14 anni scopre di essere affetta da pseudoermafroditismo e di essere in rea ...fortsätt

    Bella saga familiare, di piacevole lettura, con una parte storica interessante. E’ anche il racconto di una ragazzina, che a 14 anni scopre di essere affetta da pseudoermafroditismo e di essere in realtà un maschio.
    Ben narrata, anche se in maniera un po’ discontinua,
    Mi è piaciuto molto la “normalità” della storia, la mancanza di morbosità e di sensazionalismo nella descrizione e che il tutto venga trattato come una qualsiasi anomalia medica (come può essere un labbro leporino oppure un piede equino). La situazione particolare del protagonista viene descritta con sensibilità. Belli i personaggi dei nonni.
    Scoperto grazie a anobii (è arrivato terzo nella classifica dei migliori romanzi americani del nuovo millennio stillata con il gruppo di Americana contemporanea).

    sagt den 

Sorting by