Tre uomini in barca

(per tacer del cane)

Di

Editore: Rizzoli - BUR

3.9
(4477)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 235 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Tedesco , Spagnolo , Francese , Catalano , Ceco , Greco , Chi semplificata , Polacco , Indiano (Hindi) , Svedese

Isbn-10: A000097814 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Alberto Tedeschi ; Illustratore o Matitista: A. Frederics ; Prefazione: Manlio Cancogni

Disponibile anche come: eBook , Tascabile economico , Copertina rigida , Altri , Cofanetto , CD audio , Copertina rinforzata scuole e biblioteche

Genere: Narrativa & Letteratura , Umorismo , Viaggi

Ti piace Tre uomini in barca?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 3

    Divertente

    Umoristico, leggero (ma non troppo), piacevole,.Il racconto del viaggio lungo il Tamigi (Londra-Oxfotd) di J., George, Harris e Montmorency (il cane). Spassoso l'episodio che descrive l'impresa dello ...continua

    Umoristico, leggero (ma non troppo), piacevole,.Il racconto del viaggio lungo il Tamigi (Londra-Oxfotd) di J., George, Harris e Montmorency (il cane). Spassoso l'episodio che descrive l'impresa dello zio Podget nell'appendere un quadro mentre la scena della partenza degli amici osservata dai vari garzoni mi ha richiamato alla mente Woody Allen. Considerando il periodo in cui è stato scritto, mi ha sorpreso lo stile, non eccessivamente datato. Infine le descrizioni e i richiami storici delle varie località sono spunti interessanti per gli appassionati di viaggi.

    ha scritto il 

  • 3

    Avevo ottimi ricordi di questo libro letto da ragazzino.
    Visto il tempo messoci ora, purtroppo non posso confermare il giudizio.
    Similarmente ad Hasek (autore che ho odiato), anche qui le digressioni ...continua

    Avevo ottimi ricordi di questo libro letto da ragazzino.
    Visto il tempo messoci ora, purtroppo non posso confermare il giudizio.
    Similarmente ad Hasek (autore che ho odiato), anche qui le digressioni sono all'ordine del giorno, o meglio, della pagina.
    Non sono fastidiose e lunghe come la controparte, ma alla lunga mi hanno annoiato.
    Rimane piacevole, facile da leggere, ma l'umorismo e le spiritosaggini che tanto mi avevano colpito 20 anni fa oggi sono sparite.

    ha scritto il 

  • 4

    piacevole, scorrevole, simpatico

    Lettura piacevole, scorrevole e ricca di spunti storici. Unico neo che può disturbare la lettura sono le frequenti regressioni al passato che interrompono costantemente la narrazione, comunque strappa ...continua

    Lettura piacevole, scorrevole e ricca di spunti storici. Unico neo che può disturbare la lettura sono le frequenti regressioni al passato che interrompono costantemente la narrazione, comunque strappa un sorriso spesso e volentieri.
    Incredibile quanto sia attuale e moderno seppur scritto alla fine del 1800.
    Godibilissimo!

    ha scritto il 

  • 3

    Avanti anni luce per l'epoca in cui è stato scritto

    Scorrevole, scritto con un linguaggio modernissimo è un libro che mantiene ancora una certa freschezza. Tuttavia la lettura, per quanto divertente, non è riuscita a strapparmi grosse risate. Mi ha inv ...continua

    Scorrevole, scritto con un linguaggio modernissimo è un libro che mantiene ancora una certa freschezza. Tuttavia la lettura, per quanto divertente, non è riuscita a strapparmi grosse risate. Mi ha invece sorpreso il modo in cui ho associato certi passaggi (in particolare zio Podger alle prese col quadro) a momenti o personaggi perfettamente calzanti ad episodi da me realmente vissuti o persone conosciute.

    ha scritto il 

  • 5

    C'è un episodio del telefilm "Mr Bean" in cui il bizzarro protagonista sta viaggiando in treno; nello scompartimento solo lui ed un altro viaggiatore, entrambi intenti alla lettura di un libro. Dopo a ...continua

    C'è un episodio del telefilm "Mr Bean" in cui il bizzarro protagonista sta viaggiando in treno; nello scompartimento solo lui ed un altro viaggiatore, entrambi intenti alla lettura di un libro. Dopo alcuni attimi di perfetto silenzio, il compagno di viaggio inizia a ridere, prima sommessamente, poi sempre più rumorosamente fino a lasciarsi andare a risate sguaiate, sempre indicando il libro nelle sue mani. Ovviamente la situazione dá inizio ad una serie di gag con Bean che tenta in ogni modo di mantenere la concentrazione sulla lettura, non riuscendoci...

    Mi sono sempre chiesto cosa stesse leggendo quel viaggiatore che gli suscitasse così tanta ilarità.
    E trattandosi di un inglese, non può essere che questo romanzo di J.K.Jerome!
    Coinvolgente, divertente, scorrevole, minimalista nella trama, aiutata da gag e digressioni, sempre brillanti e mai noiose, sugli argomenti più vari, presi a spunto prima dalla preparazione dell'avventura, poi dalla navigazione sul fiume e dalle localitá toccate: davvero in certi passaggi è difficile trattenere il riso.
    Un libro attuale, nonostante i quasi 130 anni di vita. che dovete assolutamente leggere, se ancora non lo avete fatto.

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per