The Winter of Our Discontent

(Penguin Great Books of the 20th Century)

By

Publisher: Rebound by Sagebrush

4.0
(698)

Language: English | Number of Pages: 276 | Format: School & Library Binding | In other languages: (other languages) Italian , German , Spanish , Dutch , French , Portuguese

Isbn-10: 0613034325 | Isbn-13: 9780613034326 | Publish date: 

Also available as: Paperback , Hardcover , Library Binding , eBook , Others

Category: Business & Economics , Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature

Do you like The Winter of Our Discontent ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Sorting by
  • *** This comment contains spoilers! ***

    5

    Questo grande romanzo mette a fuoco il conflitto all'interno della personalità del protagonista Ethan Allen, rampollo di un'antica famiglia caduta in disgrazia. Ethan è un uomo che vive fuori tempo, p ...continue

    Questo grande romanzo mette a fuoco il conflitto all'interno della personalità del protagonista Ethan Allen, rampollo di un'antica famiglia caduta in disgrazia. Ethan è un uomo che vive fuori tempo, perché racchiude in sè un patrimonio di alti ideali e di intrinseca onestà, qualità obsolete che non gli hanno consentito di aver successo nella vita. Deve accontentarsi di un impiego da commesso in un negozio di alimentari (che un tempo era suo). La moglie è una buona compagna, sensibile e buona, ma gli rimprovera di non aver dato la sua famiglia i mezzi per sostenere il loro nome; il figlio e la figlia lo rimproverano per i suoi fallimenti. Sotto il peso del presente e del passato, rinuncia agli ideali e tradisce due uomini verso cui nutriva affetto e fedeltà.
    Steinbeck è maestro nell'indagare l'animo umano e qui ci offre meravigliosi ritratti dei personaggi principali con una narrazione precisa e vivida. Un libro affascinante e inquietante, vicino alla pericolosa sfida l'uomo medio deve affrontare nel mondo materialista di oggi.
    Magistrale la traduzione di Luciano Bianciardi.

    Ce n'è una sola fra le grandi fortune che tanto ammiriamo che non sia stata messa assieme scartando ogni scrupolo? Non me ne viene in mente nemmeno una.
    E se io dovessi metter da parte le norme, per qualche tempo, so che dopo ne porterei le cicatrici, ma non sarebbero peggiori delle cicatrici che stavo portando, le cicatrici del fallimento? Vivere vuol dire portare una cicatrice.

    said on 

  • 1

    Il romanzo meno appassionato e appassionante di Steinbeck letto finora, fin troppo lungo per la storia che racconta e una scrittura poco fluida e piuttosto ridondante (ho trovato insopportabile l'uso ...continue

    Il romanzo meno appassionato e appassionante di Steinbeck letto finora, fin troppo lungo per la storia che racconta e una scrittura poco fluida e piuttosto ridondante (ho trovato insopportabile l'uso dei vezzeggiativi). Ethan è un personaggio tutt'altro che simpatico, non ha forza morale, non ha un sogno, vuole ripredersi la posizione sociale di un tempo e per far questo si presta ad una serie di imbrogli che lo porteranno solo ad una crisi di coscienza. Non si prova simpatia per lui nonostante qualcuno vi possa trovare delle affinità, non è simpatica Mary né lo sono i figli. Siamo molto lontani dai grandi personaggi di "Furore" e "La valle dell'Eden", molto lontani da personaggi come Tom Hamilton.

    said on 

  • 4

    Gli uomini si abituano a tutto, ma ci vuol tempo

    Con quanti vezzeggiativi un uomo può amare sua moglie?
    E cosa è disposto a diventare per vederla camminare a testa alta per il mondo?

    said on 

  • 4

    Non è una bella persona Ethan, rappresenta quella parte di noi che non ci piace e che vorremmo tener nascosta. Il senso di rivalsa scatenato a qualsiasi costo e le continue giustificazioni per allegge ...continue

    Non è una bella persona Ethan, rappresenta quella parte di noi che non ci piace e che vorremmo tener nascosta. Il senso di rivalsa scatenato a qualsiasi costo e le continue giustificazioni per alleggerire la coscienza. Il libro parte lento, non ha la coralità di Furore, ma coinvolge e svolge magnificamente quello che per me è uno dei compiti della lettura, cioè il portare a porsi domande.
    "Ricordo di aver pensato che uomo saggio fu H. C. Andersen. Il re diceva i suoi segreti a un pozzo, e i suoi segreti erano al sicuro. Un uomo che dice segreti, o storie,deve pensare a chi ascolta o legge, perché una storia ha tante versioni per quanti sono i lettori. Ciascuno ne prende quel che vuole o può e rifiuta il resto, qualcuno distorce la storia verso le maglie del suo pregiudizio, qualcuno la colora della sua gioia. Una storia deve avere qualche punto di contatto con il lettore, perché costui ci si senta a suo agio. Soltanto allora può accettare le meraviglie."

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    5

    Il suo ultimo, grande romanzo!

    John Steinbeck è uno degli scrittori che amo di più, quindi il mio giudizio è forse falsato. Questo suo ultimo romanzo mi conferma la sua grandezza, sempre fedele a se stesso, coerente, ma diverso, ca ...continue

    John Steinbeck è uno degli scrittori che amo di più, quindi il mio giudizio è forse falsato. Questo suo ultimo romanzo mi conferma la sua grandezza, sempre fedele a se stesso, coerente, ma diverso, capace di stupire. Siamo negli anni ’60. Attraverso la crisi del protagonista, ci immerge nell’anima di un uomo innocente, altruista, un uomo che viene da una ricca famiglia, ma che ha perduto tutto e che anche in un lavoro umile trova la dignità. Ma la società del benessere, dei falsi valori, degli intrighi ad un certo punto ha la meglio: Ethan concepisce un piano per riscattare la sua posizione, vuole tornare ad essere benestante, dare una vita migliore alla sua famiglia, un televisore e un frigo a sua moglie. Una serie di eventi lo trascinano e lo convincono a mettere in pratica il piano perfetto per fare soldi. Naturalmente tutto questo ha un prezzo ed è un prezzo troppo alto per un uomo onesto come lui. Tutto sembra andare per il verso, quando per puro caso il suo piano va in fumo ; per fortuna i soldi arrivano lo stesso, il successo tanto voluto arriva e persino suo figlio diventa famoso. E’ un successo che porta alla distruzione, neanche i suoi affetti più cari bastano a tenerlo al sicuro dal suo dramma interiore e decide di farla finita. Troppo ha tradito, gli amici, le persone come Marullo che lo hanno aiutato, la sua famiglia e tutto questo lo fa vergognare di se stesso. Il finale è grandioso : quando sta per compiere il gesto irreparabile un pensiero lo distoglie, una luce che viene da dentro quel talismano e che forse è la sua essenza di uomo buono e onesto. Quel talismano da cui solo sua figlia si sente tanto attratta, perché lei è come il padre e lo capisce meglio di chiunque altro. I dialoghi fittissimi sono illuminati dall’intelligente ironia di Ethan, il marito che tutte vorrebbero avere; attraverso le parole conosciamo solo la superficie dei personaggi, ma alla fine del romanzo ci rendiamo conto di averli conosciuti a fondo. Come sempre Steinbeck , se pur nelle vicende più amare e drammatiche, accende una piccola luce di speranza.

    “E’ tanto più buio quando una luce si spegne, più buio che se non fosse mai stata accesa.”

    “Dovevo uscire, dovevo restituire il talismano al nuovo proprietario. Altrimenti poteva spengersi un’altra luce.”

    said on 

  • 5

    lessico famigliare. Da Ethan a Mary, secondo Bianciardi

    Topolina, pulcino mio, coccinella, bocciolo, moglie cara, coniglietta, anatroccola mia, fiorellino mio, ricciolona, Mary Multiflora, faticona mia, tesoro, bocconcino, cocchina, mio dolce uccellino, ca ...continue

    Topolina, pulcino mio, coccinella, bocciolo, moglie cara, coniglietta, anatroccola mia, fiorellino mio, ricciolona, Mary Multiflora, faticona mia, tesoro, bocconcino, cocchina, mio dolce uccellino, cara ragazza, figlia di principe, scioccona, Elena, morbidona, scoiattolo mio volante, mio adorabile moscerino, colombina, topolino mio, Mary la buffa, moglie celeste, uccellino, scioccherella, civetta, segue...

    said on 

  • 2

    Ho fatto una grande fatica ad entrare in sintonia con questo romanzo è alla fine credo di non esserci riuscita, purtroppo.
    È un romanzo intimista perché tutto concentrato sui pensieri e sulle azioni d ...continue

    Ho fatto una grande fatica ad entrare in sintonia con questo romanzo è alla fine credo di non esserci riuscita, purtroppo.
    È un romanzo intimista perché tutto concentrato sui pensieri e sulle azioni di Ethan, uomo di mezza età con un passato ineccepibile e un presente che decide di costruire in modo diverso. Attiva un meccanismo più grande di lui di cui egli stesso è vittima oltre che carnefice.
    Purtroppo in questo libro non si salva nessuno. Nessuno è davvero puro. Anche gli insospettabili hanno secondi fini e agiscono con doppiezza.

    said on 

  • 0

    Ho fatto lo sforzo di leggerne esattamente metà.
    Mi arrendo! Non accade niente e nemmeno mi vien voglia di sapere come andrà a finire. Ma poi, andrà a finire cosa?

    said on 

Sorting by