The Library of Shadows

By

Publisher: Doubleday

3.2
(1048)

Language: English | Number of Pages: 400 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) Italian , Spanish , Chi traditional , Catalan , Greek , French , German , Dutch , Portuguese , Danish

Isbn-10: 0385614934 | Isbn-13: 9780385614931 | Publish date: 

Also available as: eBook , Others

Category: Fiction & Literature , Mystery & Thrillers , Science Fiction & Fantasy

Do you like The Library of Shadows ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Imagine that some people have the power to affect your thoughts and feelings through reading—to seduce you with amazing stories, conjure up vividly imagined worlds, and manipulate you into thinking exactly what they want you to. When Luca Campelli dies a sudden and violent death, his son Jon inherits his second-hand bookshop, Libri di Luca, in Copenhagen. Jon had not seen his father for 20 years—since the mysterious death of his mother. After Luca’s death is followed by an arson attempt on the shop, Jon is forced to explore his family’s past. Unbeknownst to him, the bookshop has for years been hiding a remarkable secret. It is the meeting place of a society of booklovers and readers who have maintained a tradition of immense power passed down from the days of the great library of ancient Alexandria. Now someone is trying to destroy them, and Jon finds he must fight to save himself and his new friends.
Sorting by
  • 3

    Una lettura piacevole

    Ho letto diverse recensioni negative, a me in realtà è piaciuto.
    Non si tratta certo di un capolavoro letterario, ma l'ho trovata una lettura piacevole.
    C'è una parte centrale che scorre un pò lenta e ...continue

    Ho letto diverse recensioni negative, a me in realtà è piaciuto.
    Non si tratta certo di un capolavoro letterario, ma l'ho trovata una lettura piacevole.
    C'è una parte centrale che scorre un pò lenta e che sembra un pò posticcia, quasi a voler allungare la durata del romanzo con digressioni o episodi non fondamentali alla trama, né avvincenti, né importanti ai fini della storia; superata questa parte il resto è godibilissimo.
    Certo vi sono alcune ingenuità nella trama, ma la scrittura nel complesso non è male.
    Buona lettura !

    said on 

  • 2

    Non mi è piaciuto...l'idea di fondo sarebbe stata anche carina, ma non mi è piaciuto proprio lo svolgimento. È molto banale, la storia è andata esattamente come me lo aspettavo senza alcun colpo di sc ...continue

    Non mi è piaciuto...l'idea di fondo sarebbe stata anche carina, ma non mi è piaciuto proprio lo svolgimento. È molto banale, la storia è andata esattamente come me lo aspettavo senza alcun colpo di scena e ammetto che il sentimento che ho provato di più durante la lettura è stata la noia.
    Tra l'altro un libro dove tutti i personaggi alzano costantemente le spalle, quando non si sa cosa far dire loro allora alzano le spalle, più o meno a ogni pagina. Fantasia portami via.

    said on 

  • 3

    Appassionante...

    Stile scorrevole per una storia intrigante ed accattivante..
    Io l'ho trovata appassionante per l'argomento trattato: si parla infatti di un famoso libraio, proprietario di una biblioteca antiquaria, c ...continue

    Stile scorrevole per una storia intrigante ed accattivante..
    Io l'ho trovata appassionante per l'argomento trattato: si parla infatti di un famoso libraio, proprietario di una biblioteca antiquaria, che muore in circostanze insolite e misteriose..
    Il negozio passerà poi al figlio avvocato, che fino a quel momento se ne era completamente disinteressato.
    Jon scoprirà che il padre era membro di una società bibliofila e dopo il suo funerale verranno alla luce conflitti che parevano sopiti dalla nebbia del tempo e misteri ancora da scoprire..
    In un crescendo di intrighi che appassioneranno il lettore fino all'insolito finale, l'autore snoda la trama del libro.
    Bellissimo, appassionante, coinvolgente.
    Non sono d'accordo con chi l'ha definito "un affare commerciale", ma naturalmente ognuno è libero di persarla come vuole.
    Consigliato.
    Saluti.
    Ginseng666

    said on 

  • 2

    La premisa de la que parte el libro es interesante pero, en mi opinión, el autor no ha sabido desarrollarla correctamente, ya que el libro no llega a enganchar. El resultado es una lectura muy superfi ...continue

    La premisa de la que parte el libro es interesante pero, en mi opinión, el autor no ha sabido desarrollarla correctamente, ya que el libro no llega a enganchar. El resultado es una lectura muy superficial y con un final totalmente previsible, aunque ameno, quizás lo único interesante del libro. En cuanto a calidad literaria, el libro me parece más bien mediocre, aunque para ser el primero de su autor no está muy mal escrito. Sin embargo, la historia no queda bien explicada, por lo que hay cosas de la trama que debes adivinar o suponer.
    En resumen una historia solo recomendable para pasar el rato y si no se dispone de otra lectura mejor.

    said on 

  • 3

    L'idea di base di questo romanzo è intrigante: le parole scritte, le voci e le emozioni che scaturiscono dalla lettura possono modificare il pensiero e le azioni della gente, anzi, tutto questo avvien ...continue

    L'idea di base di questo romanzo è intrigante: le parole scritte, le voci e le emozioni che scaturiscono dalla lettura possono modificare il pensiero e le azioni della gente, anzi, tutto questo avviene sistematicamente da millenni senza che i comuni mortali lo sospettino...
    Jon Campelli è un brillante giovane avvocato, impiegato in un prestigioso studio legale danese, figlio di un libraio antiquario che viene trovato morto nella sua libreria, pare per un infarto. Jon non aveva alcun rapporto con suo padre poiché dopo la morte violenta della moglie, Luca Campelli aveva abbandonato il figlio, dandolo in adozione. Quando muore il padre Jon eredita la sua libreria e dapprima riflette su una eventuale vendita, poi inizia ad occuparsene, dopo aver assistito a qualche inquietante episodio. Viene fuori che la libreria è il punto di ritrovo dei "Lectores", una sorta di gruppo "occulto" che crede e usa il potere delle parole per influenzare decisioni politiche, economiche o personali.
    L'autore riesce con una certa bravura a mostrare cosa avviene mentre si legge un libro, quali sono i meccanismi e le emozioni attivate ed eventualmente controllate, ma dopo una parte centrale altamente "cospiratoria" con tanto di lavaggio del cervello del protagonista, si perde la serietà del discorso per approdare ad un finale degno di "Indiana Jones e i predatori dell'Arca perduta" che abbassa un po' il livello del ragionamento portato avanti dall'autore.
    Il libro è tuttavia scorrevole anche se in alcuni tratti prevedibile.

    said on 

  • 4

    Luca Campelli ha una libreria antiquaria a Copenhagen: I libri di Luca. Quando Luca muore improvvisamente tra i suoi libri, come da tradizione la libreria passa al figlio Jon ,avvocato in carriera, co ...continue

    Luca Campelli ha una libreria antiquaria a Copenhagen: I libri di Luca. Quando Luca muore improvvisamente tra i suoi libri, come da tradizione la libreria passa al figlio Jon ,avvocato in carriera, con cui i rapporti si erano interrotti anni prima. Ma insieme alla libreria, arriva a Jon una verità insospettata e insieme un compito importante: Luca era il capo della Società Bibliofila costituita dai Lectores, capaci di influenzare gli altro mediante la lettura. Quando la libreria va a fuoco senza motivo, Jon comincia a sospettare che ci sia una pericolosa lotta di potere all’interno della Società e toccherà proprio a lui risolvere quest’enigma mortale. Un thriller che ci prende dentro tutti: noi che scriviamo, che pubblichiamo, ma soprattutto noi che leggiamo, perché nostro è il potere. L’atto della lettura è il vero grande mistero, un’alchimia che si scatena tra chi legge e ciò che viene letto: come a dire, ad ognuno il suo destino, ad ognuno il suo libro!

    said on 

  • 2

    Dire brutto mi dispiace, ma la storia non mi ha particolarmente entusiasmato, anzi...
    Quando muore Luca Campelli, proprietario di una libreria antiquaria, il negozio passa al figlio avvocato che si tr ...continue

    Dire brutto mi dispiace, ma la storia non mi ha particolarmente entusiasmato, anzi...
    Quando muore Luca Campelli, proprietario di una libreria antiquaria, il negozio passa al figlio avvocato che si troverà, suo malgrado, invischiato in un complotto, e qui non mi è chiaro che genere di complotto.
    Poteri telepatici che si attivano durante la lettura dei libri, organizzazioni segrete, ovviamente i buoni e i cattivi, quelli che voglio dominare e quelli che riporteranno l'equilibrio.
    Diciamo che mi sono lasciata ingannare dalla scritta "caso letterario del decennio" e da alcune frasi lette sulla copertina... "Immagina che i libri possano cambiare il nostro destino".
    Per quel che mi riguarda mi ha deluso, prometteva molto, ma molto di più, invece la storia si perde.

    said on 

  • 2

    I primi capitoli mi avevano entusiasmato, caspita, un libro che parla di libri e poi...se siete amanti del paranormale è per voi. L ho finito perché volevo capire dove andasse a parare e non l ho cap ...continue

    I primi capitoli mi avevano entusiasmato, caspita, un libro che parla di libri e poi...se siete amanti del paranormale è per voi. L ho finito perché volevo capire dove andasse a parare e non l ho capito

    said on 

Sorting by
Sorting by