Nodi al pettine

Di

Editore: Giunti (Extra)

3.9
(142)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 160 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8809767705 | Isbn-13: 9788809767706 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: F. Angelini

Genere: Adolescenti

Ti piace Nodi al pettine?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Quando per la scuola è costretto a uno stage di una settimana, Louis, 14 anni, accetta senza pensare la proposta della nonna di suggerire il suo nome al nuovo salone di acconciature che frequenta. Il padre, borghese e snob, ride, la madre resta interdetta (pare non sappia fare altro), la sorella lo invidia. Quando Louis si sveglia e capisce che forse non è proprio il posto per lui è troppo tardi: l'hanno accettato e deve cominciare. Maitié Coiffure è un salone molto poco chic, gestito dalla signora Maitié, una corpulenta donna costretta da un incidente su una sedia a rotelle ma così attiva da non farsene accorgere. Davanti a Loius sfilano Clare, bellissima ragazza vittima di un fidanzato manesco, Fifi, giovane parrucchiere dotato di estro, talento e grande ironia. Gay fino alla punta delle meches. Garance, apprendista sfaccendata poco più grande di lui. Insieme a loro compaiono una serie di clienti, che segnano in alcuni casi il controcanto più serio del libro (una delle affezionate clienti è una giovane mamma che manda i figli con la nonna a tagliarsi i capelli e in seguito va da sola a provare le parrucche, unico rifugio post chemio). Louis scopre che vuole proseguire oltre lo stage, inventa una serie di menzogne con la famiglia per poter continuare a fare l'apprendista dopo la scuola e il sabato fino a che i nodi vengono al pettine, tra incendi, botte e riconciliazioni.
Ordina per
  • 3

    Una lettura leggera, leggera. Uno stage scolastico prevede che Louis, 14 anni, trascorra una settimana presso il salone di parrucchiere Maitiè Coiffure. L'idea non lo garba molto ma, frequentando il ...continua

    Una lettura leggera, leggera. Uno stage scolastico prevede che Louis, 14 anni, trascorra una settimana presso il salone di parrucchiere Maitiè Coiffure. L'idea non lo garba molto ma, frequentando il salone, farò conoscenza con delle persone da cui rimarrà estremamente affascinato e scoprirà un mestiere che sente suo. I nodi al pettine del titolo sono i vari problemi della vita di Louis e degli altri personaggi, che vengono a galla man mano che si procede nella storia. Per i primi tre quarti il libro, seppur trattandosi di una storia molto semplice, mi è piaciuto. L'ultimo quarto no. No perché la storia prende un'accelerata incredibile condensando in porche pagine il futuro di Louis e no perché non mi è particolarmente piaciuto il finale della storia con alcune trovate che ho trovato un po' troppo da Soap opera.

    ha scritto il 

  • 4

    I romanzi di Marie-Aude Murail sono talmente semplici e divertenti che dev'essere difficilissimo scriverli. Per raggiungere una tale lievità pur parlando di argomenti come l'omosessualità, le aspirazi ...continua

    I romanzi di Marie-Aude Murail sono talmente semplici e divertenti che dev'essere difficilissimo scriverli. Per raggiungere una tale lievità pur parlando di argomenti come l'omosessualità, le aspirazioni frenate dai genitori, la violenza domestica, la malattia e la solitudine degli adolescenti bisogna essere davvero capaci di scrivere. E la Murail lo è senza dubbio.
    È la storia di Louis, che ha 14 anni e nessuna voglia di studiare, nonostante le grandi aspirazioni che il padre chirurgo ha per lui. Quando però la scuola lo costringe a frequentare una settimana di "stage" e la Nonna gli propone di farlo in un salone da parrucchiera, tutto cambia. Louis scopre una passione che non avrebbe mai potuto immaginare di avere, inconfessabile perché i genitori non capirebbero mai, ma talmente forte che dopo lo stage non può fare a meno di marinare la scuola e continuare a frequentare il salone e i suoi bizzarri personaggi.
    Una trama semplice e quasi banale, ma narrata con comica leggerezza, anche nei suoi risvolti più cupi. Alcuni personaggi sono un po' delle macchiette, un po' semplificati, forse in previsione di un pubblico adolescente, ma hanno comunque dei risvolti interessanti, ciascuno di loro con i suoi problemi tutt'altro che lievi.
    Non diventerà un classico indimenticabile, ma se avete bisogno di qualche ora di svago è perfetto, anche se, come me, odiate a morte andare a farvi tagliare i capelli.

    ha scritto il 

  • 5

    Secondo me assolutamente da inserire, per le classi terze medie. La terza è l’anno in cui i ragazzi devono scegliere cosa fare, e sempre più spesso i ragazzi scelgono le scuole professionali – estetis ...continua

    Secondo me assolutamente da inserire, per le classi terze medie. La terza è l’anno in cui i ragazzi devono scegliere cosa fare, e sempre più spesso i ragazzi scelgono le scuole professionali – estetista, parrucchiera, scuola alberghiera ecc….

    Ma secondo me non vi sono molti libri che hanno per protagonisti ragazzi che frequentano queste scuole o svolgono professioni manuali…

    Invece nodi al pettine parla proprio di un ragazzino, Louis, di 14 anni, che sceglie di frequentare uno stage in un salone di parrucchiere. E scopre lì la sua “vocazione”: per la prima volta sente che quello è il suo ambito, si muove scioltamente, sa cosa vuole e cosa non vuole. E questo lo porta a scontrarsi con la famiglia, in particolare il padre medico che lo vorrebbe brillante e diverso.

    In filigrana nel romanzo si inseriscono poi altri temi grossi (l’omosessualità, la violenza sulle donne, il dolore del lutto, l’handicap, la malattia, gli errori esistenziali, l’inadeguatezza degli ambienti educativi per certi tipi di ragazzi), ma sempre suggeriti, appena sospesi, come se ne entrassimo in contatto attraverso le chiacchiere e i clienti di un salone di parrucchiera. Ma in un libro per ragazzi secondo me questo approccio è più che sufficiente.

    E’ anche scritto bene, secondo me – da quanto ho capito invece gli altri della stessa autrice non sono tutti così centrati.

    Inoltre, noto che spesso i libri per la fascia medie hanno per protagoniste ragazze o gruppi, poco invece maschi singoli: anche per questo lo inserirei.

    A me è piaciuto molto.
    Paola

    Bibliotecaria di Saltrio - VA -

    ha scritto il 

  • 4

    Maitié Coiffure

    Non saprei dire bene il perchè io mi sia innamorata di questo libro, forse era per la storia di Louis o per la descrizione di Fifì "giovane parrucchiere dotato di estro, talento e grande ironia. Gay f ...continua

    Non saprei dire bene il perchè io mi sia innamorata di questo libro, forse era per la storia di Louis o per la descrizione di Fifì "giovane parrucchiere dotato di estro, talento e grande ironia. Gay fino alla punta delle meches.", oppure era per qualcosa che non si può vedere ma solo provare. L'amore improvviso per certi libri non si può spiegare, bisogna viverlo.

    continua...
    [http://emozionidiunamusa.blogspot.it/2012/10/maitie-coiffure.html]

    ha scritto il 

  • 3

    Louis ha quattordici anni ed è pilotato dalla sua famiglia in ogni scelta, anche in quella degli amici. Grazie ad uno stage, cambia tutto. Louis si ritrova in un salone di parrucchieri, inizialmente r ...continua

    Louis ha quattordici anni ed è pilotato dalla sua famiglia in ogni scelta, anche in quella degli amici. Grazie ad uno stage, cambia tutto. Louis si ritrova in un salone di parrucchieri, inizialmente riluttante, ma poi diventa amico di tutti i dipendenti e si innamora non solo di un’apprendista, ma anche del mestiere. Sempre più certo di voler diventare parrucchiere, riuscirà a convincere suo padre ad iscriverlo ad un professionale invece che nel liceo più costoso della città?

    Il titolo “Nodi al pettine” è a dir poco geniale. Nel corso della storia vengono a galla tutti i problemi del protagonista, Louis: non solo il desiderio di seguire una strada completamente diversa da quella che i suoi genitori avrebbero voluto per lui, ma anche la violenza di un padre che non vuole accettare la personalità dei figli, un’amicizia senza futuro che si basa solo sul rapporto dei genitori, innamorarsi per la prima volta, difendere un’amica dalla violenza di un delinquente. Sono moltissimi gli elementi “forti” di questo romanzo e mi ha stupito che il risultato non sia un gran miscuglio, ma che resti una storia piacevole e soprattutto scorrevole. È molto interessante anche l’approfondimento di almeno un aspetto della vita di ognuno dei personaggi che lavorano al salone. Insomma, devo riconoscere che le capacità narrative dell’autrice sono notevoli, ma a questo libro manca quel pizzico di magia che ti risucchia tra le pagine.
    Lo consiglio comunque a tutti i ragazzi e le ragazze dell’età di Louis, in particolare quelli che non riescono a fare le proprie scelte per via dei genitori che li controllano, che sono particolarmente indecisi sulla scelta della scuola superiore, che non amano studiare e sono costretti a farlo, che sono appassionati a qualcosa, ma anche a qualcuno, e farebbero di tutto perché i genitori non lo sappiano. E infine, se qualcuno amasse il mestiere di parrucchiere più di ogni altra cosa al mondo, questo è proprio il libro che fa per lui.

    ha scritto il 

  • 4

    Anche se è un libro leggero secondo me è scritto bene. Il finale un pochino frettoloso e ovviamente scontato, ma mi piace l'idea di un quattordicenne francese che si intestardisce per lavorare una vol ...continua

    Anche se è un libro leggero secondo me è scritto bene. Il finale un pochino frettoloso e ovviamente scontato, ma mi piace l'idea di un quattordicenne francese che si intestardisce per lavorare una volta resosi conto che studiare non fa per lui.

    ha scritto il 

  • 0

    Ecco Zia!

    mia zia è una gran donna. da ieri si trova ospedale in attesa di un intevento chirurgico. non grave per fortuna. la mia cara zia è nonna di nove nipoti di età compresa dai sette ai venticinque anni. è ...continua

    mia zia è una gran donna. da ieri si trova ospedale in attesa di un intevento chirurgico. non grave per fortuna. la mia cara zia è nonna di nove nipoti di età compresa dai sette ai venticinque anni. è una persona simpatica, aperta alle novità e sempre curiosa. sa distinguere ed apprezzare capacità e bellezza. ha un buon rapporto con la Francia e con i francesi anche se non conosce la lingua. è una di quelle che vanno spesso dal parrucchiere. la degenza di sicuro no, ma la lettura di questo romanzo le farà piacere, lo spero tanto, tanto quanto lo è stato per me e per chi leggerà la mia bizzarra recensione!

    ha scritto il 

Ordina per