Novecento

pianiste

By

Editeur: Mille et Une Nuits

4.2
(18337)

Language: Français | Number of pages: 91 | Format: Paperback | En langues différentes: (langues différentes) Chi traditional , German , Italian , Spanish , Swedish , Catalan , Hungarian , Japanese , Portuguese , Romanian , Polish , Dutch , English , Chi simplified

Isbn-10: 2842053877 | Isbn-13: 9782842053871 | Publish date: 

Aussi disponible comme: Others

Category: Fiction & Literature , Music , Travel

Aimez-vous Novecento ?
Devenez membre de aNobii, voyez si vos amis l'ont lu et découvrez des livres du mème genre!

Inscrivez-vous gratuitement
Description du livre
Sorting by
  • 4

    Novecento

    Sarebbe inutile inserire citazioni, perché questo libretto è una citazione unica. Ho visto il film e me ne sono innamorata e mi sono sempre ripromessa di leggere il libro e ora... l'ho letto e - beh - ...continuer

    Sarebbe inutile inserire citazioni, perché questo libretto è una citazione unica. Ho visto il film e me ne sono innamorata e mi sono sempre ripromessa di leggere il libro e ora... l'ho letto e - beh - devo dire che aver ricavato un film dal "monologo" di Baricco è stato proprio un lavoro ben fatto. Bello, prezioso e tenero.

    dit le 

  • 5

    Amore a prima lettura!!!

    E' stato il primissimo libro di Baricco che ho letto. Mi è stato regalato ormai 2-3 anni fa. Inutile dirvi che l ho divorato in 2 ore, senza mai staccarmi da esso...eccezionale è dir poco!!!! Se non l ...continuer

    E' stato il primissimo libro di Baricco che ho letto. Mi è stato regalato ormai 2-3 anni fa. Inutile dirvi che l ho divorato in 2 ore, senza mai staccarmi da esso...eccezionale è dir poco!!!! Se non lo avete ancora letto, è un obbligo il mio, più che un consiglio! E' un capolavoro da 10 stelle...!

    dit le 

  • 5

    Novecento parla di Danny Boodmann T.D. Lemon Novecento che nato e abbandonato sulla nave Virginian viene adottato da un marinaio e passa la sua intera vita senza mai scendere su questa nave che porta ...continuer

    Novecento parla di Danny Boodmann T.D. Lemon Novecento che nato e abbandonato sulla nave Virginian viene adottato da un marinaio e passa la sua intera vita senza mai scendere su questa nave che portava i migranti europei negli Stati Uniti . Danny suonava il pianoforte fin da bambino senza che nessuno gli avesse mai insegnato Quando iniziava a suonare lui portava la sua mente al di fuori della nave e vedeva il mondo come se fosse lì. La storia è affascinante ed ha un finale a sorpresa. STELLINE: 5
    FRASI PREFERITE: 1. “Non sei fregato veramente finché hai da parte una buona storia, e qualcuno a cui raccontarla; 2. “Rivoglio l’acqua che sapevi tu,rivoglio il mare,silenzio,luce e pesci volanti sopra a volare; 3. “E’ sorprendente come sia inutile suonare una tromba,quando c’hai una guerra intorno. E addosso. Che non ti molla.
    CONSIGLIEREI QUESTO LIBRO A: Matteo C.

    Vanessa - seconda media

    dit le 

  • 5

    “Io, che non ero stato capace di scendere da questa nave, per salvarmi sono sceso dalla mia vita”

    Non credo che riuscirò a dire nulla di originale su questo leggendario monologo di Alessandro Baricco che troppo a lungo ho aspettato di leggere.
    La metafora per eccellenza, impersonata magnificamente ...continuer

    Non credo che riuscirò a dire nulla di originale su questo leggendario monologo di Alessandro Baricco che troppo a lungo ho aspettato di leggere.
    La metafora per eccellenza, impersonata magnificamente da Novecento, è sicuramente la nave, piccola grande isola da cui non vorremmo mai allontanarci troppo, o forse per niente, per il rifugio sicuro che rappresenta .
    Ma al di là di metafore e significati Novecento è comunque un testo potentissimo anche solo a raccordarlo alla storia fine a se stessa.
    Il protagonista si presenta con un alone di leggenda dato dalla sua provenienza, dalla musica che suona e da quella che sarà la sua casa per tutta la vita; un mondo in cui si aggirerà per anni con la sicurezza di chi ne conosce ogni angolo sperduto e che non sarà disposto a barattare con fugaci e incerti sogni di libertà.
    Bellissimo, commovente e struggente il commiato dall’amico, capolavoro assoluto, nel piccolo capolavoro, che è questo monologo, come sottolineato anche da Novecento stesso:
    “è stato un vero lavoro di cesello, amico”…

    dit le 

  • 0

    tutti mi dicevano che baricco era pesante
    io ho letto tre libri suoi e non lo penso affatto: sia dal punto di vista delle trame ma anche per le tematiche e i concetti. il mio preferito per ora è "ocea ...continuer

    tutti mi dicevano che baricco era pesante
    io ho letto tre libri suoi e non lo penso affatto: sia dal punto di vista delle trame ma anche per le tematiche e i concetti. il mio preferito per ora è "oceano mare", ma "novecento" è quasi al primo posto

    dit le 

  • 5

    [...] Grazie allo stile semplice, diretto, le parole quasi sussurrate all’orecchio del lettore, si ha quasi la sensazione di trovarsi vicino al narratore, mentre riporta alla luce i ricordi che conse ...continuer

    [...] Grazie allo stile semplice, diretto, le parole quasi sussurrate all’orecchio del lettore, si ha quasi la sensazione di trovarsi vicino al narratore, mentre riporta alla luce i ricordi che conserva di Novecento, uomo straordinario che è riuscito ad affermare la propria felicità in una vita fatta di limiti: camminare sul ponte della nave da prua a poppa; accarezzare ogni giorno gli stessi 88 tasti; comporre con le solite sette note, generando musica sempre diversa. E proprio quest’ultima, sua più grande ragione di vivere, diventa il mezzo attraverso cui può respirare un mondo che i suoi occhi non hanno mai sfiorato, arrivando dritta al cuore di coloro che l’ascoltano per carpirne le storie, appollaiatevi nel profondo, e cucirsele a doppio filo addosso, per esplorare luoghi mai visitati, percepire profumi e provare sensazioni a lui sconosciuti. [...]

    Per la recensione completa: http://lanicchialetteraria.altervista.org/?p=1809

    dit le 

Sorting by
Sorting by