Petra Delicado indaga ancora

Il caso del lituano - ­Nido vuoto - ­Il silenzio dei chiostri

Di

Editore: Sellerio (Galleria)

3.9
(88)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 763 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8838925194 | Isbn-13: 9788838925191 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Maria Nicola

Genere: Narrativa & Letteratura , Mistero & Gialli

Ti piace Petra Delicado indaga ancora?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Con Petra Delicado, ispettrice della polizia di Barcellona, e Fermín Garzón, suo vice, Alicia Giménez-Bartlett ha creato una di quelle polarità essenziali che donano al racconto un movimento autonomo, una vita indipendente dallo stesso intreccio. La sensazione, alla lettura, è di una combinazione euforica di thriller e commedia senza perdita di leggerezza né di atrocità.

Il caso del lituanoL’omicidio del bell’immigrato dall’agiatezza sospetta; la morte orrenda del bullo da palestra; la strage delle quattro ragazze di una madame dal cuore tenero: tre rapide storiacce tenute assieme dallo squallore della periferia e dal continuo battibecco con cui Petra e Fermín cercano di arginare dalla loro vita il caos del mondo.

Nido vuoto«La mia glock era sparita. Farsi rubare la pistola da una bambina, il colmo del ridicolo per un poliziotto». Inizia con la caccia un po’ giocosa a una piccola ladra l’itinerario di Petra e Fermín in uno dei tanti inferni all’angolo della strada, dove convivono crimine e conformismo.

Il silenzio dei chiostri«Una delle indagini più inquietanti e complicate della nostra carriera». Nel romanzo più venduto della serie, Petra e Fermín indagano sul simbolico omicidio di fra Cristóbal dello Spirito Santo venuto a restaurare la reliquia di un santo nel convento delle sorelle del Cuore Immacolato, e faticano a schivare gli illusionismi mascherati da soprannaturale.

Ordina per
  • 3

    A tratti è l'Alicia che ti aspetti

    Questo "librone" è suddiviso in tre parti.
    La prima è una raccolta di raccontini (per l'esattezza tre) che scorrono veloci veloci senza tanto impegno.
    La seconda è la parte migliore del libro; la soli ...continua

    Questo "librone" è suddiviso in tre parti.
    La prima è una raccolta di raccontini (per l'esattezza tre) che scorrono veloci veloci senza tanto impegno.
    La seconda è la parte migliore del libro; la solita Petra, il solito Fermìn e la vicenda si srotola perfetta ed anche piacevole a leggersi.
    Ed arriviamo, con molta fatica, alla terza parte. Qui si perde, si dilunga all'infinito senza ragione pratica. Cerca di spiegare che cosa non si sa. Descrizioni su descrizioni, personaggi su personaggi, psicologia facile facile. Insomma un guazzabuglio di immagini e situazioni che ci potevano essere risparmiate. Perché, diciamolo la matassa è semplice ma più carne si mette al fuoco e più si rischia di bruciarla.

    Con l'altra valutazione avrebbe meritato forse 4* ma non sono riuscito ad attribuire complessivamente più di 3* e forse dovevano essere 2*e mezzo.

    ha scritto il 

  • 4

    Il caso del lituano - Nido vuoto - Il silenzio dei chiostri

    E’ stata una bella lettura, anche se devo ammettere che, per chi è abituato a leggere i romanzi di questa autrice, il racconto non è il contesto migliore per i suoi personaggi, in quanto non si può as ...continua

    E’ stata una bella lettura, anche se devo ammettere che, per chi è abituato a leggere i romanzi di questa autrice, il racconto non è il contesto migliore per i suoi personaggi, in quanto non si può assaporare in pieno la loro contrapposizione di caratteri, e poi perché l’indagine (che già non è il punto forte nel romanzo) qui si rivela ancora più lasca, meno trascinante.
    In nido vuoto ho colto una crescita nella protagonista, ma anche nella costruzione dell’indagine, che solitamente era nei libri precedenti più lo stratagemma dell’autrice per farci apprezzare Petra e il suo vice anziché essere il vero fulcro del romanzo. Qui l’ispettore si immerge in un mondo disgustoso e perverso che la ripugna, la sua squadra si arricchisce di nuovi componenti e di conseguenza crescono gli spunti per i suoi divertenti battibecchi con Garzon… e poi incontra il nuovo amore, dalla vita sentimentale complicatissima, ma che riesce a farle tenere testa agli orrori che deve affrontare durante le indagini. Restano immutati lo humor, l’autoironia, il fascino di un’ambientazione nei misteri e nei sotterranei di Barcellona e la maestria della Gimenez nel descrivere delle situazioni dure con grande delicatezza.
    Ne Il silenzio dei chiostri la Gimenez ci regala un giallo godibilissimo e vivace ambientato in un convento dove ne succedono di cotte e di crude... Petra intanto è maturata ed è diventata più riflessiva, scopre anche di saperci fare con i bambini e i ragazzi e al suo terzo matrimonio sembra essere molto più assennata nella relazione di coppia. Esilaranti comunque restano i suoi duetti con il collega Firmin, anche lui fresco di nozze.

    ha scritto il 

  • 4

    Veramente un bel libro, scorrevole e appassionante dalla prima all'ultima pagina. Ci presenta un ispettore di polizia umano, non il classico super eroe americano, ma uno di noi con i suoi limiti e sen ...continua

    Veramente un bel libro, scorrevole e appassionante dalla prima all'ultima pagina. Ci presenta un ispettore di polizia umano, non il classico super eroe americano, ma uno di noi con i suoi limiti e sentimenti.

    ha scritto il 

  • 5

    OTTIMO

    splendido libo di racconti polizieschi. Garzon e Pedra sono un duo fortissimo per le loro dissertazioni sulla vita oltre che per le loro indagini. Dovro' reperire al piu' prestoa nche gli altri raccon ...continua

    splendido libo di racconti polizieschi. Garzon e Pedra sono un duo fortissimo per le loro dissertazioni sulla vita oltre che per le loro indagini. Dovro' reperire al piu' prestoa nche gli altri racconti con questi due protagonisti, non vedo l'ora di leggerli......

    ha scritto il 

  • 5

    IN REte.Con Petra Delicado, ispettrice della polizia di Barcellona, e Fermín Garzón, suo vice, Alicia Giménez-Bartlett ha creato una di quelle polarità essenziali che donano al racconto un movimento a ...continua

    IN REte.Con Petra Delicado, ispettrice della polizia di Barcellona, e Fermín Garzón, suo vice, Alicia Giménez-Bartlett ha creato una di quelle polarità essenziali che donano al racconto un movimento autonomo, una vita indipendente dallo stesso intreccio. La sensazione, alla lettura, è di una combinazione euforica di thriller e commedia senza perdita di leggerezza né di atrocità. In questo volume: "Il caso del lituano": l'omicidio del bell'immigrato dall'agiatezza sospetta; la morte orrenda del bullo da palestra; la strage delle quattro ragazze di una madame dal cuore tenero: tre rapide storiacce tenute assieme dallo squallore della periferia e dal continuo battibecco con cui Petra e Fermín cercano di arginare dalla loro vita il caos del mondo. "Nido vuoto": "La mia glock era sparita. Farsi rubare la pistola da una bambina, il colmo del ridicolo per un poliziotto". Inizia con la caccia un po' giocosa a una piccola ladra l'itinerario di Petra e Fermín in uno dei tanti inferni all'angolo della strada, dove convivono crimine e conformismo. "Il silenzio dei chiostri": "Una delle indagini più inquietanti e complicate della nostra carriera". Petra e Fermín indagano sul simbolico omicidio di fra Cristóbal dello Spirito Santo venuto a restaurare la reliquia di un santo nel convento delle sorelle del Cuore Immacolato, e faticano a schivare gli illusionismi mascherati da soprannaturale.

    ha scritto il 

  • 4

    forse da leggere a tappe i vari racconti, ma anche con l'overdose che ho fatto va' bene, grande la Petra non solo applicata ai casi polizieschi, ma anche con una stratificazione umana..., con il suo v ...continua

    forse da leggere a tappe i vari racconti, ma anche con l'overdose che ho fatto va' bene, grande la Petra non solo applicata ai casi polizieschi, ma anche con una stratificazione umana..., con il suo vice e la birretta e non solo per compensare/spezzare i ritmi, e infine sullo sfondo una Spagna bislacca ed a volte non diversa dall'Italia ... ;-)

    ha scritto il