Tramonto e polvere

Di

Editore: Einaudi

3.9
(1286)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 307 | Formato: eBook | In altre lingue: (altre lingue) Inglese

Isbn-10: 8858401514 | Isbn-13: 9788858401514 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Luca Conti

Disponibile anche come: Paperback , Tascabile economico

Genere: Criminalità , Narrativa & Letteratura , Mistero & Gialli

Ti piace Tramonto e polvere?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
A questa indimenticabile figura femminile Lansdale affida la sua esplorazione dei confini tra Bene e Male, in un romanzo accolto in America come il suo capolavoro.
Ordina per
  • 4

    Good old Lansdale

    Quello che di Landale mi conquista è il ritmo.
    Si attacca con un tornado F3 e con uno stupro (in contemporanea!), e quel che segue, beh, continua far onore a cotanta ouverture.
    Trama pronta per una sc ...continua

    Quello che di Landale mi conquista è il ritmo.
    Si attacca con un tornado F3 e con uno stupro (in contemporanea!), e quel che segue, beh, continua far onore a cotanta ouverture.
    Trama pronta per una sceneggiatura alla Tarantino, se volesse, con quel sarcasmo, ironia e cinismo che non fanno rimpiangere la mitica serie Hap&Leonard.

    ha scritto il 

  • 4

    Tramonto e segatura

    Chi conosce lo stile di Lansdale non faticherà a riconoscerlo tutto in questo libro. Dialoghi secchi e taglienti, personaggi sgangherati, azione e sentimento con la capacità di catapultarti nel pieno ...continua

    Chi conosce lo stile di Lansdale non faticherà a riconoscerlo tutto in questo libro. Dialoghi secchi e taglienti, personaggi sgangherati, azione e sentimento con la capacità di catapultarti nel pieno della storia

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    1

    La copertina adatta

    Non avevo mai letto nulla di Lansdale. Qualche giorno fa mi sono imbattuta in una discussione in cui si parlava di copertine brutte e qualcuno ha menzionato la copertina dell'edizione italiana di Tram ...continua

    Non avevo mai letto nulla di Lansdale. Qualche giorno fa mi sono imbattuta in una discussione in cui si parlava di copertine brutte e qualcuno ha menzionato la copertina dell'edizione italiana di Tramonto e Polvere Quella virata in rosso sangue, di ispirazione Harmony. Diceva che non c'entrava nulla col romanzo. Così mi sono incuriosita, l'ho comprato e l'ho letto.

    Leggendo Tramonto e polvere mi sono sentita a disagio per la gran parte del tempo.

    Ho subito odiato la protagonista Sunset. La sua ingenua sicumera, il suo favolesco ottimismo, le sue pose da Perry Mason. Perché non mi sembra possibile che una donna spari in testa a suo marito nel momento in cui questo la sta stuprando e da lì a pochi giorni è già bell'e pronta a vestire i panni dello sceriffo e ad aprire le gambe al primo arrivato, il farabutto belloccio e pluriomicida. Non mi sembra credibile che la stessa donna incontri per la prima volta nella sua vita un tizio che le confessa di essere il granduomo che ha ingravidato sua madre e poi se l'è data a gambe, e dopo poche battute lo chiami già disinvoltamente "papà".

    Ecco, ogni dettaglio di questo romanzo l'ho trovato permeato di questi particolari stridenti, sbagliati. I registri (sempre scherzosi a dispetto della criticità delle situazioni), il modo di agire dei personaggi (sempre inverosimili, inadeguati), che vanno a riempire un plot frusto, vecchio e stravecchio e prevedibile. Che noia. Un continuo stridere tra avvenimenti drammatici e reazioni simpatiche dei personaggi. Reazioni superficiali, reazioni così poco emotive che alla fine i personaggi ti sembrano dei pupazzi che si muovono su uno sfondo di cartone. Perché solo nel mondo dei pupazzi su uno sfondo di cartone succede che la figlia della protagonista Sunset, una ragazzina di 14 anni, abortisca, con l'aiuto di una fattucchiera, l'embrione con cui il farabutto belloccio e pluriomicida di cui sopra l'ha ingravidata subito prima di andare a letto anche con Sunset, e dopo qualche giorno dall'aborto sia pronta a un trasferimento lontano lontano col sorriso sulle labbra e la speranza nel futuro.

    E insomma, terminato il libro penso che secondo me la copertina è proprio adatta.

    ha scritto il 

  • 4

    Un libro al testosterone...

    Eh già.. questo romanzo sprizza testosterone da ogni pagina, un concentrato di virilità nella sua forma più rude, più violenta e più bastarda.
    Un libro maschio certamente, ma non per soli maschi, nel ...continua

    Eh già.. questo romanzo sprizza testosterone da ogni pagina, un concentrato di virilità nella sua forma più rude, più violenta e più bastarda.
    Un libro maschio certamente, ma non per soli maschi, nel senso che anche una gentil donzella potrebbe apprezzarne la lettura se di stomaco sufficientemente forte e di carattere non troppo gentile.. non lasciatevi ingannare dalla copertina, forse eccessivamente languida e trasognata, perchè il contenuto è per donne coriacee.
    Come la protagonista principale del romanzo, una donna.. e che donna!!
    Sunset Jones, sunset-tramonto per via dei suoi capelli rosso fuoco a corredo di un corpo capace di incendiare persino un ghiacciolo. Niente a che vedere con la donna rappresentata in copertina poco in linea, a mio parere, con la descrizione del personaggio; personalmente, preferisco immaginarla con le fattezze di Nicole Kidman di Cuori ribelli e lo sguardo di Uma Thurman in Kill Bill.. non so se rendo l'idea.
    Ma non divaghiamo, chi già conosce Lansdale può ben immaginare cosa troverà in questo romanzo e per chi non lo conosce vi lascio un avvertimento: questo libro è sporco, puzza di sudore ed alcol, come gli uomini di Camp Rapture che quando non si ubriacano vanno a prostitute o picchiano le mogli, è impregnato di polvere e petrolio come l'aria e la terra intorno a questa cittadina sperduta nel Texas orientale nei primi anni 30 a cavallo della Grande Depressione.
    Non è semplice sopravvivere in un posto del genere, tanto più se sei donna o se sei negro; e lo sa bene Sunset, moglie dello sceriffo del posto, che durante l'ennesimo tentativo di stupro da parte del marito decide di rompere definitivamente il suo rapporto con lui anzi, uccidendolo con un colpo di pistola estratta dal suo cinturone mentre lui era intento a governare i suoi colpi di bacino, interrompe definitivamente qualsiasi rapporto del marito col resto dell'umanità.
    E il suo gesto risveglia anche l'orgoglio calpestato di un'altra donna, sua suocera Marilyn, come lei soggetta ai soprusi del marito, nonchè padre del defunto sceriffo e da cui il figlio ha evidentemente ereditato quell'atteggiamento poco romantico ed amorevole nei confronti delle donne di casa; Marilyn però non uccide il marito, si limita a legarlo al letto per poi risvegliarlo dolcemente con decine di randellate cacciandolo infine da casa, cornuto e mazziato come si suol dire. Troppa vergogna per un uomo come lui, prima la nuora e poi la moglie, un affronto troppo grande da parte di due donne che hanno sollevato la gonna e mostrato 'attributi' ben più consistenti dei suoi; per questo motivo preferisce lasciarsi tagliare in due nella segheria di sua proprietà e raggiungere il figlio all'inferno.
    E con lo sceriffo crivellato ed il capo del villaggio seghettato, Sunset diventa la nuova tutrice della legge contro la volontà di tutti gli altri abitanti, poco propensi a vedere in giro una donna con distintivo e pistola, e con l'unico appoggio della suocera Marilyn, sufficiente però a vincere qualsiasi remora essendo divenuta unica titolare della segheria dopo la morte del marito e quindi unica fonte di guadagno per quella marmaglia di gente.
    Com'è facile immaginare, però, i guai non mancheranno per Sunset... e tra omicidi efferati, linciaggi di neri, afa soffocante, invasione di cavallette, amori focosi e amori traditi, c'è di che divertirsi e tutto nel più puro stile Lansdale, diretto e pungente, con un elevato dosaggio di umorismo, politicamente scorretto ma schietto e senza censure, soprattutto quando c'è da denunciare l'ingiustizia, il sopruso verso i più deboli, gli atteggiamenti di razzismo più esasperati, temi che ritornano frequentemente in diversi suoi romanzi.
    In conclusione, un libro che tutti gli amanti di Lansdale apprezzeranno, sia quelli che si sono lasciati trascinare nelle avventure della folle e strampalata coppia di investigatori Hap&Leonard sia quelli che lo hanno conosciuto in romanzi di maggior spessore emotivo, come 'La sottile linea scura' o 'In fondo alla palude'.
    Per tutti gli altri: leggere attentamente le avvertenze sopra riportate.

    ha scritto il 

  • 4

    Si sentiva come Caino quando aveva fatto secco Abele

    Che può fare una bella donna dai capelli rosso fuoco quando, durante un furioso pomeriggio di tempesta in cui dal cielo piovono rane e pesci di tutte le dimensioni, il marito puttaniere e manesco, sc ...continua

    Che può fare una bella donna dai capelli rosso fuoco quando, durante un furioso pomeriggio di tempesta in cui dal cielo piovono rane e pesci di tutte le dimensioni, il marito puttaniere e manesco, sceriffo di una contea razzista del texas orientale, per l'ennesima volta la riempie di botte per puro divertimento e ha tutta l'intenzione di violentarla?
    E come deve comportarsi se il destino vuole che il deficente, prima di far entrare il mulo nella stalla , nel calare i pantaloni appoggi incautamente per terra il cinturone con la pistola carica?
    La soluzione ai suoi problemi immediati è lì, a portata della sua mano destra .. impossibile resistere alla tentazione di farlo secco, anche se poi di problemi ne sorgeranno tanti altri.

    Un romanzo in perfetto stile Lansdale, ambientato in una comunità di poveracci cresciuta intorno ad una segheria, durante gli anni della Grande Depressione. Sullo sfondo, fra la polvere di segatura, una disastrosa invasione di fameliche cavallette, il tanfo del petrolio che sgorga dalla terra suggerendo la possibilità di futura ricchezza, si intravedono le ombre degli adepti del Ku Klux Klan.
    Bellissimo il personaggio femminile, Miss Sunset, che riesce a trovare la forza per ribellarsi a una società maschilista e gretta, impastata di razzismo, avidità, violenza.

    Mi è piaciuto molto e non aggiungo altro

    ✰✰✰✰

    ha scritto il 

  • 4

    Un grande romanzo scritto con un'intensità e una tragicità emozionanti. La sottile linea scura è stavolta una spolverata di inaspettata ironia, grazie ad un paio di personaggi che, col loro carattere ...continua

    Un grande romanzo scritto con un'intensità e una tragicità emozionanti. La sottile linea scura è stavolta una spolverata di inaspettata ironia, grazie ad un paio di personaggi che, col loro carattere e la loro leggerezza d'animo, marcano un punto a favore del sorriso.
    Miss Sunset è meravigliosa, forte e coraggiosa, confusa e terribilmente umana. Una donna con un baricentro.

    ha scritto il 

  • 2

    Naaaa

    Finito!
    Purtroppo o per fortuna, il libro è ambientato in un momento storico ed un paese lontano dal mio. Nonostante ciò, molti racconti con le stesse caratteristiche sono state in grado di avvolgermi ...continua

    Finito!
    Purtroppo o per fortuna, il libro è ambientato in un momento storico ed un paese lontano dal mio. Nonostante ciò, molti racconti con le stesse caratteristiche sono state in grado di avvolgermi. Lansdale non l'ha fatto.
    La storia si legge facilmente ed è scorrevole, ma ha sempre qualcosa di troppo bizzarro e poco reale ai miei occhi.
    Non lo consiglio.

    ha scritto il 

Ordina per