Todo Modo

Di

Editore: Il Circolo Mondolibri

4.0
(2056)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 121 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Spagnolo , Francese , Olandese

Isbn-10: A000013572 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Paperback , Altri , Tascabile economico

Genere: Narrativa & Letteratura , Mistero & Gialli , Politica

Ti piace Todo Modo?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 5

    Lo oculto

    Este libro es una maravilla. Teniendo mucho de lo que hablar y todo con ocultismos, se lee muy rápido porque te engancha de principio a fin. Con mucha sutileza y mala leche se critican los grandes est ...continua

    Este libro es una maravilla. Teniendo mucho de lo que hablar y todo con ocultismos, se lee muy rápido porque te engancha de principio a fin. Con mucha sutileza y mala leche se critican los grandes estamentos de la sociedad, la fe, las creencias en dogmas preestablecidos y además da una vuelta de tuerca a la manera de entender la religión y el arte. Me gustaría volverlo a leer porque tiene mucho escondido que seguramente con solo leerlo una vez, no lo captas. El principio y el final de la obra son claves para entender el libro. Referencias a Kant, a Gide, a Pirandello, a Spinoza... todo el rato te estás pregutnando ¿casualidad o causalidad?

    ha scritto il 

  • 4

    Sciascia osservatore politico: dunque morte alla chiesa e al potere del tempo. Che d'altronde anche secondo Pasolini era il proseguimento naturale del fascismo.
    Utopia politica per un'Italia che non c ...continua

    Sciascia osservatore politico: dunque morte alla chiesa e al potere del tempo. Che d'altronde anche secondo Pasolini era il proseguimento naturale del fascismo.
    Utopia politica per un'Italia che non c'è più. O no?

    ha scritto il 

  • 5

    Riletto dopo più di vent'anni. Il Maestro di Regalpetra è semplice, profondo, può essere letto e riletto. Mi ha incuriosito scovare già la metafora della "storia semplice" che avrebbe condito quel pic ...continua

    Riletto dopo più di vent'anni. Il Maestro di Regalpetra è semplice, profondo, può essere letto e riletto. Mi ha incuriosito scovare già la metafora della "storia semplice" che avrebbe condito quel piccolo gioiello scritto molti anni dopo.

    ha scritto il 

  • 5

    In assoluto la migliore opera di Sciascia. Con maestria mescola il giallo alla filosofia, si serve di un lessico scorrevole ma articolato e abilmente giostrato per tenere il fiato sospeso. Numerosi ri ...continua

    In assoluto la migliore opera di Sciascia. Con maestria mescola il giallo alla filosofia, si serve di un lessico scorrevole ma articolato e abilmente giostrato per tenere il fiato sospeso. Numerosi riferimenti alla letteratura e all'arte in generale. Maestosa descrizione dei personaggi, tra tutti spicca la figura di Don Gaetano, raccontato e descritto con profondo spessore emotivo, lampante ingegno e notevole sapienza. Desueta la scelta dell'ambientazione, in sole centocinquanta pagine ha fuso le mille componenti di un racconto intrecciato e ricco sotto ogni punto di vista. Uno dei migliori capolavori del nostro tempo.

    ha scritto il 

  • 5

    Ennesima perla regalataci dallo scrittore siciliano che in poco più di cento pagine riesce a condensare politica, filosofia, religione, arte e riferimenti culturali, i dialoghi come si può apprezzare ...continua

    Ennesima perla regalataci dallo scrittore siciliano che in poco più di cento pagine riesce a condensare politica, filosofia, religione, arte e riferimenti culturali, i dialoghi come si può apprezzare anche dall'ottimo film omonimo di Elio Petri sono eccezionali, intramontabile.

    ha scritto il 

  • 5

    Davvero eccezionale

    Non me ne vogliano capolavori come A Ciascuno il Suo e Il Giorno della Civetta, ma questo a mio avviso è il miglior Sciascia in assoluto.

    Intrigante, miserioso, profetico. Mi ha davvero stregata (e am ...continua

    Non me ne vogliano capolavori come A Ciascuno il Suo e Il Giorno della Civetta, ma questo a mio avviso è il miglior Sciascia in assoluto.

    Intrigante, miserioso, profetico. Mi ha davvero stregata (e ammetto di averci messo un po' per realizzare fino in fondo il significato delle ultime pagine)

    ha scritto il 

  • 4

    E' un giallo filosofico che parla di politica, religione, arte, relazioni umane, tutto questo condensato in poco più di 100 pagine con una capacità di sintesi rara e assolutamente lodevole. Certo il n ...continua

    E' un giallo filosofico che parla di politica, religione, arte, relazioni umane, tutto questo condensato in poco più di 100 pagine con una capacità di sintesi rara e assolutamente lodevole. Certo il narratore non ti rende la vita facile proprio perché la vita non è facile leggerla, interpretarla, conoscerla, è più facile viverla o morirne. L'ambiguità, la sfaccettatura, le interpretazioni, la soggettività, la complessità, la relatività, qui ci sono tutte ma perché la verità non è una sola, ci sono tante verità e anche se la puoi intuire non la puoi afferrare. Sciascia è maestro nel raccontarci tutto quello che non è raccontabile, tutto quello che non è visibile, e se è visibile lo è talmente per un attimo che anche se siamo testimoni non riusciamo a trattenere neanche un barlume di verità. La cosa che forse inquieta di più è che non solo non riusciamo a leggere la realtà singolarmente ma non riusciamo a farlo neanche se siamo in gruppo, se siamo più di uno, neanche se siamo in tanti, neanche se siamo lì davanti, testimoni diretti, neanche se siamo chiamati per professione o per talento a doverlo fare. Todo modo.

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per