Stardust

Di

Editore: Arnoldo Mondadori (Oscar Bestsellers, 1569)

4.0
(4794)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 252 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Chi tradizionale , Spagnolo , Tedesco , Portoghese , Svedese , Francese , Olandese

Isbn-10: 8804547103 | Isbn-13: 9788804547105 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Maurizio Bartocci

Disponibile anche come: Copertina rigida , Altri

Genere: Narrativa & Letteratura , Fantascienza & Fantasy , Adolescenti

Ti piace Stardust?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
In una fredda sera di ottobre una stella cadente attraversa il cielo e il giovane Tristan, per conquistare la bellissima Victoria, promette di andarla a prendere. Dovrà così oltrepassare il varco proibito nel muro di pietra a est del villaggio e avventurarsi nel bosco dove ogni nove anni si raccoglie un incredibile mercato di oggetti magici. È solo in quell'occasione che agli umani è concesso inoltrarsi nel mondo di Faerie. Tristan non sa di essere stato concepito proprio lì da una bellissima fata dagli occhi viola e da un giovane umano e non sa neppure che i malvagi figli del Signore degli Alti Dirupi sono anche loro a caccia della stella...
Ordina per
  • 5

    NEIL GAIMAN QUESTA VOLTA, DOPO AVERMI AFFASCINATO CON I SUOI PROTAGONISTI DARK NOBODY E CORALINE, MI DELIZIA CON UNA MERAVIGLIOSA FIABA DI GENERE FANTASY, DOVE NON POSSONO MANCARE, CAVALIERI CON EPIC ...continua

    NEIL GAIMAN QUESTA VOLTA, DOPO AVERMI AFFASCINATO CON I SUOI PROTAGONISTI DARK NOBODY E CORALINE, MI DELIZIA CON UNA MERAVIGLIOSA FIABA DI GENERE FANTASY, DOVE NON POSSONO MANCARE, CAVALIERI CON EPICI DUELLI E PERFIDI TRANELLI PER AVERE IL SOPRAVVENTO, RE, INCANTESIMI, STREGHE, AMORE E LE STELLE COME PROTAGONISTE PRINCIPALI. TRE STORIE CHE SI INTRECCIANO E CONFLUISCONO SU UN UNICO OBIETTIVO.

    ha scritto il 

  • 4

    null

    Una bella favola come solo Gaiman sa raccontarle. Seppur con uno ritmo narrativo leggermente sbrigativo, ogni parola si trasforma immediatamente in un'immagine, lasciando la sensazione di essere catap ...continua

    Una bella favola come solo Gaiman sa raccontarle. Seppur con uno ritmo narrativo leggermente sbrigativo, ogni parola si trasforma immediatamente in un'immagine, lasciando la sensazione di essere catapultati nelle avventure di Tristan Thorn, anche se, purtroppo, solo come spettatori.

    ha scritto il 

  • 4

    Tristan in Wonderland

    Un giovine intraprende un viaggio fantastico nel paese incantato di Faerie per recuperare una stella caduta e portarla alla sua amata come pegno d'amore. Incontra buoni e cattivi, streghe e unicorni. ...continua

    Un giovine intraprende un viaggio fantastico nel paese incantato di Faerie per recuperare una stella caduta e portarla alla sua amata come pegno d'amore. Incontra buoni e cattivi, streghe e unicorni. Rischia la vita, ma non si abbatte mai: Tristan è un eroe senza paura, sa quallo che vuole e fa quel che puo' per ottenerlo. Raccontato come una fiaba piena di descrizioni poetiche, nonsense e humor nero, Stardust è una metafora straordinaria sulla vita e soprattutto sul diritto di viverla come ci pare.

    ha scritto il 

  • 2

    Questa volta ho davvero faticato a finire questo libro.....ma non è colpa tua Neil! Sono io che mi accanisco anche dove potrei abbandonare. È vero che il fantasy non è il mio genere preferito, ma altr ...continua

    Questa volta ho davvero faticato a finire questo libro.....ma non è colpa tua Neil! Sono io che mi accanisco anche dove potrei abbandonare. È vero che il fantasy non è il mio genere preferito, ma altre volte mi era andata meglio...... Mi voglia scusare chi non la pensa come me. Il mio non è un giudizio oggettivo....

    ha scritto il 

  • 0

    N. Gaiman, Stardust, Mondadori, Milano 1999, ISBN 978-88-04-54710-5

    Neil Gaiman, nato in Inghilterra nel 1960, è giornalista, sceneggiatore televisivo e scrittore di libri per adulti e bambini. Nel 1999 scrive Stardust.
    Il protagonista del libro è Tristan Thor, un rag ...continua

    Neil Gaiman, nato in Inghilterra nel 1960, è giornalista, sceneggiatore televisivo e scrittore di libri per adulti e bambini. Nel 1999 scrive Stardust.
    Il protagonista del libro è Tristan Thor, un ragazzo che vive nella città di Wall, in Inghilterra. Questa città ha un muro che la divide da un mondo fatato, chiamato Fearie, che viene quotidianamente sorvegliato da due guardie. Solo una volta ogni nove anni, in occasione di un grande mercato, è consentito oltrepassare il muro e le creature di Fearie possono così trascorrere qualche giorno a Wall. Tristan non sa di essere figlio di un comune mortale e di una fata dagli occhi viola, schiava di una strega. Il padre e la madre si incontrano, per la prima volta, in occasione del grande mercato e si innamorano. Alla fine, però, l'uomo decide di sposare la giovane Deasy, anche se il suo cuore apparteneva ad un’altra. Dopo nove mesi, le guardie sentono bussare al cancello, aprono le porte e trovano un bambino: Tristan. Cresciuto, il giovane si innamora follemente di Victoria Forest, la figlia del migliore amico di suo padre. Una sera, durante una passeggiata, i due vedono una stella cadente. Vittoria chiede a Tristan di portarle la stella in cambio della quale, avrebbe accettato il suo amore. Sembrava un’impresa impossibile ma Tristan avrebbe fatto di tutto per lei. Così decide di mettersi in viaggio, il padre l’accompagna fino al cancello e le guardie lo fanno passare. Trovata la stella (che con sua grande sorpresa era una splendida ragazza) la riporta a casa, facendo attenzione alla gamba che gli si era rotta quando era caduta dal cielo. Al suo ritorno però, Tristan scopre una cosa che cambierà profondamente non solo la storia ma tutta la sua vita.
    Questo libro mi è piaciuto molto perché Tristan, per amore, riesce a compiere imprese impossibili insegnandoci quanto sia bello provare dei sentimenti forti anche nei confronti di persone diverse.

    Vittoria Agrusa
    III A S.M.Mazzarello

    ha scritto il 

  • 5

    Stardust è una fiaba, non a caso l’inizio del romanzo è proprio “C’era una volta un giovane…“. E da queste parole fino alle ultime veniamo catapultati in un mondo nuovo, originale, non tanto per l’amb ...continua

    Stardust è una fiaba, non a caso l’inizio del romanzo è proprio “C’era una volta un giovane…“. E da queste parole fino alle ultime veniamo catapultati in un mondo nuovo, originale, non tanto per l’ambientazione (di streghe e folletti ne è piena la letteratura), quanto per il modo in cui viene raccontata la storia.
    Non si tratta solo di un viaggio che compie il nostro eroe. Tristan infatti cresce e noi cresciamo con lui.
    L’aspetto che mi è piaciuto un po’ meno di Stardust è stato quello di anticipare la nascita di Tristan e togliere così un pizzico di stupore. Ad un certo punto si arriva a capire la fine, togliendo così la sorpresa che avrebbe potuto generare un piccolo colpo di scena.
    Le sorprese però non mancano nel libro. Verso la fine, infatti, la curiosità di come possa risolversi il tutto porta ad una grande immedesimazione in Tristan! E come in ogni fiaba, anche in questo caso, l'happy ending è immancabile!
    Consiglio la lettura di Stardust: scorrevole e piacevole, è pura e semplice fantasia, ci dà modo di sognare ad occhi aperti per tutto il tempo della lettura.
    Recensione completa: http://twinsbookslovers.blogspot.it/2015/03/recensione-stardust-di-neil-gaiman.html

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    2

    Neil Gaiman è sempre stato un'incognita per me. Ogni volta che leggo un suo romanzo è come fare un salto nel buio.....e non è detto che l'atterraggio possa piacermi.
    Le prime 100 pagine non mi hanno p ...continua

    Neil Gaiman è sempre stato un'incognita per me. Ogni volta che leggo un suo romanzo è come fare un salto nel buio.....e non è detto che l'atterraggio possa piacermi.
    Le prime 100 pagine non mi hanno presa per niente, tanto che sono stata tentata più volte di abbandonarlo al suo destino ( e dire che ero alquanto fiduciosa stavolta); passi sconclusionati, cose non dette o dette a meta', personaggi che vanno e vengono senza motivi ben chiariti: troppa carne al fuoco per così dire. Poi, a circa metà libro qualcosa cambia, la trama comincia a farsi un pochino più interessante e non ho fatto più molta fatica a proseguire, anche se non è che ho perso la testa per la storia ( che, tra l'altro, ha una buona dose di grottesco al suo interno) Inoltre ho notato vari refusi, tra cui uno piuttosto evidente a pagina 135, dove parlando di Yvaine vi è scritto "la stella gettò indietro i capelli NERI", quando fino a pagina 134 la stessa è descritta con capelli così biondi da sembrare bianchi! Non so' se è un errore di stampa o una svista dello scrittore anche se, con una trama così, ci può pure stare. Insomma: peccare di eccessiva lungimiranza a volte può essere un difetto.
    P.S. in tutto ciò: ma lo scoiattolo/principe che fine ha fatto? ....e l'omino peloso chi è? ...mah...

    ha scritto il 

Ordina per