Steve Jobs

Di

Editore: Mondadori

4.2
(3013)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 600 | Formato: eBook | In altre lingue: (altre lingue) Chi tradizionale , Inglese , Olandese , Chi semplificata , Spagnolo , Svedese , Francese , Portoghese , Danese , Finlandese , Catalano , Tedesco , Polacco , Ceco , Ungherese

Isbn-10: 885202106X | Isbn-13: 9788852021060 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Disponibile anche come: Copertina rigida , Altri

Genere: Biografia , Affari & Economia , Computer & Tecnologia

Ti piace Steve Jobs?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
La biografia autorizzata del fondatore di Apple
Ordina per
  • 5

    inspiring book for designers

    The book didn't glorified his life or narrate his life as some kind of miracle. Instead, the author carefully dissected Steve's personality and related it back to the achievement he have got. The zen ...continua

    The book didn't glorified his life or narrate his life as some kind of miracle. Instead, the author carefully dissected Steve's personality and related it back to the achievement he have got. The zen training and fasting he did as a teenager shaped his aesthetic based on minimalism. It also encourages his pursuit towards the perfect product . I vividly remember the design discussion of the first iphone between him and Jony Ive mentioned in the book, how he insisted a round edged screen would be much better. It is some decision won't be considered in a normal company but it also makes his product unique and irreplacable.
    He is not only a great designer, but also a man with vision, he brought xerox graphic user interface into PC and become Macintosh, he brought Sony's idea of putting thousands of song into a small device to reality, he got rid of the screen of the ipod and become ipod shuffle. He got rid of the keypad on the phone even the blackberry was prevailing at that time. He did those leap of innovation. " People doesn't know what they need until you show it to them".
    I really like this book and I think it is a must read for designers out there.

    ha scritto il 

  • 0

    Pazzo Geniale

    Non l'ho letto tutto, ma solamente i capitoli di mio interesse..sinceramente una bella lettura, scorrevole e illuminante sulla follia di uno dei migliori visionari dei nostri tempi.
    Lo consiglio ...continua

    Non l'ho letto tutto, ma solamente i capitoli di mio interesse..sinceramente una bella lettura, scorrevole e illuminante sulla follia di uno dei migliori visionari dei nostri tempi.
    Lo consiglio

    ha scritto il 

  • 4

    Un libro illuminante.

    Biografia priva di censure benché ufficiale proprio per volontà dello stesso Jobs che ne ha voluto la pubblicazione senza nemmeno leggerla in anteprima.
    Ne esce un personaggio interessantissimo. Non s ...continua

    Biografia priva di censure benché ufficiale proprio per volontà dello stesso Jobs che ne ha voluto la pubblicazione senza nemmeno leggerla in anteprima.
    Ne esce un personaggio interessantissimo. Non sono d'accordo con chi è rimasto deluso dopo averlo mitizzato per anni. Steve Jobs è certamente un personaggio complesso, pieno di contraddizioni, a volte spiacevole ma fondamentalmente uno che credeva in dei valori che lo hanno portato a conseguire dei risultati incredibili.
    Il suo carisma è indiscutibile ma soprattutto ha saputo vedere il futuro come nessun altro. Non era un tecnico eccezionale ma sapeva vedere la strada anche prendendo le idee da altri che però, a differenza sua non hanno saputo cosa farne. Ha unito tecnologia e scienze umanistiche creando delle aziende dal presupposto che le idee e la visione devono essere anteposte al produrre denaro.

    Ho votato la mia passione alla realizzazione di un’azienda capace di durare nel tempo, dove la gente fosse motivata a fabbricare prodotti d’eccellenza. Tutto il resto era secondario. Certo, il profitto era importante, perché era quello a metterci in condizione di creare prodotti eccellenti. Ma la motivazione stava nei prodotti, non nei profitti. Sculley cambiò le priorità, facendo del guadagno il centro dell’attenzione. È una sottile differenza, ma finisce per condizionare ogni cosa: quali persone si assumono, quali vengono promosse, che argomenti si trattano nelle riunioni.

    Lo consiglio davvero, a me è piaciuto moltissimo.

    ha scritto il 

  • 5

    Intelligente

    Questo racconto biografico sulla vita di Steve Jobs è stato affrontato con molta intelligenza. Si sapeva che Steve non era il genere di persona con cui si avrebbe voluto a che fare, nel mondo del lavo ...continua

    Questo racconto biografico sulla vita di Steve Jobs è stato affrontato con molta intelligenza. Si sapeva che Steve non era il genere di persona con cui si avrebbe voluto a che fare, nel mondo del lavoro, a causa dei suoi cambi di umore e di atteggiamenti molto "difficili". Per un certo senso Isaacson riesce a mostrare il lato "duro" di Jobs, ma lo fa sempre contestualizzandolo; questo da modo ai lettori di percepirlo come quel genio ribelle come spesso viene dipinto. La verità è che molti prodotti Apple, non solo con la Xerox, sono stati rubati e, negli anni, questo continua a succedere. Apple è un grande marchio, quindi può permettersi di osservare ciò che offre il mercato e poi acquistare o sottrarre le tecnologie che meglio ritiene più interessanti. Ciò non toglie che la loro bravura per il design abbia dato vita ad una gamma di eccellenza. Per quanto riguarda Isaacson, non c'è che dire! Non lo conoscevo ma ho imparato ad amarlo; ho già acquistato la biografia di Einstein.

    ha scritto il 

  • 3

    Un po' troppo tecnico

    Prima di leggere questo libro Steve Jobs era uno dei miei miti, dopo averlo letto, non è più tra i miei preferito. Di certo parliamo di un genio, un tipo eccentrico, ma un po' troppo complessato. Il L ...continua

    Prima di leggere questo libro Steve Jobs era uno dei miei miti, dopo averlo letto, non è più tra i miei preferito. Di certo parliamo di un genio, un tipo eccentrico, ma un po' troppo complessato. Il Libro è in parte godibile, tranne quando scade nei particolari tecnici, che ne fanno un mattone.

    ha scritto il 

  • 5

    Faticoso, ma appagante

    Credo che sia il libro che ho letto per più tempo in assoluto: un anno esatto. L'ho iniziato, parcheggiato, ripreso in più periodi, accantonato in altri.
    Chiunque lavori nel campo dei media dovrebbe c ...continua

    Credo che sia il libro che ho letto per più tempo in assoluto: un anno esatto. L'ho iniziato, parcheggiato, ripreso in più periodi, accantonato in altri.
    Chiunque lavori nel campo dei media dovrebbe conoscerlo. Chiunque sia interessato a fare impresa dovrebbe divorarselo. Certo Jobs non appare una persona semplice, ma come avrebbe potuto esserlo?
    Una delle riflessioni è stata "se fosse nato in Italia, una carriera così se la poteva sognare". Il nostro paese non è fatto per incentivare realtà di eccellenza, valorizzarle e facilitare la nascita di nuovi posti di lavoro. Punto.
    Ma, al di là delle polemiche, realizzare che personaggi come lui, Bill Gates, Zuckerberg più tardi, abbiano creato nuovi stili di vita e abitudini in tutti noi, è incredibile.
    Scritto con sapiente oggettività, lasciando parlare i fatti. Molto scorrevole, tranne forse nei punti più tecnici, ma intuibili anche da profani come me.
    Per chi gestisce un'attività, fa venire voglia di focalizzare l'attenzione su molti aspetti.
    "Ah...ancora una cosa" Jobs mi ha confermato una grande verità: "Chi sa di cosa sta parlando, non ha bisogno di slide."

    ha scritto il 

  • 5

    Geniale!

    Blog Stories Review: http://storiesbooksandmovies.blogspot.it/2016/01/steve-jobs-di-walter-isaacson.html

    Dall'alba dei tempi, il mondo della conoscenza si (vuole) dividere nettamente in due: arte e sc ...continua

    Blog Stories Review: http://storiesbooksandmovies.blogspot.it/2016/01/steve-jobs-di-walter-isaacson.html

    Dall'alba dei tempi, il mondo della conoscenza si (vuole) dividere nettamente in due: arte e scienza.

    Di conseguenza, ognuno deve necessariamente riconoscersi in queste categorie. Nascono così le lunghe diatribe tra liceo classico e scientifico, materie umanistiche e scientifiche e facoltà universitarie ad esse connesse. Ah, quante discussioni di questo tipo animano i miei viaggi mattutini in treno! Tu che fai Lettere, cosa ne vuoi sapere! Ah beh, e tu che studi Matematica? Continuando, lo stereotipo narra che i valorosi paladini di arte e scienza sono allergici a qualsiasi minimo dettaglio legato alla sfera di conoscenza opposta. E' veramente così?

    Da quando ho iniziato l'università e a frequentare il Politecnico a Milano, quotidianamente mi ritrovo a parlare di libri, musica e film. Chi lo dice che lì si vive solo di integrali ed equazioni? Ho molti amici, infatti, che condividono la mia passione per la lettura. Proprio a questi ho consigliato - a dire il vero, ne ho parlato fino alla nausea - la biografia di cui vi sto per parlare. Oh no, ho detto biografia? Bene, la metà dei ben pochi lettori di Stories ora se ne andrà. Attenzione: questa non è una semplice biografia. Ma come, non ha appena detto che lo è? E' un'incredibile ed inesauribile fonte di ispirazione, è una grande esperienza, è una fantastica storia (chiaramente vera). Steve Jobs di Walter Isaacson è tutto questo.

    Quest'opera del popolare giornalista statunitense unisce molti mondi, proprio come il personaggio di Steve Jobs, amato oppure odiato, ha saputo innegabilmente avvicinare e fondere arte e scienza. Da anni si parla di questa personalità. La Apple, la sua creatura più famosa, non è una semplice azienda: è diventato un vero e proprio simbolo. Ha saputo trasformarsi, cambiare radicalmente, evolversi e continuamente mettersi in discussione. Proprio come l'uomo che si celava dietro la mela.

    Isaacson, però, non si limita ad esporre dati, numeri dei successi di Jobs. Ogni pagina di questa lettura è una sfumatura del carattere di questo incredibile innovatore. La sua creatività, il suo passato, i suoi sbalzi d'umore, i suoi complicati rapporti di amicizia, la sua famiglia. Gioie e dolori, successi e delusioni hanno costellato la vita di Steve Jobs. Tutto trova posto tra le pagine di questa biografia, niente viene trascurato. Una lettura che viene vissuta fino all'ultima frase. La narrazione è più scorrevole di quanto si potrebbe credere. Non fermatevi davanti all'etichetta di 'saggio' e 'biografia'. Scoprite la storia di quest'uomo capace di rivoluzionare completamente un settore in costante sviluppo, non fermatevi a poche immagini, video o informazioni lette distrattamente sul web. Non si può, però, concludere in altro modo che questo:

    Stay hungry, stay foolish!

    ha scritto il 

Ordina per