Piccoli crimini coniugali

Di

Editore: e/o (Dal Mondo)

3.9
(1017)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 141 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Tedesco , Francese , Spagnolo

Isbn-10: 8876415904 | Isbn-13: 9788876415906 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Alberto Bracci Testasecca

Disponibile anche come: Tascabile economico , eBook

Genere: Famiglia, Sesso & Relazioni , Narrativa & Letteratura , Mistero & Gialli

Ti piace Piccoli crimini coniugali?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Gilles è vittima di un misterioso incidente. Ritorna a casa dall'ospedale con la moglie Lisa. Ha perduto la memoria. Lui chi è? E chi è Lisa? Com'era la loro vita di coppia? A partire da ciò che lei gli racconta, Gilles cerca di ricostruire la propria vita. Ma se Lisa mentisse? Lui è proprio così come lei lo descrive? E lei è veramente sua moglie? Attraverso il serrato dialogo e i continui colpi di scena si fa strada una verità inattesa. Una commedia nera dalla suspense sorprendente, ma anche una riflessione sulla madre di tutte le guerre: quella dentro la coppia.
Ordina per
  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    3

    Di palese impianto teatrale, tanto da avere rimandi al modo di muoversi sul palco di coloro che andrebbero a impersonare la coppia in gioco, è una fine e particolareggiata narrazione della infinita ga ...continua

    Di palese impianto teatrale, tanto da avere rimandi al modo di muoversi sul palco di coloro che andrebbero a impersonare la coppia in gioco, è una fine e particolareggiata narrazione della infinita gamma di emozioni e sentimenti, tanto positivi che negativi, che costellano un rapporto a due. Più che la descrizione della fattispecie, interesse del lettore è l'interazione tra coniugi, le loro schermaglie dalle molteplici variazioni di tono, il loro attraversare diversi registri narrativi con l'ininterrotto rapporto dialogico che comprende l'intero romanzo. Sia in lei che in lui affiorano ideali e derive che si potrebbero trovare in ognuno di coloro che vive un rapporto di coppia complesso, tormentato. In entrambi il racconto del ritmo sinusoidale che attraverso ogni pagina si palesa, tra picchi e sprofondi, tra alti e bassi smaccati e un poco didascalici, pare suggerire come in un rapporto uomo-donna, se entrambi muovono passi di comprensione l'uno verso l'altro potrebbero conseguire la giusta alchimia che, tramite un percorso ideale, sfocerebbe nella completa beatitudine dei protagonisti.

    ha scritto il 

  • 3

    ....libro consigliatomi....bella lettura,grazie!!

    Io lo definirei cosi; un "Ping-pong" prima ironico,divertente,poi sottile, a tratti tagliente e realistico tra le parti, in questo caso sul rapporto di coppia...

    ha scritto il 

  • 5

    Chi è l'assassino?

    Un battibecco casalingo. Le nevrosi di lei e le illusioni di grandezza di lui. Schmitt traccia un profilo della Donna e dell'Uomo che è schiacciante. La bellezza sta nel dipingerlo attraverso le parol ...continua

    Un battibecco casalingo. Le nevrosi di lei e le illusioni di grandezza di lui. Schmitt traccia un profilo della Donna e dell'Uomo che è schiacciante. La bellezza sta nel dipingerlo attraverso le parole dei suoi due personaggi, senza alcuna interferenza dell'autore. Una chicca da gustare per qualche ora. Uno specchio in cui riconoscersi presto, per cambiare passo in fretta!

    ha scritto il 

  • 3

    Ad ogni pagina c'è un colpo di scena, una verità che viene rivelata, una nuova versione dei fatti. Marito e moglie mentono, ma poi ritrattano finchè, piano, piano la matassa si dipana e ogni cosa appa ...continua

    Ad ogni pagina c'è un colpo di scena, una verità che viene rivelata, una nuova versione dei fatti. Marito e moglie mentono, ma poi ritrattano finchè, piano, piano la matassa si dipana e ogni cosa appare chiara.

    Un libro brevissimo che mette in evidenza le incomprensioni, i timori inespressi che a volte esistono in un rapporto di coppia.

    ha scritto il 

  • 2

    Ha l'indubbio vantaggio di poter essere letto in una singola sorsata, eppure a poco più della metà l'equilibrio si rompe e i dialoghi serratissimi e le contrapposizioni coniugali da spettacolo teatral ...continua

    Ha l'indubbio vantaggio di poter essere letto in una singola sorsata, eppure a poco più della metà l'equilibrio si rompe e i dialoghi serratissimi e le contrapposizioni coniugali da spettacolo teatrale diventano troppo forzate.

    ha scritto il 

  • 3

    Confessione di pregi e difetti di una coppia di coniugi in stile piece teatrale.
    Piacevole e originale lettura che si fa in botto. (Come le loro botte e risposte!)

    ha scritto il 

  • 4

    Overdose

    Pièce teatrale con dialoghi serratissimi.
    Botta e risposta di una coppia sulla soglia della mezza età, apparentemente perfetta in realtà in profonda crisi.
    Trama esile su cui l'autore innesta risvo ...continua

    Pièce teatrale con dialoghi serratissimi.
    Botta e risposta di una coppia sulla soglia della mezza età, apparentemente perfetta in realtà in profonda crisi.
    Trama esile su cui l'autore innesta risvolti gialli.
    Centrale la prospettiva del maschile verso il femminile.
    Considerazioni che forse potrebbero apparire scontate, in verità sono piuttosto acute.
    Il rischio di perderle è dovuto alla ricchezza della materia, trattata in poche pagine, da cui una “sovraesposizione” che potrebbe confondere il lettore.
    Abile tratteggio del femminino soprattutto nei repentini e apparentemente inspiegabili cambiamenti d'umore.
    Più s(t)olido lui. Si potrebbe pensare in quanto uomo.
    In verità è la figura più concreta. Anche nella interessante confessione/comprensione finale.
    Catartica anzichenò.

    Ti amo perché non sei tenera.
    Ti amo perché mi tieni testa.
    Ti amo perché sei capace di colpirmi.
    Ti amo perché sei una bella straniera.
    Ti amo perché fai l'amore con me solo se ti va per davvero.

    Come direbbe Henry Miller in “Storia di una passione”: non ho paura della tua femminilità.
    Il nocciolo è questo.
    Chi non lo divisa temo non abbia capito un cazzo.

    ha scritto il 

  • 3

    Un’amnesia permette a due coniugi di rivedere il proprio passato ed il proprio matrimonio: quali sono state le bugie, quali le verità? Cosa significa vivere per anni accanto ad una persona che, in fin ...continua

    Un’amnesia permette a due coniugi di rivedere il proprio passato ed il proprio matrimonio: quali sono state le bugie, quali le verità? Cosa significa vivere per anni accanto ad una persona che, in fin dei conti, è un’estranea?
    Un’opera interessante anche se a tratti i questo continuo botta-e-risposta risulta un po’ estenuante.

    ha scritto il 

Ordina per