Trappola per topi

Di

Editore: Mondadori

4.0
(1440)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Chi tradizionale , Inglese , Chi semplificata , Spagnolo , Tedesco

Isbn-10: 8804400390 | Isbn-13: 9788804400394 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Paperback , Copertina morbida e spillati , Copertina rigida

Genere: Criminalità , Narrativa & Letteratura , Mistero & Gialli

Ti piace Trappola per topi?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Cinque strani clienti e i proprietari sono isolati in una locanda. Tra loro si nasconde un assassino psicopatico che ha già ucciso una persona a Londra. Ma sotto quale travestimento si maschera l'assassino? Ciascuno dei presenti sembra avere qualcosa da nascondere. Toccherà al sergente Trotter, inviato sul posto, risolvere l'enigma. La più famosa pièce teatrale di Agtha Christie, presente ininterrottamente sulle scene da quasi mezzo secolo.
Ordina per
  • 5

    Autrice: britannica (1890-1976). Racconto – testo teatrale.

    Ieri nel tentativo di sopravvivere al traffico ho lasciato passare un tizio che guidava avendo una sigaretta nella mano sinistra e il telefo ...continua

    Autrice: britannica (1890-1976). Racconto – testo teatrale.

    Ieri nel tentativo di sopravvivere al traffico ho lasciato passare un tizio che guidava avendo una sigaretta nella mano sinistra e il telefono nella mano destra. Non chiedetemi con cosa stava tenendo il volante …
    Dopo di che mi è stato ammannito uno spot pubblicitario dove una ragazzetta davanti al volante cantava, si dimenava e gesticolava. Spot per un programma che in originale si chiama Cantando e guidando, in Italia Singing in driving (però portava la cinghia).
    Dovrebbe avere un contrassegno sul cofano, così il pedone stazionerebbe sul marciapiede (non sul bordo) in attesa che la divertente ragazzina e la sua auto killer passino oltre.

    Quando accadono queste cose mi rileggo un giallo della Christie. Perché? Boh, li trovo meglio di un ansiolitico.

    Questa edizione mi permette la lettura sia del racconto, che della pièce teatrale.
    E come tutte le volte cado nella trappola finendo per trovare simpatici i personaggi sui quali cadono gli strali della Signora Boyle, solo perché lei è così sgradevole. O ignorare i suoi commenti anche quando sono sensati.
    Anche in questa storia c’è il riferimento ad un’antica filastrocca: quella dei tre topolini ciechi (un po’ tipo la nostra 3 civette sul comò). Anche Mc Bain scrisse un racconto con questo titolo e Shreck che è una miniera di riferimenti letterari o cinematografici li ha come personaggi fissi.

    Se a qualcuno dovesse capitare un’edizione dove c’è solo il testo teatrale, non si meravigli se all’inizio e qua e là si trovano tra parentesi o in corsivo indicazioni sulla scenografia. I testi teatrali sono tutti così. Un po’ come lo storyboard nel cinema..
    Prefazioni e postfazioni si possono non leggere: siamo “imparati” lo stesso.

    05.08.2016

    ha scritto il 

  • 3

    The Mousetrap (1952)

    Non mi capacito dell'enorme e continuativo successo che ha questo testo (rappresentato ininterrottamente in un teatro di Londra dal '52): la rivelazione finale è originale ma non così inaspettata.
    La ...continua

    Non mi capacito dell'enorme e continuativo successo che ha questo testo (rappresentato ininterrottamente in un teatro di Londra dal '52): la rivelazione finale è originale ma non così inaspettata.
    La prefazione di Ida Omboni fa spoiler; interessante la postfazione di Alex Falzon, ma tra un po' è più lunga del testo

    "Signora Boyle. Può anche non crederci, ma quell'individuo è un poliziotto. Un poliziotto che scia!" p. 42

    ha scritto il 

  • 4

    Agatha Christie e il teatro!

    Un ottimo libro, come del resto tutti i libri di Agatha Christie, scritto con uno stile piacevole e sottoforma di opera teatrale.
    L'autrice riesce bene anche in questo, una storia classica con i suoi ...continua

    Un ottimo libro, come del resto tutti i libri di Agatha Christie, scritto con uno stile piacevole e sottoforma di opera teatrale.
    L'autrice riesce bene anche in questo, una storia classica con i suoi tanti colpi di scena. Consigliato per chi vuole leggere qualcosa di diverso dal solito romanzo giallo!

    ha scritto il 

  • 3

    Un 3,5 en realidad

    La ratonera tiene todos los elementos característicos de cualquier obra de Agatha Christie: misterio, intriga, un montón de sospechosos, algunos cadáveres y una resolución sorprendente -si no llegas ...continua

    La ratonera tiene todos los elementos característicos de cualquier obra de Agatha Christie: misterio, intriga, un montón de sospechosos, algunos cadáveres y una resolución sorprendente -si no llegas a adivinarla antes, como me pasó a mí. Además, el formato de obra teatral consigue otorgarle más agilidad a la lectura sin restarle ni un ápice de tensión al asunto.

    http://lavidasecretadeloslibros.blogspot.com.es/2015/03/resena-la-ratonera-de-agatha-christie.html

    ha scritto il 

  • 4

    http://libreriadinelly.blogspot.it/2015/01/recensione-trappola-per-topi-di-christie.html

    Ci troviamo in una casa, dove una coppia di sposi ha deciso di farci una pensione. Lì allogieranno Christopher Wren un ragazzo di circa 22 anni un po particolare con la passione per le filatrocche per ...continua

    Ci troviamo in una casa, dove una coppia di sposi ha deciso di farci una pensione. Lì allogieranno Christopher Wren un ragazzo di circa 22 anni un po particolare con la passione per le filatrocche per bambni, La signora Boyle nota per contestare qualsiasi cosa nella casa, il maggiore Metcalf un ex militare, La signorina Casewell che salterà all'occhio per i suoi modi mascholini, ed infine senza prenotazione ma solo perché ha acuto un problema con l'auto uno straniero (sembra Russo) il signor Paravicini. Nello stesso periodo viene a Londra uccisa per strangolamento una donna. E quindi viene mandato lì alla casa un polizotto per indagare, perché l'omicida ha lasciato intendere che la o le prossime vittime saranno proprio alla casa vacanza. Di lui sappiamo solo che indossa un capotto scuro, un cappello afflosciato e una sciarpa chiara, e due perosne nella casa sono vetite così, La Casewell e Giles Raston il marito di Mollie non che padrone della casa. Che siano loro i colpevoli?... (CONTINUA SUL BLOG)

    ha scritto il