On Love

By

Publisher: Grove Press

3.9
(1423)

Language: English | Number of Pages: 231 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) Chi traditional , Chi simplified , German , French , Italian , Swedish , Dutch , Spanish , Portuguese

Isbn-10: 0802134092 | Isbn-13: 9780802134097 | Publish date:  | Edition Reissue

Also available as: Hardcover , Audio Cassette , eBook

Category: Fiction & Literature , Philosophy , Romance

Do you like On Love ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
The best-selling author of How Proust Can Change Your Life and The Art of Travel revisits his utterly charming debut novel, On Love. The narrator is smitten by Chloe on a Paris–London flight, and by the time they’ve reached the luggage carousel he knows he is in love. He loves her chestnut hair, watery green eyes, the gap that makes her teeth Kantian and not Platonic, and her views on Heidegger’s Being and Time — but he hates her taste in shoes. Plotting the course of their affair from the initial delirium of infatuation to the depths of suicidal despair, through a fit of anhedonia — defined in medical texts as a disease resulting from the terror brought on by the threat of utter happiness — and finally through the terrorist tactics employed when the beloved begins, inexplicably, to drift away, On Love is filled with profound observations and useful diagrams, examining for all of us the pain and exhilaration of love.
Sorting by
  • 4

    他與家人共度耶誕,我跟朋友去蘇格蘭,但是我們發現彼此每天互通電話─有時一天多達五次─沒什麼特別事情要說,只因為我倆都覺得以前從沒這樣跟誰說話,以前都是妥協和自欺,現在我們終於可以理解對方也讓對方了解自己─而等待(彷彿救星到來)真正結束了。我在她身上看到我找了一輩子的女人,一個曾經在我夢中出現過的人,她的笑她的眼,她的幽默感她對書的品味,她的焦慮她的聰明,她完全符合我的理想情人。
    [p15]

    如果一 ...continue

    他與家人共度耶誕,我跟朋友去蘇格蘭,但是我們發現彼此每天互通電話─有時一天多達五次─沒什麼特別事情要說,只因為我倆都覺得以前從沒這樣跟誰說話,以前都是妥協和自欺,現在我們終於可以理解對方也讓對方了解自己─而等待(彷彿救星到來)真正結束了。我在她身上看到我找了一輩子的女人,一個曾經在我夢中出現過的人,她的笑她的眼,她的幽默感她對書的品味,她的焦慮她的聰明,她完全符合我的理想情人。
    [p15]

    如果一個事件背後的機會微乎其微,而這件事仍舊發生,難道不能以宿命的角度去看待嗎?
    [p18]

    浪漫的宿命論讓我們避免去想一件事,也就是我們去愛人的需要永遠優先於我們對任何特定人的愛。
    [p21]

    等最終我覺得我們遇見彼此只是一場意外,只是一種五千八百四十點八二分之一的機率;也就是當我開始不再覺得與她在一起有絕對的必要性時─那就是我停止愛她的時刻。
    [p22]

    如果憤世嫉俗與愛情是兩種極端,我們有時候談戀愛不正是為了逃避使人衰弱的憤世嫉俗傾向?每一回的「一見鍾情」不都是對愛人的優點加以自願的誇張化,一種使我們忘記幻滅的誇張,把我們的精力集中在一張特定的臉上,奇蹟似的暫時相信它?
    [p23]

    我免不了要下這個結論,不管她不知為什麼很少把句子說完整,或總是莫名的焦慮,而且挑耳環的品味也不怎麼樣,「她依舊那麼討人喜歡」。
    [p25]

    我不想用知識分子的眼光或詩的真理來看她的句法:她說「什麼」比不上「她」正在說這件事來得重要─而且我已經決定要在她所講的每一件事情裡尋找完美。我已經準備好要隨她進入每一件趣事,我準備好要喜歡她每一個錯失關鍵點的笑話,每一個斷了線的想法。
    [p26]

    每一次墜入愛河即是(引用王爾德的話)自知之明再度燃起希望之際。我們愛上別人,是希望不會在他人身上找到我們的影子─所有的懦弱、脆弱、懶惰、不誠實、妥協以及愚昧。我們把自己做不到的完美加諸在他人身上,藉由與愛人的結合,希望可以保有(這有違自知之明)對人類不穩固的信心。
    [p27]

    這真的是愛嗎?我們在一起的時間還不滿一個早上就說是愛,簡直就是浪漫妄想,言過其實。然而我們總是不知道會愛上誰就已經墜入愛河。「第一步必須建立在無知上。」所以如果有那麼多的疑惑,包括心理學上以及認識論上的疑惑,而我還是稱為愛,或許是因為我相信愛這個字永遠沒有「正確」的用法。既然愛不是一個地點,或是顏色,或是化學物質,而是三者以上的總和,或是以上皆非,那麼為什麼不能讓人人自己來說自己來決定?這個問題難道沒有超出學術上對與錯的討論範圍外嗎?到底是愛還是單純的著迷?除了時間(它也會騙人)之外,還有什麼可以證明?
    [p30]

    當兩張嘴在進行邁向彼此的漫長、危險之旅時,這是減少危險的最佳方式,最主要的危險是:你坦誠你的慾望然後看著它被拒絕。
    [p43]

    單戀也許痛苦,但是痛苦得很安全,因為你傷害到的只是自己不是別人,那是自作自受,苦樂參半的個人感受。但一旦愛情變成雙向,你就不再是單純消極地被傷害,而要負起傷害別人的責任。
    [p75]

    爭論本身是為了強迫另一人接受自己的觀點,而不是去理解差異存在的合法性。

    暴力式的愛法就是強迫對方(理由出於愛)放棄他們想看的電影或是想買的鞋子,好接受一個(充其量)只是個人意見,但卻假冒成普遍性的真理。
    [p103]

    唯一真正名符其實的自由,是以自己的方式追求自己所想要的東西,只要不企圖危害他人的利益,或是阻礙他們追求他們的利益…。一旦對任何一個文明社會成員名正言順地動用公權力,那是為了阻止他傷害他人。利己,不管是在身體或精神方面,並不足以構成傷害他人的原因。
    [p105]

    就像所有寓言故事一樣,這則寓言也有寓意,那就是生命的意義在於對真理的追求。
    [p140]

    也許真的除非有人看見我們存在,否則我們不算真正存在,除非有人瞭解我們說的話,否則我們不算真的會說話;就本質來說,除非我們有人愛,否則就不算真正活過。
    [p155]

    人的性格是根源於他人對自己的種種反應。由於「我」並不是一個整合性結構體,所以其流體般的可塑性需要借他人提供的框架來成形。
    [p156]

    我們要向對方吼,部分是因為要看看能否忍受彼此的吼叫。我們要試煉彼此的生存能力:只有在設法毀掉彼此卻不成功時,才能確定自己是安全的。
    [p192]

    我要的是就算失去一切,只剩下「我」也會被愛,這個在最脆弱時刻的神祕的「我」。「你愛我愛到我可以在你面前顯得軟弱的程度嗎?」人人都愛力量,但是「你愛我的軟弱嗎?」才是真正的考驗。在我失去所有可以失去的一切後,你是否會因為我唯一永遠不會失去的愛我?
    [p199]

    said on 

  • 0

    我想我不太能隨意評論這(每一)本書,因為我本身算是有在祟拜艾倫.狄波頓(的才華),我沒辦法公正的對他的書下結論(那之前寫過的算什麼!)

    但本書沒想像中好看,可能因為算是作者早期的作品吧,感覺上有很多部份都有點無病呻吟(世界上哪一場戀愛不是?) 好想知道珂羅葉會不會想把這本書帶進去棺材哦~。

    said on 

  • 2

    Ho apprezzato il ragionare e filosofare, ma sulla demenza ho poca sopportazione e che poi la si voglia giustificare con l’irrazionalità dell’innamoramento poco importa.
    Nota: il fatto che la lei scema ...continue

    Ho apprezzato il ragionare e filosofare, ma sulla demenza ho poca sopportazione e che poi la si voglia giustificare con l’irrazionalità dell’innamoramento poco importa.
    Nota: il fatto che la lei scema isterica e il lui fregnone siano dei ricconi per me indubbiamente ha fatto la differenza. Ai tempi anche io vivevo a Londra ma il problema più che il parcheggio era trovare i soldi per pagare l’abbonamento mensile dei mezzi.

    said on 

  • 4

    Se, non corrisposti, amiamo un angelo, immaginando i piaceri che potrebbero derivarci dall'essere in paradiso insieme, non teniamo nella giusta considerazione un pericolo grave: come farebbe in fretta ...continue

    Se, non corrisposti, amiamo un angelo, immaginando i piaceri che potrebbero derivarci dall'essere in paradiso insieme, non teniamo nella giusta considerazione un pericolo grave: come farebbe in fretta l'attrazione ad affievolirsi se quell'essere supremo cominciasse a ricambiare il nostro amore. Ansiosi di fuggire da noi stessi ci innamoriamo di una persona che è bella, intelligente e spiritosa tanto quanto noi siamo brutti, stupidi e noiosi. Ma che succede se questo essere perfetto un giorno si guarda intorno e decide di ricambiare il nostro amore? è inevitabile una certa delusione: può essere davvero all'altezza delle nostre aspettative una persona che ha il cattivo gusto di apprezzare qualcuno come noi? Se per amare abbiamo bisogno di credere che l'amata sia in qualche cosa superiore a noi, non ne consegue un crudele paradosso quando ci ricambia l'amore? Siamo portati a chiederci: "Se lei/lui è davvero così speciale, com'è possibile che lei/lui ami qualcuno come me?"

    said on 

  • 3

    Cosa significa vivere un rapporto di coppia...cosa si prova nel momento in cui si fanno certi gesti...e cosa provocano questi gesti nell'altra persona...Alain de Botton riesce a descrivere in un modo ...continue

    Cosa significa vivere un rapporto di coppia...cosa si prova nel momento in cui si fanno certi gesti...e cosa provocano questi gesti nell'altra persona...Alain de Botton riesce a descrivere in un modo strabiliante tutte le insicurezze e gli stati d'animo di una persona che affronta un nuovo amore dall'inizio alla fine, analizzando ogni minimo dettaglio e rendendo il libro una specie di autoanalisi del lettore. Ed è proprio questo che rende il tutto così "vero" ed interessante.

    said on 

  • 2

    Come funzionano le storie d'amore?

    Come funzionano le storie d'amore? Come nasce, si sviluppa, si stabilizza, muore un amore? Come mai quelle sensazioni appassionate e travolgenti che si vivono all'inizio si trasformano poi spesso in u ...continue

    Come funzionano le storie d'amore? Come nasce, si sviluppa, si stabilizza, muore un amore? Come mai quelle sensazioni appassionate e travolgenti che si vivono all'inizio si trasformano poi spesso in una monotona abitudine (se va bene) o in insofferente insoddisfazione o in tradimento (se va male)? E come si arriva alla inesorabile morte straziante dell'amore (straziante perché da un certo punto in poi non se ne può più....)?

    Ecco, il libro "Esercizi d'amore" si prefigge di dare risposte a queste domande.

    Quando si parla d'amore, è normale aguzzare le orecchie. Il tema è interessante e intrigante e c'è la possibilità di imparare qualcosa.
    Ci predisponiamo quindi con l'animo giusto seduti comodi sulla sedia e con la massima attenzione iniziamo a leggere.

    E' un saggio? No. E' un romanzo. Uffa, pensiamo, un altro romanzo sull'amore? Vabbè, andiamo avanti.

    Il protagonista venticinquenne ci racconta la sua storia d'amore con Chloe, una giovane ventitreenne conosciuta per caso su un aereo.
    La storia d'amore è abbastanza tipica e convenzionale:

    un inizio casuale e travolgente (se non ti vedo muoio),
    una fase di assuefazione (se non ti vedo potrei morire),
    una fase abitudinaria (ok, se non ti vedo ti vedrò),
    una fase insofferente (se non ti vedo, meglio),
    una fase di tradimento (il fatto che non ti veda io non è una buona ragione perché tu debba vedere qualcun altro...),
    una di terrorismo romantico (se non ti vedo mi ammazzo),
    una fine (non ti voglio vedere mai più, cascasse il mondo).

    Dove sta l'idea e la novità del libro? Sta nel fatto che de Botton analizza in dettaglio ogni singola fase, scomodando filosofi e pensatori e tentando di associare regole filosofiche a scientifiche a comportamenti che appaiono invece quasi sempre irrazionali.

    Purtroppo l'amore si concilia male con la filosofia. E alla fine il romanzo, descrivendo questa relazione adolescenziale decisamente immatura, si trasforma in un bigino di filosofia noiosa e inutile. Mooolto noiosa e moooolto inutile.

    Al termine della lettura rimangono solo alcuni pensieri degni di nota:

    "Qualunque sia il grado di felicità con la nostra compagna, l'amore per lei ci è di ostacolo (a meno di non vivere in una società poligamica) ad avviare altre relazioni romantiche. Ma perché ciò dovrebbe essere causa di frustrazione, se davvero la amiamo? Perché, se il nostro amore per lei è sempre vivo, dovremmo sentire come un limite tale condizione? Forse perché, nel risolvere il nostro bisogno di amare, non sempre riusciamo a risolvere il nostro bisogno di desiderare."

    “Uno dei lati ironici dell’amore è che siamo seduttori molto più convincenti quando l’oggetto delle nostre attenzioni non ci attrae poi così tanto: l’intensità del desiderio, invece, soffoca in noi disinvoltura e spontaneità.“

    “C’è una lunga e pessimistica corrente nel pensiero occidentale secondo cui l’amore, in definitiva, può essere raffigurato soltanto come una pratica unilaterale, di marxistica ammirazione, dove il desiderio fiorisce sull’impossibilità di vedere restituito l’amore.”

    Ahimè, un altro libro inutile...

    said on 

  • 3

    Consiglio di lettura di settembre 2015

    Un libro molto particolare, a metà tra saggio e romanzo. L'autore, servendosi dell'espediente del narrare una storia d'amore immaginaria con il suo inizio, lo sv ...continue

    Consiglio di lettura di settembre 2015

    Un libro molto particolare, a metà tra saggio e romanzo. L'autore, servendosi dell'espediente del narrare una storia d'amore immaginaria con il suo inizio, lo sviluppo e la fine, imbastisce un vero saggio sull'amore di coppia, interessante e scorrevole. L'unico suo limite consiste nella generalizzazione: la coppia di cui si parla qui infatti vive quel tipo d'amore che lo stesso autore definisce "immaturo"...quello che non sfocia nel matrimonio perché sostanzialmente basato solo su una forte attrazione fisica, destinata a non avere più importanza nel momento in cui uno dei due conosce qualcun altro che gli piace fisicamente, e che con il suo essere "nuovo" per forza di cose offusca il "vecchio". Insomma, non tutte le coppie per fortuna sono come quella descritta da De Botton (anche se purtroppo oggi come oggi quelle diverse si contano sulle dita xD).
    Dalla seconda metà in poi diventa anche un po' ripetitivo, ma per chi sia interessato a cosa avviene nel cervello di chi si innamora (indipendentemente da quanto importante si riveli poi la storia d'amore) è l'ideale ^^

    said on 

Sorting by