Quella sera dorata

Di

Editore: Adelphi

3.8
(2216)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 318 | Formato: Copertina morbida e spillati | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Chi tradizionale , Tedesco , Spagnolo

Isbn-10: 8845920550 | Isbn-13: 9788845920554 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Alberto Rossatti

Disponibile anche come: Copertina rigida , Tascabile economico

Genere: Famiglia, Sesso & Relazioni , Narrativa & Letteratura , Viaggi

Ti piace Quella sera dorata?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Quando qualcuno si accinge a scrivere la biografia di qualcun altro, parenti eamici del biografato cercano quasi sempre di ostacolare un'iniziativa che, inun futuro minacciosamente vicino, li costringerebbe a leggere la solitacompilazione di svarioni, congetture e voli di fantasia non autorizzati. Èquindi ovvio che né la moglie, né il fratello, né l'amante del defunto JulesGund, autore di un solo e venerato libro, desiderano che il giovane OmarRezaghi si rechi nella tenuta di famiglia in Uruguay, e s'inpicci di faccendeche non lo riguardano. È solo l'inizio di una commedia dove nessunacombinazione di fatti, sentimenti o rivelazioni è esclusa in partenza.
Ordina per
  • 4

    Sì, Cameron mi piace

    Avevo già letto "Un giorno questo dolore ti sarà utile" dello stesso autore, e lo avevo trovato fantastico. Ma non sempre apprezzare un romanzo significa apprezzare l'intera opera per cui ero da subit ...continua

    Avevo già letto "Un giorno questo dolore ti sarà utile" dello stesso autore, e lo avevo trovato fantastico. Ma non sempre apprezzare un romanzo significa apprezzare l'intera opera per cui ero da subito intenzionata a leggere altro di Peter Cameron! La scelta è stata puramente dettata dal caso, anzi questo tra tutti i titoli era quello che mi attirava di meno, ma avendolo trovato in scambio non ho opposto resistenza al destino e posso dire di aver fatto bene.

    La scrittura è ironica e vivace come la ricordavo, i personaggi eclettici e caratterizzati magistralmente. Cameron non descrive ma narra, come solo i migliori sanno fare, in poche righe il lettore riesce ad inquadrare un personaggio sulla base delle sue reazioni al mondo che lo circonda, ed entra subito in risonanza con lui.
    Questo romanzo racconta un fatto semplice, l'avventura di un ragazzo che abbandona il nido sicuro per conquistare ciò che crede di volere con le sue forze e nel farlo scopre di volere, in realtà, tutt'altro.
    Un grande talento questo Cameron, non vedo l'ora di leggere altro di suo.

    ha scritto il 

  • 4

    un libro dolce e piacevole, dalle atmosfere che ricordano le sere di fine estate, quando l'autunno alle porte colora i tramonti di luce soffusa.
    I personaggi sono eccentrici, ma mai eccessivi, i dialo ...continua

    un libro dolce e piacevole, dalle atmosfere che ricordano le sere di fine estate, quando l'autunno alle porte colora i tramonti di luce soffusa.
    I personaggi sono eccentrici, ma mai eccessivi, i dialoghi carichi di significato. Tutto è misurato e funzionale, mai sopra le righe.
    Lettura consigliata per rilassarsi dopo una pesante giornata.

    ha scritto il 

  • 4

    Un romanzo dolce e delicato con il quale trascorrere lievemente le ore calandosi nella lettura per osservare da quanto più vicino possibile i personaggi. Una storia d'amore che nasce dalla scoperta di ...continua

    Un romanzo dolce e delicato con il quale trascorrere lievemente le ore calandosi nella lettura per osservare da quanto più vicino possibile i personaggi. Una storia d'amore che nasce dalla scoperta di sé del protagonista: partito per scrivere la biografia di un autore suicida, conoscendone la (complessa) famiglia, finirà per scrivere il primo capitolo della propria, ma nel vissuto.

    ha scritto il 

  • 3

    Dopo aver letto "un giorno questo dolore ti sarà utile" mi aspettavo un romanzo alla stessa altezza, purtroppo l'ho trovato lungo e un pochino noioso. Poco brillante.

    ha scritto il 

  • 4

    In questo romanzo ci si innamora dei dialoghi che dicono tutto senza dire e sono veri e pieni di arguzia, si vuol bene ai personaggi e si finisce per sognare quel luogo in Uruguay, ochos rios, che tie ...continua

    In questo romanzo ci si innamora dei dialoghi che dicono tutto senza dire e sono veri e pieni di arguzia, si vuol bene ai personaggi e si finisce per sognare quel luogo in Uruguay, ochos rios, che tiene i suoi abitanti come sospesi nel tempo e incapaci di proseguire, rifugiati in un bozzolo di relazioni fatte di ricordi e buone maniere. E' un libro per quando si ha bisogno di dolcezza.

    ha scritto il 

  • 4

    Spinta dalla curiosità di leggerlo qualche anno fa dopo aver visto che ne avevano fatto un film con un mito come Anthony Hopkins, era rimasto a riposo aspettando il suo momento. Che è arrivato, e fina ...continua

    Spinta dalla curiosità di leggerlo qualche anno fa dopo aver visto che ne avevano fatto un film con un mito come Anthony Hopkins, era rimasto a riposo aspettando il suo momento. Che è arrivato, e finalmente direi!! Meraviglioso! Dialoghi coinvolgenti, colti, pieni d'amore e ironia, a volte straripanti di passione per qualsiasi cosa o per il doloroso nulla che riempie le vite di alcuni dei protagonisti. Passi indimenticabili, immagini di paesaggi che resteranno nella mente tanto quanto la descrizione dei personaggi e delle loro vite. Incredibile. Ora posso andare alla ricerca del film ;)

    ha scritto il 

  • 3

    Romanzo gradevole e ben scritto, anche se gira intorno a un tema decotto (abbandonare una vita non vissuta e insoddisfacente per scegliere di vivere quella "vera" corrispondente al nostro essere). Per ...continua

    Romanzo gradevole e ben scritto, anche se gira intorno a un tema decotto (abbandonare una vita non vissuta e insoddisfacente per scegliere di vivere quella "vera" corrispondente al nostro essere). Personaggi un po' cosí, con l'eccezione dell'antipatica Caroline e dall'insopportabile, manovriera Deirdre; Cameron non sembra adorare le donne...

    ha scritto il 

  • 1

    Storia insignificante: tante chiacchere e nient'altro. Scrittura senza spessore, unico vantaggio il fatto che i protagonisti sono pochi e ben caratterizzati e quindi non si fa fatica a ricordarli. ...continua

    Storia insignificante: tante chiacchere e nient'altro. Scrittura senza spessore, unico vantaggio il fatto che i protagonisti sono pochi e ben caratterizzati e quindi non si fa fatica a ricordarli.

    ha scritto il 

Ordina per