Tras do solpor

By

Editorial: Galaxia

3.7
(6199)

Language: Galego | Number of Pages: 216 | Format: Mass Market Paperback | Noutras linguas: (outras linguas) Chi traditional , Chi simplified , Japanese , English , French , Russian , German , Spanish , Italian , Catalan , Portuguese , Dutch , Polish , Basque , Czech

Isbn-10: 8498651115 | Isbn-13: 9788498651119 | Publish date: 

Category: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Science Fiction & Fantasy

Do you likeTras do solpor?
Únete a aNobii para ver se o len os teus amigos, e descobre libros semellantes!

Rexístrate gratis
Descrición do libro
A nova novela dun dos grandes escritores xaponeses contemporáneos, por primeira vez traducido para o galego.

En Toquio, no tempo que vai da medianoite ao mencer, incíciansae e remátanse as historias desta novela. No seu centro, dúas irmás: Eri, ensumida no sono do esquecemento, e Mari, a lectora solitaria. Cabo delas, un mozo trombonista de jazz, as empregadas dun love hotel e un frío e escuro executivo. Xente da noite, vidas que conflúen, segredos descubertos e preguntas que ás veces non precisan resposta. Cada un dos capítulos de Tras do solpor posúe, concentrada, a mesma forza de atracción hipnótica que Haruki Murakami amosara anteriormente en Norwegian Wood ou Kafka on the Shore.
Sorting by
  • 2

    La sorella addormentata.

    Coma al solito, come ogni estate da qualche anno a questa parte, non è estate se non leggo almeno un romanzo di Murakami. Ormai è quasi una tradizione, e quest'anno avevo scelto "Kafka sulla spiaggia" ...continuar

    Coma al solito, come ogni estate da qualche anno a questa parte, non è estate se non leggo almeno un romanzo di Murakami. Ormai è quasi una tradizione, e quest'anno avevo scelto "Kafka sulla spiaggia", suo grande classico. Quando però arrivo in libreria mi accorgo che purtroppo era terminato e così per continuare "la tradizione" ho deciso di ripiegare su un altro, "After dark", per l'appunto.

    "After dark" è uno dei romanzi minori dello scrittore giapponese e direi a ragione, sia per le dimensioni (circa 250 pagine), sia per la complessità dell'opera. Insomma se avete letto "1Q84" o "L'uccello che girava le viti del mondo" sappiate che questo è tutta altra pasta.

    È un romanzo molto veloce che si svolge tutto nell'arco di una notte, ed infatti ad ogni inizio capitolo c'è il disegno di un orologio a ricordarci a che ora della notte siamo arrivati. La protagonista è Mari, una giovane studentessa riservata e molto intelligente, che, dopo aver perso l'ultimo treno per tornare a casa è costretta a passare la notte nel quartiere in cui si trova. Il punto è che la notte non sarà tranquilla, tutt'altro, infatti dopo aver chiacchierato un po' con un vecchio amico della sorella, che entrerà più avanti nel racconto, viene contattata da un'amica di questo ragazzo per un'emergenza: una ragazza che lavora in un love hotel lì vicino è stata picchiata a sangue ma essendo cinese serve una traduttrice per comunicare con lei. Mari sa il cinese e così si offre di aiutare.

    Da lì inizierà una storia che durerà tutta la notte è che vedrà coinvolti anche personaggi non strettamente presenti in quel luogo, come la misteriosa sorella Eri.

    I punti cardine del romanzo di Murakami ci sono tutti: solitudine, problemi adolescenziali, amore platonico, magia, mistero ed anche gli onnipresenti gatti. Il libro però essendo molto breve e veloce li tratta tutti molto rapidamente. La scrittura è sempre ottima, precisa, semplice ma molto descrittiva e riesce comunque a tenere incollati.

    In conclusione è senza dubbio un romanzo piacevole e leggero (per gli amanti di Murakami sicuramente), però non offre la profondità dei personaggi o della storia che si possono trovare in altre opere dello scrittore giapponese. Insomma se volete iniziare a leggerlo (...ma forse è meglio "Nel segno della pecora") o se volete un romanzo leggero ok, ma non aspettatevi il Murakami di romanzi più complessi, ovviamente.

    said on 

  • 2

    Particolare, si. Ma niente che mi abbia particolarmente coinvolta. Ho letto stancamente questo libro, senza fare altro che seguire con gli occhi i movimenti dei personaggi. Li ho visti spenti, li ho v ...continuar

    Particolare, si. Ma niente che mi abbia particolarmente coinvolta. Ho letto stancamente questo libro, senza fare altro che seguire con gli occhi i movimenti dei personaggi. Li ho visti spenti, li ho visti scoloriti e sfocati. Non mi ha entuasismata, questa volta. Murakami resta un grande autore e sicuramente questo romanzo è interessante, ma non per me. La notte vissuta in "after dark" mi ha accompagnata prima di addormentarmi, forse era questo l'intento.

    said on 

  • 5

    Murakami in una sola parola? Sublime! Questo breve ma intenso romanzo incarna tutta l'atmosfera ed il clima della "vita da strada" con un "sottofondo" Jazz molto sottile e stimolante. Questa è stata l ...continuar

    Murakami in una sola parola? Sublime! Questo breve ma intenso romanzo incarna tutta l'atmosfera ed il clima della "vita da strada" con un "sottofondo" Jazz molto sottile e stimolante. Questa è stata la mia prima lettura di un suo lavoro ... penso proprio che leggerò ancora qualcosa di suo ... sperando mi dia le stesse emozioni!

    said on 

  • 4

    After Dark

    Troppo breve per essere tra i migliori di Murakami, sviluppa solo in piccola parte i suoi temi favoriti. Ma lo stile è sempre il suo inconfondibile e si legge velocissimo. Consigliato a chi ama l'auto ...continuar

    Troppo breve per essere tra i migliori di Murakami, sviluppa solo in piccola parte i suoi temi favoriti. Ma lo stile è sempre il suo inconfondibile e si legge velocissimo. Consigliato a chi ama l'autore, ma sicuramente non è adatto per cominciare a leggere i romanzi di Murakami se non lo si è mai fatto

    said on 

  • 3

    La protagonista è brutta

    Non che sia una definizione della sua esteriorità, la protagonista è brutta dentro, e non poco. Non ho ben capito cosa volesse trasmettere Murakami in questo (mini)romanzo, ma di sicuro la negatività ...continuar

    Non che sia una definizione della sua esteriorità, la protagonista è brutta dentro, e non poco. Non ho ben capito cosa volesse trasmettere Murakami in questo (mini)romanzo, ma di sicuro la negatività e il lasciare troppo spazio al lettore fanno perder punti.

    said on 

  • 4

    Dalla dimensione del libro e dalla particolarità della narrazione (tutto in una notte) si direbbe un libro scritto così per caso, per riunire 3/4 idee che Murakami aveva in mente e che non era riuscit ...continuar

    Dalla dimensione del libro e dalla particolarità della narrazione (tutto in una notte) si direbbe un libro scritto così per caso, per riunire 3/4 idee che Murakami aveva in mente e che non era riuscito a mettere in altri libri.
    Nonostante questo solita maestria nelle atmosfere, solite solitudini nei personaggi, soliti eventi soprannaturali di contorno.
    Questo ne fa un classic Murakami!
    Ho dato 4 stelle e non 5 perchè è davvero troppo corto.

    said on 

Sorting by
Sorting by
Sorting by