Rivelazioni

Di

Editore: Superpocket

3.7
(881)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 460 | Formato: Tascabile economico | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Chi tradizionale , Spagnolo , Chi semplificata , Francese , Tedesco , Sloveno , Olandese , Ceco , Polacco

Isbn-10: 8846200616 | Isbn-13: 9788846200617 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Maria Teresa Marenco

Disponibile anche come: Altri , Paperback , Copertina rigida

Genere: Narrativa & Letteratura , Mistero & Gialli , Fantascienza & Fantasy

Ti piace Rivelazioni?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Molestie sessuali: un'accusa pesante, soprattutto quando a farla è un uomo. Thomas Sanders è un uomo tranquillo, manager di una azienda informatica. Finché nella sua vita ricompare Meredith Johnson, ex fidanzata, sexy, spregiudicata, avida di successo. Thomas in un solo giorno perderà la poltrona, la dignità e la fiducia dei suoi cari, e per salvarsi dovrà combattere una dura battaglia: contro Meredith, spietata e senza scrupoli, contro i pregiudizi della gente, contro gli stessi interessi dell'azienda.
Ordina per
  • 5

    Molto bello

    Non è il mio genere di letture, ma questo libro mi è piaciuto molto. Davvero molto. Forse un po lacunosa, soprattutto poi il finale, ma mi ha tenuto attaccato alle pagine con la voglia di capire come ...continua

    Non è il mio genere di letture, ma questo libro mi è piaciuto molto. Davvero molto. Forse un po lacunosa, soprattutto poi il finale, ma mi ha tenuto attaccato alle pagine con la voglia di capire come andava a finire. Ben scritto da un grande scrittore, alla fine è quasi un thriller.
    Molto molto bello.

    ha scritto il 

  • 5

    E' solo il secondo libro li Cricthon che leggo ma mi è piaciuto tantissimo, sarà la scrittura immediata con dialoghi serrati e poche descrizioni, non so se era era una caratterisca dello scrittore, ma ...continua

    E' solo il secondo libro li Cricthon che leggo ma mi è piaciuto tantissimo, sarà la scrittura immediata con dialoghi serrati e poche descrizioni, non so se era era una caratterisca dello scrittore, ma mi piace molto.
    Il tema del libro è bello pesante, ma ancora in una volta penso che in una società in cui tutto è permesso non mi piacerebbe vivere.

    ha scritto il 

  • 4

    Crichton si rivela abilissimo anche nei gialli

    Nonostante sia grandissimo fan di Michael, ho sempre diffidato di questo titolo...intrighi aziendali, avvocati...insomma pensavo fosse un mattone troppo lontano dalle ambientazioni e dalle trame avven ...continua

    Nonostante sia grandissimo fan di Michael, ho sempre diffidato di questo titolo...intrighi aziendali, avvocati...insomma pensavo fosse un mattone troppo lontano dalle ambientazioni e dalle trame avventurose a cui ci ha abituato.
    Invece devo dire che è una storia bellissima (tratta da una storia vera), per nulla noiosa anzi intrigantissima e dal ritmo gradevolissimo. La tecnologia e la scienza questa volta fanno solo da sfondo ad una trama incentrata sulle molestie sessuali e le strategie interne delle grandi aziende i-tech. Non lasciatevi scoraggiare, il romanzo merita davvero pur non essendo il tipico techno-thriller di Crichton.

    ha scritto il 

  • 2

    Sinceramente non è scritto male ma non mi sta prendendo per niente. Sarà il tema affrontato che non mi prende gran chè.E magari anche le lunghe descrizioni di assemblaggio di parti di pc non sono part ...continua

    Sinceramente non è scritto male ma non mi sta prendendo per niente. Sarà il tema affrontato che non mi prende gran chè.E magari anche le lunghe descrizioni di assemblaggio di parti di pc non sono particolarmente affascinanti. 2 stelline.

    ha scritto il 

  • 3

    A sour tale

    This is not a technological fairy tale like Jurassic Park or Sphere: it is a bitter, sometimes nasty accusation against excesses of political correctness. I don’t know whether its theme is so relevant ...continua

    This is not a technological fairy tale like Jurassic Park or Sphere: it is a bitter, sometimes nasty accusation against excesses of political correctness. I don’t know whether its theme is so relevant now as it seemed to be when it was released; for sure, in Italy we still miss that awareness on harassment: the principle “no means no” remains beyond our grasp.
    Still this is a good read: due to Crichton well-known ability in spinning a breath-taking yarn, to the insights in high technology industry at its beginnings (when we cared for how many bauds a modem could handle..), but luckily also because the fascination of technology as today’s magic is still present: the strolls in the virtual reality environment, with their unexpected encounters, are enthralling, even if that fad is gone for twenty years now.

    ha scritto il