The BFG

By

Publisher: Penguin Books Ltd

4.3
(3525)

Language: English | Number of Pages: 207 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) Spanish , French , Italian , German , Dutch , Catalan , Norwegian , Greek , Welsh

Isbn-10: 0142410381 | Isbn-13: 9780142410387 | Publish date: 

Illustrator or Penciler: Quentin Blake

Also available as: Others , Hardcover , Library Binding , Audio Cassette , Softcover and Stapled , School & Library Binding , Audio CD , Mass Market Paperback , eBook

Category: Children , Fiction & Literature , Science Fiction & Fantasy

Do you like The BFG ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Captured by a giant! The BFG is no ordinary bone-crunching giant. He is far too nice and jumbly. It's lucky for Sophie that he is. Had she been carried off in the middle of the night by the Bloodbottler, or any of the other giants--rather than the BFG--she would have soon become breakfast. When Sophie hears that the giants are flush-bunking off to England to swollomp a few nice little chiddlers, she decides she must stop them once and for all. And the BFG is going to help her!
Sorting by
  • 2

    Questa volta la storia non mi ha colpita in modo particolare. Forse in inglese i giochi di parole sono resi meglio e la parlata de GGG risulta divertente, in italiano è solo fastidiosa.

    said on 

  • 4

    Per fortuna esistono i giganti buoni!

    Ho conosciuto Roald Dahl con "La fabbrica di cioccolato" ma non avevo mai letto nulla di lui. Fino al giorno in cui ho regalato alla mia cara cuginetta il romanzo del già citato film e ovviamente ho d ...continue

    Ho conosciuto Roald Dahl con "La fabbrica di cioccolato" ma non avevo mai letto nulla di lui. Fino al giorno in cui ho regalato alla mia cara cuginetta il romanzo del già citato film e ovviamente ho dato una rapida sbirciatina alla storia... Che dire? Fenomenale! Scrittore di alto umorismo, grande narratore per bambini. Brevemente ecco una sua veloce biografia: Roald Dahl è considerato uno dei più grandi scrittori di libri per bambini mai esistito. Nato nel 1916 da una famiglia di origini norvegesi, si trasferì ben presto in Gran Bretagna dove partecipò alla seconda guerra mondiale come pilota. Nel 1943 scrisse il suo primo libro per bambini, The Gremlins, da cui la Disney trasse un soggetto per un'animazione mai realizzata e a cui si ispirò Chris Columbus nel 1984 per il film che rese famose queste creature. Nel 1961 Dahl inizia la vera e propria carriera di scrittore per l'infanzia con James e la pesca gigante, seguito dai conosciutissimi La fabbrica di cioccolato, Il grande ascensore di cristallo (che ne è il seguito), Gli Sporcelli, La magica medicina, Il GGG, Le Streghe, Matilde e molti altri libri di successo. Le sue opere sono tradotte in trentaquattro lingue, hanno venduto milioni di copie nel mondo e vinto premi prestigiosi. È morto nel 1990 ma ogni anno si celebra il Roald Dahl Day in occasione del giorno del suo compleanno.

    Il GGG è un gigante buono, anzi l'unico buono tra gli altri suoi consimili che invece preferiscono mangiare bambini e popolli (così chiamano gli esseri umani) e si divertono a farsi grandi scorpacciate. Ma il GGG è vegetariano, mangia solo centrionzoli (di sapore pessimo) e raccoglie i sogni col retino per poi soffiarli, di notte, ai bambini. E proprio una notte la piccola Sofia lo vede e viene portata nella sua tana, piena zeppa di contenitori di sogni con tanto di targhetta per distinguerli. Da qui nasce la dolce amicizia fra la bimba e il gigante buono, fino all'epilogo punitivo verso i cattivi mangiatori di bambini.

    Un romanzo dolcissimo, semplice ma appassionante, dallo stile inconfondibile. Un libro che ha fatto storia, amato dai grandi e dai piccini, un’opera che non può mancare nelle vostre librerie.

    Ah, il GGG significa Grande Gigante Gentile.

    said on 

  • 5

    Beeeeeellllo!

    Gran bella lettura, piacevole, fantasiosa, magica e scorrevole. Una grande idea, sviluppata molto bene. Una lettura per tutte le età. L'ho letto iin previsione dell'uscita del film di Spielberg. Trovo ...continue

    Gran bella lettura, piacevole, fantasiosa, magica e scorrevole. Una grande idea, sviluppata molto bene. Una lettura per tutte le età. L'ho letto iin previsione dell'uscita del film di Spielberg. Trovo molto curioso e in parte noiso come un libro tutt'altro che cupo, buio, spettrale possa poi venir rappresentato come si vede nel trailer.

    said on 

  • 5

    Un classico senza tempo della letteratura inglese per bambini, che purtroppo non ho potuto amare da piccola. Anche in questo romanzo, Roald Dahl ha unito la magia e la fantasia con la realtà, a volte ...continue

    Un classico senza tempo della letteratura inglese per bambini, che purtroppo non ho potuto amare da piccola. Anche in questo romanzo, Roald Dahl ha unito la magia e la fantasia con la realtà, a volte dura, del mondo degli umani, ma con la quale i bambini devono entrare in contatto. Ammiro la visione dell'autore: il messaggio che mi ha lasciato è che le future generazioni non devono vivere sotto una campana di vetro, protetti da tutto e da tutti; al mondo ci sono persone che non vogliono sempre il loro bene, ma queste persone si possono affrontare con intelligenza.
    Da leggere anche da adulti, perché, dall'alto del nostro presunto sapere, spesso ci dimentichiamo cosa significa essere semplici e puri.
    Book challenge 2016: un libro che sarà presto trasformato in un film.

    said on 

  • 4

    SMACCHERAMELLOSO!

    Che dire? Ho appena terminato la lettura di questo fantastico libello! Mi vergogno ad ammettere di non aver mai letto Il GGG prima d'ora e ho deciso di rimediare quando qualche giorno fa ho scoperto c ...continue

    Che dire? Ho appena terminato la lettura di questo fantastico libello! Mi vergogno ad ammettere di non aver mai letto Il GGG prima d'ora e ho deciso di rimediare quando qualche giorno fa ho scoperto che siamo a 100 anni dalla nascita del geniale Roald Dahl.
    La storia è molto tenera, ma anche avventurosa, con la giusta suspense, ricca di "colpi di genio" dello scrittore, ma anche e soprattutto insegnamenti impartiti dal saggio Grande Gigante Gentile. Come non rimanere affascinati dal mondo dei sogni e dalla creatività del caro Dahl? Leggendo le ultime righe del romanzo, ho lasciato il GGG e Sofia con il groppo in gola e la pelle d'oca. E quando succede questo vuol dire che lo scrittore depone magia su carta, non importa quale sia il target del libro e quanti anni tu abbia.

    Consiglio la lettura di questo libro quando l'ansia e lo stress fanno da padroni in alcuni periodi della nostra vita e si ha bisogno della tipica lettura di evasione per riscoprirsi un po' bambini ed andare a dormire con il sorriso sulle labbra.

    said on 

  • 4

    Dopo il Grande ascensore di cristallo che mi aveva delusa. Sono felice che il GGG sia bello come la Fabbrica di cioccolato. E sopratutto sono contenta adesso di ricordarmi la storia. Me lo lesse alle ...continue

    Dopo il Grande ascensore di cristallo che mi aveva delusa. Sono felice che il GGG sia bello come la Fabbrica di cioccolato. E sopratutto sono contenta adesso di ricordarmi la storia. Me lo lesse alle elementari la maestra, e ormai non ricordavo più nulla. Adorabili Sofia e il GGG.

    said on 

  • 5

    Grande Dahl!

    Il gigante petocchioso creatore di sogni, la saggia babbina Sofia, la regina d'Inghilterra che non perde mai il suo aplomb, la terra dei giganti che non c'è sulle carte geografiche... un libro per ba ...continue

    Il gigante petocchioso creatore di sogni, la saggia babbina Sofia, la regina d'Inghilterra che non perde mai il suo aplomb, la terra dei giganti che non c'è sulle carte geografiche... un libro per bambini da leggere anche a 50 anni. Grande Dahl!

    said on 

  • 4

    Babbini e petocchi

    Che dire?! E' uno di quei libri che anche letto dopo i trenta, conserva la fascinazione e la meraviglia. Un mondo onirico nel quale almeno una volta avremmo voluto trovarci. Narra dell'amicizia, del s ...continue

    Che dire?! E' uno di quei libri che anche letto dopo i trenta, conserva la fascinazione e la meraviglia. Un mondo onirico nel quale almeno una volta avremmo voluto trovarci. Narra dell'amicizia, del sogno e lo fa con tanta ironia; riesce pagina dopo pagina a strapparti dei sorrisi. Non nascondo che da quando l'ho letto amo usare qualche parolina che ho trovato esilarante..da far leggere non solo ai cinni!

    said on 

Sorting by
Sorting by