Nudi e crudi

Di

Editore: Adelphi

3.7
(3201)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 57 | Formato: eBook

Isbn-10: 884597197X | Isbn-13: 9788845971976 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Claudia Valeria Letizia , Giulia Arborio Mella

Disponibile anche come: Paperback , CD audio

Genere: Famiglia, Sesso & Relazioni , Narrativa & Letteratura , Umorismo

Ti piace Nudi e crudi?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Trovare la casa svaligiata dai ladri è senza dubbio un evento sinistro.
Ordina per
  • 4

    Chissà perché siamo portati a credere che in un romanzo scritto da un maschio in cui vi sia raccontato un matrimonio il protagonista debba necessariamente essere il marito. L’eccezione che conferma la ...continua

    Chissà perché siamo portati a credere che in un romanzo scritto da un maschio in cui vi sia raccontato un matrimonio il protagonista debba necessariamente essere il marito. L’eccezione che conferma la regola la troviamo in "Nudi e crudi" dell’inglesissimo Alan Bennett, nel quale la vera protagonista è la moglie, Mrs Rosemary Ransome. Una vita matrimoniale arida, a cominciare da Donald, figlio mai concepito; passioni al lumicino, qualche peccatuccio piccolo-borghese e un’attività sessuale praticamente inesistente. I Ransome non ricevono mai ospiti in casa, sono abitudinari e misantropi, persino nei loro rapporti intimi. La passione pubblica del marito, Mozart; quella privata, la pornografia. Rosemary trascorre invece le sue giornate nella speranza che qualcosa, chissà cosa, accada, proprio come certi anziani quando devono sbrigare mansioni che esulano leggermente dall’ordinario. Fatto sta che i due benestanti e sconfortanti coniugi (il marito Maurice è valente avvocato) si ritrovano gettati in una sorta di universo parallelo dopo il misterioso furto dell’intero mobilio di casa. L’appartamento diviene deserto, come deserta appare l’esistenza di questi due esemplari di homo oeconomicus. Il libro di Bennett, modellato col tipico registro umoristico britannico, è costruito perlopiù sulla denuncia e successiva ricerca degli arredamenti di casa Ransome ad opera dei due protagonisti che, all’occorrenza, si trasformano in qualcosa di diverso da ciò che erano. Maurice, come in un sogno da cui è impossibile svegliarsi, si impunta sul dozzinale impianto hi-fi che l’assicurazione non intende risarcirgli; Rosemary, d’altro canto, coglie l’occasione del furto per incollare un nuovo significato alla propria esistenza. Ma quale ripartenza potrà mai esserci finché il marito continuerà ad obnubilare la legittima aspirazione della moglie ad una vita diversa? Ecco, è necessario che qualcuno muoia. Meno drammatica e ancor più sarcastica la vicenda del terapista gigolò de "La cerimonia del massaggio": la scena è quella di una funzione religiosa in memoria del caro estinto, dal quale tutti, a partire dal parroco, hanno ricevuto massaggi speciali. Anche qui l'umorismo nero di Bennett trasforma qualcosa di sacro e convenzionale in qualcos'altro, che non è mera provocazione, visto che il ministro anglicano Jolliffe sembra alimentare il proprio vizietto in sagrestia anche dopo la dipartita del massaggiatore. Alan Bennett, come molti illustri colleghi e compatrioti, si serve del comico per raccontare il drammatico, senza giungere mai al tragico, quel presente assoluto fin troppo nobile per questi uggiosi personaggi.

    ha scritto il 

  • 3

    Una lettura diversa dal solito

    Trama particolare e ben sviluppata, resa leggera da uno stile fluente e brillante.

    Per la recensione completa:
    http://unlibronelcassetto.blogspot.it/2016/08/recensione-nudi-e-crudi-di-alan-bennett.ht ...continua

    Trama particolare e ben sviluppata, resa leggera da uno stile fluente e brillante.

    Per la recensione completa:
    http://unlibronelcassetto.blogspot.it/2016/08/recensione-nudi-e-crudi-di-alan-bennett.html

    ha scritto il 

  • 4

    È la prima volta che leggo questo autore e penso di essermene innamorata! Comico ma anche tragico, idealista e realista, una storia che parte da un momento quasi banale e si trasforma in una lettura d ...continua

    È la prima volta che leggo questo autore e penso di essermene innamorata! Comico ma anche tragico, idealista e realista, una storia che parte da un momento quasi banale e si trasforma in una lettura di vite umane e di tempo!

    ha scritto il 

  • 3

    La tranquilla noia del vivere insieme

    Una incredibile quanto inspiegabile sparizione dell'intero arredamento di un appartamento segna il destino di Mister e Mistress Ransome , una matura coppia senza figli , che da oltre trent'anni si è a ...continua

    Una incredibile quanto inspiegabile sparizione dell'intero arredamento di un appartamento segna il destino di Mister e Mistress Ransome , una matura coppia senza figli , che da oltre trent'anni si è avvitata in un'esistenza senza più emozioni , scandita dalla musica di Mozart ascoltata in cuffia per lui , e dalle consuete mansioni di casa per lei .
    Romanzetto breve e divertente , con momenti che inducono alla riflessione , che scorre agilmente sino alla fine , ma tanto esile da non lasciare quasi traccia.

    ha scritto il 

  • 0

    tre posizioni

    Critica cattiva:
    trama artificiosa, lingua molto compiaciuta di sé - uno che mette i puntini
    "sugli i" e lo dice "guardate che adesso metto i puntini sugli i"
    Un radical, addirittura.
    Io lavoro sulla ...continua

    Critica cattiva:
    trama artificiosa, lingua molto compiaciuta di sé - uno che mette i puntini
    "sugli i" e lo dice "guardate che adesso metto i puntini sugli i"
    Un radical, addirittura.
    Io lavoro sulla lingua asciutta e non fasulla ecc.

    Critica simpatetica:
    fantastica presa in giro della società contemporanea, un pasolini aggiornato
    e simpatico perlopiù. Si ride un sacco

    Critica snob:
    un libro proprio da Adelphi

    ha scritto il 

  • 3

    Divertente? no...forse ironico, abbastanza cinico, nudo e crudo si.Onestamente mi aspettavo un po' di più. Il racconto parte bene, incuriosisce, ma poi la attesa cala. Continuando nella lettura tutt ...continua

    Divertente? no...forse ironico, abbastanza cinico, nudo e crudo si.Onestamente mi aspettavo un po' di più. Il racconto parte bene, incuriosisce, ma poi la attesa cala. Continuando nella lettura tutto diventa monotono e incapace di suscitare interesse... Il messaggio che l'autore vuole lanciare con la metafora della casa svaligiata e poi ritrovata, in una chiave di lettura di come il vecchio possa essere poi rivissuto come nuovo, mi e' sembrato un po' come dire ..... stanco. Stucchevole il finale con il marito che muore e la moglie pronta a rifarsi una nuova vita.

    ha scritto il 

  • 1

    95 pagine frutto di un grandissimo e meraviglioso esercizio di stile, condito - senza alcun motivo - dai soliti contenuti con richiami sessuali e di tradimento. Plot narrativo interessante e aperto ad ...continua

    95 pagine frutto di un grandissimo e meraviglioso esercizio di stile, condito - senza alcun motivo - dai soliti contenuti con richiami sessuali e di tradimento. Plot narrativo interessante e aperto ad una profondità che si sfiora solo in rare occasioni, il resto è a mio avviso solo ricamo, intrattenimento, fors'anche dovere contrattuale.

    ha scritto il 

  • 3

    Divertissment

    Di ritorno da una serata a teatro i coniugi Ransome trovano la casa decisamente svaligiata. I ladri hanno lasciato solo i muri.
    Spogliati delle loro certezze e le loro routine dopo un primo spaesament ...continua

    Di ritorno da una serata a teatro i coniugi Ransome trovano la casa decisamente svaligiata. I ladri hanno lasciato solo i muri.
    Spogliati delle loro certezze e le loro routine dopo un primo spaesamento si accorgono, soprattutto la Sig.ra Ransome che non tutto il male vien per nuocere.
    E come questo evento si tradurrà' in un scombussolamento di abitudini e come farà' deflagrare voglie represse e' la ragione per leggere questo romanzo breve intriso di caustico humour inglese

    ha scritto il 

Ordina per