Rose Madder

Di

Editore: Club degli Editori su licenza Sperling & Kupfer

3.6
(2483)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 513 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Tedesco , Spagnolo , Russo , Olandese , Francese , Greco , Portoghese , Ceco , Polacco , Danese , Svedese , Indonesiano

Isbn-10: A000030399 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Tullio Dobner

Disponibile anche come: Tascabile economico

Genere: Narrativa & Letteratura , Horror , Fantascienza & Fantasy

Ti piace Rose Madder?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Rose fugge. Fugge da quattordici anni di soprusi, da un marito violento e da una vita che non promette più nulla. Ricominciare da capo è l'unica via d'uscita. Una città sconosciuta, una nuova occupazione e un nuovo compagno: finalmente tutto sembra girare per il verso giusto. La donna si imbatte anche in uno strano dipinto. Una crosta senza valore, o molto, molto di più? Il legame tra il quadro e Rose si fa sempre più stretto, quasi morboso, e quando il suo sadico marito si farà rivedere non troverà più la debole e indifesa mogliettina di un tempo, ma qualcuno o qualcosa che stenterà a riconoscere.
Ordina per
  • 3

    Premetto che non sono una grande fanatica del paranormale tendente all'horror, ma nonostante ciò il libro mi è piaciuto. Questo perché il romanzo è un vero e proprio thriller, soprattutto nella prima ...continua

    Premetto che non sono una grande fanatica del paranormale tendente all'horror, ma nonostante ciò il libro mi è piaciuto. Questo perché il romanzo è un vero e proprio thriller, soprattutto nella prima metà, e l'autore tratta di un tema difficile come la violenza sulle donne con grande coraggio e in modo ammirevole. Lo stile di King è impeccabile e la trama scorre veloce, ma nella seconda parte del romanzo, con l'inserimento, a mio parere un po' troppo forzato, della parte paranormale con il quadro vivente, la trama perde credibilità e secondo me peggiora.
    Nonostante questo, si tratta senza dubbio di un buon romanzo che consiglio a tutti.

    ha scritto il 

  • 3

    Non uno dei migliori...

    ... ma, il suo stile non si smentisce mai, tuttavia l'ho trovato in alcuni punti un po' lungo (cosa che trovavo piacevole in una storia come IT non in questa) con un finale che non mi ha entusiasmato. ...continua

    ... ma, il suo stile non si smentisce mai, tuttavia l'ho trovato in alcuni punti un po' lungo (cosa che trovavo piacevole in una storia come IT non in questa) con un finale che non mi ha entusiasmato.

    ha scritto il 

  • 1

    Ho letto pochissimi libri di King, ma questo non mi è proprio piaciuto. Il salto nel quadro poi...Benché io sia una cagasotto, a parte la fuga, non ho mai provato ansia. Mi sembrava già tutto scritto. ...continua

    Ho letto pochissimi libri di King, ma questo non mi è proprio piaciuto. Il salto nel quadro poi...Benché io sia una cagasotto, a parte la fuga, non ho mai provato ansia. Mi sembrava già tutto scritto. Inoltre, avrei preferito che Rose trovasse da sola la forza di combattere Norman, non tramite un qualche potere soprannaturale, come il super braccio bionico! :-) :-)

    ha scritto il 

  • 3

    romanzo che dovrebbe leggere Anna Todd

    King come al solito è geniale e riesce ad affrontare una tematica molto importante come quella della violenza sulle donne che avviene al interno delle mura domestiche. Rosie subisce violenza per 14 an ...continua

    King come al solito è geniale e riesce ad affrontare una tematica molto importante come quella della violenza sulle donne che avviene al interno delle mura domestiche. Rosie subisce violenza per 14 anni e un giorno decide di scappare e di cambiare vita ; Rosie è una donna che non vive : non ha uno stipendio , non ha degli amici , non l' è permesso di parlare con nessuno , deve nascondere i segni della violenza. Questo potrebbe essere benissimo il risvolto negativo di tanti romanzi che hanno come protagonista degli stalker e che alla fine si sposano. Norman è una persona disturbata che trae piacere dal picchiare la moglie non solo ma le fa anche della violenza psicologica.
    La parte paranormal è stata un po ni nel senso che poteva anche non esserci ma devo dire che King ha giostrato il tutto in maniera molto interessante e nonostante tutto mi ha coinvolto.
    E' un romanzo che consiglio a tutti.

    ha scritto il 

  • 4

    In fuga da Norman, il marito che la tormenta da quattordici anni, Rose riesce a rifarsi una vita e perfino a incontrare l'uomo giusto. Proprio nella stessa occasione, s'imbatte anche in uno strano qua ...continua

    In fuga da Norman, il marito che la tormenta da quattordici anni, Rose riesce a rifarsi una vita e perfino a incontrare l'uomo giusto. Proprio nella stessa occasione, s'imbatte anche in uno strano quadro, un ritratto, che misteriosamente comincia a interagire con lei...
    Purtroppo, il sadico Norman si è intanto messo sulle tracce della moglie, lasciandosi dietro una scia di sangue e terrore. E quando la raggiunge, Rose capisce che per salvarsi dovrà calarsi nel "suo" mito - celato nel quadro - e trasformarsi in una dea vendicatrice...
    Un romanzo che è un misto tra un thriller puro ed un fantasy.
    La storia parte benissimo facendo conoscere ed entrare in empatia con la protagonista Rose in fuga da un marito violento. King affronta un argomento di attualità come quello della violenza sulle donne regalandoci un personaggio forte che trova il coraggio di dire basta e cambiare... Nella seconda parte, però, la storia che fino a quel momento era molto reale, diventa quasi assurda con molto spazio al fantasy-mitologico-paranormale molto caro a Stephen King che però rovina un pò la storia.
    Nel complesso però il romanzo non annoia e si legge fino alla fine coinvolgendo il lettore, sarebbe stato sicuramente migliore senza l'assurdità del "quadro vivente".

    ha scritto il 

  • 4

    Bello.

    Certo...dire 'bello' è un po' pochino....ma il libro mi è piaciuto...mi ha colpito.
    Devo dire che ormai credevo di aver 'sfruttato' le opere migliori del Nostro...invece King continua a farmi ricreder ...continua

    Certo...dire 'bello' è un po' pochino....ma il libro mi è piaciuto...mi ha colpito.
    Devo dire che ormai credevo di aver 'sfruttato' le opere migliori del Nostro...invece King continua a farmi ricredere creando personaggi talmente vivi che si possono toccare. Sì..lo so che alcuni potrebbero storcere il nasino raffinato nel leggere di personaggi che entrano dentro dei quadri...ma King è così bravo che mi fa passare sopra certi dettagli...anzi...
    Bellissimo romanzo...con un 'cattivo/pazzoide' (specie nella parte finale del 'Viva Torro) davvero all'altezza della sua (meritata) fama.
    Grazie Stephen!!

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    1

    Chi non vorrebbe un universo parallelo risolvi-problemi?

    Quanto ho faticato per finire questo King! Molti elementi interessanti: la storia di una donna coraggiosa in grado di rialzarsi dopo una vita di violenze; il marito psicopatico assetato di vendetta ch ...continua

    Quanto ho faticato per finire questo King! Molti elementi interessanti: la storia di una donna coraggiosa in grado di rialzarsi dopo una vita di violenze; il marito psicopatico assetato di vendetta che, per deformazione professionale, riesce a rintracciarla senza problemi. Tutto bene fino allo schianto narrativo con l'elemento soprannaturale di comodo, che tutto risolve, non si sa bene né come né perché. Conclusione insignificante e decisamente troppo onirica. Una delusione

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per