Player One

L’incredibile avventura di un ragazzo che deve salvare il mondo

Di

Editore: Isbn Edizioni

4.2
(1352)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 640 | Formato: Cofanetto | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Tedesco , Portoghese , Polacco , Ceco

Isbn-10: 8876382550 | Isbn-13: 9788876382550 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Laura Spini

Disponibile anche come: eBook , Altri , Paperback

Genere: Computer & Tecnologia , Giochi , Fantascienza & Fantasy

Ti piace Player One?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Il mondo è un brutto posto. Wade ha diciotto anni e trascorre le sue giornate in un universo virtuale chiamato OASIS, dove si fa amicizia, ci si innamora – si fa ciò che ormai è impossibile fare nel mondo reale, oppresso da guerre e carestie. Ma un giorno James Halliday, geniale creatore di OASIS, muore senza eredi. L’unico modo per salvare OASIS da una spietata multinazionale è metterlo in palio tra i suoi abitanti: a ereditarlo sarà il vincitore della più incredibile gara mai immaginata. Wade risolve quasi per caso il primo enigma, diventando di colpo, insieme ad alcuni amici, l’unica speranza dell’umanità. Sarà solo la prima di tante prove: recitare a memoria le battute di Wargames, penetrare nella Tyrell Corporation di Blade Runner, giocare la partita perfetta a Pac-Man, sfidare giganteschi robot giapponesi e così via, in una strabiliante rassegna di missioni di ogni tipo, ambientate nell’immaginario pop degli anni ’80, a cui OASIS è ispirato. Un romanzo da leggere tutto d’un fiato, un nuovo classico dell’avventura che presto diventerà un megafilm prodotto da Warner Bros.
Ordina per
  • 4

    Un futuro distopico, dove non ci sono praticamente più risorse disponibili e l'umanità trova distrazione e rifugio in un'immensa simulazione. Tutto comincia quando il proprietario di questo grosso net ...continua

    Un futuro distopico, dove non ci sono praticamente più risorse disponibili e l'umanità trova distrazione e rifugio in un'immensa simulazione. Tutto comincia quando il proprietario di questo grosso network muore e decide di lasciare tutto in eredità, simulazione inclusa, al primo che riuscirà a risolvere una serie di enigmi relativi alle sue passioni di gioventù, ovvero film, giochi ed in generale cultura anni '80.
    Il libro scorre bene e con interessanti colpi di scena. La narrazione a mio parere è a tratti un po' lenta o un po' troppo pesante nello spiegare dettagli, ma in complesso è un buon libro con una bella storia.

    ha scritto il 

  • 4

    Divertente, ma solo per chi, come me, è vissuto da geek adolescente negli anni 80, nutrito dallo stesso immaginario di libri e videogiochi e film che animano il romanzo. La trama, i personaggi, le tro ...continua

    Divertente, ma solo per chi, come me, è vissuto da geek adolescente negli anni 80, nutrito dallo stesso immaginario di libri e videogiochi e film che animano il romanzo. La trama, i personaggi, le trovate narrative sono infatti abbastanza scontate e un po' scialbe, in quanto tutto è asservito alla dichiarazione d'amore nei confronti della cultura pop (settoriale) degli anni '80.

    ha scritto il 

  • 5

    Viva el frikismo

    Una maravilla de libro para los amantes de todo lo ochentero. Videojuegos, cine, libros, música... os sacará mas de una sonrisa nostálgica. Sin desvelar nada solo decir que es una novela fresca y orig ...continua

    Una maravilla de libro para los amantes de todo lo ochentero. Videojuegos, cine, libros, música... os sacará mas de una sonrisa nostálgica. Sin desvelar nada solo decir que es una novela fresca y original que encantará a los amantes de los videojuegos, tanto por su contenido como por su temática. Con un argumento que engancha muchísimo y un personaje principal del que acabas encariñado al máximo. Es genial, con todas las letras.

    ha scritto il 

  • 5

    Non mi capitava da anni di non riuscire a staccare gli occhi da un libro.
    E di riuscire a immergermi completamente nella storia.
    Ma è successo con Ready Player One .
    In estrema sintesi?
    E' una sorta ...continua

    Non mi capitava da anni di non riuscire a staccare gli occhi da un libro.
    E di riuscire a immergermi completamente nella storia.
    Ma è successo con Ready Player One .
    In estrema sintesi?
    E' una sorta di Codice Da Vinci in versione nerd/geek futuristico ma con temi anni '80 (musica, film, videogiochi). Ma soprattutto, mi ha dato da pensare, e non è affatto cosa da poco.

    Being human totally sucks most of the time.
    Videogames are the only thing that make life bearable.

    —Anorak's Almanac, Chapter 91, Verses 1-2

    ha scritto il 

  • 4

    Está bien claro que es un libro para los amantes de todo lo "ochentero" para "freaks" de iniciación y para los más avanzados también, sus continuas referencias a series televisivas, películas y música ...continua

    Está bien claro que es un libro para los amantes de todo lo "ochentero" para "freaks" de iniciación y para los más avanzados también, sus continuas referencias a series televisivas, películas y música de esa época son de lo más valioso que aporta este libro y se encuentra infinidad de menciones sobre ello, tanto como la literatura de ciencia-ficción y fantasía de la misma época, pero eso no es todo sino que también del mundo de los videojuegos y la conocida "second life" por entendernos y saber de lo que hablo, la vida virtual.
    Es una novela digna de leer por no solo este sentido sino por muchos más, especialmente por el nostálgico y porque es entretenida y muy interesante leer algo en lo que muchos hemos pasado muchos momentos divertidos. Por supuesto que tiene su parte mala, como todo claro está, encuentro que no me parece una novela para la gente que no esté muy puesta en videojuegos, ya que puedes encontrar páginas y páginas con descripciones de batallas y juegos a los que se están enfrentando los protagonistas y en ese sentido diría que unas 100 páginas aproximadamente sobrarían, por tantísima descripción de batallas y logros entre los jugadores, ganando puntos, vidas y mil cosas más...a mi personalmente me ha parecido excesivo, no soy amante de los videojuegos lo leí por la nostalgia ochentera y por eso lo digo que es más apto para los que sí lo son, porque resulta pesado.
    Aún así merece mucho leerlo, es y sé que será con el tiempo un clásico de los ochenta, un libro válido para la gente que ama lo virtual, el cine, la literatura y la música de una época que a muchos nos ha marcado mucho.

    ha scritto il 

  • 5

    Ready Player One

    I finished this book (yay!).Now it may be because I was pretty much a geek during the 80's and could really relate.
    But I gave it such a high score because a giant evil company was trying to take over ...continua

    I finished this book (yay!).Now it may be because I was pretty much a geek during the 80's and could really relate.
    But I gave it such a high score because a giant evil company was trying to take over a particular gaming system
    and a miniscule number was trying to prevent it.
    It was like the Rebels against the Empire, if you will.
    All and all it was a really fun ride.
    I mean there are sad parts as well as uplifting parts.
    Sometimes sadness will lift a person up to become better.

    ha scritto il 

  • 3

    Nostalgia '80..

    ..E nostalgia degli arcade: qualche spunto interessante, ma pensavo decisamente meglio. Finale scontatissimo e per me assai deludente.
    Spielberg ne farà certamente un bel film, comunque.

    ha scritto il 

Ordina per