So Long, and Thanks for All the Fish

(Hitchhiker's Guide to the Galaxy, Book 4)

By

Publisher: Pocket

3.9
(2983)

Language: English | Number of Pages: 204 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) Spanish , Portuguese , German , Italian , Latvian , Slovenian

Isbn-10: 0671745530 | Isbn-13: 9780671745530 | Publish date: 

Also available as: Mass Market Paperback , Audio Cassette , Hardcover , School & Library Binding , Audio CD , Unbound , eBook , Library Binding , Others

Category: Fiction & Literature , Humor , Science Fiction & Fantasy

Do you like So Long, and Thanks for All the Fish ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Arthur Dent is out of his bathrobe, in love, and wondering why the dolphins said...So Long and Thanks for All the Fish. Was the earth really demolished? Why did all the dolphins disappear? What is God's final message to His creatures? Arthur Dent, Ford Prefect, and the new voivoid gang are off (by commercial airline) on a wacked-out quest to answer these truly unimportant questions.
Sorting by
  • 3

    I livelli di follia e paradossalità diminuiscono progressivamente con l'andare avanti con le vicissitudini di Arthur Dent.
    Sì, è il più normale e lineare dei racconti della Guida gallatica, fino al mo ...continue

    I livelli di follia e paradossalità diminuiscono progressivamente con l'andare avanti con le vicissitudini di Arthur Dent.
    Sì, è il più normale e lineare dei racconti della Guida gallatica, fino al momento. E i protagonisti si riducono a Dent e, occasionalmente, Ford.
    È quasi una storia d'amore con pizzichi da fiaba o pochissime digressioni surreali o tratte dalla Guida.
    Sì, carino... ma...

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    2

    In quest'avventura Arthur Dent si ritrova,non si capisce bene come,di nuovo sulla Terra, dove la vita è rinata normalmente e riprende esattamente dal momento in cui il pianeta è stato distrutto dai V ...continue

    In quest'avventura Arthur Dent si ritrova,non si capisce bene come,di nuovo sulla Terra, dove la vita è rinata normalmente e riprende esattamente dal momento in cui il pianeta è stato distrutto dai Vogon per far spazio all'autostrada intergalattica.
    Ford,invece,continua a vagare per la Galassia,ma in questo libro, non è molto presente,se non alla fine,quando i due si riuniscono e ripartono su un'astronave.
    Il protagonista è in assoluto l'amore,perchè qui Arthur si fidanza con una donna e Adams,ci racconta sempre a modo suo,come sia questo sentimento.
    La ragazza in questione soffre di allucinazioni e,durante una di queste, ha percepito una risposta alla domanda fondamentale dell'Universo,così tutti poi partono per cercare questa risposta e indagano sulla questione del pianeta Terra distrutto.
    Incontrano un uomo mezzo matto che racconta loro di aver parlato con i delfini e che questi gli hanno detto "addio e grazie per tutto il pesce" prima di scomparire definitivamente.
    Anche quest'avventura è molto sottotono rispetto al primo libro,non ho sorriso neppure per un momento,non ho capito che satira tira e Arthur innamorato mi ha lasciato completamente indifferente.

    said on 

  • 2

    anche se a tratti mi ha fatto sorridere confermo la poca armonia con questo autore, non capisco molto il senso dei suoi romanzi.
    una sorta di fantascienza condita da humor inglese, ma senza la "profon ...continue

    anche se a tratti mi ha fatto sorridere confermo la poca armonia con questo autore, non capisco molto il senso dei suoi romanzi.
    una sorta di fantascienza condita da humor inglese, ma senza la "profondità" di una storia strutturata e convincente.

    said on 

  • 4

    « - Lo so che l'astrologia non è una scienza. Certo che non lo è. È solo un insieme arbitrario di regole, come gli scacchi, il tennis e quello strano gioco che fate voi inglesi, come si chiama...
    - Il ...continue

    « - Lo so che l'astrologia non è una scienza. Certo che non lo è. È solo un insieme arbitrario di regole, come gli scacchi, il tennis e quello strano gioco che fate voi inglesi, come si chiama...
    - Il cricket? L'autodisprezzo?
    - La democrazia parlamentare. »

    « - Sai che hanno reintrodotto la pena di morte per i direttori delle compagnie di assicurazioni?
    - Davvero? No, non lo sapevo. Per quale reato?
    - Cosa intendi con "reato"? »

    said on 

  • 4

    Addio e grazie per il buonumore

    Se alla quarta puntata della serie iniziata con la “Guida galattica per autostoppisti” sono ancora a svagarmi nei romanzi di questo sottovalutato geniaccio di Douglas Adams è soprattutto per il buonum ...continue

    Se alla quarta puntata della serie iniziata con la “Guida galattica per autostoppisti” sono ancora a svagarmi nei romanzi di questo sottovalutato geniaccio di Douglas Adams è soprattutto per il buonumore che ogni volta la sua lettura mi procura.

    Pur essendo ben lontano dai vertici della narrativa, questo humour tipicamente inglese, che flirta col non-sense e richiama lo spirito dei Monty Python e la fantasia creativa di Kurt Vonnegut (che non è inglese ma in qusta compagnia ci sta…) ha la sottile capacità di divertire, divertire e divertire.

    Attraverso episodi abbastanza brevi da evitare lo sbadiglio, ma sviluppati a sufficienza per andare oltre la facile battuta e la situazione semplicemente buffa, si procede a buona andatura e alla fine il giudizio dipende più dalla propria disponibilità a farsi portare un po’ in giro con leggerezza che dal valore intrinseco del libro, pressoché analogo agli episodi che lo hanno preceduto. Da qualche parte devo averlo già scritto, ma ribadisco che, se si è trovata insoddisfacente la lettura della “Guida Galattica”, è meglio lasciar perdere…

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    3

    Arthur ritorna sulla terra, Arthur si innamora, Arthur ritorna a viaggiare...

    Sinceramente questo volume mi sembra un po' fiacco rispetto agli altri... non sò!
    La lettura è sicuramente piacevole, ma è ...continue

    Arthur ritorna sulla terra, Arthur si innamora, Arthur ritorna a viaggiare...

    Sinceramente questo volume mi sembra un po' fiacco rispetto agli altri... non sò!
    La lettura è sicuramente piacevole, ma è come se si camminasse lentamente non per scelta ma perché si indossano scarponi pesantissimi

    said on 

  • 4

    "- Ehi, a proposito, cosa c'è stato di nuovo sulla Terra, dopo l'esplosione?
    - Solo la vita. - disse Arthur, prendendo una birra da una confezione da sei barattoli.
    - Oh, ancora la vita - disse Ford. ...continue

    "- Ehi, a proposito, cosa c'è stato di nuovo sulla Terra, dopo l'esplosione?
    - Solo la vita. - disse Arthur, prendendo una birra da una confezione da sei barattoli.
    - Oh, ancora la vita - disse Ford. - Immaginavo che fosse qualcosa del genere. Preferisco questa roba qui- aggiunse, mentre sullo schermo appariva il Rick's Bar."

    said on 

Sorting by